Archivi del mese: febbraio 2015

porto di marinella di selinunte

Sugli imminenti lavori di bonifica e di dragaggio del porticciolo di Marinella di Selinunte

CASTELVETRANOMARINELLA DI SELINUNTE – Il consigliere comunale Ninni Vaccara, capogruppo della lista “Noi per Castelvetrano“, ha presentato una mozione in vista dei prossimi lavori di bonifica e di dragaggio del porticciolo di Marinella di Selinunte, constatato tra l’altro che “tutto quello che viene estratto da dentro il porticciolo sono fanghi di dragaggio misti a poseidonia ormai putrefatta che emana odori nauseabondi, con presenza di idrocarburi e di sedimenti fognari che escono come reflui dalle vasche di sollevamento che scaricano dentro il porticciolo e che tutto ciò è potenzialmente inquinante e nocivo per la salute pubblica”.

Questo il testo della mozione:

Il consigliere comunale Ninni Vaccara “impegna l’Amministrazione comunale ad effettuare gli esami tossicologici previsti dalla legge prima del dragaggio e a renderne pubblico l’esito, a non depositare sulla battigia gli estratti per non inquinare la spiaggia adiacente o per evitare che i moti ondosi riportino in mare aperto gli estratti fangosi, a collocarli in discarica autorizzata e ad effettuare tutti i lavori o tutti gli accorgimenti tecnici che consentano di risolvere l’annoso problema in modo definitivo, per consentire ai pescatori e ai diportisti di poter utilizzare tutto l’anno il porticciolo di Marinella di Selinunte, in maniera sicura e funzionale, viste le decine di famiglie che vivono di pesca e di sacrifici e che non possono permettersi di rimanere bloccati per mesi senza aver la possibilità di uscire per mare per lavorare o di aver danneggiate le loro imbarcazioni, unico mezzo di sostentamento familiare, per degli aspetti funzionali poco efficienti e lasciati da anni nell’indiffderenza ciclica , da parte di un’amministrazione che non riesce a trovare una soluzione definitiva”.

Castelvetrano     26 /02/2015

 

Dott. Ninni Vaccara

Consigliere Comunale di Castelvetrano

4 marzo-nuove-pratiche-fest

Ciclo di incontri sulle buone pratiche di fare città: quinto appuntamento

 

, confronti e condivisioni

 

04.03.2015 ore 11.00

>

“NUOVE PRATICHE. Verso l’innovazione culturale”

aula magna Istituto Tecnico Commerciale_Salemi

 

 

SALEMI - Mercoledì 4 marzo alle ore 11.00, nell’aula magna dell’istituto tecnico commerciale si svolgerà il quinto appuntamento “Nuove pratiche. Verso l’innovazione culturale”, all’interno del ciclo di incontri “Sulle buone pratiche di fare città”, a cura del laboratorio per le politiche giovanili “Salemi Urban Lab” dell’Assessorato alle Politiche Giovanili.

L’incontro “NUOVE PRATICHE. Verso l’innovazione culturale” con la presenza di Cristina Alga e Andrea Carbone, del collettivo CLAC (Palermo) ha come obiettivo di portare a conoscenza i giovani di un nuovo modo di fare aggregazione e innovazione sia sul piano sociale che culturale.

L’incontro sarà introdotto da Giuseppe Maiorana, assessore alla cultura e alle politiche giovanili, e moderato da Vito Amato, coordinatore comunicazione e imprenditorialità giovanile di Salemi Urban Lab.

Nuove Pratiche Fest” è un festival – ideato da Clac e svoltosi a Palermo – dedicato all’innovazione culturale, un’occasione di incontro per un ampio gruppo di operatori culturali che operano sul territorio siciliano e nazionale. Ha costituito idealmente la conclusione di una serie di appuntamenti analoghi che nell’autunno del 2014 hanno portato il mondo della cultura italiano a interrogarsi sulle condizioni del lavoro culturale tra la sfera pubblica e quella dell’impresa privata. É un’occasione di confronto sui grandi mutamenti, velocissimi, dell’economia della cultura e della società: dal materiale all’immateriale, dall’intermediazione alla filiera corta, dalla proprietà all’accesso, dalla fruizione passiva all’autorialità diffusa, dalla competizione alla collaborazione e così via.

Il filo conduttore della prima edizione “Nuove Pratiche Fest” è stato quello di porre la questione dell’innovazione culturale come strettamente legata a quella dell’innovazione sociale, cioè come un tema politico. È emersa così la necessità di ripensare l’intero sistema cultura, i diritti, le norme, le misure di sostegno e i modelli.

L’edizione 2015, invece, riguarderà un altro assetto tematico determinante dell’innovazione sociale: la rigenerazione urbana.

“Sulle buone pratiche di fare città” è un ciclo di incontri su temi inerenti la cittadinanza attiva, la legalità, la partecipazione, la creatività, l’arte e la rigenerazione delle città. Si vuole fare della città di Salemi un laboratorio attivo in cui si sviluppano e si innescano nei ragazzi processi diversificati di educazione verso la conoscenza del proprio territorio, di rispetto della propria città ma anche azioni di lotta alle mafie e alla criminalità organizzata, attraverso testimonianze dirette.

 

Stabilimento Florio Favignana

Numerose importanti deliberazioni del consiglio comunale

FAVIGNANA – Il Consiglio Comunale delle Egadi ha eletto nella seduta del 27 febbraio, con dodici voti a favore e una scheda bianca, il dottor Alessandro Esposito quale nuovo revisore dei conti del Comune.

Il sindaco Giuseppe Pagoto ha rivolto un ringraziamento al dottor Leonardo Alotta, che ha svolto l’incarico per due mandati, dal 2008 al 2014 (e che non poteva essere eletto nuovamente) con impegno, costanza e professionalità. Al dottor Alotta, che ha ricoperto il delicato e importante ruolo, “vanno – ha ribadito il sindaco –  il saluto e l’apprezzamento di tutta l’Amministrazione Comunale e del personale dei servizi finanziari del Comune”.

Il Consiglio Comunale ha approvato anche il regolamento per l’utilizzo di Palazzo Florio per la concessione in uso temporanea delle sue sale. Il provvedimento nasce dall’esigenza di fornire delle regole in merito all’utilizzo delle sale espositive situate al 1° piano dello storico sito, che ogni anno accolgono numerose mostre di artisti siciliani. La concessione di questi straordinari ambienti un tempo adibiti a camere da letto di Franca e Ignazio Florio, e dei loro figli, è a titolo oneroso e il ricavato verrà reinvestito per l’allestimento delle sale e per la loro manutenzione.

Il Consiglio Comunale ha inoltre approvato all’unanimità il regolamento per la conduzione e la gestione dei terreni adibiti ad aree ortive.

Il sindaco Pagoto ha sottolineato che “l’Amministrazione comunale – che promuove, in armonia con il principio di sussidiarietà, l’impiego del tempo libero in attività che favoriscano la socializzazione, creando momenti di incontro, di discussione e vita sociale, e che valorizzino le potenzialità di iniziativa e di autorganizzazione dei cittadini, in particolare delle persone anziane – si è impegnata ad individuare delle aree da destinare all’orticultura, da assegnare ai cittadini richiedenti – ma non a scopo di lucro – a titolo temporaneo e per una durata triennale, che può essere rinnovata se non viene data disdetta da una delle parti entro sei mesi prima della scadenza”.

Il progetto rientra in quello nazionale di Italia Nostra, che si rivolge a tutti coloro che, privati o enti pubblici, possedendo delle aree verdi, le vogliano destinare all’ “arte del coltivare” nel rispetto della memoria storica dei luoghi e delle regole “etiche” stabilite in accordo con l’ANCI (Associazione dei Comuni di Italia) con cui è stato sottoscritto un protocollo d’intesa.

Favignana.q

Tutto pronto alle Egadi per l’anniversario della Battaglia del 10 marzo 241 a.C

EGADI - Si chiama “Diecimarzoduemilaquindici, Percorsi mediterranei: Pace, Ambiente, Archeologia e Buone pratiche (Hiera oggi e domani)”, l’evento organizzato in occasione dell’anniversario della “Battaglia delle Egadi (10 Marzo 241 a.C.)”, che ha rappresentato uno dei più grandi eventi nella storia delle civiltà del Mediterraneo.

La grande battaglia, che vide contrapporsi la flotta cartaginese e quella romana nelle acque antistanti le Isole Egadi, pose fine alla Prima guerra punica e segnò l’ascesa di Roma come dominatrice dei mari spianandole la strada verso l’Impero.

L’intuizione e la perserveranza del professor Sebastiano Tusa, oggi Soprintendente del Mare, hanno confermato le fonti dei classici e, in collaborazione con RPM Nautical Foundation, hanno consentito di riportare alla luce sinora undici rostri e altri preziosi reperti.

I vari momenti della manifestazione si svolgeranno

a Favignana, Palazzo Florio, il 9 marzo alle ore 16,00

a Favignana, “ Incontro con le scuole”, il 10 marzo alle ore 10,30

a Marettimo il 21 marzo, Equinozio di Primavera.

La manifestazione è promossa dall’Associazione CSRT “Marettimo” e dalla Soprintendenza del Mare, con il patrocinio del Comune di Favignana-Isole Egadi e la collaborazione del Comune di Erice Città di Pace e per la Scienza, la Soprintendenza BBCCAA di Trapani, l’Istituto Comprensivo “A.Rallo” delle Egadi, l’Area Marina Protetta Isole Egadi e diverse associazioni che hanno annunciato la loro adesione: Legambiente Egadi, la sezione di Trapani della FIAB, la fondazione EriceArte, la coop Colorè e Radio FML.

Prendendo spunto dalla suggestione di quell’anniversario, la giornata percorre un ideale itinerario tra i temi più attuali e urgenti che la dimensione mediterranea, per tanti versi ‘privilegiata’, del territorio, impone.

La ricorrenza storica diviene occasione per una rinnovata coscienza dei luoghi, della ricchezza storico-archeologica, naturalistica, delle culture e tradizioni dell’arcipelago eguseo, ma è soprattutto occasione per avviare azioni concrete e condivise che vedano la comunità   protagonista di un percorso di consapevolezze e buone pratiche.

 Hiera Oggi e domani:

E’ la visione della partecipazione attiva alla costruzione del paesaggio, inteso come l’insieme degli elementi naturali e culturali che donano a Marettimo la sua speciale identità.

Coscienza e valorizzazione dei luoghi, recupero e sviluppo dei saperi sono tra i presupposti delle azioni da porre in essere con la collaborazione di tutti coloro che vivono con l’isola un legame speciale. La valorizzazione del sito archeologico in contrada “Case Romane”, la tutela e il ripristino di luoghi della memoria e di antiche pratiche, la creazione di un ‘itinerario arricchito’ che colleghi i luoghi e i saperi, sono tra gli aspetti dell’idea progettuale.

Quale ideale continuazione della manifestazione, i ‘Percorsi mediterranei’ conducono il 21 marzo 2015 sull’isola di Marettimo, per condividere la marcia simbolica che dal paese giungerà alle “Case Romane” e alla località Semaforo, e segnare il simbolico avvio di questa nuova stagione di impegno.

craniotrapanato

Domenica 1 marzo ingresso gratuito al Castello Grifeo di Partanna

PARTANNA – Domenica 1 marzo è previsto l’ingresso gratuito, con visita guidata alle ore 11,00, al Museo Regionale di Preistoria del Belice – Centro di interpretazione e valorizzazione territoriale presso il Castello Grifeo di Partanna.

Il sindaco Nicolò Catania dichiara che “quello della prima domenica del mese sarà ormai un appuntamento permanente, per cui i musei e le aree archeologiche saranno visitabili gratuitamente”. Spiega il sindaco che “l’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Trapani e con il PAM Prima Archeologica Mediterranea, che domenica 1 marzo curerà una visita guidata alla collezione con inizio alle ore 11,00″.

“E’ attraverso la promozione di queste campagne – aggiunge l’assessore ai beni culturali – che intendiamo diffondere la cultura per il nostro ragguardevole patrimonio museale e dei beni culturali, anche e soprattutto fra le giovani generazioni”.

“Con questa campagna  - dichiara il sindaco Catania – vogliamo far conoscere le immense ricchezze culturali esposte nel nostro Museo come tutti i reperti archeologici provenienti da C/da Stretto e dalle varie necropoli insistenti nel territorio belicino. Una menzione a parte va al Cranio trapanato, risalente all’età del bronzo antico, rinvenuto in c/da Stretto. La visita interesserà anche la Sala delle Armi o Sala del Trono, con gli importanti affreschi e l’interessante pinacoteca ivi allestita, fra cui va ricordato il polittico della Madonna del Rosario tra santi domenicani del 1585, a firma del pittore fiammingo Simon de Wobreck”.

 

errante

Il Sindaco Errante eletto presidente del Distretto Turistico

CASTELVETRANO – Il Sindaco di Castelvetrano Felice Errante è stato eletto quale nuovo presidente del Distretto Turistico “Selinunte, il Belice e Sciacca Terme”.

Il Distretto, che è già operativo da qualche anno, ha come scopo principale quello di promuovere congiuntamente, con un’azione sinergica tra pubblico e privato, lo sviluppo del territorio.

È formato da 17 comuni di due province, quella di Agrigento e quella di Trapani: Caltabellotta, Calamonaci, Castelvetrano, Cattolica Eraclea, Menfi, Montallegro, Montevago, Partanna, Poggioreale, Ribera, Salaparuta, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita Belice, Santa Ninfa, Sciacca, Siculiana e Vita.

Al Distretto hanno anche aderito circa 40 aziende private tra albergatori, agenzie di viaggi, imprese di enogastronomia ed altre società che a vario titolo si occupano di cultura e di turismo.

“Nell’assumere questo prestigioso incarico – ha detto Errante - mi corre l’obbligo di ringraziare il mio predecessore, l’amico Sindaco di Sciacca, l’avv. Fabrizio Di Paola, che ha portato avanti con grande serietà, impegno e dedizione le iniziative legate al distretto nella difficile fase di start-up. Oggi dopo il finanziamento e la redazione del progetto di sviluppo di circa un milione di euro assicureremo il medesimo impegno, per portare a compimento le progettualità avviate e per coinvolgere anche tutte quelle realtà economiche che vorranno compiere insieme a noi un percorso di valorizzazione del nostro territorio, avendo come obiettivo l’imminente edizione dell’Expo che sarà una vetrina mondiale, nella quale vogliamo ritagliarci spazi importanti.”

 

Carabinieri-a-castelvetrano-radiomobile1-588x388

Donna arrestata per due volte e diverse denunce dopo i controlli dei carabinieri

CASTELVETRANO - PARTANNA –  Ammonta a cinque denunce in stato di libertà e due arresti il bilancio dei controlli effettuati nel corso della settimana dai Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano.

A finire in manette, per ben due volte in due giorni, M. A., 28enne castelvetranese, già nota alle forze dell’ordine.

La donna, che era sottoposta agli arresti domiciliari, è stata sorpresa nella notte tra domenica e lunedì 23 sulla pubblica via dai militari dell’Arma.

Condotta in caserma, è stata dichiarata in arresto per evasione. A seguito della convalida dell’arresto la donna è stata sottoposta nuovamente agli arresti domiciliari su disposizione del Gip di Marsala ma, appena il giorno dopo, è evasa di nuovo. Arrestata ancora una volta, dopo la convalida dell’arresto, su disposizione del Gip di Marsala è stata condotta presso una casa di accoglienza sita in altra località.

A Marinella di Selinunte e Partanna, i militari delle locali Stazioni carabinieri, unitamente a personale dell’Enel, hanno svolto numerosi controlli finalizzati al contrasto dei furti di energia elettrica.

Sono stati complessivamente denunciati in stato di libertà quattro soggetti, di età compresa tra i 42 e gli 84 anni, ritenuti responsabili di furto aggravato poiché prelevavano arbitrariamente energia elettrica tramite allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica mediante cavi portanti.

Una denuncia a piede libero per guida senza patente è scattata nei confronti di A.G., pregiudicato castelvetranese di 40 anni. L’uomo, sprovvisto di patente di guida perché mai conseguita, è stato sorpreso dai militari del Norm mentre era alla guida di una motoape 50 in giro per le vie di Castelvetrano.

rifiuti ingombranti

Nuovo numero per il ritiro dei rifiuti ingombranti

CASTELVETRANO – Il commissario straordinario della società in liquidazione Belice Ambiente, Sonia Alfano, ha disposto l’attivazione di un nuovo numero telefonico per il servizio di ritiro degli ingombranti e dei RAEE (acronimo che si riferisce ai rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche o semplicemente rifiuti elettronici a domicilio).

Il nuovo numero è 329.4234541, a cui i cittadini potranno chiamare per richiedere il ritiro gratuito, presso il proprio domicilio, dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.30, e nei pomeriggi del lunedì e del mercoledì dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

La richiesta di ritiro verrà evasa secondo un preciso calendario: basterà prenotare il ritiro degli ingombranti lasciando le proprie generalità all’operatore e verrà comunicato il giorno del ritiro.

Sarà cura dell’utente fare trovare fuori l’abitazione l’ingombrante da smaltire.

Sono rifiuti ingombranti i mobili, gli elettrodomestici che, per loro natura o dimensioni, non possono essere inseriti nei cassonetti.

Abbandonarli vicino i contenitori o, indiscriminatamente, fuori i centri urbani, è reato penale e si rischiano forti sanzioni pecuniarie.

Fabrizio De Nicola

Distribuzione nelle farmacie dei presidi per diabetici

TRAPANI - In provincia di Trapani gli aventi diritto possono già recarsi nelle farmacie per ritirare gli ausili e i presidi per diabetici.

Lo comunica l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, che ha già reso operativo l’accordo stipulato tra la l’assessorato regionale alla Salute e Federfarma per la “distribuzione dei presidi per l’autocontrollo della glicemia”, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana del 30 gennaio u.s.

Si tratta di aghi e siringhe per la somministrazione di insulina, strisce reattive per la misurazione del glucosio nel sangue e relativi pungi dito, ecc.

Il direttore generale dell’ASP Fabrizio De Nicola ha infatti tempestivamente comunicato al presidente di Federfarma Trapani, Leonardo Galatioto, di aver già esercitato il recesso dalla fornitura del precedente fornitore unico, dando così piena attuazione all’accordo.

“Nei mesi scorsi – dichiara De Nicola – alcuni disservizi della ditta che si era assicurata l’appalto del servizio relativo alla somministrazione dei presidi per la cura della patologia diabetica, avevano sollevato le proteste delle associazioni diabetici del territorio. Per questo, nell’interesse dei pazienti, abbiamo operato con la massima sollecitudine per attivare le nuove modalità distributive”.

E-1. Tumbarello

Lavoratori del pubblico impiego al voto dal 3 al 5 marzo per il rinnovo delle Rsu

TRAPANI - Sono oltre 400 i candidati della Uil Trapani alle elezioni per il rinnovo delle Rsu, le Rappresentanze sindacali unitarie, che si svolgeranno dal 3 al 5 marzo prossimi.

Per la Uil Scuola, guidata dal segretario generale Giuseppe Termini, ci sono complessivamente 234 candidati, con liste in tutte le 78 scuole del Trapanese. Gli addetti del comparto aventi diritto al voto sono circa 9 mila.

Per la Uil Fpl (Federazione Potere Locali) il segretario generale Giorgio Macaddino ha presentato liste in quasi tutti gli enti locali, comuni e ex Provincia, e strutture ospedaliere, per un totale di 123 candidati.

Per il settore della Uil Pubblica amministrazione, rappresentata dal segretario generale Gioacchino Veneziano, sono state presentate 19 liste nei 21 uffici dell’amministrazione dello Stato e degli enti pubblici non economici. I candidati Uilpa sono 40 sui 1440 aventi diritto al voto.

Per la categoria Uil Rua, infine, vi sono 8 candidati, 4 del Conservatorio, di cui è responsabile Paolo Morana, e 4 del comparto ricerca, di cui è responsabile Giuseppe Sinacori.

“La presentazione di un numero maggiore di liste rispetto alla passata competizione – afferma Eugenio Tumbarello, segretario generale Uil Trapani – mi fa sperare nel fatto che la Uil possa esigere il giusto riconoscimento di un impegno serio e costante profuso negli anni oltre le passate elezioni. La nostra presenza nei luoghi di lavoro, già apprezzata e di forte vicinanza con i lavoratori, sono convinto si rafforzerà grazie alla disponibilità delle tante donne e dei tanti uomini che hanno scelto la Uil. I nostri candidati sono la nostra forza”.

Pagina 1 di 2112345...1020...Ultima »