KLEOS - domenica, 21 settembre 10:00

Istituzione della Tasi (Tassa sui servizi indivisi) a Partanna

PARTANNA – Lettera al direttore del consigliere comunale Salvatore Bevinetto

Salvatore_Bevinetto

PARTANNA – Continua inarrestabile l’aumento delle tasse a carico dei cittadini partannesi, inflitte dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Nicola Catania e dalla maggioranza consiliare che la sostiene; quest’ultima, di fatto ha reso vano il tentativo di mediazione portato avanti dai Consiglieri di opposizione, finalizzato ad abbassare le aliquote della T.A.S.I. che, sommata a tutte le altre tasse (Addizionale Comunale sull’Irpef, I.M.U., T.A.R.I., ecc.), graverà non poco sui già precari bilanci familiari dei nostri concittadini. Nello specifico, nella seduta consiliare del 4 agosto 2014, i Consiglieri Comunali di opposizione, considerato il periodo di profonda crisi dell’economia cittadina che si basa in larga parte sull’agricoltura, hanno condiviso l’emendamento proposto dal sottoscritto (tabella 1).

TASI tabelle 1 e 2 La maggioranza consiliare, non discostandosi di tanto dalla proposta dell’Amministrazione e venendo meno agli impegni assunti in Consiglio Comunale in occasione dell’approvazione del Regolamento T.A.S.I., riguardo ad alcune riduzioni ed esenzioni previste dalle norme vigenti (Legge di Stabilità 2014), ha bocciato il suddetto emendamento, approvando il seguente (tabella 2).

Considerato che già gli immobili sono gravati dall’I.M.U., sommandovi le aliquote T.A.S.I. il risultato sarà il seguente (tabella 3).

TASI tab.3E’ palese che le scelte politiche portate avanti dalla maggioranza si ripercuoteranno soprattutto sui pensionati al minimo che non hanno figli a carico di età inferiore ai 26 anni e sugli agricoltori. Le ragioni addotte dalla maggioranza, Sindaco in testa, sono i minori trasferimenti provenienti dal Governo Nazionale e dal Governo Regionale che non consentono di garantire i servizi alla cittadinanza. A tal riguardo mi preme sottolineare che la proposta di emendamento condivisa da tutta l’opposizione non era l’azzeramento della tassa bensì la riduzione delle aliquote e considerato che ci sono Comuni in Sicilia che hanno azzerato la T.A.S.I. senza peraltro aumentare l’I.M.U., devo ritenere che la gestione della spesa da parte dell’Amministrazione comunale di Partanna è stata poco oculata, direi molto allegra.

Il Consigliere Comunale Salvatore Bevinetto


Torna alla Home