Monthly Archives: Gennaio 2018

Asp Trapani: partono i concorsi per nuove assunzioni a tempo indeterminato

TRAPANI – Avviato il primo concorso a tempo indeterminato per personale non dirigenziale all’Azienda sanitaria provinciale di Trapani. E’ stato infatti pubblicato ieri (30 gennaio) il bando per la selezione pubblica, per titoli, integrata da prova di idoneità, per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di quattro posti di Operatore Tecnico Informatico cat. B – ruolo tecnico.

Il bando è aperto a tutti e l’unico requisito di ammissione è il possesso di un attestato di operatore in procedure informatiche o su personal computer.

“Il percorso procede – spiega il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta – secondo quanto programmato dall’assessorato alla Salute e speditamente predisposto dai nostri servizi amministrativi, diretti da Rosanna Oliva. Dopo aver emanato il bando per la mobilità regionale ed extraregionale riservato a chi aveva già un contratto a tempo indeterminato, avviato la procedura per la ricognizione del personale precario avente diritto alla stabilizzazione con l’avviso che scade lunedì prossimo (5 febbraio), adesso apriamo la stagione dei concorsi. Credo sia un momento atteso da tempo per tanti professionisti e, spero, tanti giovani che potranno entrare stabilmente nel mondo del lavoro. Questo è solo l’inizio del percorso – conclude Bavetta – che porterà al completamento della pianta organica di questa azienda nei prossimi tre ani, ma testimonia la nostra volontà di procedere senza indugio in questa direzione”.

La presentazione delle domande scadrà il prossimo 1 marzo. Il modello di domanda può essere scaricato dal sito www.asptrapani.it.

 

Riconfermato il sindaco di Partanna alla presidenza del Consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo  

PARTANNA – Voto unanime per la riconferma del sindaco di Partanna Nicolò Catania alla guida del Consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo. Nel corso dell’assemblea, che si è tenuta il 29 gennaio scorso con all’ordine del giorno il rinnovo delle cariche elettive e la nomina di un componente del Consiglio d’amministrazione, si è proceduto alla rielezione del presidente. Concorde la decisione dei sindaci dei comuni aderenti al Consorzio che hanno riaffidato la presidenza dell’assemblea a Catania. I componenti dell’ente hanno poi proceduto a stabilire gli indirizzi programmatici per il 2018 che saranno attuati dopo l’approvazione del bilancio di previsione riguardo alle tematiche oggetto delle finalità del consorzio stesso.

L’organismo, nato nel 2005, ha il compito di regolare la concessione a titolo gratuito dei beni confiscati, di diffondere e promuovere la cultura della legalità attraverso azioni di sistema e di supporto nelle aree interessate e inoltre di creare strumenti per la gestione dell’integrazione, dell’accoglienza e della permanenza temporanea degli immigrati.

Oltre a Partanna fanno parte del Consorzio i comuni di Castelvetrano, Alcamo, Calatafimi Segesta, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Erice, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Salemi e Vita.

“Sono onorato – ha affermato il sindaco Nicolò Catania – per la fiducia espressa da tutti gli altri sindaci componenti del Consorzio. Sono orgoglioso di poter ricoprire questo ruolo per un ente essenziale nel nostro territorio come importante strumento di valorizzazione della legalità, attraverso il riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla mafia, grazie anche al coinvolgimento delle scolaresche e alle proficue collaborazioni avviate con le associazioni locali”.

 

Prelievo di organi al S. Antonio Abate, già trapiantati a tre pazienti all’Ismett

TRAPANI – È stato eseguito questa mattina (30 gennaio), all’ospedale S. Antonio Abate di Trapani un prelievo di organi per trapianto a un paziente di 76 anni, deceduto nel reparto di Rianimazione. Tale attività nasce dalla collaborazione tra il Coordinamento Trapianti dell’ASP, guidato da Antonio Cacciapuoti e l’Ismett di Palermo.

Il paziente D.G. è deceduto a seguito di un grave trauma cranico, e la commissione istituita ad hoc dal direttore di presidio Maria Concetta Martorana ne ha accertato la morte cerebrale. L’intervento di prelievo di fegato e reni è stato effettuato dall’équipe dell’Ismett, coadiuvata da Cacciapuoti e dall’infermiere del coordinamento Ivan Paesano. Il fegato e i reni sono stati immediatamente trasportati a Palermo e trapiantati all’Ismett a tre pazienti che erano in lista d’attesa.

Il commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Giovanni Bavetta, ha ringraziato per il lavoro svolto la direzione sanitaria dell’ospedale, il Coordinamento locale trapianti, i reparti di neurologia, con i tecnici di neurofisiopatologia, radiologia, laboratorio di analisi e il personale di sala operatoria.

“Sono sempre più convinto – ha detto Bavetta – che il gioco di squadra che gli operatori sanitari della nostra azienda stanno mettendo in campo servirà sempre di più a curare meglio i nostri cittadini e, come in questo caso, a salvare altre vite umane”.

E il commissario ha anche voluto ricordare il tragico evento accaduto due giorni fa nello stesso ospedale.

“Sono vicino ai genitori della piccola che ha perso la vita per una sospetta sepsi fulminante. Assicuro loro che non abbiamo dimenticato, che gli accertamenti avranno il massimo rigore scientifico per il rispetto che si deve ad una nuova creatura che aveva tutto il diritto di vivere. Se ci sono responsabilità avremo il coraggio di ammetterlo – conclude Bavetta – ma ad alcuni ‘sciacalli’ che si sono già appalesati dico, per lo stesso rispetto, di aspettare che si faccia prima luce sulla vicenda, invece di utilizzare la più becera, la più deplorevole e superficiale speculazione”.

 

Iniziative volte alla formazione alla crescita del turismo nel territorio

TRAPANI – Ha registrato il tutto esaurito il seminario gratuito di formazione legale, tecnica e burocratica, dedicato a chi ha avviato o intende avviare una struttura ricettiva nel territorio. Un segnale importante da parte degli operatori turistici che dimostra la necessità di crescita e formazione nell’ambito dell’accoglienza e un’importante conferma per gli organizzatori: la società di formazione e consulenza Des Srl e la Pro Loco Trapani Centro, che mira al potenziamento, alla crescita e alla valorizzazione del settore turistico locale.

Durante il seminario i titolari o gestori di strutture turistico-ricettive aperte al pubblico e locazioni turistiche (come alberghi, b&b, case vacanze, affittacamere, locazioni turistiche) hanno potuto approfondire importanti tematiche quali le novità normative in materia di accoglienza turistica, i diritti costituzionali per la proprietà privata, la differenza tra il contratto d’albergo e la locazione privata, il potere di accesso in un luogo da parte di un organo di polizia, l’imposta di soggiorno, le modalità di notifica degli alloggiati nelle locazioni turistiche; l’attività d’impresa per le locazioni turistiche.

Ad aprire i lavori il presidente della Pro Loco Maria Adamo; a guidare la parte formativa è stato il dott. Saverio Panzica (DES S.r.l. Palermo). L’incontro, si è svolto lo scorso 27 gennaio nella sede della Pro Loco Trapani Centro (via Bastioni 2 – Trapani).

Valorizzare storia, culture e risorse territoriali per una più adeguata e sistematica promozione turistica: questo l’obiettivo primario della Pro Loco “Trapani Centro” che fra le sue attività prevede una sezione formativa, con diversi incontri nel corso dell’anno, per dare l’opportunità agli operatori turistici di essere sempre informati e aggiornati, con l’intento di proporre iniziative realmente utili e coerenti con il contesto socio-culturale del trapanese e con le attrattive locali.

 

Incontro di preghiera dei bambini dell’I.C.Lombardo Radice Pappalardo

CASTELVETRANO – Memorabile giornata quella del 26 gennaio 2018 che ha visto protagonisti, ancora una volta, i bambini dell’I.C.Lombardo Radice Pappalardo di Castelvetrano.

La Dirigente Maria Rosa Barone, data la straordinarietà dell’evento e religioso e culturale per la città di Castelvetrano, cioè la presenza della statua della Madonna di Fatima nel centenario delle apparizioni 1917/2018, ha consentito la partecipazione della sua scolaresca all’incontro con la “Madre del cielo” che ha voluto tenere per qualche ora tra le sue braccia di mamma, proprio gli allievi della scuola. Una pioggia di emozioni, come solo i bambini sanno regalare, e una riflessione attenta sulla condizione dei bambini del mondo più sfortunati dei nostri, come i bambini lavoratori, i bambini soldato, i bambini di strada calpestati nei loro diritti; tali condizioni hanno costituito la tematica dell’incontro di fatima 2 IMG_4536preghiera scandito dall’insegnante di religione del plesso G. Verga, Giuseppina Caradonna, il tutto contrassegnato da canti meravigliosi e coinvolgenti eseguiti dal coro della scuola ” Note per Mirea”, diretto dall’insegnante Vitalba Signorello. L’evento gioioso, allegro e trascinante ha registrato molti consensi anche da parte di numerosi adulti in visita alla Madonna ed ignari dell’avvenimento.

 

La Dirigente ha ringraziato don Rino, il parroco della Chiesa S. S. Annunziata di via Ruggero Settimo in Castelvetrano per l’ospitalità e la disponibilità dimostrate.

 

 

Il Gruppo di lavoro per il Presidente della Repubblica

PARTANNA – La seicentesca Chiesa Madre, senza le odiose impalcature che ne ammorbavano la vista della facciata fino a qualche tempo fa, è stata ritenuta il migliore sfondo simbolico per una foto ricordo per tutto Il gruppo di lavoro,  che si è  iper-impegnato per la preparazione e la realizzazione di quanto era necessario per la presentazione idonea della città di Partanna alla venuta del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 50° anniversario del terremoto del Belice.

Il gruppo era composto dal corpo di polizia municipale, dall’ufficio di gabinetto, dall’ufficio manutenzione, dalla giunta e da alcuni rappresentanti del Comitato tecnico-scientifico del coordinamento dei sindaci della Valle del Belice.

 

In via di ultimazione lavori per Chiesa Madre, Cine Astro e Villa “Atria”

PARTANNA – Sono in fase di completamento i lavori di restauro conservativo e di riqualificazione della Chiesa Madre, consacrata nel 1676 e ricostruita dopo il terremoto del 1968. In via di ultimazione anche i lavori del Cine Astro. Secondo il progetto di acquisizione e ristrutturazione, finanziato interamente dall’assessorato regionale alle Infrastrutture con i fondi relativi ai PAC terza fase per un milione e 300mila euro (450mila euro per l’importo dei lavori e 850mila per somme a disposizione dell’amministrazione), l’immobile diventerà un centro di aggregazione sociale con annesso auditorium. “La riqualificazione del Cine Astro, ottenuta in seguito all’accordo raggiunto con i proprietari, gli eredi della famiglia Giacomarro – commenta il sindaco Nicola Catania – permetterà alla cittadina di riappropriarsi di un edificio simbolico e significativo per la comunità. In aggiunta ai lavori programmati inizialmente, con il recente assestamento di bilancio del novembre scorso, sono state stanziate anche le somme per il restauro del prospetto principale che non erano previste in progetto”. Si avvia al completamento anche l’ultimo stralcio dei lavori di sistemazione della Villa Comunale Rita Atria. Gli interventi, realizzati interamente con fondi comunali per un importo complessivo di 40mila euro, consentiranno di restituire questo importante polmone verde della comunità alla fruizione quotidiana dei cittadini.

 

Il tour del Circo Lidia Togni conquista la Sicilia. Tappa a Trapani dal 2 al 13 febbraio

TRAPANI – Sull’onda del successo procede il tour per la Sicilia del Circo Lidia Togni, che approda a Trapani con le grandi e suggestive attrazioni, premiate al Festival Internazionale del Circo di Montecarlo, al centro del nuovo e favoloso show che Lidia Togni, la Signora del Circo Italiano, organizzatrice di grandi eventi e da anni alla ricerca di spettacoli innovativi, ha allestito in modo eccezionale per il suo pubblico.

In occasione del Carnevale “bimbi in maschera al circo”, perché ad ogni spettacolo sarà premiata la maschera più bella, che parteciperà alla finalissima di martedì 13 febbraio per l’assegnazione del 1°, 2° e 3° premio.

Il Circo Lidia Togni con la grande città viaggiante sarà dal 2 al 13 febbraio a Trapani, zona Lungomare Dante Alighieri. In programma due spettacoli al giorno alle 18.00 e alle 21.15, tutti i giorni, la domenica ore 17.00 e secondo spettacolo alle 19.30 (riposo 6-7 febbraio).

Star della pista, Vinicio Togni Canestrelli, figlio di Lidia e direttore del complesso circense, universalmente riconosciuto come il più esperto e prestigioso addestratore a livello internazionale. Vinicio è al centro della pista con la straordinaria giostra equestre, premiata con il Clown d’Argento dalla Principessa Stephanie di Monaco, al Festival del Circo di Montecarlo e con la Medaglia commemorativa della Presidenza della Repubblica Italiana al Festival del Circo d’Italia, Città di Latina.

Un’attrazione che mette in risalto la perfetta simbiosi tra uomo e cavallo, anche con spettacolari figure di alta scuola di equitazione, con la presenza di ben 30 esemplari di diverse razze: lipizzani austriaci, frisoni olandesi, crioli argentini, palomini lusitani e ponies dello Shetland: un record mondiale per un circo! Vinicio, sempre alla ricerca di novità, quest’anno presenta, con grande maestria, animali di bellezza unica come i leoni bianchi. Anche quest’attrazione è stata premiata al Festival del Circo di Montecarlo e, lo scorso anno, al Festival del Circo d’Italia Città di Latina. Qui Vinicio ha ricevuto il premio del SIAC, il Sindacato degli Addestratori d’Europa.

Quello del Circo Lidia Togni è uno show di grandi esclusive, come l’adrenalinica attrazione delle moto nel globo d’acciaio, con i motociclisti della troupe Tabares che sfrecciano e si incrociano ad altissima velocità in una piccola sfera d’acciaio o come le grandi illusioni, di IgnaFire che in stile dark, propone l’immagine del “Mago New Age”.

Il cast artistico è di prim’ordine e di levatura internazionale. In pista: Giampaolo Maltese con il suo pupazzo “Johnny” in una inimitabile performance di ventriloquia. Maltese nella sua esibizione, unisce le suggestioni tipiche del ventriloquismo, ad una vis comica straordinaria; i “Diavoli Latini” acrobati spericolati alla ruota della morte al ritmo di melodie sudamericane; la troupe “Murcia” funamboli a grande altezza da cardiopalma; gli esilaranti clowns Lele’, Remachin, Viny, Pin Pin e Cornettin; il verticalista Christian Ferney con esibizioni di forza fisica ed abilità; la contorsionista Mayerly che grazie ad un’insolita flessibilità del corpo riesce ad eseguire pose uniche con grande forza ed eleganza. Ad accompagnare gli spettatori, alla scoperta del mondo magico del circo, quello della pura tradizione di casa Togni, c’è il clown bianco Marcello, una figura di quelle immortalate dal grande regista Federico Fellini nei suoi celebri film.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.circolidiatogni.it

 

Mercoledì a Castelvetrano la proiezione di “Una strage ignorata” (la strage di Portella)

CASTELVETRANO – Sarà proiettato mercoledì 31 gennaio, alle 10.30, all’Istituto di istruzione superiore Cipolla-Pantaleo-Gentile di Castelvetrano “Una strage ignorata”, il docufilm prodotto dalla Fondazione Argentina Altobelli e realizzato da Fabrizio De Pascale e Roberto Carotenuto (autori) con la consulenza storica di Pierlugi Basile e Dino Paternostro. Il documentario racconta le vicende di braccianti e sindacalisti agricoli uccisi in Sicilia tra il 1944 e il 1948 nelle lotte quotidiane per dare ai contadini le terre incolte dei feudi, così come previsto dai Decreti Gullo del ‘44.

Si tratta, in particolare, del racconto collettivo affidato alla voce dei familiari di alcuni dei sindacalisti agricoli uccisi dalla mafia nel secondo dopoguerra (Giuseppe Casarrubea e Vincenzo Lo Iacono di Partinico, Andrea Raia di Casteldaccia, Nicolò Azoti di Baucina, Accursio Miraglia di Sciacca, Vito Pipitone di Marsala, Placido Rizzotto di Corleone ed Epifanio Li Puma di Petralia Soprana) e ai testimoni della strage di Portella della Ginestra (1° maggio 1947).

L’incontro di mercoledì prossimo rientra nell’ambito di un piccolo tour di “Una strage ignorata” in Sicilia, che ha già fatto tappa a Partinico, Palermo, San Cipirello e Sciacca, promosso dalla Uila Uil e dalla Fondazione Altobelli per promuovere il concorso “Portella, i braccianti, la memoria” rivolto agli studenti degli Istituti superiori agrari della Sicilia.

Saranno presenti alla proiezione alcuni familiari delle vittime come Antonella Azoti e Placido Rizzotto, il giornalista e coautore del libro Dino Paternostro, l’autore del docufilm Fabrizio De Pascale, il segretario generale Uila Trapani Tommaso Macaddino, il segretario generale Uil Trapani Eugenio Tumbarello e il dirigente scolastico dell’Istituto “Cipolla-Coppola-Gentile” Gaetana Maria Barresi.

 

“Festa Della Pace 2018 – Scatti Di Pace”

MAZARA DEL VALLO – Si è svolta sabato 27 gennaio 2018 presso la Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo la Festa della Pace 2018.

L’evento è stato organizzato dall’Azione Cattolica Ragazzi in occasione del Mese della Pace che inizia il 1° Gennaio di ogni anno con la Giornata Mondiale della Pace istituita da papa Paolo VI e celebrata per la prima volta nel 1968.

Quest’anno l’iniziativa di pace ci invita ad avere “sguardo attento e cuore aperto” e chiede ai suoi associati di focalizzare lo sguardo alla realtà che li circonda e, in una prospettiva allargata, a quella mondiale con l’occhio di chi si fa attento ai bisogni – soprattutto il bisogno di pace – e, nel contempo, riesce a scorgere il bene, il bello laddove esso si manifesta.

Quello di quest’anno è un invito ad assumere uno sguardo “fotografico” verso coloro che s’impegnano costantemente, gratuitamente e con lo spirito di carità verso il fratello.

Gli  “Scatti di pace” mettono a fuoco quelle realtà belle e positive impegnate su vari fronti nella cura e nel sostegno di quei fratelli che soffrono a causa della guerra, della miseria e dalla prevaricazione.

Durante la festa è stato presentato ai ragazzi il gadget del mese della Pace, una cornice portafoto magnetica, dove incorniciare i propri scatti di pace, spiegando e facendo vedere, tramite il video della Federazione Internazionale “Terre des Hommes” che opera in Iraq, il progetto che quest’anno l’Azione Cattolica con l’aiuto di tutti i sostenitori vuole sviluppare.

L’Associazione con questo progetto si propone di aiutare 200 bambini e ragazzi con disabilità fisiche e/o mentali dai 4 ai 17 anni provenienti da diversi gruppi etici del territorio iracheno martoriato dalla guerra a migliorare le loro condizioni di vita e quelle delle loro famiglie offrendo supporto psicologico e un servizio di fisioterapia a domicilio.

Nel messaggio per la Pace 2018 papa Francesco dirige la sua attenzione ai migranti e ai rifugiati. Ancora una volta il pontefice sottolinea il bisogno di prendersi cura di quanti oggi fuggono dalle loro terre in cerca di una felicità che il paese di origine non può più offrire.

“Siamo chiamati ancora una volta, dice il Papa, a farci obiettivo, a rimettere al centro dell’inquadratura i bisogni di chi incrocia le nostre strade in un’ottica che sia prettamente evangelica e umanitaria, senza filtri discriminanti”.

La festa è terminata con la celebrazione eucaristica officiata dal parroco Don Vincenzo Aloisi e animata dai ragazzi dell’Azione Cattolica durante la quale si è pregato anche per le vittime dell’olocausto nazista, vista la coincidenza della giornata con la ricorrenza del Giorno della Memoria.