Monthly Archives: Giugno 2016

Ritiro spirituale degli Hospitalier / Stagier

SANTA NINFA – Dal 24 al 26 giugno scorso si è svolto presso la casa di spiritualità “Oasi capitanio” in c.da Rampinzeri a Santa Ninfa, il primo ritiro spirituale degli Hospitalier / Stagier della provincia di Trapani del Santuario Notre Dame di Lourdes (Francia).

Presente la guida spirituale del gruppo don Franco Vivona (parroco della parrocchia San Michele Arcangelo di Erice Casa Santa, ha presieduto i lavori padre Mario Biffi (della Congregazione degli Oblati di Maria Immacolata), missionario dal 1970 prima nel Laos da dove è stato espulso con tutti i preti occidentali, poi in missione in America Latina, in Uruguay quindi in Paraguay, dal 2002 e per un decennio è stato cappellano per i pellegrini di lingua italiana presso il Santuario di Lourdes.

Oggetto del ritiro sono stati il mistero di Lourdes, Santa Bernadette, il volontariato presso il santuario e l’arricchimento personale.

Oddo: “finanziato ripristino illuminazione Colombaia”

TRAPANI – Il deputato trapanese Nino Oddo ha incontrato questa mattina (29 giugno), a Palermo, il dirigente generale del dipartimento regionale beni culturali, Gaetano Pennino, per parlare del Castello della Colombaia, monumento simbolo della città di Trapani.

“L’incontro – ha dichiarato l’on. Oddo – ha prodotto un primo risultato concreto: l’immediato finanziamento dei lavori di ripristino dell’impianto di illuminazione sull’isolotto. Il dirigente, infatti, ha firmato l’autorizzazione di spesa per i relativi lavori”.

Altro argomento affrontato è stato il collegamento tra l’antico castello di mare e la terraferma, con la realizzazione di una pontile galleggiante in legno. “Il direttore Pennino – ha sottolineato Oddo – ha espresso condivisione ed apprezzamento per la proposta di ripetere l’esperienza che tanto successo sta avendo sul lago d’Iseo: “The Floating Piers”, la passerella arancione creata dall’artista Christo che collega la località di Sulzano a Monte Isola consentendo a migliaia di persone di “camminare sulle acque del lago””.

Pennino ha manifestato la propria disponibilità ad andare insieme con l’on. Oddo ad un incontro, nei prossimi giorni, con la dottoressa Ferrari, responsabile dell’operazione sul lago d’Iseo.

Si è costituito il Rotary club Partanna

PARTANNA – Domenica 26 giugno nella suggestiva cornice delle scuderie del castello Grifeo di Partanna il governatore del Rotary International distretto 2110 professor Francesco Milazzo ha formalmente sancito la costituzione del Rotary club Partanna.

Erano presenti alla cerimonia di consegna della carta costitutiva del club il sindaco di Partanna Nicolò Catania, il governatore del distretto Rotary 2110 per l’anno 2016 2017 dottor Nunzio Scibilia, l’avvocato Erina Vivona, presidente del Rotary club di Castelvetrano, club padrino del neo costituito Rotary club di Partanna.

L’avvocato Giuseppe Pantaleo socio del club padrino nominato dal governatore Francesco Milazzo rappresentante speciale per la costituzione del Club di Partanna ha seguito scrupolosamente tutte le fasi preliminari necessarie per la costituzione del nuovo club.

Il neo costituito club è composto da 21 soci, tutti professionisti partannesi che hanno aderito agli ideali rotariani con spirito di servizio e con l’entusiasmo di chi vuole spendersi per contribuire alla crescita culturale e sociale del proprio territorio. La costituzione del Rotary Club Partanna è stata salutata con entusiasmo dal Sindaco che ha manifestato la sua totale disponibilità a dare il suo sostegno affinché venga garantita la migliore riuscita delle numerose attività di service che il club ha già in animo di realizzare.

Il presidente scelto per la guida del Rotary club Partanna è il dr. Adriano Parisi Asaro, proveniente dal club di Castelvetrano dove ha ricoperto vari incarichi oltre alla carica di presidente nell’anno rotariano2010-11.

“Il Club che nasce a Partanna vede nel club padrino di Castelvetrano un solido punto di riferimento”, queste le parole del neo presidente che continua, “il mio obiettivo primario è quello di far avvicinare i nuovi soci all’azione rotariana agendo in autonomia con spirito di collaborazione e amicizia”.

Sintesi della piattaforma rivendicativa:

1. NO ALLE STABILIZZAZIONI COME NUOVE ASSUNZIONI, MA TRASFORMAZIONE DI CONTRATTI COME STABILITO DALLA SENTENZA DEL CGA E DALLA DIRETTIVA UE;

2. RUOLO UNICO AD ESAURIMENTO, STORICIZZAZIONE DELLA SPESA E MOBILITÀ TERRITORIALE COMPATIBILE CON LE ORE CONTRATTUALI;

3. DEROGA AL TERMINE DEL 30 GIUGNO PER L’APPROVAZIONE DEI PIANI TRIENNALI DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE;

4. NO AD ALCUNA FORMA DI AGENZIA CHE PREVEDA LA TRASFORMAZIONE CONTRATTUALE DA PUBBLICO A PRIVATO.

5. NO ALLA MOBILITÀ IN VIA PRIORITARIA DEI DIPENDENTI DELLE EX PROVINCE NEGLI ENTI LOCALI.

Per la MGL …….Il rappresentante territoriale F.to F.sco Leone

Per la CGIL …..R.S.U. F.to Antonina Siragusa

Per la CISL …..R.S.U. F.to Nicola Vitale

Per la UIL……R.S.U .F.to Angela Cusumano

 

 

Primo Gran Fondo Città di Menfi

MENFI – Il Comune di Menfi, in collaborazione coll’ASD Triskele Bike, ha organizzato, per giorno 3 luglio pv, il Primo Gran Fondo Città di Menfi, una gara amatoriale di mountain bike, facente parte del circuito regionale denominato Grand Tour Sicilia, che si svolgerà lungo gli itinerari naturalistici del territorio comunale.

La manifestazione, che abbina lo sport alla scoperta del territorio, si inserisce nell’ambito degli eventi di GoGreen, il progetto di sviluppo del turismo verde, presentato dall’Amministrazione Comunale di Menfi ed inserito nella short list dei progetti finanziati dall’Assessorato Regionale al Turismo nell’ambito della valorizzazione dei percorsi naturalistici.

Menfi, richiesto il passaggio di proprietà di via dei Pioppi al Comune

MENFI – Il Comune di Menfi, avendo constatato che l’area prossima al tratto della strada “Provinciale SP/C3” presso contrada Torrenuova-Lido Fiori, attualmente denominata via dei Pioppi, ha assunto le connotazione di centro abitato, ha determinato, al fine di garantire al meglio la circolazione e la sicurezza dell’infrastruttura viaria, l’attivazione delle procedure finalizzate al passaggio di proprietà del tratto di strada dal Libero Consorzio Comunale di Agrigento (ex Provincia Regionale di Agrigento) in favore del Comune di Menfi.

La porzione oggetto della richiesta inizia dall’incrocio con la strada comunale denominata via della Riviera verso ovest per lo sviluppo di circa 1,5 Km. L’acquisizione della proprietà dell’asse viario comporterà dunque una variazione della delimitazione del Centro Abitato Comunale.

Il 30 giugno a Palermo prima manifestazione di amministratori e lavoratori contrattisti

PARTANNA – Il 30 giugno si svolgerà a Palermo la manifestazione a sostegno dei lavoratori precari degli enti locali e del personale delle ex Province. Amministratori e lavoratori si concentreranno a Piazza Marina alle 9.30 e, intorno alle 10.30, partirà il corteo che, con in testa i gonfaloni dei comuni e i sindaci con le fasce tricolore, arriverà in Piazza Indipendenza.

“Alla manifestazione parteciperanno i precari dei comuni e il personale a tempo indeterminato e determinato delle ex Province. Tutti insieme per evitare che nei prossimi mesi si possa dare vita ad una ‘guerra tra poveri’. In molti, a livello regionale e nazionale, hanno fatto finta e, nella migliore delle ipotesi, continuano a far finta, di non sapere che il fenomeno del precariato ha origini molto lontane nel tempo. Nasce, infatti, molto prima della legislazione nazionale che negli ultimi anni ha imposto limiti sempre più stringenti alla spesa per il personale e nel contempo leggi regionali che hanno previsto contributi finanziari per i comuni e che hanno consentito che i contratti di lavoro venissero rinnovati di anno in anno. E’ bene ricordare che tale meccanismo si è consolidato anche grazie a leggi nazionali che, anno dopo anno, hanno confermato le peculiarità del precariato siciliano legittimandone la sua stessa esistenza”.

“Il risultato di questa situazione, che si trascina da decenni, è che, come al solito, ci sentiamo abbandonati al nostro destino, senza indicazioni chiare e precise che invece dovrebbero arrivare sia dal governo regionale che da quello nazionale. La manifestazione del 30 giugno rappresenta la classica goccia che fa traboccare il vaso, un punto di non ritorno che ci troviamo costretti ad affrontare in virtù del fatto che, in tanti anni, non siamo mai riusciti a trovare soluzioni condivise con lo Sato e la Regione. Il confronto è sempre mancato e se continuerà a mancare ci vedremo costretti a organizzare ulteriori azioni di protesta che non si limiteranno al nostro territorio ma che ci vedranno protagonisti anche in ambito nazionale”.

 

Rimozione straordinaria e censimento sulla presenza di amianto

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Rimozione straordinaria e censimento sulla presenza di amianto. Attività avviate ieri 28 giugno dall’amministrazione comunale “per la tutela della salute e del territorio dai rischi derivanti dall’amianto”. Per quanto riguarda il censimento è stato pubblicato ieri l’avviso in cui si informa la cittadinanza che il Comune ha predisposto una scheda di autonotifica di presenza di amianto, differenziata per famiglie ed imprese, che entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso deve essere compilata e consegnata al Comune. Le schede sono scaricabili dal sito internet del Comune (www.comune.castellammare.tp.it; sezione “Bandi e avvisi”), o ritirate all’ufficio Ambiente (referente Gregorio Chiarenza, lunedì e mercoledì dalle 9 alle 12) in piazza ingegnere G. Rizzo (sede Utc). L’autonotifica può essere anche inviate al Comune per posta elettronica (comune.castellammare.tp@pec.it) oppure fatta pervenire al protocollo brevi manu o con raccomandata. Occorre anche comunicare all’Arpa Previste sanzioni per chi non autonotifica la presenza di amianto. Intanto oggi è stata avviata la rimozione straordinaria di amianto in diversi siti dove è stato segnalato o individuato a seguito di sopralluogo dell’ufficio tecnico comunale.

«Per la redazione del piano comunale che ha lo scopo di proteggere l’ambiente con smaltimento dell’amianto e la bonifica per la difesa dai pericoli derivanti, occorre avere una conoscenza approfondita della presenza di questa sostanza oltre a quella evidente in siti alla portata di tutti – spiegano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore all’Ambiente Mario di Filippi -. La mappatura dei luoghi dove è presente amianto è utile per la bonifica ed il recupero dei siti. Inoltre occorre avviare iniziative, informative ed educative, per la riduzione del rischio di malattie da amianto ancora non note a tutta la popolazione: il rifiuto pericoloso, in forma di lastre e coperture in eternit contenenti amianto, è abbandonato senza tener conto delle principali nome igienico-ambientali, previste per lo smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi. Da oggi (ndr. 28 giugno) avviamo la rimozione, affidata a ditte specializzate ed autorizzate, dell’amianto presente in zone dove è stato segnalato o da noi individuato. Pericolose discariche abusive create dai cittadini che causano gravi danni a tutti noi, all’ambiente ed alle casse comunali per i costi sostenuti per la rimozione. Per questo – concludono il sindaco e l’assessore – invitiamo tutti coloro che sono a conoscenza della presenza di amianto sul territorio a segnalarlo alla posta certificata del Comune, riportando le coordinate dei luoghi e le relative foto che ne attestano la presenza».

Al via la rassegna Architects meet Selinunte

CASTELVETRANO – SELINUNTE – Il Sindaco di Castelvetrano Felice Errante ha portato il saluto alla manifestazione inaugurale della sesta edizione della rassegna Architects meet in Selinunte, la tre giorni di convegni che si svolgeranno tra il Sistema delle Piazze, il Teatro Selinus e il Parco Archeologico.

Castelvetrano sarà per un week-end la capitale italiana della progettazione e dell’architettura, un vero e proprio summit che attraverso le testimonianze di centinaia di professionisti, farà un vero e proprio check-up all’architettura, con una serie di domande sul futuro di una professione così amata ed affascinante al tempo stesso.

Il tema di quest’anno è now>next, l’evoluzione dell’architettura da adesso al prossimo futuro: in mostra le opere completate negli ultimi tre anni e che vedranno la realizzazione entro il 2017. Oltre alle iniziative presso il Teatro ed il Baglio Florio, la novità di quest’anno è l’allargamento della manifestazione verso i paesi viciniori. Infatti presso il Museo della Memoria a Santa Margherita di Belice si svolgerà un workshop di architettura   che avrà per tema l’intervento di rigenerazione di vuoti e spazi degradati a causa dell’abbandono o a seguito del terremoto.

“Siamo particolarmente soddisfatti per l’evoluzione che questa manifestazione, grazie all’impegno dell’architetto Luigi Prestinenza Puglisi e di tutti i suoi collaboratori, ha avuto negli anni – ha detto il Sindaco – un meeting di respiro internazionale che trasforma la nostra città in un vero e proprio centro di cultura e di progettazione che già quest’anno è cresciuta con la collaborazione del comune di Santa Margherita di Belice e che l’anno prossimo coinvolgerà anche altri comuni, non può che essere sostenuto e valorizzato”.

Anche quest’anno, come nelle precedenti edizioni, sarà assegnato il prestigioso premio nazionale Selinunte a professionisti di fama mondiale e alle imprese che si sono distinti in qualità e progetto.

I premiati delle precedenti edizioni sono stati Daniel Libeskind, Massimiliano Fuksas, Mario Bellini, Benedetta Tagliabue, William Alsop. Quest’anno i premiati saranno gli inglesi Allies and Morrison. E continuando una tradizione già cominciata negli anni passati con la premiazione di architetti donna ai premi nazionali, si è deciso di assegnare un premio, dedicato alla figura di Zaha Hadid che sarà assegnato all’architetto francese Odile Decq.

“Festa dei Musei nella Valle del Belice”

BELICE – Il primo fine settimana di luglio la Rete Museale e Naturale Belicina aderisce alla Festa dei Musei promossa dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, in coincidenza con la XXIV Conferenza generale dell’ICOM su “Musei e paesaggi culturali” (International Council of Museum) che si terrà a Milano (3-9 luglio 2016).

Il MiBACT ha deciso di celebrare questa straordinaria iniziativa dando vita all’edizione “0” della “Festa dei Musei” con un grande evento nazionale che coinvolge non solo i principali musei statali, ma anche tutte le realtà pubbliche e private che hanno deciso di aderire. La Rete Belicina attraverso alcune delle strutture associate ha organizzato questa iniziativa contestualmente ai musei del resto d’Italia. Per tale occasione, nella giornata di sabato, sono stati organizzati appositi eventi anche nella fascia serale, mentre per la giornata di domenica l’ingresso ai musei regionali sarà gratuito come ormai consuetudinariamente avviene in occasione della prima domenica del mese.

Uno degli aspetti peculiari dell’iniziativa, oltre l’indirizzo tematico comune, è stata la programmazione di eventi per fasce orarie destinate a precisi target di pubblico: nella giornata di sabato, famiglie e bambini la mattina (9.00-14.00: Il Patrimonio per i bambini), curiosi e appassionati nel pomeriggio (14.00-19.00: Il racconto del Patrimonio, Largo all’esperto, Dietro il Patrimonio) e, infine, il grande pubblico la sera, con eventi aperti al concorso di tutte le arti (19.00-24.00: Lo spettacolo della cultura); a tutte le categorie possibili di pubblico sarà invece integralmente dedicata la giornata di domenica (Il Patrimonio per/di tutti), con eventi incentrati sul tema della partecipazione al Patrimonio e largo spazio riservato a tutte quelle associazioni di cittadini e volontari che concorrono quotidianamente alla “vita” e alle “attività” di musei e luoghi della cultura.

La Rete Belicina con la partecipazione ad eventi di respiro nazionale intende promuovere azioni di conoscenza del patrimonio culturale del Belìce e delle eredità culturali che lo caratterizzano promuovendo nel contempo il concorso dei cittadini alla sua valorizzazione, nell’intento di contribuire ad intensificare il rapporto sinergico tra strutture museali e paesaggi culturali.

La Festa dei Musei avrà luogo in alcuni luoghi della cultura della Valle del Belice :

  • sabato 2 luglio – con orari ordinari nel corso della giornata, visite guidate e un evento serale.
  • domenica 3 luglio – con orari ordinari e la gratuità prevista in occasione di ogni prima domenica del mese.

L’Associazione PAM (Prima Archeologia del Mediterraneo) di Partanna aderisce alla iniziativa, nell’intento di contribuire ad intensificare il rapporto sinergico tra strutture museali e paesaggi culturali, attraverso la realizzazione di attività che si snoderanno nella seguente sequenza:

sabato 2 luglio

Trekking “Aldilà del fiume Belice”

dalle ore 8.30alle ore 13.00, passeggiata ecologica-culturale nel cuore della valle del Belice, sulla costa “Vuturro”, riva sinistra del fiume, frequentate dalle antiche popolazioni del neolitico per recuperare la selce, una delle materie prime per la costruzione di molti degli strumenti indispensabili allo svolgersi della vita quotidiana.

Il territorio della valle del Belice si evidenzia per le caratteristiche archeologiche ed ambientali legate alla preistoria, in modo particolare per i periodi che vanno dal neolitico all’età del bronzo. Lo studio e la valorizzazione della sua storia antica, ma anche di quella più recente e delle sue emergenze archeologiche, ambientali e paesaggistiche, è un preciso riferimento per gli studiosi, i cittadini e quanti volessero conoscere meglio i beni culturali ed ambientali e la storia di questo territorio.

L’iniziativa si inquadra in un programma più ampio, che vuole coinvolgere tutti quei soggetti che operano in campo ambientale ed archeologico.

domenica 3 luglio

Visite guidate del Castello Grifeo e dell’annesso Museo della preistoria

dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00 i soci dell’Associazione guideranno i gruppi dei visitatori nei percorsi predisposti al’interno della struttura museale.

Informazioni per il trekking

  • Difficoltà media
  • Percorso sterrato, nella prima fase quasi interamente in salita con forte pendenza.
  • Mezzo di trasporto per raggiungere il luogo di raduno: auto propria.
  • La partecipazione alle escursione è gratuita.
  • Abbigliamento: per le escursioni nei luoghi all’aperto è consigliabile l’uso di scarponcini da trekking, abbigliamento idoneo (pantaloni lunghi comodi, giacca a vento, berretto, zainetto, borraccia, binocolo, macchina fotografica, etc. ).
  • L’Associazione non assume alcuna responsabilità per eventuali incidenti che dovessero verificarsi durante le escursioni.
  • Il comportamento da seguire durante le escursione dovrà ispirarsi al completo rispetto dei luoghi visitati
  • Per ogni altra informazione rivolgersi ai responsabili dell’associazione.

Al via i lavori per ristrutturare la scuola elementare Dante Alighieri

CASTELVETRANO – Nella giornata di oggi (28 giugno) sarà stipulato il contratto con l’impresa che si è aggiudicata i lavori per la ristrutturazione della scuola elementare Dante Alighieri, ubicata nell’omonima piazza, che si trova nei pressi dello stadio comunale, per un importo di circa 800mila euro che sono stati finanziati dall’Assessorato Regionale dell’istruzione e della Formazione Professionale.

L’edificio costituito da un unico corpo di fabbrica a due elevazioni fuori terra, richiedeva un adeguamento poiché era interessato da degrado e vetustà alle tematiche tipologico-ambientali e tecnologico-energetiche.

In sintesi l’intervento progettuale prevede il miglioramento della qualità ambientale dell’edificio nel rispetto delle direttive nazionali e comunitarie, attraverso interventi di manutenzione straordinaria, di agibilità e sicurezza delle strutture, di adeguamento impiantistico alla vigente normativa e di eliminazione delle barriere architettoniche.

Sono previsti interventi volti al rinnovamento e miglioramento degli elementi costruttivi volti anche a migliorare l’efficienza energetica dell’involucro edilizio. Nella specifico si prevede: il rifacimento delle coperture, la sostituzione degli infissi esterni , le finiture e rifacimenti esterni, le finiture e rifacimenti interni ed ancora interventi di adeguamento alle normative vigenti in materia di sicurezza, igiene e d agibilità ed istallazione nuovi impianti, interventi di efficientamento energetico e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sarà installata una piattaforma elevatrice oleodinamica per il trasporto di persone ad impedita o ridotta capacità motoria.

“Proseguiamo quell’opera che avevamo avviato sin dall’atto del nostro insediamento di rendere più moderne ed adeguate le strutture scolastiche comunali – afferma il sindaco Felice Errante – si tratta di un finanziamento importante che consentirà una piena ristrutturazione del complesso scolastico offrendo servizi più all’avanguardia per i nostri giovani”.