Monthly Archives: Marzo 2018

Sgarbi: “Vengano, i grillini colti, a vedere le mostre promosse dall’assessorato”

PALERMOVittorio Sgarbi, assessore regionale dei beni culturali in Sicilia, “apre” al Movimento 5 Stelle. E lo fa invitando “i grillini colti a visitare le mostre promosse dall’assessorato: “Antonello incontra Laurana” al Museo Abatellis; “Il ritorno di Franca Florio” a Villa Zito; “Da Ribera a Luca Giordano” sempre a Villa Zito; “Il fregio di Himera” al museo Salinas; “La scuola di Palermo” al museo RISO; “Il ruggito della velocità” all’Albergo delle povere; “I fiamminghi” a Palazzo dei Normanni”.

Conclude Sgarbi: “I colti con me, i corti con Cancellieri!”.

Intervento chirurgico su neonato con rarissima patologia gastrica

TRAPANI – Un delicato intervento chirurgico è stato eseguito all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani dall’equipe di Chirurgia pediatrica diretta da Giuseppe Piazza su un neonato, affetto da una rarissima patologia gastrica congenita, che si verifica ogni 100 mila nati, la “Antral Web”, cioè un’ostruzione dovuta a un diaframma mucoso prepilorico che impedisce il passaggio del latte, attraverso lo stomaco.
Il piccolo, Carlo Andrea, nato alla 39a settimana di gestazione, presentava, già dal primo tentativo di alimentazione, dolore addominale e vomito. Ricoverato presso l’unità operativa di Terapia Intensiva Neonatale, diretta da Stefano Daidone, è stato sottoposto a una serie di indagini diagnostiche multidisciplinari, che hanno coinvolto neonatologi, chirurghi pediatrici, radiologi ed endoscopisti.

Gli esami radiologici ed ecografici eseguiti da Ignazio Bacile, primario di Radiologia, e dai dottori Giuseppe Perricone, Elide Argento, Aldo Manca e l’esame gastroscopico effettuato da Paolo Passariello, consentivano di porre il sospetto diagnostico di un’ostruzione congenita a livello dell’antro gastrico. Esistono pochi casi riportati in letteratura di tale malformazione congenita, in quanto statisticamente la sua incidenza è di un caso ogni 100.000 nati.
Durante l’intervento chirurgico, eseguito dalla equipe di Chirurgia pediatrica del nosocomio trapanese guidata da Piazza, coadiuvato dai chirurghi pediatrici Paolo Formica, Erminio Milana e Caterina Maurigi, veniva confermata la diagnosi di “Antral Web”, e veniva effettuata la resezione della membrana e l’antropiloroplastica. Tale intervento è stato possibile grazie anche all’assistenza anestesiologica prestata dal responsabile dell’unità operativa di anestesia Antonio Cacciapuoti e dal dott. Giuseppe Licordari, coadiuvati dagli infermieri di sala operatoria Sebastiano Sugameli, Carlo Poma e Giuseppe Scalia e con la consulenza intraoperatoria dei neonatologi Stefano Daidone, Carlo Borruso, e Fabrizia Ferraro. L’assistenza post-operatoria è stata quindi gestita dall’equipe neonatologica della Terapia intensiva neonatale.
“Questo delicato intervento – spiega il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta – è la conferma di come un team multidisciplinare efficiente, possa produrre prestazioni chirurgiche di alta complessità”.
Il piccolo Carlo Andrea dopo una settimana dall’intervento ha ripreso l’alimentazione, e a breve potrà lasciare l’ospedale.
“Vogliamo ringraziare – dicono i genitori, Francesco e Arianna – tutte le figure professionali, medici e infermieri, che hanno ruotato intorno a Carlo Andrea per assisterlo e curarlo e che hanno consentito di fare una diagnosi tempestiva di questa patologia, seppur rarissima, ed effettuare un’adeguata correzione con l’intervento chirurgico”.

Pubblicato il bando di mobilità per 33 medici dell’Asp Trapani

TRAPANI – Pubblicato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani sulla Gazzetta Ufficiale n. 23 del 20/3/2018, l’avviso pubblico per la “Mobilità regionale e interregionale, per titoli e colloquio, fra le aziende e gli enti del comparto del Servizio sanitario nazionale, per la copertura di 33 posti di dirigente medico in varie discipline”.
Il bando è rivolto ai dipendenti di ruolo con rapporto di lavoro a tempo indeterminato con la qualifica di dirigente medico, nella disciplina per la quale si concorre.

Questo l’elenco dei posti d’organico del ruolo sanitario da ricoprire:

-otto di dirigente medico di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza;

-tre di dirigente medico di medicina interna;

-dodici di dirigente medico di neonatologia;

-due di dirigente medico di pediatria;

-otto di dirigente medico di ortopedia e traumatologia.

Il termine per la presentazione delle domande scade il 19 aprile 2018.

Il testo integrale dell’avviso è scaricabile dal sito aziendale www.asptrapani.it .
Per ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi al settore personale, contratti e convenzioni – U.O. stato giuridico – dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, via Mazzini n. 1 – Trapani, nei giorni di martedì dalle 16,00 alle 17,30 e giovedì dalle 9,30 alle 13,00 o telefonare allo 0923/805259.

L’Avis incontra gli studenti

PARTANNA – In un processo di divulgazione senza eguali, continua la costante campagna di sensibilizzazione dell’Avis di Partanna, che stavolta è’ andata in visita degli studenti delle scuole superiori.
Una giornata, Martedì 20 Marzo, all’insegna della promozione della “cultura del dono”, in cui i giovani studenti hanno accolto positivamente i relatori dell’Avis partannese.
Sono stati distribuiti depliant informativi ed è stato proiettato un video che ha “raccontato” le giornate dell’associazione.
Grazie ad un continuo impegno il direttivo è riuscito in pochissimi anni a far crescere sia i soci (da 109 a 422) sia le donazioni (da 166 a 759).
Un lavoro certosino, funzionale ed operativo ha catalizzato l’attenzione verso l’informazione, base primaria per una crescita esponenziale quale è stata quella dell’Avis di Partanna, ormai diventata un “potente” punto di riferimento per i Centri Trasfusionali delle strutture ospedaliere della provincia, ma anche dell’intero territorio della Sicilia.
La donazione di sangue richiede un piccolo impegno, solo cinque minuti del proprio tempo, ma è una dimostrazione meravigliosa di aiuto verso chi soffre, perché restituisce la vita.

Nella foto, da sinistra, Maurizio Napoli, Michela Salvo, Giovanni Casciotta, Francesca Giammarinaro, Stefano Caruso, Saverio Spina, Mario Sciacca e Antonino Mangialomini.

 

Le ambulanze 118 della provincia sono in stato di abbandono

TRAPANI – “I mezzi di soccorso del 118 in provincia di Trapani sono in uno stato di quasi totale abbandono. Non si può rimanere ad aspettare che accada il peggio”. Il segretario generale della Uil Fpl Trapani Giorgio Macaddino torna a evidenziare lo stato di fatiscenza dei mezzi di soccorso impiegati nel Trapanese.

“Il grande senso di responsabilità degli autisti soccorritori – spiega Macaddino – ha permesso finora di lavorare prendendo in consegna mezzi non del tutto sicuri, consapevoli che era una condizione emergenziale. Adesso sembra essere diventata una prassi consegnare mezzi che sembrano ambulanze, ma non lo sono. Vi sono ambulanze con più di 170.000 km, altre in cui addirittura mancano componenti, altre ancora con i supporti per bombole d’ossigeno rotti, i cassetti per farmaci e attrezzature mediche fatiscenti ed altro ancora”.

E conclude: “Siamo fermamente convinti che i vertici della Seus sono all’oscuro di tutto ciò. Chiediamo il loro intervento al fine di rendere il servizio 118 efficace ed efficiente, ma soprattutto sicuro”.

VELA – Conclusa a Marsala la selezione interzonale riservata alla classe Optimist: vittoria per Marco Genna della Società Canottieri Marsala

MARSALA – Grande soddisfazione ed entusiamo per una manifestazione sportiva che ha visto la presenza a Marsala di oltre 120 imbarcazioni.

Si è conclusa nel migliore dei modi la selezione interzonale riservata alla classe optimist, che si è disputata a Marsala lo scorso weekend. Nove prove su nove, così come previsto dal regolamento FIV, nonostante le previsioni meteo non fossero delle migliori.

Organizzazione impeccabile, sia a terra che in acqua, da parte della Società Canottieri Marsala, presieduta da Tommaso Angileri, in sinergia con il Circolo Velico Marsala, per una manifestazione che ha visto la partecipazione di ben 112 imbarcazioni provenienti da tutto il sud Italia. In questo clima di entusiasmo ed affiatamento non poteva mancare la ciliegina sulla torta che è arrivata con la vittoria dell’alfiere di casa, il quattordicenne Marco Genna, porta colori della Società Canottieri Marsala che con sette vittorie ed un secondo posto, ha dimostrato di trovarsi totalmente a suo agio nelle acque marsalesi, avendo la meglio su Beatrice Sposato del club Velico Crotone e su Pietropaolo Orofino del Canottieri Savoia di Napoli.

Intero programma rispettato, dunque, grazie alle meravigliose condizioni che caratterizzano da sempre i nostri mari, ma grazie anche alla maestria del presidente del comitato di regata Roberto Lachi e al lavoro di supporto organizzativo in acqua dei due storici campioni europei, Mario Noto e Roberto Giacalone, che conoscono i nostri mari meglio di chiunque altro. Grande entusiasmo e impegno anche da parte del nuovo tecnico della Società Canottieri Marsala, Enrico Tortorici, che dopo la premiazione ha manifestato tutto il suo apprezzamento per gli sforzi e la passione profusa da parte di tutti nell’organizzazione di un evento di questa portata: “Oggi è una giornata importante – ha detto Tortorici – e tanti sono i motivi per cui bisogna essere soddisfatti. Il primo è ovviamente per la vittoria di Marco, una vittoria netta che arriva dopo un inizio stagione non proprio facile per lui con qualche problema sia sul piano motivazionale che tecnico. Il segnale è stato chiaro, nei momenti difficili ci vuole tanta grinta ma soprattutto tanta umiltà e per rimettersi in gioco e tornare ad allenarsi con dedizione e sacrificio. Questo è comunque solo il primo step, adesso bisogna rimanere concentrati e continuare a lavorare fino alla prima selezione nazionale che si svolgerà a Porto Rotondo nella seconda meta di aprile. Soddisfazione anche per l’atteggiamento positivo di tutta la squadra. Ha centrato l’obiettivo della qualificazione – conclude Enrico Tortorici – anche Alberto Incarbona, che è al suo primo anno nella categoria Juniores cosi come Silvia Adorni che invece non ce l’ha fatta per un soffio. Con lei e con gli altri ci riproveremo il prossimo anno con un po’ di esperienza e tanto allenamento in più”.

Il prossimo appuntamento è a giugno con la selezione per il campionato nazionale a squadre e ad Agosto con il Trofeo Massimo Attinà, giunto alla XLII edizione.

Controllo ambulanti abusivi insistenti presso Piazza Dante

CASTELVETRANO – In esecuzione dell’ordinanza del Questore di Trapani emessa il 19.03.2018, nella giornata di ieri (20 marzo) personale del Commissariato di P.S. di Castelvetrano, della Compagnia dei Carabinieri, della Tenenza Guardia di Finanza, del Comando della Polizia Municipale, nonchè della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, ha eseguito dei controlli su tutti gli ambulanti presenti in Piazza Dante e dintorni, al fine di accertare la legittimità delle licenze possedute dagli stessi.

Detta attività ha avuto come esito: n. 3 sequestri amministrativi di kg 137 di prodotti ittici; n. 4 infrazioni al C.D.S.; n.2 sanzioni amministrative, di cui una di importo pari a 1500 euro.

Il cordoglio dell’amministrazione e dell’intera comunità alle famiglie di Giuseppe Aiello e Giuseppe Varia

PARTANNA – A distanza di qualche giorno l’amministrazione comunale unitamente alla comunità partannese sente il dovere di esprimere vicinanza alle famiglie di Giuseppe Aiello e Giuseppe Varia per la perdita prematura dei loro cari. Il 10 marzo si è spento, dopo una lunga malattia, Giuseppe Aiello, di soli 42 anni. Giuseppe ha lottato un male più forte di lui, supportato dalla grande fede e dalla famiglia che gli è sempre stata accanto. Lascia una splendida bimba di 8 anni e una giovane moglie, Antonietta, che ha lottato con amore e sacrificio insieme al marito anche per salvaguardare l’altra figlioletta che portava in grembo, ma che purtroppo non ce l’ha fatta e appena pochi giorni fa ha raggiunto il padre nel regno dei cieli. L’11 marzo è invece scomparso il cancelliere Giuseppe Varia, noto alla comunità partannese e non solo, conoscitore del territorio ed esperto d’arte e archeologia. Uomo colto ed ironico, Peppuccio, così chiamato dalla famiglia e dai tanti amici e conoscenti, oltre ad essere membro dell’associazione PAM (Prima Archeologia del Mediterraneo), era una fonte inestimabile di notizie storiche e culturali oltre che scrittore prolifico. Il suo ultimo lavoro letterario era stato presentato proprio l’estate scorsa alla presenza di un numeroso pubblico interessato. “Tutta l’amministrazione comunale e l’intera comunità partannese – afferma il sindaco Nicolò Catania – affranta per la perdita prematura dei suoi concittadini che in varie forme hanno sempre manifestato il grande amore che nutrivano per Partanna, si stringe alle famiglie di Giuseppe e Peppuccio, esprimendo il più sentito cordoglio”.

“Azione Cattolica – Uscita per visita altari di San Giuseppe 2018

MAZARA DEL VALLO – Sabato 17 marzo 2018 i ragazzi dell’Azione Cattolica della Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo hanno fatto un’uscita per andare a visitare gli Altari di San Giuseppe realizzati nel centro storico cittadino.

In occasione del triduo e Festa di San Giuseppe 2018 gli educatori dell’A.C.R. (Azione Cattolica Ragazzi) hanno organizzato un’uscita con tutti i ragazzi dei vari gruppi dell’associazione per visitare gli altari realizzati da panificatori, scuole e associazioni della nostra città e allestiti all’interno di alcune chiese del centro storico.

Il percorso non poteva che iniziare con la visita dell’Altare di San Giuseppe della Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù realizzato con la collaborazione di tutti i gruppi, associazioni e movimenti presenti in parrocchia e allestito all’interno della chiesa. In seguito, il corteo dei ragazzi, accompagnati dai loro educatori e alcune mamme, si è diretto verso il centro. In particolare, i ragazzi hanno potuto visitare gli altari allestiti all’interno delle chiese di San Vito in Urbe, San Nicola di Bari, Santa Veneranda e San Giuseppe rientranti nel progetto “La tradizione dei pani di San Giuseppe a Mazara” organizzato dalla Chiesa Cattedrale Santissimo Salvatore e gli altari allestiti all’interno dell’ex Carcere mandamentale di San Francesco, ora Civic Center, promossi dalla Pro Loco Mazara dal tema “Il rito degli Altari di San Giuseppe”, dove hanno dato il proprio contributo, nella realizzazione dei pani votivi, anche alcuni gruppi della parrocchia mazarese.

 

Previsti oltre 600mila euro per cinque progetti sulla sicurezza stradale

PARTANNA – Messa in sicurezza di arterie cittadine, di attraversamenti pedonali e in prossimità delle fermate dei mezzi pubblici, campagne di sensibilizzazione nelle scuole, realizzazione di un Piano urbano del traffico e di un centro di Monitoraggio sulla sicurezza stradale. Sono i cinque progetti del Comune di Partanna inclusi nel Programma nazionale della sicurezza stradale per i quali si dovranno presentare i relativi progetti esecutivi. L’amministrazione comunale, infatti, si è adoperata presso il Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti e il competente assessorato regionale per riuscire a recuperare delle vecchie previsioni di finanziamento che si erano perse nel tempo. In particolare l’ente ha previsto una serie di interventi per un totale di 616mila euro ripartiti fra i diversi progetti. La somma più corposa riguarderà la messa in sicurezza di snodi stradali nella zona del bivio Cappuccini per 271mila euro oltre a uno stanziamento di 240mila euro per gli attraversamenti pedonali e le fermate per il trasporto collettivo. Altri 50mila euro saranno quindi destinati alla redazione di un apposito Piano del traffico urbano mentre 40mila euro saranno riservati alla Campagna di informazione e sensibilizzazione sull’importanza della sicurezza stradale da effettuare nei principali istituti scolastici della cittadina. Per la realizzazione di un Centro di monitoraggio è infine prevista la somma di 15 mila euro. “Grazie all’azione di recupero fatta a valere sul ministero e l’assessorato regionale – afferma il sindaco Nicolò Catania – siamo riusciti a sbloccare dei fondi che erano andati persi per progetti che da tempo aspettavano di essere realizzati. Le misure rientrate nel piano nazionale per la sicurezza stradale ci permetteranno di attuare interventi essenziali: dalla sistemazione di strade e passaggi pedonali alla messa in sicurezza delle fermate dei mezzi pubblici. Con un’attenzione particolare per le fermate ubicate nei pressi delle scuole allo scopo di garantire l’incolumità degli studenti che ogni giorno si recano a lezione e ai quali intendiamo rivolgere una campagna educativa mirata sull’importanza del rispetto del codice della strada”.