Monthly Archives: Giugno 2019

Tre cambi nelle parrocchie, l’annuncio del vescovo

MAZARA DEL VALLO – Il Vescovo monsignor Domenico Mogavero, nel corso del Consiglio pastorale residenziale, che si è tenuto nei giorni scorsi, presso l’hotel Admeto di Marinella di Selinunte, ha annunciato tre cambi in altrettanti parrocchie di Mazara del Vallo e Santa Ninfa. Don Franco Caruso, attualmente parroco a Cristo Risorto di Santa Ninfa, da settembre verrà trasferito presso la parrocchia Santa Gemma di Mazara del Vallo. L’attuale parroco di Santa Gemma, don Giuseppe Lupo, viene trasferito presso la parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù, sempre a Mazara del Vallo. Don Vincenzo Aloisi, ad oggi parroco a Santa Maria di Gesù, da settembre diventerà, invece, parroco a Santa Ninfa.caruso

lupo

Lettera di appello dell’UdiPalermo al presidente Musumeci a sostegno della intitolazione della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ad Angela Lattanzi

PALERMO – Lettera appello dell’UdiPalermo Onlus al presidente Musumeci a sostegno della intitolazione della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ad Angela Lattanzi. Fra le prime sostenitrici e firmatarie: Simonetta Agnello Hornby, Dacia Maraini, Maria Attanasio, Letizia Battaglia, Evelina Santangelo, Emma Dante, Renata Boero, Roberta Torre, Maria Rosa Cutrufelli, Luisa Muraro, Gabriella Benedini

L’UdiPalermo Onlus, attiva a Palermo dal 1945, è da sempre impegnata a promuovere, sostenere, valorizzare la soggettività delle donne e il loro impegno attivo e concreto a difesa, sostegno e diffusione della cultura, delle arti, dei saperi. L’ iniziativa ha già trovato l’adesione convinta di figure significative del mondo della cultura, della letteratura e delle arti, donne siciliane e/o affezionate alla Sicilia.

Alle firme delle prime sostenitrici si sono unite, in questi primi giorni della raccolta, oltre 150 donne impegnate a vario titolo in ambito culturale e desiderose di dare valore simbolico alla cura femminile dei beni comuni.

 

Giorgio Tirabassi e Miriam Leone a Salina per il Premio Troisi

MESSINA – Giorgio Tirabassi e Miriam Leone saranno i primi ospiti dell’ottava edizione di MareFestival che dall’11 al 14 luglio accoglierà a Salina numerosi artisti per ricordare Massimo Troisi nel venticinquennale dalla scomparsa. Nell’isola de “Il Postino” i due noti attori riceveranno il riconoscimento in ricordo del regista e comico napoletano e saranno protagonisti di interviste in cui racconteranno la carriera dagli esordi fino ai prossimi progetti.

Tirabassi, entrato nelle case e nel cuore degli italiani con la popolare fiction Mediaset Distretto di polizia (una delle serie più lunghe e amate di sempre), è un attore di cinema, teatro e tv tra i più apprezzati; ha esordito nell’82 nella compagnia di Gigi Proietti dove ha lavorato per nove anni. Ha un palmares ricco di pellicole: è stato diretto da tanti registi tra cui Dino Risi, Francesca Archibugi, Ettore Scola, Marco Tullio Giordana, ecc. Consacrato anche in tv con l’interpretazione di Paolo Borsellino nell’omonimo film per Canale 5 nel 2004. Ha da poco debuttato come regista: nei giorni scorsi è uscita nelle sale italiane la commedia Il grande salto, di cui Tirabassi è anche interprete al fianco di Ricky Memphis, Valerio Mastandrea e Marco Giallini. E’ la storia di due piccoli criminali maldestri che immaginano la rapina in grado di cambiare per sempre le loro vite.

Miriam Leone ha raccolto un successo dietro l’altro tra cinema e TV. Catanese, classe 1985, è approdata sul grande schermo con Genitori & figli di Giovanni Veronesi (già Premio Troisi nel 2015), Fratelli unici con Raul Bova e Luca Argentero, In guerra per amore di Pif , Fai bei sogni di Marco Bellocchio, Il testimone invisibile di Stefano Mordini. Tante le fiction che l’hanno vista protagonista tra le quali spicca quella dedicata a Tangentopoli e ideata da Stefano Accorsi, 1992, 1993 e presto in tv 1994, in cui è nei panni dell’ambiguo personaggio di Veronica Castello.

Gli altri ospiti e il programma dettagliato degli eventi saranno illustrati in conferenza stampa giovedì 27 giugno alle ore 19 al Circolo Tennis e Vela di Messina alla presenza del direttore artistico Massimiliano Cavaleri, dell’organizzatrice Patrizia Casale e di alcuni partner della manifestazione (www.marefestivalsalina.it), che è patrocinata dai Comuni di Santa Marina Salina e Malfa e svolta in collaborazione con Albertour, Adige Car Center, Saccne Rete IP, Ortea Palace Luxury Hotel, La Cles, Gentile Group Compagnia della Bellezza, B-Flow, Atelier La Chiccosa, Adriana Xhilone Creazioni, Ford Milauto, Europcar, Rent Bongiorno, Mohd, Darvepost, Duferco, Gioielli Aliotta, Donna Più, Mangiatorella, Alleanza Assicurazioni Ag. Gen. Messina Nord, Pluriservice, Tinarena, Treemedical, Porto Bello, Rapanui, Signum, Ravesi, L’Ariana Borgo di Rinella, Salina Borgo di Mare.

Contraccezione e ricerca scientifica in un corso organizzato dall’Asp di Trapani

TRAPANI – Consolidare la conoscenza sulle metodiche contraccettive con particolare riferimento a pillola e dispositivi intrauterini è uno degli obiettivi del corso: “La contraccezione oggi. Nuove ricerche scientifiche e miti da sfatare” che si è svolto alla Cittadella della Salute, a Trapani.

L’evento, organizzato dai responsabili scientifici Natalino Ferrara, Direttore Area Territoriale del dipartimento Materno Infantile dell’Asp di Trapani, e Maria Daiana Figuccio, Responsabile Consultorio Familiare, ha puntato, tra le altre cose, sulla necessità di attivare una strategia formativa finalizzata alla conoscenza dei bisogni nelle diverse età della donna e dei reali pericoli legati sia al non uso che all’uso della contraccezione in modo da favorire la procreazione responsabile e limitare la diffusione delle malattie sessualmente trasmesse; sfatare miti, tabù e cattive abitudini che i sono state trasmesse nel tempo su questo argomento strettamente legato alla sessualità femminile e maschile.

Docenti del corso accreditato ECM, rivolto 40 Medici Ginecologi e Ostetrici dipendenti dell’A.S.P. di Trapani, sono stati Emilio Arini, già direttore U.O. Ostetricia e Ginecologia Ospedale “S. Chiara” – Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento e Marina Toschi Medico Igienista, già responsabile dei Servizi Consultoriali al Lago Trasimeno – Distretto n. 4 – ASL 1 Umbria.

Incontro con il Commissario straordinario del Libero Consorzio. Raggiunta un’intesa su interventi alla viabilità e all’edilizia scolastica

PARTANNA – Si è tenuto un incontro per discutere delle questioni più urgenti relative alla manutenzione stradale e all’utilizzo degli edifici scolastici e di alcune aree provinciali del territorio di Partanna. Si è svolta, infatti, ieri mattina (20 giugno) la riunione fra il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale (ex Provincia) di Trapani, dottor Raimondo Cerami e il sindaco Nicolò Catania. Alla presenza dell’architetto Antonino Gandolfo, responsabile dell’edilizia scolastica provinciale, dei componenti di Giunta e di alcuni consiglieri comunali, incluso il Presidente del Consesso civico Massimo Cangemi, sono state affrontate alcune tematiche riguardanti la viabilità provinciale e le sedi scolastiche di pertinenza del Libero consorzio. Gli amministratori comunali e il commissario straordinario hanno verificato le condizioni e la disponibilità di spazi dell’edilizia scolastica sul territorio oltre alla prospettiva di razionalizzare l’utilizzo del Tecnico Commerciale e del Liceo dell’Istituto “D’Aguirre – Dante Alighieri”, plessi sui quali il Libero Consorzio ha annunciato di voler effettuare dei nuovi investimenti. Il Commissario straordinario ha inoltre concordato con il primo cittadino degli interventi di manutenzione e discerbatura delle strade provinciali oltre alla pulizia straordinaria dell’area dell’ex baraccopoli nei pressi del teatro di contrada Montagna. Inoltre per la Sp17 che collega Partanna a Menfi, in pessime condizioni e a rischio chiusura, il Comune e il Libero Consorzio invieranno immediatamente una richiesta congiunta alla Regione siciliana per sollecitare un intervento di somma urgenza per il ripristino del tratto stradale. Intesa raggiunta anche per quanto concerne il Palazzetto dello Sport di via Gramsci (annesso all’Istituto Commerciale) all’interno del quale sarà effettuato dal Consorzio in via straordinaria un intervento di manutenzione urgente del parquet. Una volta completati i lavori il Comune si è detto disponibile a gestire l’impianto. “Abbiamo fatto il punto – commenta il sindaco Nicolò Catania – sullo stato della viabilità e degli edifici scolastici provinciali per approntare un programma di manutenzione mirato a risolvere le questioni più critiche riguardanti strade e scuole del territorio. Un incontro molto proficuo che sono certo porterà i suoi esiti positivi a breve”.

Presentato il libro di Cascio “Partanna e la rivoluzione del 1848 nella valle del Belìce

PARTANNA – Si è tenuta ieri, domenica sera 16 giugno a partire dalle ore18.00 presso le Scuderie del Castello Grifeo di Partanna la presentazione del libro “Partanna e la rivoluzione del 1848 nella valle del Belìce – Lotta per il potere tra massari, cappeddi e protomafiosi” scritto dall’ingegnere di Partanna, Stefano Cascio,

Nel corso della presentazione, sono intervenuti il sindaco Nicola Catania, il politico e giornalista, Corradino Mineo, nato e vissuto nell’infanzia a Partanna. L’evento è stato organizzato dal Pam, comune di Partanna, guidato dal prof. Vito Zarzana e dalla Rete museale belicina. Presenti alla manifestazione l’intellighènzia partannese ed alcuni intellettuali e politici di Campobello (fra cui il sindaco) e di Castelvetrano.

Giornata dello Sport 2019. Una festa memorabile per gli alunni dell’IC “Lombardo Radice- Pappalardo”

CASTELVETRANO – Con l’intento di dare conclusione ai numerosi progetti ed attività legate alla promozione della pratica sportiva e dello sport di squadra, nella mattinata del 4 giugno 2019 si è celebrata, presso la palestra del plesso “Pappalardo”, la “Giornata dello Sport”, ormai una collaudata consuetudine, quasi una vera e propria tradizione per la scuola. L’iniziativa ha visto come protagonisti tutti gli alunni dell’Istituto, compresi i piccoli della Scuola dell’Infanzia, nella convinzione che educare gli studenti ai valori dello sport, sensibilizzando gli stessi a principi fondamentali per la convivenza civile, quali il gioco di squadra, la lealtà, il rispetto reciproco e delle regole, abbia un alto valore educativo. La giornata si è aperta con l’esibizione del gruppo Progetto “Dalla parte giusta” con la coreografia di Emilia Mihalova, esperta in percorsi di psicomotricità dove il movimento, la musica e i sensi aiutano ad acquisire senso di identità ed appartenenza, unitamente ai valori dello sport e della cittadinanza attiva. Protagonisti sono stati gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria e gli alunni della Scuola Secondaria di primo grado. E’ stata poi la volta degli alunni delle classi 1^, 2^ e 3^ della Scuola Primaria che hanno partecipato al progetto “BASK ET SCHOOL 2018/19”, curato dall’associazione ASD Basketland di Castelvetrano con la Presidente Filippa Maria Firenze e gli allenatori Guido Bertoglio e Giuseppe Scirè. Il progetto è nato allo scopo di favorire lo sviluppo cognitivo degli alunni ed attivare processi di crescita utili alla prevenzione del disagio giovanile in un’ottica inclusiva. A seguire, si sono esibiti gli alunni delle classi 4^e 5^ della Scuola Primaria con il progetto “SPORT DI CLASSE”, portato avanti, durante il corso dell’anno scolastico, dal tutor sportivo Maria Chiara Parisi. La performance è iniziata con l’inno del fair-play coreografato e cantato da tutti gli alunni, seguito da un riscaldamento eseguito con una base musicale rilassante che ha coinvolto tutto il pubblico presente ed è continuata con l’esibizione delle otto classi coinvolte che si sono avvicendate in percorsi di alfabetizzazione motoria, giochi pre-sportivi tradizionali e staffette, giochi per lo sviluppo delle capacità coordinative e infine attività di Giocosport. Nell’ultima parte della mattinata si sono svolti tornei a squadre di palla rilanciata e pallavolo mista con gli alunni della Scuola Secondaria di 1° grado. Gli alunni delle varie squadre hanno svolto le partite in un gioco corretto all’insegna del divertimento e del fair play, perché le attività motorie e sportive contribuiscono all’apprendimento della capacità di modulare e controllare le proprie emozioni, promuovono il valore del rispetto di regole concordate e condivise e di valori etici alla base della convivenza civile. I docenti coordinatori dei gruppi sportivi Francesco Rubbino ed Enza Filardo, insieme ai docenti di Educazione Fisica Rosa Barresi, Giuseppe Cangemi e Gianni Costanzo, si sono impegnati a trasmettere e a far vivere ai ragazzi i principi di una cultura sportiva portatrice di rispetto per sé e per l’avversario, di lealtà di senso di appartenenza e di responsabilità, di controllo dell’aggressività, di negazione di qualunque forma di violenza.

finale-pallavolo_xGrande la soddisfazione della Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Rosa Barone, che ha voluto ringraziare i giovanissimi atleti di tutti i plessi per l’impegno e il fair play mostrati nello svolgimento delle gare, i docenti coinvolti nell’organizzazione e i genitori che, ancora una volta, hanno appoggiato il progetto, permettendone l’ottima riuscita seguendo con interesse e partecipazione le gesta sportive dei propri figli.

La Dirigente, nel suo discorso conclusivo, ha voluto anche ricordare gli altri progetti sportivi realizzati in quest’anno scolastico a valere sul Fondo Sociale Europeo – PON 2014/2020, quali il progetto “BENE…ESSERE A SCUOLA” di 60 ore rivolto agli alunni delle classi prime e seconde della Scuola Primaria, senza distinzione alcuna, dove l’aspetto centrale, come ampliamento del progetto MIUR “Sport di classe” è stato il gioco nelle sue varie forme e dove sono state svolte attività laboratoriali per la costruzione di originali e divertenti attrezzi sportivi, usati per la realizzazione di giochi motori. Per il progetto sono stati reclutati esperti del settore, il tutor interno la docente Antonina Ingrasciotta e l’esperto esterno dott.ssa Maria Chiara Parisi, chinesiologa specializzata in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate. Un plauso particolare ha voluto dedicare, infine, a tutti i piccoli atleti della Scuola dell’Infanzia che hanno partecipato al progetto PON “Gioco@imparare”- MODULO “UN. DUE. TRE…GIOCA E SALTA INSIEME A ME”, finalizzato allo sviluppo armonioso della personalità dei bambini, che ha permesso ad ognuno di loro di raggiungere competenze ed abilità trasversali a tutti i campi di esperienza. Grazie alla collaborazione fra due docenti interne, Debora Maggio, in qualità di docente tutor, e Francesca Li Vigni, in qualità di docente esperto, i bambini di Scuola dell’Infanzia di entrambi i plessi scolastici dell’istituto sono stati coinvolti in un percorso didattico-educativo avvincente e divertente che ha confermato l’attenzione riservata dall’Istituto alla continuità e verticalità fra ordini di scuola, in cui i protagonisti sono i valori più alti del vivere civile e l’amore per lo sport, inteso come attività formativa imprescindibile.

Accoglienza nei Pronto Soccorso, firmata convenzione Asp Trapani – Croce Rossa Italiana

CASTELVETRANO – I Pronto Soccorso degli ospedali di Trapani, Marsala e Castelvetrano a partire da oggi, 15 giugno, saranno dotati di un servizio di accoglienza per i cittadini finalizzato a migliorare la fruizione dell’assistenza sanitaria.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito di un Protocollo d’intesa sottoscritto a livello regionale tra l’Assessore della Salute, Ruggero Razza, e la Croce Rossa Italiana per la gestione del sovraffollamento dei Pronto Soccorso attraverso precise azioni di prevenzione, misurazione e monitoraggio del fenomeno realizzate dalle Asp territoriali.

In particolare, è stata firmata una convenzione di durata biennale tra l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani e il Comitato Regionale Sicilia della CRI, per l’attivazione di un servizio finalizzato all’accoglienza di pazienti e familiari svolto da una squadra di volontari con una copertura giornaliera dalle 10 alle 22.

Il personale è munito di divisa e tesserino di riconoscimento, e di una spilla che identifica il progetto con il logo dell’Assessorato regionale della Salute.

L’attività di accoglienza punta a facilitare l’accesso dei codici rosa (violenza di genere), e casi di violenza su minori; fornire informazioni relative ai codici assegnati anche con il supporto di audiovisivi tradotti in più lingue; prestare accoglienza privilegiata a bambini o adolescenti nel rispetto del principio di umanizzazione della presa in carico del paziente; informare i pazienti sulle cause di eventuali prolungamenti dell’attesa con attenzione particolare alle persone che sostano più a lungo.

“La dimensione umana e il rispetto per la sua dignità sono condizioni prioritarie nella presa in carico del paziente – ha detto il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani – Gli operatori della Croce Rossa sapranno gestire il servizio con professionalità e umanità. L’accoglienza nei Pronto Soccorso di Trapani, Marsala e Castelvetrano contribuirà, tra le altre cose, anche a prevenire episodi di degenerazioni violente che con sempre maggiore frequenza si verificano nei presidi sanitari”.

Studenti trapanesi regalano quadri ai reparti dell’ospedale

TRAPANI – La natura, la religione, la conoscenza, l’amicizia, il dono della vita, sono alcuni fra i temi cui si ispirano i quadri realizzati dagli studenti degli Istituti comprensivi “Giovanni XXIII” di Paceco; “G. Caccio Montalto”,” Nunzio Nasi” e “Bassi Catalano” di Trapani; dai Licei: artistico “Michelangelo Buonarroti” e scientifico “Vincenzo Fardella” di Trapani, sul tema ‘Bandiere di Vita: Il valore dell’essere’ e donati all’ospedale S. Antonio Abate di Trapani.

Le opere, disposte nei reparti del presidio ospedaliero, sono state realizzate sotto la guida del personale docente dei vari Istituti e sono il frutto di un progetto ideato e fortemente sostenuto da Giuseppe Pantaleo, pediatra nella struttura ospedaliera trapanese e Past President del Kiwanis Club Elimo Paceco, con la finalità di alleviare la sofferenza dei pazienti e dei loro familiari attraverso la visione di opere d’arte che raffigurano immagini riprese dal mondo della natura con i suoi colori rasserenanti.

Le tele risentono anche dell’influenza artistica di Antonio Presti, mecenate della Fondazione Fiumara d’arte.

Alla cerimonia di consegna delle opere hanno partecipato il direttore sanitario del Presidio Ospedaliero S. Antonio Abate di Trapani, Maria Concetta Martorana, il presidente del Kiwanis Club Elimo Paceco, Franco Sciacca, ed il segretario del Kiwanis Club Trapani Saturno, Adolfo Di Salvo.

Apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dal direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani, che ha manifestato l’intenzione di istituire un Concorso di idee tra Istituti d’arte e Licei artistici della provincia trapanese per dare vita ad un progetto pilota finalizzato alla decorazione di tutti i reparti dell’ospedale S. Antonio Abate.