KLEOS - mercoledì, 6 dicembre 13:24

I “Colibrì” in carcere per regalare un sorriso

CASTELVETRANO - Gli “Amici del Colibrì”, gruppo giovanile della parrocchia Santa Lucia di Castelvetrano, hanno fatto visita ai detenuti presso la casa circondariale di Castelvetrano, accompagnati dal cappellano don Jean Paul Barrò e il dirigente scolastico dei licei cittadini, Gaetana Barresi. Per i giovani è stata un’esperienza nuova: «siamo stati a contatto con una realtà a […]

gruppocolibri

CASTELVETRANO - Gli “Amici del Colibrì”, gruppo giovanile della parrocchia Santa Lucia di Castelvetrano, hanno fatto visita ai detenuti presso la casa circondariale di Castelvetrano, accompagnati dal cappellano don Jean Paul Barrò e il dirigente scolastico dei licei cittadini, Gaetana Barresi.

Per i giovani è stata un’esperienza nuova: «siamo stati a contatto con una realtà a noi estranea, è stata un’esperienza che resterà nel cuore e nella mente di ognuno di noi» ha detto Anna De Francesco. Gli “Amici del Colibrì” hanno preparato giochi e regali per i bambini (figli dei detenuti) che hanno incontrato prima dei detenuti. «A una bimba di due anni e mezzo e alla sua mamma abbiamo regalato un sorriso». Poi l’incontro coi detenuti ai quali hanno donato un panettone e hanno raccontato la loro storia. «Negli occhi dei detenuti abbiamo visto gratitudine e ammirazione nei nostri confronti – ha detto la De Francesco – uno di loro ci ha detto: “Oggi ho imparato che con poco si può essere realmente felici».

 


Torna alla Home