Monthly Archives: Aprile 2017

Premiati i cavalli arabi più belli

PALERMO – Con lo svolgimento dei campionati finali, si è concluso ieri pomeriggio (2 aprie), al Parco della Favorita di Palermo, il trofeo “Palermo Arabian Horses Cup”, concorso internazionale di morfologia (cat. B- ECAHO) che ha visto “sfilare” 150 cavalli di razza araba, provenienti da tutto il mondo, accompagnati dai loro handler.

La manifestazione, prima tappa del circuito stagionale 2017 dell’Associazione Nazionale Italiana per il Cavallo Arabo (ANICA), è stata organizzata dall’Associazione “Gruppo Equestre Monte Erice”, presieduta da Antonio Culcasi, con il patrocinio del Comune e della Presidenza del Consiglio Comunale di Palermo.

I campioni della categorie in gara:

Per gli stalloni, si è classificato al primo posto il cavallo con la pettorina n. 91 EN-GULO EEA, nato nel 2013 in California (USA), di colore grigio, di proprietà della Società Agricola Fontanella Magic Arabians (Salerno). Prima classificata tra le fattrici, la n. 79 ELAN DE MARC K.AA, nata in Belgio nel 2012, dal mantello grigio, proveniente dall’Azienda Agricola Il Palazzotto di Paolo Capecci ( Città di Castello –PG). Medaglia d’oro, per la categoria puledre, alla n. 38 OBAYANA K.A., nata in Belgio nel 2014, di colore grigio, di proprietà dell’Azienda Knocke Arabians (Belgio); per i puledri, ha vinto il cavallo numero 66 ALEXANDER PC, nato in Sicilia, nel 2015, sempre di colore grigio, nell’allevamento di Francesco Paolo Capizzi (Enna).

Premiati anche i puledri e le puledre di un anno di età (cat. yearlings): primo posto per il n. 53 ARETUSA KING, con il mantello baio, nato e allevato in Sicilia presso l’Azienda Aretusa Arabians Team di Lucia Palumbo (Siracusa); per le femmine, ha vinto la n. 11 MC CHANEL BY DAVIDE, con il mantello sauro, nata e allevata in Sicilia, di proprietà di Mario Cervellone.

Al termine dei campionati ECAHO, è stato disputato il trofeo Siciliy Cup, riservato ai cavalli nati e allevati in Sicilia che hanno ottenuto il miglior punteggio nelle loro classi di appartenenza: per i maschi, ha vinto il puledro n. 53 ARETUSA KIN; per le femmine, la n.11 MC CHANEL BY DAVIDE, già vincitori rispettivamente delle ca-tegorie yearlings maschi e femmine.

Nell’ambito delle due giornate di gare, inoltre, si è svolto l’Egyptian Event, dedicato ai purosangue arabi di linea egiziana.

I risultati completi si possono visionare su www.tuttoshow.it oppure sul sito www.anica.org

“Sono molto soddisfatto ed orgoglioso per le dimensioni che ha assunto, quest’anno, l’evento- ha dichiarato Antonio Culcasi, organizzatore della manifestazione-. Con 150 cavalli provenienti da tutto il mondo, posso affermare con certezza che Palermo sia diventata la tappa più importante del Centro Sud Italia per eventi di morfologia. Una vetrina importantissima a livello internazionale, che ha accolto persone provenienti da Stati Uniti, Europa, Paesi Arabi offrendo grande ospitalità e grande bellezza e cultura, sapendo coniugare al meglio sport e turismo. Tanto entusiasmo e curiosità da parte del pubblico – ha continuato Culcasi – specialmente da parte delle famiglie con bambini; neanche la pioggia di domenica mattina, ha scoraggiato gli appassionati che numerosi hanno affollato, muniti di ombrello, gli spalti del Campo Ostacoli. Rin-grazio – ha concluso l’organizzatore dello show- il sindaco Leoluca Orlando, il presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orlando e tutta l’amministrazione comunale per la grande accoglienza ricevuta, e i giudici, la commissione disciplinare e tutto il mio staff per aver assicurato l’ottimale svolgimento della gara”.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con l’Arabian’s Ranch Valle del Belice, di Giuseppe Ragolia. Nei campi B e C della Favorita, sono stati disputati il 1° Concorso Regionale del Cavallo Arabo Montato e la prima tappa del Campionato Regionale Sicilia Fitetrec-Ante.

La giuria dello Show Ecaho era composta da Cedes Bakker (Paesi Bassi) , Chen Ke-dar (Israele), Cristian Moschini (Italia), Irina Stigler (Russia), Tomas Tarczynski (Polonia).

Assistenti giudice: Albert Sorroca e Amira Nasr.

Ring Master: Mario Bonomi

Commissione disciplinare: Marco Frezza, Barbara Raso, Walter Betti, Giuseppe Fantauzzo.

Speaker e Segreteria: Mirjam Boschini e Marzia Alinovi . Veterinario: dott. Giu-seppe Fantauzzo

Componenti giuria per le categorie Straightegyptian: Faustino Scanzi (Italia), Sami Ben Saad (Arabia Saudita) e Eiad Safady (Israele)

Fotografi ufficiali: Joelle Muller, Anna Marino, Miky Milazzo,Antonio Caracciolo, Giorgia Anselmo

Le due giornate di gare sono state trasmesse in diretta streaming sul sito internet webtv.arabianessence.com

 

 

 

 

De Nicola fa un bilancio della sua gestione dopo la formalizzazione delle dimissioni da direttore generale dell’Asp di Trapani

TRAPANI – Il Direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani Fabrizio De Nicola ha rassegnato le proprie dimissioni, a far data dal 10 aprile 2017, con una nota inviata al presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e all’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi.

De Nicola aveva assunto l’incarico l’1 luglio 2014. Nel febbraio scorso è stato altresì nominato Commissario straordinario dell’ Azienda ospedaliera universitaria Policlinico di Palermo, a far data dall’1 marzo 2017, “nelle more del provvedimento di nomina del nuovo Direttore generale”.

“Pur consapevole – scrive De Nicola – del gravoso impegno che tale duplice funzione avrebbe comportato, ho accettato senza riserve l’ulteriore incarico, senza alcun compenso, con rinnovato spirito di servizio e di lealtà verso la collettività e le istituzioni.

La prospettiva temporale presumeva il carattere della temporaneità dell’incarico, in quanto era esclusivamente correlata alla definizione delle procedure, già avviate e in corso d’opera, di nomina del nuovo Direttore generale del Policlinico. Tuttavia, con l’entrata in vigore della L.R. 1 marzo 2017 n. 4, è mutato il contesto normativo e, con esso, i contorni di durata temporale dell’incarico che oggi, in relazione al prescritto divieto di procedere a nuove nomine di Direttori generali delle aziende sanitarie ed ospedaliere, appaiono meno definiti, di certo non più connotati dalla originaria temporaneità, e che si presuppone troverà soluzione solo dopo diversi mesi di gestione commissariale.

Queste nuove circostanze mi hanno indotto a dover compiere una riflessione non certamente legata alla mera assunzione di responsabilità della conduzione delle due aziende, quanto piuttosto all’ipotesi di non poter assicurare nel lungo termine la medesima assiduità, presenza e tempestività d’azione che hanno sempre contraddistinto il mio impegno manageriale, il mio agire, la mia personalità. Il nuovo sfidante incarico di Commissario straordinario dell’Azienda Policlinico di Palermo, con il quale in questi giorni ho avuto modo di misurarmi, richiede dedizione ed energie esclusive che mal si conciliano con l’assunzione di ulteriori e continuativi impegni gestionali.

Tali riflessioni e motivazioni – conclude De Nicola – mi portano ad assumere questa decisione ponderata e sofferta, dettata dal senso di responsabilità dell’agire a garanzia del primario interesse del servizio pubblico, dei cittadini e delle istituzioni”.

De Nicola si dichiara “soddisfatto dei traguardi raggiunti in provincia di Trapani”

“Voglio rivolgervi i miei più sentiti ringraziamenti per il sostegno, la vicinanza ed il concreto supporto ricevuto in questi anni di conduzione dell’Azienda, durante i quali sono stati raggiunti importanti obiettivi di salute”.

Lo ha detto il direttore generale dell’ASP di Trapani Fabrizio De Nicola, formalizzando le sue dimissioni dall’incarico, al presidente Crocetta e all’assessore Gucciardi.

De Nicola ha voluto fare anche un veloce bilancio della sua gestione.

“Sono stati anni, compresi quelli della mia gestione commissariale -– ha spiegato – iniziati nel 2009, nel corso dei quali sono state potenziate le attività di prevenzione della salute e dell’assistenza territoriale, in linea con gli indirizzi della l.r. n.5/2009, implementate le cure riabilitative, tra le quali la nascita dell’Hospice e del centro neurolesi a Salemi, rinnovato il parco tecnologico e acquisito strumenti ad alta tecnologia, la PET a Trapani ne è l’ultimo esempio, utilizzato integralmente i fondi comunitari del PO-FESR. E qui come dimenticare il tormentato ma entusiasmante iter per la realizzazione del nuovo ospedale a Mazara del Vallo, con il vecchio che mi sono ritrovato chiuso da un giorno all’altro. E’ stata definita l’assegnazione dei fondi ex art.20, con i quali si sono già avviate le procedure per la realizzazione della nuova palazzina dell’ospedale Sant’Antonio Abate, che permetterà anche di avere due radioterapie in questo territorio, solo un sogno di mezza estate quando mi sono insediato. Azioni sempre da me svolte nel rigoroso rispetto delle norme di legge e degli obblighi propri dell’amministratore della cosa pubblica, che hanno consentito di raggiungere elevati standard di organizzazione e di funzionamento delle strutture sanitarie di questa provincia.

E la nuova rete dell’emergenza-urgenza, che porta a compimento una battaglia di anni per evitare la prospettata chiusura di interi reparti e anche degli ospedali di Salemi e di Pantelleria. Invece la provincia di Trapani non solo non ha visto chiudere nulla, ma ha incrementato i posti letto e ha visto promosso anche l’ospedale di Marsala tra i Dea di primo livello, e per questo non posso che ringraziare l’assessore Baldo Gucciardi.

Insieme al pieno conseguimento degli obiettivi periodicamente assegnati dall’assessorato della Salute, sono stati questi i principali indirizzi che hanno contraddistinto la mia direzione aziendale.

Ritengo allora – ha concluso De Nicola – di restituire alla collettività e a colui che sarà chiamato a raccogliere il testimone, un’offerta sanitaria più completa in questo territorio, tecnologicamente avanzata e in grado di poter potenzialmente sviluppare ancora sostanziali e decisivi passi in avanti”.

 

 

Approvato il regolamento per la pubblicità e la trasparenza per i titolari di incarichi politici

CASTELVETRANO – La Giunta Municipale ha deliberato di approvare il “Regolamento degli obblighi ,di pubblicità e trasparenza per i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e per i titolari di incarichi dirigenziali”, redatto ai sensi del D. Lgs. 33/2013, come modificato dal D. Lgs. 97/2016. Il citato Regolamento sarà ora sottoposto all’approvazione definitiva del Commissario Straordinario per il Consiglio Comunale, dr. Francesco Messineo. Il presente regolamento nasce dall’esigenza, alla luce delle nuove disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza introdotte dal superiore D. Lgs. 97/2016, di redigere un nuovo Regolamento che sostituisse quello che era stato approvato con deliberazione n. 194 del 20/05/2013, che disciplini le modalità intese ad assicurare la pubblicità e trasparenza dei titolari di incarichi politici o cariche di amministrazione, di direzione o di governo comunque denominati, salvo che siano attribuiti a titolo gratuito, e per i titolari di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, ivi inclusi quelli conferiti discrezionalmente dall’organo di indirizzo politico senza procedure pubbliche di selezione.

 

Approvato il piano triennale 2017-2019 delle OO.PP.

CASTELVETRANO – La Giunta Municipale ha deliberato di approvare lo schema del Piano Triennale Opere Pubbliche per il triennio 201712019 comprendente l’elenco annuale 2017 delle opere da realizzare nel corrente esercizio finanziario.

Nell’elenco annuale relativo al 2017 si segnalano la realizzazione dei marciapiedi lungo la via Mediterraneo (ex via Uno) a Triscina, nel tratto compreso dall’incrocio di villa Quartana all’ingresso del Parco Archeologico, la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e servizi a rete comunali, l’adeguamento alle norme vigenti in materia di agibilità della scuola elementare Giovanni Verga di via Ferruccio Centonze (Intervento che sarà interamente finanziato con fondi statali MIUR), le opere di regimentazione delle acque esterne e messa in sicurezza delle aree dell’impianto di depurazione di Marinella di Selinunte, la manutenzione straordinaria e l’adeguamento dell’impianto di depurazione di Marinella, lavori di manutenzione dell’acquedotto comunale e potenziamento stazione di sollevamento nuova Legnodolce per un importo pari a circa 1 milione di euro, dal quale vanno sottratti i 400mila euro di finanziamento del Miur, per un totale a carico dell’Ente di 660mila euro.

Ospedale "Vittorio Emanuele II" Castelvetrano

Ostetricia: nuovo servizio all’ospedale

CASTELVETRANO – Parte oggi (3 aprile) il nuovo servizio di ecografia morfologica nel presidio sanitario di Castelvetrano. E’ stato infatti attivato presso l’unità operativa di ostetricia ex Mazara del Vallo, ubicata al momento nel nosocomio belicino, e diretta da Claudio Germilli, lo screening ecografico morfologico del secondo trimestre.

L’esame verrà effettuato dal ginecologo Agostino Bono con l’ecografo di ultima generazione GE Voluson E8, che ha applicazioni avanzate, eccellente qualità delle immagini e con percezione della profondità aumentata.

L’ecografia del secondo trimestre (nota anche come ecografia morfologica) è la seconda delle tre ecografie eseguite nel corso di una gravidanza normale e che fanno parte della cosiddetta diagnosi prenatale non invasiva. Viene considerata la più importante delle tre, in quanto finalizzata sia a un’accurata valutazione dell’anatomia fetale che alla ricerca di eventuali malformazioni.

L’ecografia morfologica risulta essere un esame di screening sostanzialmente privo di rischi, tanto per la madre quanto per il piccolo: infatti non è associata ad emissione di radiazioni, risultando così agevolmente ripetibile al bisogno per ulteriori controlli.

L’ambulatorio dell’ospedale effettuerà l’esame ogni lunedì mattina, con prenotazione direttamente in reparto telefonando allo 0924 930209.

 

Giunta e Sindaco: “L’opposizione è irresponsabile: ha impedito che si arrivasse all’abbassamento della Tassa sui rifiuti!”

PARTANNA – Dopo le votazioni per stabilire i requisiti di urgenza della seduta del consiglio comunale del 31 marzo scorso, votazioni che ne hanno determinato l’invalidazione (con 7 consiglieri a favore e 7 contro), la giunta e il sindaco hanno deciso di emettere un comunicato che informasse i cittadini  dell’irresponsabilità dell’opposizione che ha creato  “una situazione a dir poco incresciosa e lesiva dell’interesse di tutti i cittadini”.

Nella seduta consiliare in questione, convocata, infatti, in sessione urgente per l’approvazione degli atti deliberativi relativi al Piano Economico Finanziario della raccolta dei rifiuti e delle relative tariffe da approvarsi improrogabilmente entro e non oltre il 31 marzo, “si sarebbe dovuto stabilire un abbassamento della Tari (tassa sui rifiuti)”.

Con l’invalidazione della seduta determinata dal voto dei consiglieri di opposizione, “si è consumato – si legge ancora nel comunicato – quanto di più inaudito si sia mai verificato nella recente e passata storia amministrativa della nostra città”; e ancora in riferimento ai consiglieri di opposizione, si è scritta “una pagina buia dell’attività amministrativa verificandosi una totale assenza, da parte di questi componenti, del ben che minimo rispetto del ruolo di rappresentanza della comunità”. In altri termini “gli atti deliberativi in questione, qualora approvati, avrebbero prodotto un notevole abbassamento della tassa sui rifiuti in capo a tutte le famiglie e le attività commerciali e artigianali di Partanna”.

“La questione, nella sostanza, ha comportato il mantenimento dell’attuale tariffa in atto non potendosi invece attuare NESSUNA RIDUZIONE, vanificando, di fatto, la nobile attività portata avanti dai cittadini nel praticare la raccolta differenziata che ha già raggiunto la percentuale di circa il 50%”.

Alla fine sindaco e giunta e maggioranza  rivolgendosi nel comunicato con grande sarcasmo ai consiglieri di opposizione che hanno votato contro, hanno scritto: “Ci scuseranno i consiglieri Aiello, Biundo, Lo Piano, Libeccio, Bevinetto, Sanfilippo e De Benedetti se, attraverso un intenso ed estenuante lavoro, stavamo provando ad abbassare le TASSE”.