Archivi del mese: novembre 2017

contro la violenza

Lo sport per vincere la violenza: il 25 novembre un evento a Marsala

MARSALA – Il 25 novembre in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne il Centro antiviolenza Metamorfosi e Casa Viola organizzeranno l’evento: “Lo sport per vincere la violenza”. A tale iniziativa parteciperanno le associazioni sportive: i Fenici Scuola Rugby, il Marsala Volley, l’ASD Marsala Nuoto; ed inoltre il centro antiviolenza la casa di Venere e il CIF (Centro Italiano Femminile).

Questo incontro rientra all’interno della campagna di sensibilizzazione che il centro antiviolenza Metamorfosi sta effettuando su tutto il territorio marsalese e all’interno delle istituzioni scolastiche con il progetto “Abbattere il soffitto di cristallo” finanziato dal dipartimento pari opportunità in partenariato con il comune di Marsala (ente capofila) ed il comune di Valderice. Sarà non solo un momento di sensibilizzazione e prevenzione sul tema della violenza e della violenza di genere, ma anche un momento di condivisione per le attività ludico sportive tra tutti quelli che praticano, vivono e seguono lo sport.

 

Consiglio comunale partanna

Nuova seduta del consiglio comunale

PARTANNA – E’ convocato il consiglio comunale, in seduta ordinaria, per le ore 20,00 del giorno 29/11/2017 presso i locali dell’aula consiliare di Via del Popolo per la trattazione degli affari di cui al seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. Lettura e approvazione verbali sedute precedenti previa nomina scrutatori
  2. Comunicazioni
  3. Modifica regolamento per la concessione di rateizzazioni di tributi comunali arretrati
  4. Variazione da apportare agli stanziamenti di previsione finanziario 2017/2019 ai sensi degli articoli 42 e 175 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 Salvaguardia equilibri di bilancio art. 193 d.lgs. 267/2000.

 

Giorgio Macaddino

Sanità. Macaddino (Uil Fpl) interviene sulle assunzioni

TRAPANI – Il segretario generale della Uil Fpl Trapani Giorgio Macaddino esprime soddisfazione per le recenti immissioni in ruolo di decine e decine di figure professionali del comparto sanitario in provincia e sollecita i vertici dell’Asp a proseguire nelle procedure di reclutamento del personale già avviate.

“Rappresentano fatto sicuramente positivo – afferma – le immissioni in ruolo di coloro che trovandosi in comando presso l’Asp di Trapani ed in concomitanza delle procedure di mobilità hanno maturato il diritto al ruolo stesso. Una norma prevista dalle attuali leggi permette di dare stabilità e serenità ai lavoratori che lasciano definitivamente lo status di pendolari e si ricongiungono con il proprio nucleo familiare. Una procedura sulla quale la Uil ha fortemente scadenzato i tempi in collaborazione con altra sigla, trovando eccelse competenze in azienda alle quali vanno un particolare ringraziamento. Dalla dottoressa Oliva al Dottore Palazzolo alla responsabile del servizio infermieristico, con la regia preziosa del manager Bavetta. In definitiva la Uil Fpl soddisfatta di questi importanti risultati auspica così come annunciato dall’assessore Gucciardi che vengano confermate le altre procedure di reclutamento già in corso”.

 

002 foto

Il Cpia Trapani aderisce alla “giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole”

TRAPANI – Il Centro per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) di Trapani ha aderito alla “Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole” promossa dal MIUR in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con Cittadinanzattiva, Legambiente, Fondazione Benvenuti in Italia, Associazione Vittime della scuola, ANMIL, Save the Children e Croce Rossa, e dedicata a tutte le vittime degli incidenti avvenuti nelle scuole italiane.

«Abbiamo accolto con entusiasmo l’iniziativa del MIUR che vuole promuovere iniziative sui temi della sicurezza e della prevenzione dei rischi», chiarisce il Dirigente Scolastico Giorgina Gennuso, «d’altronde la sicurezza negli edifici scolastici è una nostra priorità e vogliamo lavorare ogni giorno per accrescere la “cultura della sicurezza” all’interno del CPIA TRAPANI».

Durante le giornate del 22 e del 23 novembre, all’interno delle sedi del CPIA di Trapani, Erice, Marsala, Mazara del Vallo e Castelvetrano, nelle classi dell’Istituto d’istruzione Secondaria, una serie di attività legate al tema della “Sicurezza nella scuola” hanno visto impegnati allievi e allieve del Percorso di Primo Livello e dei Percorsi di Alfabetizzazione nella Lingua Italiana.

«Assieme ai nostri allievi abbiamo discusso di “rischio in ambiente scolastico”, di “Cultura della prevenzione” e soprattutto di “consapevolezza dei comportamenti da adottare in caso di emergenza”», spiega Gioacchino De Simone – RSPP del CPIA TRAPANI. «Le giornate sono state articolate secondo un programma serrato di visione cortometraggi e spot, lavori di gruppo e discussioni collettive e, a fine di ogni giornata, un tour delle scuole coinvolte a “caccia di sicurezza”. Ci siamo divertiti con la sicurezza a scuola, insomma».

Il CPIA TRAPANI, oramai da anni, è attivo sul territorio della Provincia di Trapani per accrescere il livello d’istruzione di chi è “rimasto indietro”, attraverso percorsi mirati, anche, a favorire la capacità di relazione tra culture, nell’ottica del “Long Life Learning” come previsto dalle Raccomandazioni della Comunità Europea in tema di apprendimento degli adulti.

Il CPIA TRAPANI, infatti, lavora prevalentemente con adulti italiani e stranieri privi di formazione o che non hanno assolto l’obbligo di istruzione, con i detenuti delle Case Circondariali e di Reclusione, con minori e stranieri di recente immigrazione. L’iniziativa, così, assume un valore rilevante anche in termini di integrazione tra differenti modi di concepire la sicurezza.

 

fidapa IMG-20171122-WA0002

Corteo per dire no alla violenza di genere

PARTANNA – Sabato 25 novembre, organizzato dalla sezione cittadina della Fidapa in collaborazione col Rotary Club ed il comune, si terrà alle 10, dal Castello a piazza Falcone e Borsellino, un corteo di sensibilizzazione contro la violenza di genere per lanciare il messaggio “Le donne…insieme più forti” e per dire no alla violenza. Al termine del corteo, in piazza Falcone e Borsellino, ci saranno momenti di riflessione cui parteciperanno gli studenti degli istituti superiori. direttivo fidapa

image

Incontro sulla sicurezza stradale

TRAPANI – Davanti a una platea di 300 studenti dell’istituto “Calvino-D’Amico” di Trapani si è tenuta ieri (22 novembre) l’unica tappa in provincia di Trapani del “Sara Safe Factor”, l’iniziativa dedicata alla sicurezza stradale che sta coinvolgendo diversi istituti scolastici d’Italia. A Trapani (dopo la tappa di due giorni fa ad Agrigento) l’evento si è svolto grazie alla disponibilità dell’Automobile Club di Trapani e lo stesso istituto scolastico che con l’AC Trapani ha firmato un protocollo d’intesa.

Nell’incontro è intervenuto il presidente dell’AC Trapani, Giovanni Pellegrino: «Questa è la prima tappa di un percorso avviato con questo istituto – ha detto – guardiamo con attenzione a voi giovani sul percorso di formazione per commissari di gara». Sicurezza alla guida è stato il tema che ha fatto da filo conduttore nell’incontro. «Dobbiamo capire che quando guidiamo non dobbiamo distrarci – ha ribadito il Comandante della Polizia stradale di Trapani, Nicolò D’Angelo – uno dei motivi di maggiore distrazione è sicuramente il telefonino e l’uso di questo va evitato quando siamo alla guida». I trecento giovani dell’istituto hanno accolto con un caloroso applauso il pilota Andrea Montermini, testimonial della campagna “Sara Safe Factor: Montermini è stato anche pilota di Formula Uno. Tra video e nozioni di sicurezza, Montermini ha coinvolto i giovani mostrando cosa succede se non si utilizzano i sistemi di sicurezza: cintura, velocità moderata.

«Ai giovani oggi abbiamo dato degli input interessantissimi – ha ribadito il dirigente scolastico Margherita Ciotta – loro riescono ad elaborare questi messaggi che poi, nella vita quotidiana, sono molto utili quando si metteranno alla guida». All’incontro erano presenti anche i vertici provinciale della Sara assicurazioni e quelli del club autostoriche “Sartarelli”.

 

laboratori asp

Al via il “teatro di fuori”, progetto che integra pazienti e territorio

TRAPANI – Un refettorio in disuso trasformato in un teatro con palcoscenico. Dove un tempo, fortunatamente lontano, vi erano rinchiusi i cosiddetti “pazzi”, oggi lo stesso spazio diviene luogo di incontro e di integrazione, chiamato “Teatro delle Radici”, dove i pazienti con alterazioni psichiche interagiscono con l’esterno.

Ieri pomeriggio (21 novembre) sono stati presentati al palazzo Carrubo della Cittadella della Salute di Erice Valle, gli interventi pedagogici, formativi e riabilitativi ideati, condotti e selezionati dalla Compagnia “Teatro di Fuori” diretta da Turi D’Anca, per il teatro, le istituzioni scolastiche e le collettività del territorio.

“Si tratta di un progetto per migliorare la qualità della vita dei nostri pazienti – dice Giovanna Mendolia, direttore del Dipartimento Salute Mentale dell’ASP di Trapani – ma nato anche per il territorio. Non più un mondo chiuso, ma una nuova terapia riabilitativa, attraverso uno scambio integrato con il mondo esterno, che arricchirà entrambi”.

Il primo intervento riguarda il laboratorio di teatro “Officina Coscienza”, un atelier sulla costruzione organica di una Compagnia teatrale formata da un gruppo integrato di persone con disagi psicofisici, operatori del volontariato e persone della collettività sociale. Nel primo step, semestrale, sono previste due performance intermedie e uno spettacolo finale.

“E’ la prima comunicazione informale – spiega Turi D’Anca – delle attività programmate all’interno e all’esterno del Teatro delle Radici. Abbiamo scelto di iniziare con la presentazione delle attività pedagogiche formative. Dopo la condivisione inaugurale di qualche mese fa, di uno spazio potenziale da trasformare, dalla partecipazione e dopo un giusto tempo di ascolto anche delle necessità, abbiamo strutturato un piano d’intervento multi direzionale. D’intesa con l’Azienda, in particolare con il commissario Giovanni Bavetta e con la dottoressa Mendolia, e con la piana disponibilità dei suoi dirigenti, con tutti i livelli di professionalità che stiamo conoscendo e apprezzando, stanno coadiuvandoci sia nella promozione del benessere, della salute e della diversità, quanto nella prevenzione di fenomeni di disagio e d’isolamento sociale. Quindi si parte con “Officina Coscienza” che è il risultato di due mesi di ascolto e incontri, qui alla Cittadella. É stata selezionata una compagine che al termine cogestirà il luogo e gli eventi. Una segnalazione particolare e significativa va infine ai Fratelli Mauro, maestri artigiani del legno… e del cuore, perché in un periodo di crisi del lavoro ma anche dei pagamenti, hanno donato, realizzandoli loro stessi, i particolari palchi adeguati ad uno spazio mobile come è il Teatro delle Radici. L’hanno fatto per il prossimo – ha concluso D’Anca – e per le generazioni che crescono”.

Questi alcuni dei nove laboratori programmati nel Teatro delle Radici:

Mimesi è il piano di lavoro più completo e specializzato per le arti della scena. Il corso include fondamenti di regia, recitazione, acrobatica, sceneggiatura, scenografia, costumi e illuminotecnica.

Il corso Riflessi di Clownerie è strutturato per ritrovare la concezione del gioco, imparare a gestire e coinvolgere gruppi di diverse età, riscoprire se stessi e la propria inventiva, apprendere le tecniche di animazione più importanti.

Bambino Faber è il laboratorio di pura aggregazione e libera espressività del singolo, nell’ambito della “leggerezza” e del valore pedagogico del gioco.

 

IMG-20171121-WA0004

Il fondatore della rete Cowo (Coworking), Massimo Carraro, oggi alla sede del Coworking

PARTANNA – Il G55 del centro belicino ha ospitato oggi (21 novembre) il fondatore della rete Cowo (Coworking), Massimo Carraro che, dopo aver visitato la struttura del G55 e dopo essere stato informato dal vicesindaco di Partanna Antonino Zinnanti, sui risultati finora raggiunti, è andato via soddisfatto. Gli abbiamo prima rivolto alcune domande.

Ci spiega in poche parole l’utilità degli spazi di Coworking?

Il Coworking crea la possibilità di utilizzare un luogo professionale a tempo pieno a condizioni economiche sostenibili in assenza di vincoli particolari e dà altresì l’opportunità di conoscere altre persone con cui scambiare idee e opinioni.

Ritiene che i luoghi deputati ad ospitare strutture di coworking siano soprattutto le grandi città?

Sembrerebbe pregiudizialmente di sì, ma va constatato che gli spazi di coworking attualmente esistenti sono 127 in Italia e si distribuiscono in 72 centri che sono per la maggior parte piccoli e medi centri.

Valuta positivamente l’esperienza condotta fino ad ora?

Certamente, come si nota già per la struttura di Partanna, ma va detto che il ritorno non è immediato, anche se ovviamente per chi utilizza gli spazi dei coworking, questi costituiscono una buona opportunità.

“Le aziende presenti all’interno del G55 – ribadisce il vicesindaco di Partanna Zinnanti che intende sottolineare i risultati ottenuti nel primo anno partannese di esperienza di coworking – hanno lanciato le seguenti Call di selezione del personale:

Call 1: n. 2 istallatori di Fibra Ottica;

Call 2: n. 1 programmatore di linguaggio C, C++, Assembly;

Call 3: n. 1 Video Maker;

Call 4 in uscita: n. 1 Sistemista Linux.

Inoltre sono centinaia gli studenti che condurranno qui nell’anno scolastico in corso la loro esperienza di alternanza scuola-lavoro”.

“Mi compiaccio – ha ribadito il sindaco di Partanna Nicolò Catania – per gli apprezzamenti ricevuti dalla persona più autorevole nel campo in Italia, apprezzamenti che sicuramente porteranno ad una più concreta e proficua collaborazione e che ci incoraggiano a proseguire questo percorso innovativo che creerà nuove opportunità di lavoro e di occupazione per i giovani del nostro territorio. Il nostro intendimento è quello di tentare inoltre di diventare attrattori di interesse convergente di tutte le esperienze pubbliche e non pubbliche di attività di scambio di esperienze anche nel mondo della ricerca e dell’innovazione scientifica”.

IMG-20171121-WA0008

bavetta e ptimari

L’Asp Trapani cerca chirurghi vascolari e pediatri

TRAPANI – Scade lunedì prossimo 27 novembre, l’avviso pubblico, per assunzioni a tempo determinato di dirigente medico, tramite graduatorie triennali, nelle discipline di Chirurgia vascolare e di Pediatria per i presidi ospedalieri dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, aperte anche agli iscritti all’ultimo anno di specializzazione nella disciplina di riferimento.

Sono sei al momento gli specialisti in chirurgia vascolare che l’azienda intende assumere.

Le graduatorie verranno effettuate sulla base di titoli e colloquio.

I chirurghi vascolari saranno utilizzati principalmente all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, Dea di II livello, dove nelle settimane scorse, grazie a una convenzione con l’azienda ospedaliera Arnas Civico di Palermo si è data avvio alla branca di Chirurgia vascolare all’U.O.C. di Chirurgia generale. Nella convenzione, oltre all’attività ambulatoriale, quella di consulenza per i reparti di degenza e all’attività chirurgica – vascolare ed endovascolare – elettiva, è prevista quella di formazione teorico-pratica per il personale che va entrando in servizio.

Ma nel nuovo atto aziendale, essendo la Chirurgia vascolare individuata come struttura complessa, è già stato bandito il concorso per il primariato.

“Credo che per giovani specialisti – dice il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta – sia un’opportunità stimolante, un’occasione per lavorare in un ambiente dinamico e altamente qualificato, visto che insieme ai reparti di cardiologia e di emodinamica, con la chirurgia vascolare abbiamo creato un vero e proprio polo cardiovascolare al Sant’Antonio Abate. Con i pediatri invece – conclude Bavetta,  – copriremo le carenze e potremo completare gli organici di tutti i punti nascita nella provincia”.

Il bando può essere visionalo al link: http://www.asptrapani.it/upload/asp_trapani/bandi/Bandointegrale_148_14223.pdf

 

assemblea docenti

Lunedì seminario gratuito Uil Scuola e Irase Trapani per docenti neo assunti e con passaggio di ruolo

TRAPANI – Si terrà lunedì prossimo 27 novembre, dalle 15,30 alle 19, nei locali dell’Istituto tecnico industriale “Da Vinci” di Trapani, in piazza XXI Aprile n. 1 un seminario gratuito per docenti neo assunti e con passaggio di ruolo di ogni ordine e grado, nell’anno di formazione e prova. Ad organizzarlo è la Uil Scuola Trapani, in collaborazione con l’Irase Trapani.

L’incontro di formazione sarà tenuto da Francesca Severa dell’Irase nazionale che relazionerà su bilancio delle competenze iniziali, peer to peer (osservazione in classe), formazione on line (portfolio formativo digitale), ruolo del tutor e adempimenti amministrativi del personale neo assunto.

Per aderire è necessario compilare il modulo scaricabile dal link http://www.uiltrapani.it/uil-scuola/2291-docenti-neo-assunti-e-con-passaggio-di-ruolo-lunedi-seminario-gratuito-uil-scuola-e-irase-trapani e inviarlo all’indirizzo email uilscuolatp@gmail.com o al numero di fax 0923.872590. Può essere presentato, inoltre, brevi manu il giorno del seminario.

“Con la 107/2015 – afferma il segretario generale della Uil Scuola Trapani Giuseppe Termini – abbiamo un’evoluzione del sistema di formazione dei docenti neo assunti. Adesso il percorso formativo per neo assunti deve essere inteso come l’inizio di un percorso professionale e personale che viene esteso lungo tutto l’arco della vita professionale. La Uil Scuola insieme all’Irase con questo incontro intende orientare i docenti a sviluppare le capacità di progettare in team e di condividere le pratiche didattiche”.

 

Pagina 5 di 13« Prima...34567...10...Ultima »