Monthly Archives: Luglio 2019

Presso il G55 visita ufficiale dell’ESA (European Spacy Agency)

PARTANNA – Lunedì 29 luglio, presso il G55 coworking e fablab del comune di Partanna, visita ufficiale dell’ESA (European Spacy Agency), nella persona del dott. Giampiero Di Girolamo, SSA DATA CENTER MANAGER. Si è valutato di proporre un accordo al dipartimento ESA Education, per l’eventuale apertura di un laboratorio all’interno del G55.

Si tratta di un percorso formativo specifico e prestigioso, che darebbe opportunità uniche ai giovani del territorio. Consapevole dell’importanza del progetto, il sindaco Nicolò Catania ha ricevuto nei suoi uffici il dott. Di Girolamo, al quale ha donato il grest del comune.

A presenziare durante la visita presso il G55, l’assessore allo sviluppo economico e alle innovazioni tecnologiche, Antonino Zinnanti, che ha presentato Di Girolamo agli attuali stagisti del G55, provenienti da Mazara e da Trapani e che l’ha accompagnato durante la visita della struttura, dei laboratori di informatica, di stampa 3D, di Arduino e del Coderdojo.

La danza è di scena a San Giuseppe Jato: il 2 agosto 12° saggio della New Step by Step

SAN GIUSEPPE JATO – Venerdì 2 agosto a partire dalle ore 20:30 in piazza Falcone e Borsellino a San Giuseppe Jato, si terrà il 12° saggio della scuola di danza “New Step by step” di Angela Pernice. Sul palcoscenico gli allievi della scuola di danza si esibiranno in numerose coreografie e daranno prova del loro talento, della preparazione tecnica e dei risultati raggiunti. Sarà l’epilogo di un anno di lavoro, di impegni e sforzi per docenti e allievi ma anche un momento di crescita e motivo di orgoglio per tutti. La serata, che sarà presentata dalla giornalista Anna Cane, avrà la direzione artistica della maestra Angela Pernice e la direzione tecnica di Giovanni Cassarà. La ricercatezza dei costumi, la creatività nei balletti, la capacità interpretativa degli allievi faranno della serata un evento unico ed imperdibile.

 

Ingresso gratuito

Venerdì 2 agosto appuntamento con “Sulle tracce dello Zoppo di Gangi”

CARINI – Venerdì 2 agosto 2019 alle ore 21,30 “Sulle tracce dello Zoppo di Gangi”, appuntamento a Piazza Duomo – Carini, con il patrocinio della Regione Siciliana. Dopo l’introduzione di mons. Vincenzo Ambrogio, Arciprete di Carini, di Giuseppe Monteleone, Sindaco di Carini, e di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia, inizierà il suggestivo itinerario alla scoperta di uno degli artisti più amati ed apprezzati della tarda maniera siciliana: Gaspare Bazzano o Vazzano, vulgo dicto “lu Zoppo di Gangi”. Carini ha la fortuna di custodire alcune delle opere più rappresentative che l’artista ha realizzato per i suoi committenti locali. La visita, guidata dallo storico dell’arte Giuseppe Randazzo, mostrerà la produzione artistica del pittore gangitano, legata al territorio, che abbraccia un arco di tempo di circa un ventennio della sua vita, dal 1598 al 1618, come confermato da ritrovamenti d’archivio. Devozione e arte si fondono e segnano, attraverso la realizzazione di opere, la vita religiosa, la trama urbana e l’identità paesaggistica di un paese.

A Selinunte si rinnova la raccolta del “Grano degli dei”. Giovedì 1 agosto visitatori potranno assistere a trebbiatura

SELINUNTE – Giovedì 1 agosto, a partire dalle ore 9:30, si rinnova   per il quinto anno la raccolta del grano coltivato all’interno del Parco archeologico di Selinunte con il quale saranno prodotti pasta, cous cous e altri prodotti cerealicoli con il logo del Parco e del Consorzio “Gian Pietro Ballatore”, l’organismo che fa capo all’assessorato regionale all’Agricoltura. Quest’ultimo ha lavorato alla semina e alla raccolta dei cerali e dei legumi (lenticchie e ceci) in 10 dei 270 ettari del parco archeologico, puntando in particolare sui grani antichi con le varietà Perciasacchi, Bidì, Tumminia e Hammurabi. Al “rito” della trebbiatura, che sarà illustrato con una prolusione tematica dall’etnoantropologo Antonino Frenda, potranno assistere i visitatori del Parco, partecipando così a un evento unico che si ricollega alla storia della città di Selinunte caratterizzata da un contesto sociale in cui furono i rappresentanti della aristocrazia terriera a porsi alla testa della polis e di un mondo dedito all’artigianato e al commercio.

“Si tratta di un passo ulteriore verso l’apertura del Parco archeologico a nuove iniziative finalizzate alla sua piena fruizione – sottolinea il neodirettore del Parco archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria Bernardo Agrò -. Dopo i Cantieri della conoscenza, che nei giorni scorsi hanno consentito ai visitatori di rendersi conto direttamente dei risultati ottenuti dalla ultima missione di scavi condotta dalla New York University e dalla Statale di Milano, adesso è la volta dei Cantieri del gusto, con i grani antichi e i legumi coltivati dal Consorzio Ballatore o il vino prodotto dal vigneto impiantato all’interno del Parco dalla cantina Settesoli in collaborazione con la Strada del   vino Terre Sicane”.

“Quest’anno nonostante l’andamento climatico non favorevole – osserva Dino Messina del consorzio Ballatore – siamo riusciti a seminare in tempo utile e ci aspettiamo di avere delle buone produzioni dal punto di vista quantitativo e anche sotto il profilo qualitativo”.

 

Incidente sul lavoro a Trapani. Grave un operaio edile

TRAPANI – “L’ennesimo incidente sul lavoro a Trapani dimostra come le misure di sicurezza nei luoghi di lavoro, la prevenzione degli incidenti e i controlli nei cantieri siano ancora oggi insufficienti”.

Lo afferma il segretario generale Feneal Uil Trapani Giuseppe Tumbarello in seguito a un incidente sul lavoro stamattina avvenuto in città, che ha visto coinvolto un operaio edile caduto dal tetto della chiesa di San Giuseppe in Carmimello, attualmente in gravi condizioni. Ci auguriamo – afferma – che le condizioni del lavoratore possano migliorare al più presto. La Uil sostiene da sempre la necessità che tutti gli attori della prevenzione collaborino in maniera proficua per una corretta applicazione delle norme sulla salute e sicurezza sul lavoro. Il sindacato ha chiesto con diverse manifestazioni a livello nazionale e regionale che il Governo individui una strategia che possa permettere di creare una rete che impegni istituzioni, organi di vigilanza, datori di lavoro, rappresentanti dei lavoratori e lavoratori, affinché le prescrizioni normative non rimangano astratte, ma vengano tradotte in buone pratiche. Non c’è più tempo da perdere”.

 

“Petrosino Estate 2019”, stasera in piazza Biscione il “Summer Song”

PETROSINO – Sarà ancora la musica protagonista stasera (30 luglio) in piazza Biscione nell’ambito di “Petrosino Estate 2019”. A partire dalle ore 21 si svolgerà il “Summer Song”, iniziativa a cura dell’associazione culturale “Art News”. Sul palco si esibiranno gli allievi dell’Academy of Music di Marsala, scuola di canto nata nel 2015 da un’idea di Gaspare Sammartano.

Non si svolgerà, invece, il “Festival du Gnocculo” fissato il 2 agosto. L’associazione Original Nep (organizzatrice della manifestazione) ha comunicato che per motivi tecnici e organizzativi l’iniziativa è stata annullata.

I piccoli attori del Csr-Aias girano il cortometraggio “Non tutte le favole sono un gioco”. Domani proiezione pubblica al Csr-Aias.

MAZARA DEL VALLO – Si chiama “Io ti vedo, io ti sento” il progetto teatrale realizzato dal Csr-Aias di Mazara del Vallo che, a partire da ottobre, ha coinvolto 25 bimbi e ragazzi che frequentano il centro di riabilitazione. Il momento conclusivo del progetto è la realizzazione del cortometraggio “Non tutte le favole sono un gioco” che verrà proiettato al pubblico domani, mercoledì 31 luglio, alle 21, al Csr-Aias di Mazara del Vallo (S.P. 25 Contrada Altavilla/Malpasso), alla presenza degli Assistiti, dei familiari, degli operatori del centro di riabilitazione, di tutti i cittadini che lo vorranno. Saranno presenti anche il Presidente del Consorzio Siciliano di Riabilitazione, Sergio Lo Trovato, il Direttore generale, Francesco Lo Trovato, e il sindaco della Città di Mazara del Vallo Salvatore Quinci.

A guidare gli Assistiti del Csr-Aias lungo questo percorso è stato Piero Indelicato, regista, attore di vasta esperienza molto impegnato sui temi della legalità e dell’antimafia, che ha deciso di dedicare la propria vita al teatro dopo essere stato costretto a chiudere la propria azienda agricola a causa dell’usura e delle minacce ricevute.

Per la prima volta Indelicato, con l’ausilio degli operatori dell’intera équipe riabilitativa del Csr-Aias di Mazara, ha avuto la possibilità di lavorare al fianco di attori speciali, coinvolti in un progetto fortemente voluto dal Csr-Aias come momento di crescita e inclusione sociale. La più piccola ha 5 anni, il più grande 24, gli Assistiti del Centro di riabilitazione hanno frequentato il corso di teatro durante lezioni da due ore, due volte a settimana. “Durante le lezioni hanno appreso dizione, tecniche di recitazione, conoscenza del palcoscenico, spesso con ottimi risultati – racconta Indelicato – ma soprattutto per molti di loro è stato entusiasmante lavorare in gruppo, stare con i propri pari, fare squadra”. Fondamentale anche l’ausilio dei genitori, coinvolti in tutte le fasi del corso di teatro, fino alla realizzazione dei costumi per il cortometraggio.

Il momento conclusivo del progetto teatrale è appunto la realizzazione del corto “Non tutte le favole sono un gioco”, che ha visto impegnati i piccoli attori e attrici in giro per la città. Il corto, ispirato alla favola di Peter Pan, è stato girato infatti a casa di uno dei bimbi del Csr-Aias, su una barca a vela alla Lega Navale di Mazara e in un boschetto.

Durante la serata di domani verranno organizzati anche giochi e intrattenimenti per bambini a cura de Lisola Onlus e sarà allestita la mostra-mercato dei lavori artigianali realizzati dai ragazzi dei Centri Csr-Aias di Alcamo, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco e Salemi.

Punto nascita Abele Ajello, rinviata al 16 agosto ipotesi sospensione

MAZARA DEL VALLO – “La direzione generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani ha posticipato al 16 agosto la scadenza per l’eventuale temporanea sospensione dell’attività del punto nascita dell’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo e il conseguente accorpamento con l’ospedale di Castelvetrano. Nel tentativo di trovare una soluzione al disagio della cittadinanza, infatti, si è deciso di tentare una soluzione condivisa con i sindaci delle province interessate, ricorrendo alla possibilità, tramite una convenzione con altre Aziende ospedaliere, di ricevere specifiche professionalità per superare l’attuale emergenza”. Lo ha detto il direttore generale dell’Asp di Trapani, Fabio Damiani, al termine di una riunione con i dirigenti medici dei presidi aziendali.

Damiani ha sottolineato la precisa volontà di operare con l’unico obiettivo di tutelare le pazienti e garantire la massima efficienza dei servizi in un momento critico dato dalla carenza di pediatri e nell’attesa che venga espletato il relativo concorso le cui procedure amministrative sono in corso.

“Il provvedimento di accorpamento del servizio di pediatria che sarà adottato se nelle more non si coprirà l’organico, nasce dalla precisa richiesta della dirigenza medica che al momento è in forte sofferenza di organico e non può garantire turni e servizi – ha spiegato Damiani – in questo caso, tutti i nati a Castelvetrano, del bacino di Mazara, sarebbero comunque computati su Mazara del Vallo che non risentirebbe di alcuna penalizzazione relativamente al raggiungimento del parametro stabilito dei 500 parti”.

TENNIS – Omar Giacalone è il vincitore della terza edizione del Torneo Open Maschile

MARSALA – Concluso il Torneo Nazionale Open di Tennis, organizzato per il terzo anno consecutivo dalla Società Canottieri Marsala. Vittoria di Omar Giacalone, del CT Palermo, con il punteggio di 61 64, che ci ha regalato bellissime emozioni durante l’incontro finale che domenica pomeriggio (28 luglio) si è svolto presso i campi della Società Canottieri contro Giorgio Tabacco, del Vela Messina.

Omar Giacalone è un tennista professionista dal 2010 e ha raggiunto nel ranking mondiale ATP la posizione 327 in singolo e la 325 in doppio; vincitore di tre titoli ITF in singolo e di 13 titoli di doppio. Nella sua carriera ha battuto giocatori Top 100 del calibro di Popiryn, Brands, Gimeno Traver, Vanni, Munoz del La Nava. E’ riuscito negli Internazionali d’Italia di Roma 2016 a superare il durissimo test della prequalificazioni accedendo al ristrettissimo tabellone delle qualificazioni. Da Under ha raggiunto la posizione 32 del ranking europeo. E’ stato anche campione italiano Under 12 a squadre e campione siciliano U14 a livello individuale.

Oltre 500 spettatori hanno assistito alla finale del torneo, che quest’anno ha registrato un successo senza precedenti: tanti sponsor privati hanno creduto in questo progetto, 65 tennisti professionisti hanno partecipato, di cui ben 25 con classifica di seconda categoria, un montepremi importante di ben 8mila euro e un’organizzazione efficiente grazie all’impegno del direttore del torneo Francesco Pulizzi, del direttore di gara Marcello Franchino, del presidente della Società Canottieri Marsala Tommaso Angileri, dei giudici arbitri Massimiliano Ditta e Antonio Palumbo, e di tutto lo staff organizzativo.

Il Torneo Open, valido come prova del circuito Sicilia della Federazione Italiana Tennis, si è svolto dal 14 al 28 luglio e ha richiamato l’attenzione di tantissimi appassionati di tennis, che per l’occasione hanno potuto assistere dal vivo agli incontri: la Società Canottieri Marsala, infatti, per l’occasione ha aperto le sue porte a tutta la cittadinanza. Un successo anche sui social: la pagina Facebook “Società Canottieri Marsala – Pagina Istituzionale” è stata un punto riferimento sia per gli addetti ai lavori sia per gli utenti che hanno potuto seguire in diretta l’andamento del torneo, con aggiornamenti giornalieri su orari e tabelloni di gioco. Il torneo è stato seguito con particolare attenzione anche dalla Federazione Italiana Tennis-Comitato Regionale Sicilia, che ha dedicato al torneo un articolo in prima pagina sul suo sito ufficiale.

Si chiude l’undicesima edizione di Stragusto. Grande partecipazione ed entusiasmo per un festival che mira a valorizzare le tradizioni e le culture dello street food

TRAPANI – Il cibo da strada da sempre appartiene alla cultura e alle radici di un popolo, è memoria ma anche cambiamento ed evoluzione, è incontro, scambio, vivacità e convivialità. Ed è con questo spirito che da undici anni si svolge nella splendida Piazza ex Mercato del Pesce, nel cuore di Trapani, il Festival Stragusto, che unisce il cibo da strada regionale e internazionale per offrire ai tanti turisti e visitatori un’esperienza unica, in un contesto dove la diversità diviene ricchezza.

Anche quest’anno Stragusto è stato un successo, e lo dimostra la grande partecipazione, lo street food consumato e le recensioni entusiaste di turisti ed autoctoni. Ogni giorno, da mercoledì sino a domenica, in migliaia hanno varcato la soglia dell’Antico Mercato del Pesce trapanese, per gustare specialità pugliesi, fiorentine, catanesi, trapanesi, tunisine, palermitane, dei Nebrodi ecc.

Sono stati infatti circa 20 i produttori di cibo da strada che hanno partecipato alla manifestazione proponendo diverse pietanze e specialità tradizionali. Anche quest’anno grande successo ha riscosso wine tasting sulle mura di Tramontana, dove ogni giorno, i partecipanti hanno potuto apprezzare le migliori etichette del territorio scegliendo fra 12 aziende vinicole e godendo di tramonti mozzafiato.

Diffondere la cultura e le tradizioni dello street food, con un’immancabile attenzione alla qualità, alla tradizione e all’innovazione è stato l’obiettivo dell’iniziativa “Stragusto & Friends”, che in occasione dell’undicesima edizione di Stragusto, ha coinvolto i ristoranti del territorio. Durante la settimana dell’evento, gli 11 locali aderenti hanno inserito nel proprio menu un piatto del “cibo di strada” siciliano denominandolo con il termine “Stragusto”. Inoltre da quest’anno l’evento è stato ancora più eco-sostenibile, con un maggior utilizzo di materiale biodegradabile e l’istallazione – in collaborazione con il Comune di Trapani e con la sezione locale della FIAB – di rastrelliere nei pressi dell’evento a sostegno della mobilità sostenibile in bicicletta.

Si conferma un successo la manifestazione realizzata da Trapani Welcome e Ps Advert in collaborazione con la “Pro Loco Trapani Centro” e con il patrocinio del Comune di Trapani. Un successo indubbiamente condiviso con i tanti produttori di cibo da strada, i collaboratori e i partecipanti e in generale tutti i coloro che da anni sostengono con entusiasmo l’evento e apprezzano il cibo da strada, un’eredità culturale da tutelare e valorizzare.