Monthly Archives: Maggio 2018

Tanti fedeli e cittadini alla riapertura al pubblico della Chiesa Madre

PARTANNA – Cerimonia sobria e lineare quella che si è svolta oggi pomeriggio dopo l’arrivo del presidente della Regione Siciliana e il taglio del nastro di entrata. Nel contesto di una Chiesa piena di cittadini e di fedeli sono intervenuti brevemente il sindaco di Partanna Nicolò Catania, il sac. Antonino Gucciardi. Il dott. Domenico De Gennaro, l’arch. Danilo Inzirillo, mons. Domenico Mogavero  e il Presidente della Regione  Siciliana on.le Nello Musumeci che ha concluso con l’auspicio di non dover vedere i nostri figli prendere un biglietto di sola andata.

chiesa web WP_20180531_18_01_53_Rich

Secondo comizio del candidato Sindaco Francesco Crinelli

PARTANNA – Nel secondo comizio del candidato Sindaco Francesco Crinelli tenutosi in zona Camarro, in una piazza piena, attenta, entusiasta, sul palco, si sono avvicendati, oltre al candidato Sindaco Francesco Crinelli, due dei quattro assessori designati, Massimo Trinceri e Giovanni Libeccio.

Durante il comizio si è discusso dei problemi del quartiere Camarro, delle esigenze dei cittadini e delle soluzioni e proposte che il candidato Francesco Crinelli ha nel suo programma.

Tra i momenti più significativi c’è sicuramente il passaggio in cui Crinelli afferma: “Il Camarro fino ad oggi è stato un quartiere di serie B, questo è socialmente inaccettabile! Le persone hanno tutte pari dignità, di qualsiasi classe sociale siano!” e ancora “I principi che guideranno la nostra amministrazione saranno: equità sociale e la dignità della persona!”.

Domani Cerimonia di riconsegna della Chiesa Madre

PARTANNA – E’ stata una sorpresa ieri (29 maggio) alle ore 17,25 sentire il suono delle campane della Chiesa Madre. Le campane facevano sapere che finalmente dopo tanti anni di chiusura e di “restauro” la seicentesca Chiesa Madre diventava nuovamente fruibile. La Cerimonia di riconsegna avverrà domani (31 maggio) alle ore 16,30.

Porteranno il loro saluto il sindaco di Partanna Nicolò Catania e il sac. Antonino Gucciardi. Il dott. Domenico De Gennaro illustrerà per cenni la storia della Chiesa, mentre l’arch. Danilo Inzirillo presenterà i lavori eseguiti. Le conclusioni sono state assegnate al vescovo di Mazara, mons. Domenico Mogavero  e al Presidente della Regione  Siciliana on.le Nello Musumeci.

Assemblea il 5 giugno sulla sanatoria per gli occupanti di case popolari

PARTANNA – Un incontro esplicativo rivolto ai cittadini per discutere dei tempi e delle modalità che permetteranno agli inquilini irregolari degli alloggi popolari del comune di Partanna di sanare la propria posizione contrattuale nei confronti dell’Istituto autonomo case popolari (Iacp). L’assemblea, organizzata dall’amministrazione comunale e alla quale interverranno il dottor Pietro Savona, direttore generale dello Iacp di Trapani e altri funzionari dell’istituto, si svolgerà martedì 5 giugno alle 17 presso il centro diurno per anziani “Giuseppe Parlato” in via Emanuela Setti Carraro. Nel corso della riunione i rappresentanti dello Iacp illustreranno il contenuto della nuova legge regionale e le procedure da seguire per avvalersi della sanatoria. Tutti coloro che sono interessati dal provvedimento sono invitati a prendere parte all’incontro. Nei giorni scorsi lo Iacp, in base alla sanatoria di recente approvata all’Ars, ha infatti avviato le procedure per consentire agli occupanti abusivi di alloggi popolari di mettersi in regola ai sensi dell’art. 63 comma 2 della legge regionale numero 8 dell’8 maggio 2018. “Invito vivamente gli interessati – afferma il sindaco Nicolò Catania – a partecipare all’assemblea durante la quale forniremo tutti i chiarimenti utili per mettersi in regola. Si tratta di un’occasione importante, per coloro che hanno occupato un’abitazione prima del 31 dicembre 2017 e che risultano in possesso dei requisiti di legge per ottenere l’assegnazione, di poter finalmente regolarizzare la propria posizione e ottenere legittimamente una casa di edilizia pubblica concordando anche, attraverso un piano di rateizzazione, il pagamento dei canoni arretrati”. La modulistica necessaria per inoltrare la domanda di accesso alla sanatoria può essere scaricata sul sito dell’ente www.iacptrapani.com nella sezione Urp alla voce “Modulistica inquilini” oppure può essere ritirata all’Ufficio relazioni con il pubblico, sito al piano terra della sede dell’Iacp. Per ulteriori delucidazioni anche al Comune sarà aperto uno sportello informativo.

Conclusione del progetto Ipeer-sbullo all’.I.C. Lombardo Radice-Pappalardo

CASTELVETRANO – Il giorno 16 maggio nell’Aula Magna del plesso Medi dell’Istituto Comprensivo “Lombardo Radice – Pappalardo” si è concluso il progetto IPEER-sbullo per il contrasto del fenomeno del Bullismo e del Cyberbullismo attraverso la peer education.

Il progetto ha visto l’istituzione scolastica protagonista in quanto inserita nella rete regionale di scuole che intendono promuovere interventi di sensibilizzazione e di incentivazione della comunità studentesca verso i temi della prevenzione ed il contrasto del fenomeno Bullismo e Cyberbullismo.

I 21 alunni della Scuola Secondaria di I grado, formati dai due docenti tutor, la prof.ssa Savaglio e l’Ins. Fiore, hanno portato avanti diverse attività grafico-pittoriche, letterarie, di drammatizzazione e multimediali, le cui finalità sono state quelle di costituire una rete di peer educator nella scuola, che insieme ai loro docenti contribuiranno a migliorare il clima nelle rispettive classi e a costruire relazioni socio-educative efficaci per la promozione del benessere a scuola.

Nella stessa giornata anche le classi V A e V B del PlessoVerga, guidate dalle I.s. Napoli e Ingrasciotta hanno concluso il progetto Cyberkid con performances di storie a fumetti e un video. Con il percorso finalizzato al contrasto al Cyberbullismo gli alunni hanno imparato le regole delle tre R: Rete, Rispetto, Responsabilità, ovvero rimanere nella rete rispettando gli altri e se stessi, agendo responsabilmente; inoltre hanno acquisito una maggior e consapevolezza dei diritti e dei doveri, sia in classe che su Internet.

I discenti tutti entusiasti e motivati hanno dato dimostrazione di grande maturità e responsabilità, sicuri di avere aggiunto un’ulteriore esperienza di crescita educativa e formativa al loro bagaglio culturale.

Al via l’uso del software “Seer” per l’analisi dei dati nei registri tumori siciliani

TRAPANI – Una migliore analisi dei dati epidemiologici sui tumori in provincia di Trapani e nell’intero territorio regionale.

Questo il risultato del corso teorico-pratico su “Utilizzo dei software SEER*Prep e SEER*Stat,” che si è concluso venerdì scorso organizzato dall’Unità operativa Registro Tumori dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani, in collaborazione con AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori).

Durante il corso, che si è tenuto nella sede del Liceo classico Ximenes di Trapani messa a disposizione dal dirigente scolastico Filippo De Vincenzi, sono state affrontate le potenzialità di analisi previste dal software SEER*Stat e le modalità di lettura di archivi esterni, tramite il software SEER*Prep.

Si tratta di programmi, prodotti dal National Cancer Institute statunitense, sviluppati nell’ambito del progetto SEER (Surveillance, Epidemiology and End Results), disponibili gratuitamente e applicabili anche ad altri database di pazienti oncologici.

“Pertanto il loro uso – come ha sottolineato Giuseppa Candela responsabile dell’UOS registro tumori – rappresenta un ulteriore strumento di analisi e di approfondimento della ricerca, in particolare nell’ambito dei Registri Tumori che li utilizzano per produrre statistiche per la valutazione dell’impatto dei tumori a livello di popolazione”.

Il corso è stato condotto da docenti qualificati provenienti dall’Istituto superiore di Sanità, dall’ ISPO di Firenze e dall’INT di Milano.

Particolare attenzione è stata riservata ad argomenti quali sopravvivenza nei pazienti, trend e prevalenza dei tumori. Hanno partecipato medici, biologi, assistenti sanitari e infermieri provenienti da tutta rete siciliana dei registri, che hanno approfondito in maniera interattiva con i docenti gli argomenti affrontati.

“La cooperazione con l’istituto comprensivo Fardella Ximenes rappresenta una forma di collaborazione tra enti che, seppur con finalità diverse, concorrono alla promozione della crescita culturale e professionale ad ampio raggio “, ha ribadito il direttore del dipartimento di Prevenzione dell’ASP Francesco Di Gregorio.

“Il corso – ha aggiunto la Candela – ha rappresentato anche un momento di rafforzamento di contatti tra i professionisti della rete siciliana dei registri tumori e ha stabilito alleanze con i docenti ponendosi come il primo step di un percorso di formazione di cui il nostro registro Tumori si farà promotore nell’ambito della regione”.

All’Arsenale della Marina Regia si presenta il volume “Ricerche per mare la cultura afferente il mare”

PAERMO – Si presenta giorno 30 Maggio 2018 alle ore 16,30 presso l’Arsenale della Marina Regia in via dell’Arsenale, 142 a Palermo il volume “Ricerche per mare la cultura afferente il mare”.

La pubblicazione è a cura di Alessandra De Caro, dirigente della Soprintendenza del mare e di Sebastiano Tusa, Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Dopo il saluto di Sergio Alessandro, Dirigente Generale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e di Stefano Biondo, Soprintendente del Mare, è previsto l’intervento degli autori delle ricerche: Anna Ceffalia, Renata La Grutta, Gabriella Monteleone, Isidoro Passanante, Corrado Pedone. Saranno presenti i curatori.

Il volume offre anche un’ampia panoramica delle vicissitudini storiche legate ad alcune interessanti scoperte effettuate nel corso degli ultimi anni come quella inerente la battaglia di Capo Passero, oggi da definire più propriamente “Battaglia di Avola”. Si tratta di un valido esempio di approccio interdisciplinare dove le notizie di archivio ci aiutano a comprendere le tracce repertali trovate in mare e viceversa.

Con questa ennesima fatica editoriale la Soprintendenza del Mare assolve al dovere di rendere conto alla collettività delle proprie ricerche in un campo particolare come quello delle credenze, miti e religiosità connesse con il mare, ma anche quello delle storie più recenti che, pur non rientrando nel classico dominio dell’archeologia subacquea in senso stretto, attraggono la nostra attenzione e meritano pari dignità di ricerca, tutela e valorizzazione. Ci sono storie, eventi, fatti, che non vanno tenuti nascosti in un cassetto ma al contrario devono essere divulgati per fare conoscere la nostra Storia, le nostre origini, la nostra identità. Ed è solo studiando, ricercando, conoscendo, riscoprendo la nostra memoria che possiamo guardare al futuro.

Il direttore di Partanna Live dice la sua sulle recenti polemiche elettorali

PARTANNA – Non finiscono le polemiche riguardo all’articolo sulle elezioni amministrative di Partanna pubblicato nei giorni scorsi da Partanna Live. Sui contenuti dell’articolo hanno polemizzato i candidati sindaco Nicolò Catania e Anna Maria De Benedetti. Ora è stata diffusa una nota dell’autrice dell’articolo di Partanna Live, Agostina Marchese, direttrice responsabile di Partanna Live.

“Nei paesi a democrazia avanzata l’editore di una testata non influenza, né esercita indebite pressioni sulla struttura redazionale, la cui autonomia è peraltro garantita da norme e contratti. E’ il direttore che impartisce la linea editoriale e tecnico-professionale del lavoro redazionale e adotta le decisioni necessarie per garantire l’autonomia della testata. Oltretutto il sindaco avrebbe potuto esercitare il diritto di replica ma ha preferito diffondere una nota ad altre testate. Agatos Service (ndr. editrice di Partanna Live) non ha mai “dettato” (come Catania velatamente ipotizza), né tantomeno “suggerito” la linea editoriale alla redazione della testata, della cui autonomia si è sempre fatto garante il direttore responsabile. Tanto dovevasi per amore di verità.

Il direttore responsabile di Partanna Live

Agostina Marchese

Pellegrinaggio organizzato dalla Comunità di Fede e Luce gruppo “Nuovo Germoglio”

MAZARA DEL VALLO – Venerdì 25 maggio 2018, in occasione del mese Mariano dedicato ai pellegrinaggi, la comunità di Fede e Luce gruppo “Nuovo Germoglio” di Mazara del Vallo ha partecipato a un pellegrinaggio presso il Santuario Diocesano di San Francesco di Paolo in contrada Santo Padre delle Perriere Marsala.

Il pellegrinaggio è stato organizzato dall’équipe del gruppo e ha coinvolto le varie associazioni, gruppi e movimenti presenti nella Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara. Il tema di quest’anno è stato lo “Spirito Santo” come guida essenziale per essere ancora e sempre dei missionari della gioia.

Dopo la visita del Santuario e dei luoghi di culto i pellegrini hanno partecipato alla Santa Messa che è stata celebrata da don Gaspare Tortorici Rettore del Santuario Diocesano. Durante la sua omelia don Gaspare ha voluto sottolineare le quatto “A” che sono essenziali nelle relazioni tra le persone e in particolare nel matrimonio: Ascoltare, Accogliere, Autonomia e Amore. Solo amalgamando queste parole si riesce a instaurare un rapporto duraturo ben saldo e nel rispetto reciproco.

Un pellegrinaggio molto sentito che ha visto ragazzi, genitori, amici e comunità parrocchiale uniti in preghiera per ringraziare il Signore per il dono della Fede che tramite lo Spirito Santo arriva ai ragazzi e soprattutto per il dono della Luce che da forza alle loro famiglie per combattere l’oscurità del dolore e la croce che giornalmente sono chiamati a portate.