Archivi del mese: maggio 2015

castello-grifeo

“Una programmazione già in atto per rilanciare il turismo”

PARTANNA – Arrivano al Castello medioevale nuovamente da qualche tempo pullman con turisti che però non si limitano ad una visita più o meno frettolosa dell’interno del Castello e dei suoi musei ma continuano il loro percorso in aziende locali (come quella dei Cangemi che produce la vastedda della valle del Belice) che mostrano i prodotti del territorio.

Il sindaco di Partanna Nicola Catania ha dato i seguenti chiarimenti informativi:

“Abbiamo preso – ha detto – accordi con tour operator per ripristinare un circuito turistico che potesse riportare la nostra cittadina ad essere non soltanto visitata ma con i presupposti per un rilancio economico. Abbiamo, infatti, programmato anche delle visite di aziende locali che fanno da vere e proprie vetrine di prodotti tipici locali. E’ questa una fase iniziale – ha continuato il primo cittadino – rispetto ad una programmazione più completa che vedrà nel prossimo futuro la creazione di veri e propri circuiti turistici cittadini (uno paesaggistico e uno monumentale con l’utilizzo di una nuova segnaletica turistica all’avanguardia  già in fase di collocazione che indirizzi nei percorsi turistici). La programmazione vedrà anche la creazione di un’unica brochure delle bellezze monumentali e dei prodotti enogastronomici oltre che degli eventi annuali, la formazione per il personale addetto e non ultimo la creazione dell’albergo diffuso (con il coinvolgimento dei locali dell’ex Convento delle Benedettine e di altre abitazioni del territorio); infine abbiamo pensato anche ad una cartellonistica collocata in altri siti archeologici del territorio e ad un biglietto d’ingresso unico per i siti di Selinunte Cave di Cusa e Partanna”.

Incontro con il Prefetto Falco sui problemi del Porto di Mazara del Vallo

Incontro in Prefettura sui gravi problemi del porto di Mazara del Vallo

TRAPANI - “E’ incredibile che il porto della più grande marineria d’Italia e d’Europa non sia navigabile ed utilizzabile. Questa è forse la principale causa della crisi economica e finanziaria che vive il sistema produttivo della pesca di Mazara del Vallo. Insieme al porto canale si è prosciugata l’economia reale di un’intera comunità. A causa dell’insabbiamento del porto centinaia di attività non possono svolgere più il loro regolare lavoro; si sono persi migliaia di posti di lavoro con conseguenze negative sul piano sociale”.

A dichiararlo è stato il presidente del Distretto Produttivo della Pesca Giovanni Tumbiolo al termine dell’incontro a Trapani fra il Prefetto S.E. Leopoldo Falco ed i rappresentanti del Coordinamento Filiera Ittica Mazara (Distretto Produttivo della Pesca, Confederazione Imprese Pesca Mazara-Federpesca, Imprese Pesca-Coldiretti, Co.Ge.P.A. Mazara-Lega Pesca, O.P., Fiume Mazaro-Unci Pesca e dai sindacati Flai-Cgil, Uila-Uil e Fai-Cisl) e del Comitato Pro Pulizia Porto Canale.

Domenico Asaro, presidente di Confederazione Imprese Pesca Mazara aggiunge: “i danni subiti a causa delle condizioni del porto in questi ultimi anni sono enormi. Inoltre ci stiamo muovendo avendo appreso nel recente incontro a Palermo con l’Ing. Foti, responsabile del procedimento per l’escavazione del porto canale, che le somme a disposizione del Comune di Mazara del Vallo bastano solamente a coprire appena il 15% dell’intero intervento di dragaggio e bisogna attivarsi, verso le istituzioni preposte, per gli ulteriori 8 milioni per rendere completa l’opera”.

Nel corso dell’incontro a Trapani sono stati rappresentati al Prefetto Falco i disagi degli operatori economici che espletano le loro attività nell’area portuale di Mazara del Vallo.

L’iniziativa, come il recente corteo di protesta pacifico tenutosi lo scorso 25 maggio dal quale è scaturito l’incontro a Palermo con l’ing. Calogero Foti (Commissario per la Mitigazione del Rischio Idrogeologico) richiesto dalle parti con in testa il Comune ed accompagnate dall’on. Antonello Cracolici (presidente della I Commissione dell’Ars), nasce dalla necessità di porre rimedio alla grave carenze dell’area portuale di Mazara del Vallo prevedendo il dragaggio di tutto il porto canale, il ripristino dell’illuminazione dell’area del porto dove ormeggiano pescherecci e navi commerciali, la dotazione di servizi (acqua potabile, colonnette per l’elettricità, cassonetti per rifiuti e smaltimento olii esausti) presso le banchine del porto.

Le Organizzazioni Sindacali di FAI CISL, FLAI CGIL e UILA UIL hanno ribadito la necessaria e non più rinviabile sistemazione dell’illuminazione del porto dove i pescherecci non possono ormeggiate nelle ore notturne con gravi ripercussioni sulla vendita del pescato e quindi sul guadagno finale dei lavoratori.

“Non si può più tollerare – hanno detto i sindacalisti Massimo Santoro, Giovanni Di Dia e Tommaso Macaddino - l’assordante silenzio e superficialità della politica da quella locale per finire a quella romana passando per Palermo, assente e senza un briciolo di progetto per il rilancio del porto e quindi delle sue attività economiche commerciale e dell’intero indotto”.

“Il nostro incontro con S.E. Il Prefetto Falco – ha concluso Tumbiolo – è volto a stimolare e sostenere le Amministrazioni competenti nelle rispettive azioni per il reperimento delle somme necessarie per ridare finalmente dignità ad una grande comunità la cui economia dipende dalle attività marittime”.

Il Prefetto Falco si è dimostrato sensibile alle questioni sollevate nel corso della riunione ed ha assicurato il suo impegno ad interpellare le Autorità competenti al fine di trovare soluzioni concrete alle problematiche del porto di Mazara del Vallo.

 

calcio

Giornata Nazionale dello Sport a Castelvetrano

FAVIGNANA – La IV Commissione Consiliare Permanente, nell’ambito delle sue competenze (Pubblica istruzione, Beni ed attività culturali, Turismo, Condizione della gioventù, Tempo libero, Sport, Problemi del lavoro e Toponomastica), ha suggerito all’Amministrazione Comunale la realizzazione a Castelvetrano della Giornata Nazionale dello Sport, come peraltro auspicato dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

La Commissione nelle scorse settimane, dopo aver invitato l’Assessore competente, dott. Salvatore Stuppia e ricevuto le associazioni sportive che operano in città, ha dato l’avvio all’organizzazione della prima edizione di “Sportivamente Insieme”.

Tale manifestazione, che si svolgerà nella mattinata del 7 giugno a partire dalle ore 9, ha lo scopo di creare un momento di aggregazione e di festa per la cittadinanza e per tutti i partecipanti, infatti i giovani atleti si esibiranno all’interno dei vari spazi che saranno allestiti nel centro storico della città, promuovendo le discipline sportive e le attività delle loro Società sportive.

Le 19 società e gli atleti partecipanti, circa 1000 tra bambini, adolescenti e adulti, sfileranno lungo la via Vittorio Emanuele e, dopo la cerimonia di apertura nel Sistema delle Piazze, si collocheranno negli spazi adibiti nel centro storico per dare il via alle esibizioni.

Le associazioni sportive che prenderanno parte all’evento sono le seguenti:

A.S.D. Libertas Castelvetrano, A.S.D. Taekwondo 2000 e Postural Center, A.S.D. Amico Dance Forever, A.S.D. Studio Fitness, Gruppo Sportivo Fit Boxe, A.S.D. Olympia Sporting Club, A.S.D. Dirty Bike, C.F.S. Basket, A.S.D. Fitness Story, A.S.D. Body Planet e The Red Devils, A.S.D. Tekno Sport, A.S.D. Dancing Life, A.S.D. Scherma, A.S.D. Team Selica, A.S.D. Folgore- Selinunte, A.S.D. Belicine e Efebo Volley, A.S.D. Real Selinunte, A.S.D. Pallavolo Castelvetrano, A.S.D. G.S. Raam.

Stabilimento favignana

Dal 1° giugno l’ex Stabilimento aperto anche di pomeriggio

FAVIGNANA – Da domani, lunedì 1° giugno, l’ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica sarà aperto anche di pomeriggio.

Sarà possibile visitare la struttura – sito culturale di eccellenza e museo siciliano tra i più commentati su TripAdvisor e plurirecensito – dalle 10 alle 13.30 e poi ancora dalle 16 alle 19.30. Le visite guidate sono fissate, invece, alle 10.30, alle 11.15 e alle 12, e nel pomeriggio alle 16.15, alle 17 e alle 18.

Lo spazio, splendido esempio di archeologia industriale, con una sala conferenze atrezzata e una capienza di 400 persone, contiene al suo interno oltre alle aree museali anche sale multimediali.

L’ingresso all’ex Stabilimento Florio è consentito pagando un biglietto di entrata di 6 o 3 euro (restano le esenzioni per i minori di 18 anni, i bambini e per i portatori di handicap, e resta per tutti indistintamente l’ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese). Il personale che vi presta servizio è costituito quasi totalmente da giovani favignanesi che in questi anni hanno maturato una notevole esperienza nell’accoglienza e nelle visite guidate all’interno della struttura, effettuate in diverse lingue europee. La struttura è gestita dal Comune di Favignana e dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Trapani grazie ad un’apposita convenzione.

Dal 5 al 10 giugno l’ex Stabilimento sarà sede dell’edizione 2015 della manifestazione culturale “La nuova settimana delle Egadi” che, con un programma denso di incontri, dibattiti, degustazioni e proiezioni, si prefigge di valorizzare un territorio dalle mille peculiarità e ricchezze.

Premiati Curaba

Assegnate le borse di studio Curaba

CASTELVETRANO – Si è tenuta ieri (30 maggio) la manifestazione di consegna delle borse di studio Curaba pe gli studenti del biennio dell’ISSITP “Ferrigno” di Castelvetrano indirizzo commerciale.

Sono stati premiati, tra quanti hanno ottenuto una media più alta dei voti relativi al I quadrimestre, l’alunna Maria Alessia Monachella e Dario Moceri che hanno ricevuto un assegno di 1000 euro ciascuno. Dal momento che un altro alunno, Davide Di Maio, ha ottenuto la stessa media dei voti di Dario Moceri (8,46) che lo ha preceduto perché appartenente ad una famiglia con reddito minore, l’allievo Di Maio grazie alla liberalità del sig. Giuseppe Curaba, è stato ugualmente premiato con un assegno di 500 euro.

Tre premiandi CurabaAlla manifestazione hanno presenziato, oltre al dirigente scolastico Pietro Ciulla,  il sig. Giuseppe Curaba titolare di una nota azienda olivicola (“Gruppo Curaba s.r.l.”), specializzata nella lavorazione di olive della varietà “Nocellara del Belice”, il Presidente dell’Ordine degli albergatori Angela Giacalone e la responsabile del Gruppo Curaba Giuseppina Cascio. 

La borsa di studio è nata come un “riconoscimento affettivo e professionale alle capacità imprenditoriali ed ai valori umani della signora Silvana La Monaca, prematuramente venuta a mancare nel 2011, al fine di rendere effettivo il diritto allo studio e valorizzare gli alunni meritevoli”.

Nell’occasione è stata presentata la mostra del laboratorio di ceramica della scuola curata ed allestita dal sig. Biagio Barsalona.

Tutti premio Curaba“Le aziende – ha evidenziato il sig. Giuseppe Curaba – non devono essere un’isola nel territorio, ma devono dare un input perché il territorio possa crescere con loro. Nella direzione degli obiettivi delle borse di studio già istituite, costituiremo presto una Fondazione di ricerca intestata a mia moglie”.

“Sono soddisfatto – ha ribadito il dirigente scolastico Pietro Ciulla – della sinergia realizzata tra prestigiose agenzie economiche del territorio e la scuola al fine della valorizzazione delle eccellenze. Le conoscenze sono un’ottima arma per sconfiggere i mali della società e dà reali opportunità di crescita”.

laboratorio

Premio Curaba 2

contadini prima

Penultimo appuntamento con l’edizione 2015 di Salvalarte Belice lunedì 1 giugno

CAMPOBELLO DI MAZARA – L’appuntamento di Salvalarte Belice di lunedì 1 giugno  si terrà a Campobello di Mazara e sarà il penultimo della serie e consisterà sostanzialmente in una tavola rotonda.

Lunedi 1 Giugno

Campobello di Mazara, ore 16.30, Salviamo il museo della Civiltà contadina. Valorizzazione del baglio Florio e messa a sistema con le Cave di Cusa. Idee e proposte.

L’incontro vuole essere una tavola rotonda, aperta al pubblico, per rilanciare il Museo della Civiltà contadina e soprattutto confrontare le varie istituzioni interessate e le associazione di volontariato impegnate nel territorio per una migliore programmazione futura.

Interverranno:
Salluzzo Giuseppe, responsabile Salvalarte Belice;
Giuseppe Castiglione, sindaco di Campobello di Mazara;
Giovanni Leto Barone, direttore del Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa;
Rossella D’Angelo, responsabile CeSvop;
Mauro Cudia, Proloco Campobello;
Giuseppe Bivona, Rete Museale e Naturale Belicina.

 

PHOTO

Domenica 7 giugno le ultime selezioni de “La Voce del Mediterraneo”

MARSALA -  Una band suonerà dal vivo, accompagnando tutte le esibizioni de “La Voce del Mediterraneo“, il concorso canoro in piazza Loggia.

Le selezioni si svolgeranno domenica 7 giugno, a partire dalle ore 16.00, presso il bar “Cafè Movida” – contrada Gurgo Balata, S.S. 115 (di fronte Hotel Baglio Basile) a Petrosino.

Sabato 27 giugno, alle ore 21.30, in piazza della Repubblica (Loggia), si svolgerà la prima edizione del concorso canoro “La Voce del Mediterraneo“. Una manifestazione organizzata dall’associazione marsalese “E20″ e curata da Gianluca Galfano, Enzo Amato, Irving Sorrentino e Francesco Anastasi. La serata sarà presentata da Vittoria Abbenante. 

Alla kermesse musicale sarà presente un presidente di giuria del mondo discografico. Al vincitore/vincitrice del concorso canoro la possibilità (e non solo per il vincitore) di partecipare ad un importante progetto “Musical” per la stagione 2015/2016 che l’associazione “E20″ sta già programmando.

Possono partecipare gli “artisti” che hanno compiuto 10 anni, a salire. Due saranno le categorie: junior e senior. L’evento sarà totalmente “LIVE”. Ci sarà, infatti, una band che suonerà dal vivo, accompagnando tutte le esibizioni dei cantanti in gara. La band, già a lavoro, è formata da Peppe Maggio (tastiere), Vincenzo Crimi (chitarra), Irving Sorrentino (basso), Gioacchino Lamia (batteria), Francesco “Ciccio” Anastasi (voce), Seby Maltese (sax).

Il concorso intende scoprire e valorizzare i giovani artisti locali (e non solo) con la speranza che possa diventare un trampolino di lancio per giovani promesse dello spettacolo canoro. Alle selezioni saranno presenti in giuria artisti e musicisti del mondo musicale della provincia di Trapani.

Per tutte le informazioni chiamare i seguenti numeri: 347.3593944 – 329.6091293 – 347.1846757.

 

errante

Affidati alla cooperativa “Rita Atria-Libera Terra di Trapani” beni confiscati alla mafia

CASTELVETRANO – E’ stata deliberata l’approvazione dello schema di comodato d’uso integrativo, per l’affidamento in gestione alla Cooperativa Sociale Onlus “Rita Atria-Libera Terra di Trapani”, con sede sociale in Castelvetrano, delle ulteriori aree agricole confiscate alla criminalità mafiosa, site in c.da Seggio Torre e Staglio, per renderle nuovamente produttive e far scaturire dalla loro gestione una concreta opportunità di lavo pulito.

Nel maggio di tre anni fa, l’Amministrazione condivise con la Prefettura di Trapani, il Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo, i comuni di Paceco e Partanna e l’associazione Libera, la volontà di fare nascere una nuova cooperativa sociale per l’utilizzazione dei terreni confiscati alla mafia nel territorio della provincia, al fine di creare opportunità di lavoro per giovani disoccupati e soggetti svantaggiati residenti nei sopraddetti comuni.

Nel settembre dello scorso anno, dopo le varie fasi propedeutiche, si è costituita formalmente la cooperativa Rita Atria e si è provveduto alla consegna di alcuni beni nelle contrade Seggio Torre e Staglio, oggi l’Amministrazione ha provveduto alla stipula dello schema per l’assegnazione di alcune aree che erano confinanti ai beni precedentemente assegnati ma che erano abbandonate e quindi improduttive.

“Con l’odierno atto rafforziamo le potenzialità di una cooperativa sociale in cui crediamo molto convinti come siamo che l’utilizzo per fini sociali dei beni confiscati alle organizzazioni criminali sia particolarmente significativo – ha affermato il primo cittadino Felice Errante – grazie all’assegnazione di questi terreni otterremo una valenza duplice perché da un lato daremo l’ulteriore segnale di vittoria dello Stato sulle mafie, ed in più daremo speranze a quei giovani disoccupati e svantaggiati che avranno l’opportunità di poter contare concretamente su un lavoro”.

commercio equo e solisdale

Bando per la concessione del suolo pubblico per il commercio

CASTELVETRANO – E’ stata deliberata l’approvazione del bando per la concessione di suolo pubblico a soggetti privati esercenti il commercio, con il quale vengono disciplinati modalità, termini e condizioni affinché gli interessati possano partecipare alla procedura di selezione per occupare aree di proprietà dell’Ente site nel territorio di Castelvetrano e nelle frazioni di Marinella e di Triscina di Selinunte.

Nei prossimi giorni, sul portale istituzionale dell’Ente all’indirizzo www.castelvetranoselinunte.gov.it, sarà reperibile il bando con le planimetrie delle aree che saranno messe a disposizione per la successiva assegnazione, dove sarà possibile installare strutture fisse per la vendita di prodotti, e per la sosta dei veicoli itineranti a posto fisso.

“Si tratta di un importante passo verso la completa regolamentazione di tutti coloro che vendono prodotti alimentari e non per le vie della città – ha affermato il primo cittadino –  grazie all’assegnazione delle aree a coloro che saranno in possesso dei requisiti, consentiremo la piena regolarizzazione di tutti i venditori che dovranno mettersi in regola in ossequio ai criteri di massima trasparenza e legalità assunti a base amministrativa dell’Ente – continua Errante – inoltre garantiremo un maggior decoro alle strade cittadine con l’individuazione di aree ben precise dove poter effettuare il commercio. Perché la legalità non si esercita solo nei convegni, ma con una azione quotidiana a tutela di tutti i cittadini”.

Tutti premio studenti

Lectio Magna con premi per gli studenti all’ex Convento delle Benedettine-

PARTANNA – Si è conclusa ieri (29 maggio, al Chiostro delle Benedettine di Partanna) con la premiazione  degli studenti la Lectio Magna “Eros e Thanatos…tra prosa e poesia” curata dalla prof. Giusy Chiofalo.

Il 1* premio (200 euro in buoni acquisto libri) ad Aurora Campagna; 2° premio (150 euro in libri) ad Alessandro Nocera e Carla Gennaro; 3° premio (100 euro in libri) a Chiara Piazza.

1 classificataQuesti i membri della giuria: Nicolò Catania, Antonino Battaglia, Antonino Pellicane, Antonina Maggio, Lordana La Rocca, Agatino Traina, Giuseppe Ingoglia e Martina Termini.

La manifestazione in cui è stata protagonista ancora una volta la Fidapa cittadina ha avuto come cerimoniera Rosamaria Vento.

Le musiche della seconda metà del ’700 sono state eseguite da Michele Secchia (Liuto Barocco).

 

3 classificataSecondi classificati

Pagina 1 di 2912345...1020...Ultima »