Monthly Archives: Luglio 2017

La sede del Pd di Partanna è… solo “momentaneamente”chiusa

di Antonino Bencivinni      Ci scusiamo con i lettori che, ad estate già arrivata, tediamo ancora una volta per questioni terra terra di politica locale di “piccolo cabotaggio”: questo numero di Kleos che chiude le nostre fatiche invernali è l’ultimo della stagione che dedichiamo alle miserie politiche dell’attuale Pd di Partanna. Con la ripresa, a settembre, magari il Pd provinciale e regionale penseranno alle elezioni regionali di novembre e spingeranno il Pd locale a programmare le attività elettorali immediate che comprenderanno certamente la riapertura della sezione e la fine, quindi, degli attacchi ai giornali sostanzialmente colpevoli in fondo in fondo di avere evidenziato l’avvenuta chiusura di una sezione dopo quattro anni di attività: bastava, con un poco di umiltà, riconoscere la “momentanea” difficoltà di risorse umane ed economiche e il Pd e il suo segretario cittadino non avrebbero avuto le scivolature politiche che, secondo noi, hanno avuto, trascinandosi anche il segretario provinciale che per difenderli ci ha perfino fatto dire cose che non abbiamo mai detto (per fortuna è tutto scritto). Per esempio, il segretario provinciale scrive riferendosi a Kleos: “Se un cambio di sede per scadenza di locazione del locale stesso sia da definire come chiusura del partito democratico a Partanna la dice lunga sul modo di verificare i fatti”. Appunto Kleos, che non ha mai scritto quanto gli ha attribuito il segretario provinciale, secondo lui, “non verificherebbe i fatti”, mentre il segretario provinciale, citando i suoi fatti, evidentemente, avendoli modificati, si è rivelato molto distratto; ma il segretario provinciale, cosa a nostro avviso gravissima, ha dimenticato pure lui, che peraltro è avvocato, che la diffamazione è un reato e che sta male che un segretario cittadino, come Savarino, rischi di portare tale macchia e per giunta usata contro la libera stampa. Bell’esempio per un partito come il Pd!.

Per dare comunque un chiarimento ai lettori distratti (compreso, ahinoi, il segretario provinciale), in relazione a quanto è stato scritto e alla successione dei fatti stessi, ripubblichiamo qui l’articolo di Kleos del 16 maggio scorso in cui ovviamente davamo la notizia della chiusura della sezione del Pd di Partanna e non della morte del Pd locale tout court. Tale articolo, lo si rilegga per favore, è diventato il pretesto per il segretario del pd di Partanna per attacchi frontali a Kleos e al suo direttore con offese del tutto inaspettate e imprevedibili lanciate tramite web il 17 maggio. Non c’è bisogno di ribadire che i giudici porrebbero attenzione solo a questi due articoli. Quanto è avvenuto dopo, e lo stiamo per descrivere, ha una storia a sé. Dicevamo dunque che Kleos, sorpreso e perplesso, ha inviato l’articolo di Kleos del 16 maggio e le dichiarazioni via web del 17 del segretario di Partanna, al segretario provinciale in una mail del 21 maggio chiedendogli un intervento per il cartaceo (intervento che però a Kleos non è mai arrivato). Il 17 giugno Kleos esce con un articolo del direttore sulla vicenda. Dopo circa due settimane, con l’utilizzo del web, il segretario provinciale si ricorda che doveva intervenire e lo fa, glissando sulle offese a Kleos fatte a mezzo web dal segretario cittadino del Pd, e manifestando piuttosto un sostegno sperticato al “caritatevole” segretario del Pd di Partanna col risultato di ringalluzzire perfino i quattro collaboratori del segretario che con un volantino hanno continuato la loro azione politicamente “meritoria” (ed è politicamente meritorio per un partito – anche se formato da pochissime persone – attaccare un giornale che ha avuto il torto di dire che una sezione è chiusa e che ha reagito poi ad offese da codice penale semplicemente con un altro articolo, ma ancora senza una querela e spiegandone i motivi?). La copertina del Kleos di oggi ha voluto ironizzare sulle affermazioni patetiche di chi, come il segretario cittadino del Pd, distingue tra una sezione chiusa e una “momentaneamente chiusa” (senza ovviamente scrivere alla porta della sezione chiusa quando e dove sarebbe stata trasferita la sezione stessa, come in fondo fanno normalmente per esempio i negozianti che si trasferiscono di sede e che tengono ad informare i propri clienti). Tale “non capita” distinzione, secondo il segretario del Pd locale, sarebbe tra i numerosi limiti giornalistici di Kleos; dimenticando che i veri limiti di Kleos sono altri: andare nelle edicole rispettando le scadenze anche senza pubblicità (come per esempio nel numero di oggi), e dire le cose senza peli sulla lingua anche quando riguardano un partito importante come il Pd, pur se a Partanna squinternato da continui abbandoni. Meno male che il segretario provinciale ci dice che il Pd è “un partito dove liberamente si può aderire come liberamente si può decidere di andare via”, come in un teatro o in un circo, traduciamo noi: se dunque il consistente gruppo Biundo va via dal partito, ciò rientra in quel via vai caro al segretario provinciale e non merita quindi neppure una riflessione/dibattito interno neanche tra i pochi rimasti nel partito forse perché è ancora senza sede?. Ma questi limiti di Kleos non possono essere capiti da chi chiude la propria sezione dopo 4 anni e alla vigilia di scadenze elettorali importanti e non riesce a riconoscere la crisi anche di iscritti in cui è stato cacciato il Pd cittadino ed ancora si rifugia in idee di propria grandezza che oggi non si può più permettere.

 

 

L’agroalimentare e le nuove tecnologie a Blue Sea Land 2017

MAZARA DEL VALLO – Fervono i preparativi per la VI edizione, dal 28 settembre al 1 ottobre, di Blue Sea Land, l’Expo dei Cluster produttivi dei Paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente.

Sono infatti numerose le aziende agro-ittico-alimentari italiane, ed in particolare siciliane, che hanno confermato la loro presenza all’interno del villaggio espositivo che anche quest’anno verrà allestito lungo il dedalo di vicoli del centro storico di Mazara del Vallo, la cosiddetta casbah che da centinaia di anni è simbolo dell’incontro di popoli e culture.

Gli espositori potranno far conoscere ai visitatori provenienti da tutte le parti del mondo i prodotti e le pietanze tipiche, far gustare le eccellenze, dai prodotti ittici, ai migliori vini e prodotti della terra di Sicilia e non solo.

Il tema di Blue Sea Land 2017 è “Green e Blue Economy: i Distretti Produttivi nell’Economia Circolare”. Pertanto troveranno spazio realtà imprenditoriali impegnate nello sviluppo di processi di rigenerazione delle risorse in termini di sostenibilità ambientale e innovazione produttiva e volti alla crescita occupazionale, alla garanzia della sicurezza alimentare e alla lotta contro gli sprechi.

Blue Sea Land promuove lo strumento del Cluster, laboratori di eccellenze che rappresentano l’economia reale dei territori, un modello virtuoso di fare sistema.

In parallelo all’Expo si terranno delle sessioni di incontri B2B e C2C con i buyers provenienti dagli oltre 50 Paesi partecipanti alla manifestazione. I visitatori inoltre potranno partecipare a incontri scientifici, dibattiti promossi da Enti, Istituzioni ed Organizzazioni, grandi eventi e spettacoli interculturali.

Ricordiamo infine i numeri della precedente edizione di Blue Sea Land: oltre 100.000 visitatori, 1.500 incontri B2B, 350 imprese, oltre 50 delegazioni internazionali. Nel corso della manifestazione è stato realizzato il Guinness dei Primati per la “cubbaita” (dolce tipico mediterraneo) più lunga del mondo: 789,30 metri.

Per tutto ciò Blue Sea Land ha ricevuto il prestigioso riconoscimento, la Targa del Presidente della Repubblica Italiana.

TZATZIKI (salsa greca a base di yogourt)

tzazchiA cura di Ina Venezia – Ingredienti: 2 vasetti di yogourt greco (tipo Totale Fage) da 150 g, 1 cetriolo non troppo grande, mezzo spicchio di aglio, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio di aceto, sale e pepe.

Lavate e pelate il cetriolo, grattugiatelo. Scolatelo servendovi di un colino e schiacciandolo con un cucchiaio. Unitelo allo yogourt e all’aglio finemente tritato con un trita aglio. Poi versate alternatamente olio e aceto girando con un cucchiaio o una frusta. Aggiustate il sale e macinate del pepe fresco.

Si serve con le insalate o con carne e pesce arrosto. Ottimo per realizzare bruschette estive dal sapore fresco.

Incontro di poesia

PALERMO – Martedì 18 luglio presso il complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo saranno la poesia, la danza, la musica e la video-arte a esprimerlo, confrontandosi con uno dei versi fondanti della nostra tradizione culturale, “l’amor che mòve il sole e l’altre stelle”.

La prima edizione di “Mòve – Festival della poesia e delle arti”, organizzata dal centro culturale “Il sentiero” di Palermo, con il patrocinio del Comune di Palermo e all’interno del cartellone di “Palermo Capitale Italiana dei Giovani 2017”, accoglierà le voci di due importanti poeti del panorama nazionale, Davide Rondoni e Massimo Morasso.

Il primo ha pubblicato diversi volumi di poesie e prosa, tra cui Apocalisse Amore (2008) e La natura del bastardo (2016) entrambi per Mondadori; ha fondato e diretto il Centro di Poesia Contemporanea dell’Università Alma Mater di Bologna ed è il direttore artistico di vari festival, tra cui il “Piccolo Festival Essenziale” di Roma. Morasso ha al suo attivo svariate raccolte poetiche tra cui La caccia spirituale (2012), nonché di libri compositi come Il mondo senza Benjamin (2014), è uno degli autori più consapevoli e avveduti della generazione degli autori nati tra la fine degli anni Cinquanta e la metà degli anni Sessanta. L’ultima sua silloge, L’opera in rosso (Passigli), pubblicata nel 2016.

La voce dei poeti sarà accompagnata dalla danza di Davide Cannata e Silvia Scalici, due giovani artisti palermitani della Dance Arts Faculty di Roma. Questi ultimi balleranno sulle note di Simone Piraino, musicologo e compositore che lavora presso il Teatro Massimo e collabora da anni con il Conservatorio “Bellini” di Palermo. La visione si farà arte grazie allo sguardo di Alberto Culotta, regista cefaludese sperimentatore e permacultore che due anni fa ha girato il suo primo lungometraggio “Cometa” (2015) e che in questi mesi sta lavorando sulla sua seconda pellicola.

La serata sarà articolata in tre momenti: alle 18:30 prenderà le mosse il “Bike Reading”, una pedalata letteraria per il centro storico le cui tappe saranno scandite dalle voci di giovani poeti siciliani che si misureranno sul tema proposto dal festival. Questo primo momento partirà da via Crispi 106, presso Velo Tour (dove si potranno anche noleggiare le bici, anche elettriche, per l’evento), e giungerà alla Chiesa di S. Maria dello Spasimo.

In quel luogo magnifico, dove le pareti rimangono protese come a voler indicare le stelle, alle 20:30 verranno svelate le sei foto vincitrici del bando fotografico sul tema della serata, aperto a tutti e a cui si può partecipare fino alla sera del 15 luglio postando una propria foto sull’evento facebook “Mòve fotocontest”. In questo frangente verrà offerta una degustazione dalle cantine Europa.

Alle 21, sempre allo Spasimo, inizierà lo spettacolo di musica, danza, videoarte e poesia. L’ingresso è gratuito sino ad esaurimento posti.

Alternanza scuola-lavoro col liceo, nella redazione di Condividere 17 aspiranti cronisti

MAZARA DEL VALLO – Si è concluso con la realizzazione del giornale d’istituto, il progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dal Liceo scientifico “G.P Adria Ballatore” di Mazara del Vallo, in collaborazione col giornale diocesano “Condividere” (edito dall’associazione “Orizzonti Mediterranei” e dalla Diocesi di Mazara del Vallo). I 17 aspiranti cronisti sono stati coordinati dalle docenti Mariangela Rugulo e Rosanna Catalano e, in redazione, dal direttore Max Firreri. Tra le occasioni offerte ai giovani, anche gli incontri con i fotografi Tony Gentile (autore della storica foto dei magistrati Falcone e Borsellino) e Salvino Martingiglio, ma anche con l’esperto di social network Flavio Leone.

Fabio Stassi racconta il suo ultimo libro Angelica e le comete Ed. Sellerio

MARSALA – Giovedì 13 luglio alle ore 19.00 al Chiostro dell’Ex Convento del Carmine a Marsala, lo scrittore Fabio Stassi racconterà il suo ultimo romanzo, ed. da Sellerio Palermo, Angelica e le comete.

L’appuntamento si realizza con il patrocinio dell’ Assessorato alle Politiche Culturali della Città di Marsala e del Club per l’ UNESCO di Marsala.

Angelica e le comete è un romanzo breve, con una struttura narrativa che sa spaziare, con destrezza, dalla tradizione dei pupi fino ai nostri gironi, cucendo insieme i dilemmi che insistono nell’essere marionetta e nell’essere umani, tema molto forte nelle letteratura siciliana.

Ma oltre all’intreccio narrativo, quello che emerge ancora nella narrazione di Stassi è la forza della sua scrittura, con quella leggera puntualità che la contraddistingue, sa restare ancora dentro un tema molto caro, la narrazione nella narrazione. In Angelica e le comete, l’argomento si fa intenso e forse per questo il romanzo, con la sua capacità di tenere tanti differenti tratti insieme, può definirsi una autobiografia narrata, come se in qualche modo lo scrittore in questo lavoro volesse auto tracciare il suo percorso narrativo, il suo lavoro con le parole, mettendoci dentro tutto se stesso.

 

Stasera ordinazione presbiterale di Daniele Donato

MAZARA DEL VALLO – Stasera (11 luglio) alle 19, nella Cattedrale di Mazara del Vallo, il diacono Daniele Donato sarà ordinato presbitero, durante la celebrazione che sarà presieduta dal Vescovo, monsignor Domenico Mogavero.

Daniele Donato, originario di Marsala (parrocchia Maria Ss. Addolorata di Strasatti), attualmente sta studiando a Roma dove frequenta i corsi del primo anno della Licenza in Sacra Teologia con specializzazione in Mariologia presso la Pontificia Facoltà Teologica “Marianum”. Nato e cresciuto in una famiglia di origine contadina, Daniele Donato, sin da giovane si è dedicato ai Grest e all’attività di parrocchia. «Il tempo del catechismo e la frequentazione della parrocchia e della Fraternità Gi.Fra. durante la mia adolescenza mi hanno permesso di approfondire l’esperienza di fede» racconta nella sua testimonianza per il quindicinale diocesano “Condividere”. E ancora: «L’evento che mi portò a riflettere seriamente sulla mia vita e a pormi forti domande di senso fu il 10 agosto del 2007, quando ebbi un incidente con la moto. Quel tempo di sofferenza fu il tempo in cui Dio cercò in ogni modo di farmi comprendere il suo progetto». Poi il cammino di discernimento avviato proprio in un pellegrinaggio a Lourdes: «lì, durante la preghiera davanti alla Grotta, sentii dentro di me forte il desiderio di rispondere con coraggio e generosità all’amore con cui Dio mi aveva sedotto. Per cui, dopo un lungo periodo di discernimento, dissi il mio definitivo “sì”!». L’entrata in Seminario il 23 settembre 2009 e da lì il via al corso di studi. «Sono passati sette anni da quando sono entrato in Seminario dopo aver conseguito il diploma di perito agrario specializzato in viticoltura ed enologia. Pensavo di inserirmi nell’affascinante mondo del vino, ma il Signore stesso mi ha condotto per i suoi sentieri. Non farò fermentare il mosto in vino, ma spero di far fermentare di santità tutti coloro che mi saranno un giorno affidati e non più succo d’uva in vino, ma vino nel suo stesso sangue» ha scritto nella sua testimonianza Daniele Donato.

L’Asd Renzo Lo Piccolo Terrasini diventa società affiliata dell’Hellas Verona

TERRASINI – L’Asd Renzo Lo Piccolo Terrasini comunica di aver chiuso l’accordo di affiliazione con l’Hellas Verona, la conferma è arrivata ieri (10 luglio) all’atto della firma del contratto da parte della presidentessa Clara Abbate.

Si è chiuso così l’iter iniziato a seguito della visita ricevuta il 7 e l’8 giugno, quando il coordinatore delle attività di base, affiliazioni e summer camp Alberto Saccuman ed il tecnico Alessandro Salvoro hanno visionato il campo sportivo comunale “Salvatore Favazza”, il centro sportivo “Gazzara Club” ed aver anche incontrato l’Amministrazione Comunale del sindaco Giosuè Maniaci, dalla quale hanno ricevuto massimo supporto al progetto.

Così il gialloblu torna il colore ufficiale delle maglie, mentre intatto rimarrà lo staff tecnico della società terrasinese.

“E’ l’inizio di un importante progetto tecnico che coinvolgerà il nostro territorio – queste sono le parole della presidentessa Clara Abbate – sono convinta che ne trarremo tutti beneficio da questa nuova affiliazione”.

Continua “Dobbiamo ringraziare l’avvocato Renato Alfano vero promotore di questo progetto, per il prezioso lavoro svolto, grazie ai dirigenti dell’Hellas Verona Alberto Saccuman e Alessandro Salvoro che hanno capito l’entusiasmo che i nostri tecnici e lo staff dei dirigenti della Renzo Lo Piccolo Terrasini mettono ogni giorno in campo”.

La parola passa al direttore tecnico Vincenzo Lo Piccolo “Un altro grande passo in avanti è stato fatto, oggi è arrivata la conferma, siamo contenti di rappresentare la società scaligera Veronese in esclusiva in tutto il Sud Italia”.

Nei prossimi giorni verranno illustrati i dettagli ed a breve verranno ufficializzate le nuove maglie gara, che verranno indossate durante la stagione 2017/18.

Coppa Sicilia Optimist 2017: terzo posto per Giulio Genna, della Società Canottieri Marsala

MARSALA – Sabato 8 luglio e domenica 9 si è svolta ad Agrigento la prima tappa della Coppa Sicilia Optimist. Una due giorni di regate organizzata dal Club Nautico “Punta Piccola” e che ha visto scendere in acqua 33 Cadetti e 34 Juniores, provenienti da tutta la Sicilia. Il vento si è fatto un po’ attendere durante il primo giorno, causando un ritardo nel fischio di partenza; il secondo giorno, invece, il vento è stato più sostenuto, con punte di 15 nodi e onda formata: al termine si sono registrate sei prove per gli Juniores e quattro per i Cadetti.

Ottime le prestazioni del Cadetto della Società Canottieri Marsala, Giulio Genna, che ha chiuso in terza posizione, conquistando il podio della prima tappa di Coppa Sicilia 2017. Buone le performance anche di tutta la squadra della Canottieri: tra i cadetti hanno gareggiato Yusei Castroni (11esimo), Gabriele Tramati (13esimo) ed Emanuele Busetta (23esimo); tra gli Juniores Roberta Luciani (11esima in classifica generale e terza femminile), Ettore Shaburwa Matembera (31esimo), Giampaolo Maggio (32esimo), molti dei quali alle loro prime esperienze agonistiche.

La seconda tappa della Coppa Sicilia si terrà a Marsala, il 20 e 21 luglio, proprio nelle acque antistanti la Società Canottieri Marsala, mentre la terza tappa, il 22 e 23 luglio, al Circolo Velico Marsala, unitamente alla seconda selezione zonale per il Campionato Nazionale e Coppa del Presidente, Coppa Primavela e Coppa Cadetti. La Coppa Sicilia si concluderà il 15 ottobre con la finale organizzata dal Circolo Nautico Nic di Catania.