KLEOS - domenica, 19 Maggio 10:26

“La Cipolla Scientifica”, tra i giornali migliori d’Italia

Nei giorni 2 e 3 maggio “la Cipolla Scientifica” ha partecipato a un meeting organizzato da Alboscuole, Associazione nazionale di giornalismo scolastico, dove ha ricevuto un riconoscimento di merito come uno dei migliori giornalini scolastici on-line tra ben 2486 testate giornalistiche, classificandosi tra i primi otto in tutta Italia. Il merito di questa vittoria va […]

Nei giorni 2 e 3 maggio “la Cipolla Scientifica” ha partecipato a un meeting organizzato da Alboscuole, Associazione nazionale di giornalismo scolastico, dove ha ricevuto un riconoscimento di merito come uno dei migliori giornalini scolastici on-line tra ben 2486 testate giornalistiche, classificandosi tra i primi otto in tutta Italia. Il merito di questa vittoria va a tutti i ragazzi che hanno contribuito alla stesura degli articoli e, sicuramente, a Daniele Giardina, che ha curato la grafica e l’impaginazione del giornalino per ben 2 anni e che, adesso, ha passato il testimone a noi  che ci ripromettiamo,anche alla luce del premio assegnato, di dedicare molto impegno e passione al nostro lavoro redazionale nei prossimi anni con l’obiettivo di realizzare un giornalino di egual livello o, ce lo auguriamo , superiore a quello precedente, poiché vogliamo tenere alto il nome della scuola in tutta Italia e raggiungere ulteriori successi.

La premiazione si è svolta a Chianciano Terme, al Palamontepaschi, dove, oltre allo staff e al presidente di Alboscuole vi erano tutte le scuole partecipanti al concorso. E’ stato un momento di incontro e  di aggregazione che ci ha dato l’occasione di cogliere degli spunti per migliorarci e crescere, di incontrare ragazzi della nostra età e confrontare il modo in cui il giornalino viene vissuto nelle altre parti d’Italia. Ugualmente emozionante è stato l’incontro con il giornalista Giampiero Gramaglia, il quale ha tenuto una interessante e coinvolgente lezione di giornalismo.

Il premio, oltre ad essere un motivo di orgoglio per noi ragazzi, è sicuramente stato un modo per ripagare l’impegno  delle docenti che  hanno coordinato i lavori e che ci hanno accompagnato alla premiazione, perciò vogliamo sentitamente ringraziare le prof.sse Anna Neri,  responsabile del progetto, e Maria Pia Parrino per la loro dedizione. Un grazie di cuore va anche agli altri componenti della redazione: il prof Francesco S. Calcara e la prof.ssa  Anna Maria Agate e alla Dirigente Maria Rosa Ampolilla che ha sostenuto e incoraggiato il nostro lavoro.

Giuliana Miceli e Gaspare Indelicato (3^ I)


Torna alla Home