KLEOS - domenica, 4 novembre 10:00

Si parte per “le vie dei tesori”!

CASTELVETRANO – Iniziare l’anno scolastico con una passeggiata nella città di Palermo, per ammirare le bellezze artistiche nascoste, testimonianza di antichi splendori, è un’esperienza che anche quest’anno gli alunni dell’I.C. “Lombardo Radice Pappalardo” non hanno voluto perdere. L’appuntamento è quello consueto de “Le Vie dei Tesori”, manifestazione giunta alla sua XII edizione, che dal 5 […]

_vie-tesori18_1c2d_media (5) (3)

CASTELVETRANO – Iniziare l’anno scolastico con una passeggiata nella città di Palermo, per ammirare le bellezze artistiche nascoste, testimonianza di antichi splendori, è un’esperienza che anche quest’anno gli alunni dell’I.C. “Lombardo Radice Pappalardo” non hanno voluto perdere.
L’appuntamento è quello consueto de “Le Vie dei Tesori”, manifestazione giunta alla sua XII edizione, che dal 5 ottobre al 4 novembre offre la possibilità di conoscere, anche attraverso percorsi tematici, il patrimonio monumentale e culturale di una Palermo inedita.
Il progetto, al quale l’Istituto aderisce già da 5 anni, ha visto la partecipazione di quasi cinquecento alunni dei vari plessi, sia della scuola primaria (Lombardo Radice e Verga), sia secondaria di primo grado (Pappalardo e Medi). Davvero stimolanti gli itinerari che i docenti hanno scelto per i propri allievi, guidandoli alla scoperta del Teatro di Santa Cecilia, della Biblioteca di Casa Professa, del Complesso di Santa Chiara, dell’Oratorio di San Mercurio, della Chiesa del SS. Salvatore (dalla cui Cupola si domina lo spettacolo mozzafiato della Palermo dall’alto). Molto suggestive le visite a Palazzo Bonocore, con i suoi magnifici affreschi neoclassici, e a Palazzo Alliata, un’immersione tra i fasti del Settecento siciliano. Insolite e molto interessanti, ancora, le visite all’Aeroporto di Boccadifalco (pietra miliare dell’aviazione civile e militare in Sicilia), alla Camera dello Scirocco di Villa Naselli (di cui racconta lo storico Vincenzo Di Giovanni nell’opera Palermo restaurato) e la Casa-Museo del Beato Pino Puglisi nel quartiere Brancaccio.
Ad arricchire il percorso, quest’anno ci sono stati i laboratori didattici sul Teatro dei Pupi, i palazzi del Settecento, la scuola del Serpotta e le maioliche siciliane. Nelle quattro aule-gazebo ubicate in piazza Castelnuovo, Bellini, Verdi e Marina, gli studenti hanno vissuto delle esperienze creative dedicate alla letteratura, all’arte, all’ambiente, misurandosi anche con tecniche di riciclo dei materiali.
_vie-tesori18_sparacia3Grande l’entusiasmo con cui i giovani castelvetranesi hanno partecipato alla rassegna, mostrandosi attenti e interessati alle spiegazioni fornite dalle guide, nella maggior parte dei casi studenti impegnati nei progetti di alternanza Scuola/Lavoro; soddisfatti i docenti, che hanno espresso il desiderio di ripetere l’esperienza anche negli anni futuri.


Torna alla Home