Monthly Archives: Luglio 2019

Kick Boxing:10 atleti del Maestro Cesare Belluardo faranno parte della Nazionale WTKA

TRAPANI – E’ stata ufficializzata la Nazionale Italiana WTKA per l’anno sportivo 2019/2020, dopo le finali dei Campionati Italiani 2019 svoltisi a Rimini. Per la Sicilia coordinata dal Responsabile Regionale Maestro Cesare Belluardo (cintura nera 7°dan) è un grande successo in termini di atleti selezionati, poiché sono ben quarantacinque i siciliani (su un totale di 104 atleti di tutte le regioni della penisola) che indosseranno le divise della nazionale per rappresentare l’Italia ai prossimi Campionati Mondiali Unificati, a cui hanno aderito (ad oggi) quasi 50 Federazioni Internazionali dai cinque continenti. Per la città di Trapani una doppia soddisfazione poiché l’ASD Team Sicilia, diretta dallo stesso Cesare Belluardo, ha avuto selezionati ben dieci atleti. Si confermano “Azzurri” di Kick Boxing i fratelli Davide ed Alessio Belluardo (figli del Maestro trapanese) insieme a Noemi Romano, Roberta Sferlazza, Irene e Christian Marchese. Davide e Noemi sono alla loro quarta esperienza come nazionali, per la terza volta convocato Alessio e per la seconda Roberta, Christian ed infine Irene che è la più giovane con i suoi tredici anni. Insieme a loro, per la prima volta in Nazionale i fratelli Manuel ed Alessandro Blunda, Ivan Trapani ed Alessia Gallo.

Una grande novità di questa stagione sono gli azzurri del Team Belluardo per il “pieno contatto” su ring, poiché sono ben quattro gli atleti qualificati in tali discipline Noemi, Christian ed i fratelli Blunda.

C’è anche da dire che i sei Nazionali riconfermati per la nuova stagione sono attualmente campioni mondiali in carica, avendo vinto ai Mondiali Unificati 2018 a cui hanno partecipato 5000 atleti, 107 nazioni e 36 Federazioni Internazionali.

Dichiara il Maestro Belluardo:”tutti gli oltre cento atleti della Nazionale Italiana si riuniranno per un collegiale a loro riservato a Napoli, nel mese di Settembre, dove riceveranno l’investitura ufficiale, il diploma e la prestigiosa divisa della Nazionale. Il tutto avverrà con la splendida cornice della Manifestazione denominata ‘Festival D’Oriente’, dove le Arti Marziali sono uno dei principali temi che verranno trattati con varie esibizioni e dimostrazioni. Sono orgoglioso nel dire che oltre un atleta su tre è un siciliano ed ancora che, da padre e contemporaneamente maestro, avere entrambi i propri figli con la maglia azzurra è qualcosa che auguro ad ogni insegnante”.

Seduta di consiglio comunale per il 30 luglio

PARTANNA – E’ convocato il consiglio comunale, in seduta ordinaria, per le ore 10,30 del giorno  30/07/2019 presso i locali dell’aula consiliare di Via del Popolo per la trattazione degli affari di cui al seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. Lettura e approvazione verbali sedute precedenti previa nomina scrutatori
  2. Comunicazioni
  3. Interrogazioni con carattere d’urgenza
  4. Verifica e salvaguardia equilibri di bilancio triennio 2019/20121 ai sensi dell’art. 193 t.u.e.l. e adozione dei provvedimenti consequenziali, assestamento del bilancio di previsione triennio 2019/2021
  5. Riconoscimento debiti fuori bilancio ANAS s.p.a. vari oggetti. Anni 2003 al 2012
  6. Intervento di servizi o di disinfestazione e derattizzazione del centro abitato. Ordinanza Sindacale n. 32 del 30.05.2018. Riconoscimento della legittimità e della regolarità della procedura ed approvazione della spesa
  7. Mozione a favore dell’adesione del Comune di Partanna a SIBaTER Progetto di supporto istituzionale per “Banca delle Terre”

Liberato il Motopesca mazarese “Tramontana”

MAZARA DEL VALLO – Il motopesca mazarese “Tramontana” fermato il 23 luglio da una motovedetta libica e trasferito nel porto di Misurata è stato liberato ieri sera (24 luglio) e sta lasciando la Libia. Grande soddisfazione per l’esito della vicenda, che ha tenuto in apprensione la comunità siciliana ed in particolare quella di Mazara del Vallo, è espressa dal presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino, che è stato in costante contatto con le autorità Diplomatiche italiane e con l’armatore Pipitone, e che nell’annunciare il rilascio del peschereccio “Tramontana” (con sette membri di equipaggio), dichiara: “un grande plauso va all’attività incessante messa in campo dalla Farnesina e dalle Autorità Militari e Civili impegnate nella soluzione della vicenda”.

“In queste ultime 24 ore – sottolinea Carlino – sono stato in contatto con le massime Autorità Diplomatiche, con il Sindaco di Mazara del Vallo, il dott. Salvatore Quinci, e con gli Assessori Regionali Edy Bandiera e Mimmo Turano e con i rappresentanti delle Forze militari. Infine sottolineo come il tempestivo intervento della Marina Militare Italiana questo pomeriggio abbia scongiurato un altro sequestro di un peschereccio mazarese nello stesso areale, pertanto va un ulteriore ringraziamento alla Marina Militare Italiano e all’azione diplomatica messa in campo dal Ministero Affari Esteri”.

 

Tutto pronto per Onda Festival, il festival della musica “Made in Sicily”

VALDERICE – Dal 26 al 28 luglio, nella località balneare di Lido Valderice concerti e show case gratuiti: è il programma di Onda Festival, giunto alla sua seconda edizione. La tre giorni musicale “Made in Sicily” a 360 gradi, dopo il successo dell’anno scorso, racconterà il mondo che ruota intorno alle eccellenze musicali siciliane” così dichiara Rino Marchese, ideatore e direttore artistico del Festival.

«L’Amministrazione Comunale di Valderice è orgogliosa di ospitare Onda Festival. Un Festival che, oltre a rendere Lido Valderice un luogo attrattivo per i giovani riesce ad intrecciare la bellezza della musica a quella della cultura della nostra Sicilia.

Lido Valderice sarà il palcoscenico naturale. Un evento che scommette nella potenza e nella magia della musica come occasione trainante di crescita per il nostro territorio, ampliando l’offerta culturale e turistica», così dichiara il sindaco di Valderice, Francesco Stabile.

Onda Festival 2019: gli ospiti

Venerdì 26 luglio, alle ore 21.00, i Qbeta daranno il via alla manifestazione.

Amano definirsi un caos polimorfo, un calderone di influenze musicali fra le più varie. Hanno radici forti e profonde, quelle della Sicilia, su cui costruiscono la loro “visione” di una contaminazione senza limiti che è musica ma non solo: è cultura, è politica, è arte. Ad accoglierli sono ora lo ska, ora il funky, gli echi del pop di qualità degli anni ’80, e poi le sonorità afro, quelle dell’Est Europa.

Dalle ore 23.00 sarà ospite sul palco di Onda Festival Dj Delta. Live performer, party rocker, producer. Oltre vent’anni d’esperienza, una profonda conoscenza musicale unita a stile e tecnica. Campione Italiano e finalista mondiale del Red Bull Thre3style2016, la più spettacolare competizione fra DJs al mondo che ogni anno raduna i migliori performers di tutte le nazioni.

Per la seconda serata, di sabato 27 luglio, gli ospiti musicali saranno i Matrimia: dalle ore 22.00 si esibiranno tra le note del mix straordinario e trascinante delle melodie balcaniche, arabe, ebraiche con influenze della chanson francaise, del jazz maouche, della musica mediterranea, del reggae e del pop rock.

Il nome Matrimia (in italiano Mamma Mia) è un espressione molto usata in Sicilia che richiama qualcosa di emozionante e che lascia increduli, proprio come i loro concerti.

Si continua alle 23.00 con il concerto di Jaka, l’ambasciatore siciliano del reggae nel mondo, una straordinaria e coinvolgente carica live. Negli anni si è esibito in tutti i più importanti festival nazionali fino ad arrivare a prestigiosi palchi di tutto il mondo. Per l’occasione sarà presentato “Principessa siciliana” è il nuovo singolo e videoclip dell’artista tratto dall’ ultimo album “Il suono dell’isola”, un gioioso omaggio alla complessità delle donne, viste nella loro bellezza, intelligenza e capacità di affrontare il mondo.

L’ultima serata, quella di domenica 28 luglio, alle ore 21.00, vedrà sul palco, Luca Madonia. Catanese dall’aplomb inglese, esile ed elegante nell’aspetto ma con una voce possente, intensa e vibrante. Dagli anni 80 con i Denovo, al Sanremo con Franco Battiato. Luca Madonia entra nella scena musicale con il new wave inglese della fine degli anni settanta. Un mix tra lettura melodica e mediterranea delle influenze pop rock anglosassoni. Nel 1990 per Luca Madonia si apre la carriera da solista. La critica lo indica come uno dei cantautori più promettenti del pop italiano.

Domenica 28 Luglio, dalle ore 23.00, gran finale con Mario Incudine. È uno dei più rappresentativi della world music italiana, vanta collaborazioni con importanti artisti. Compositore, canzoniere e grande interprete della Sicilia e del canovaccio eterno dell’amore.

Tutto questo è “Onda Festival”, dal 26 al 28 luglio sotto le stelle di Lido Valderice.

L’ ideazione e la direzione artistica del Festival è del musicista e produttore siciliano Rino Marchese.

L’evento è organizzato dal Comune di Valderice e dall’Associazione Musicale Rinoscky Music, con il patrocinio dell’ARS – Assemblea Regionale Siciliana e il supporto di aziende.

“la 5° edizione della festa del pane e della pasta tornerà nel 2020”, ma ci sarà “semplicemente meraviglioso “.

MAZARA DEL VALLO – La 5^ edizione della “Festa del pane e della pasta e del premio Sulana d’oro” quest’anno non si effettuerà per problemi tecnici e di tempistica.

Considerata l’importanza socio-culturale che la manifestazione ha acquisito negli anni e la valenza enogastronomica raggiunta. Premesso che questo grande evento ha bisogno di essere programmato nel tempo e non va improvvisato, si è deciso, dopo una serie di importanti riflessioni e valutazioni, di posticipare la 5^ edizione al 2020, valutando tra l’altro l’ipotesi di spostarla nel cuore della città di Mazara del Vallo.

La cittadinanza comunque può partecipare ad uno degli eventi più attesi dell’estate mazarese che si svolgerà nell’incantevole piazza Mokarta giorno 11 agosto per lo spettacolo: “SEMPLICEMENTE MERAVIGLIOSO”, con grandi ospiti di eccezione nel mondo del cabaret come Giuseppe Castiglia, il maestro Gianni Nanfa e l’imitatore del molleggiato Alessandro Gandolfo. L’evento sarà presentato, direttamente dalla trasmissione MERAVIGLIOSO, dal conduttore Salvo La Rosa.

La serata sarà aperta dalla voce di Roberta Lo Porto.

Coreografie entusiasmanti con coriandoli, bandierine e tante altre sorprese faranno da corollario ad una serata che si preannuncia eccezionale.

 

Chiude il Premio Saturno-Tuna Fish Fest

CUSTONACI – Con la proclamazione del vincitore del primo “Gran Premio Internazionale del Tonno Rosso”, sfida gastronomica tra chef di sei Paesi, si è concluso domenica scorsa (21 luglio), a Cornino, il “Premio Saturno-Tuna Fish Fest”, promosso con il patrocinio del Comune di Custonaci, del Dipartimento Pesca Mediterranea Regione Sicilia e del Flag Trapanese. A trionfare è stato il rumeno Paul Siserman, classe 1976, con un palmares alle spalle che lo rendono uno degli chef più quotati del paese transilvano: 3 trofei internazionali, 23 medaglie d’oro, executive chef e patron del Ronin-Suchi a Cluj-Napoca. E’ stato lui il più votato dalle giurie, composte da giornalisti, esperti di cucina, docenti e chef che si sono alternati nelle quattro giornate di gara. Siserman è stato premiato con un’opera in corallo rosso, con dei tonni stilizzati in argento, realizzata dal maestro corallaro Platimiro Fiorenza ed intitolata “Rosso…una grande storia d’amore”. Madrina del Gran Premio è stata la showgirl Anna Falchi che con la sua simpatia e bellezza ha fatto tante “incursioni” a Casa Giuffrè scoprendo curiosità e materie prime dei vari cooking che si alternavano. Poi, in giro per il village in un’infinita sfilza di selfie per la gioia dei tanti fans. Seconda classificata, l’Italia che ha gareggiato “a squadra”; ogni giorno uno chef diverso. Ad iniziare è stato il marsalese Emanuele Russo de “Le Lumie”, poi la romagnola medaglia di bronzo all’IKA/Olymipade der Kooche, la più grande competizione al mondo di chef, Albarosa Zoffoli. Il terzo giorno il palermitano Francesco Lelio ed infine il sanvitese Peppe Buffa de “Al Ritrovo” che è sceso in gara l’ultima sera ritirando poi sul palco un meraviglioso piatto decorato a mano offerto da El Jamal. Terza la Tunisia, con Hajer Aissi chef dello storico locale trapanese “La Cantina Siciliana”, che ha ricevuto una tela dipinta a mano dell’artista russa Marina Multseva. In gara, c’erano anche il Marocco, rappresentato da Nour El Houda Daqoune, gli Stati Uniti, con lo chef italo-americano Andrea Venturella e la Spagna con la catalana Laia Cos Segura. A loro è stato consegnato un attestato di partecipazione. Domenica sera, tutti sul palco per i ringraziamenti finali con il maestro cuciniere Peppe Giuffrè, direttore artistico del Gran Premio, e l’Accademia Sicilia vero e proprio “motore” di Casa Giuffrè. Nella tensostruttura poi, i cooking show del Flag Trapanese, che ha promosso il Marchio “MARE NOSTRO”, e del Dipartimento Pesca Mediterranea che è intervenuta per proporre la rivisitazione della cucina locale nei classici piatti trapanesi con l’ingrediente principe, il Tonno Rosso. Gli eventi culinari si sono avvalsi della preziosa collaborazione degli studenti l’Istituto Professionale di Stato Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Ignazio e Vincenzo Florio di Erice”. Sempre domenica, si è svolta l’ultima serata della XVI edizione del “Premio Saturno- Trapani che produce”, promosso da Telesud in collaborazione con la Camera di Commercio di Trapani. I vincitori della statua saturnea sono stati la cooperativa sociale Badia Grande, il farmacista custonacense Tonino Battiata e, infine, lo chef Pino Maggiore, che ha fatto la storia della cucina con il suo “La Cantina Sicilia”. Nella prima serata, quella di giovedì, i riconoscimenti all’azienda   Frutti del Sole ed alla Fattoria Agricola Augustali. Venerdì sera, invece, sono stati premiati Tenute Orestiadi- Cantine Ermes, la Sicilmarmi e la storica gelateria trapanese “Gino”. Non è mancata una guest star d’eccezione, la Signora Pappalardo che ha salutato il pubblico presente a Piazza Riviera dopo un siparietto con Stefania Renda, presentatrice della kermesse. Poi, il suo “creatore”, Francesco Barbara, ha spiegato com’è nato il personaggio e ringraziato i tantissimi fans che lo seguono anche sui social. A Baia Cornino sono stati quattro giorni tra gastronomia, intrattenimento e buona musica. Molto apprezzato il Food Villagge, allestito sul lungomare, con i piatti a base di tonno preparati dai ristoratori locali e gli stand expo. Infine, gli spettacoli la sera: straripante il successo della manifestazione per oltre 30 mila presenze registrate durante la 4 giorni. Si è iniziati con il concerto del cantautore catanese Mario Venuti. Sabato sera la simpatia e la bravura dei “40 che ballano… 90” hanno letteralmente mandato in visibilio i “giovani” di tutte le età. Sempre tanto amati dal pubblico, con piazze stracolme, le due eccellenze della risata Made in Sicily, lo showman Sasà Salvaggio, che si è esibito venerdì, e l’attore Ernesto Maria Ponte che è andato in scena domenica sera, assieme a Clelia Cucco. “Il Tuna Fish Fest” è stato organizzato dalle associazioni Bonagia Eventi e Flaca Eventi con la collaborazione autorale dell’emittente Telesud che ha coordinato e condotto sia il palco che Casa Giuffrè e Radio Time a fare da mediapartner.

I monumenti ai Caduti della Grande Guerra in mostra itinerante nella provincia trapanes

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – La suggestiva rocca a picco sul mare ospita dal 23 luglio a giovedì la mostra dell’Esercito dedicata alla memoria del sacrificio siciliano nella Grande Guerra. Alle 10.00, una breve cerimonia inaugurale ha aperto la tappa più occidentale della mostra itinerante. Alla presenza del Sindaco della città, ing. Nicola Rizzo, del Comandante del 6° Reggimento bersaglieri, Colonnello Massimo Di Pietro, e dei rappresentanti delle istituzioni locali, il Comandante Militare dell’Esercito in Sicilia, Generale di Divisione Claudio Minghetti, ha condotto i visitatori lungo il percorso espositivo. Nel suo intervento di benvenuto, il Generale Minghetti ha ringraziato il Sindaco per aver accolto nel castello cittadino l’evento culturale proposto dalla Forza Armata. Il primo cittadino, da parte sua, ha manifestato la gratitudine di Castellammare per essere stata scelta dall’Esercito quale sede rappresentativa per la provincia di Trapani in questo percorso espositivo itinerante.

La mostra – aperta dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30 con ingresso gratuito – propone una collezione di pannelli fotografici che, suddivisi per aree geografiche e per tipologia delle opere riprodotte, racchiude le principali opere della produzione artistico-architettonica commemorativa siciliana del primo dopoguerra. Monumenti, edifici pubblici e assistenziali, lapidi, targhe, cimeli, parchi della rimembranza: tutti testimoni muti della memoria, raccolti grazie alla sinergica cooperazione tra l’Esercito, il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo ed una folta rappresentanza di Comuni siciliani, oltre a preziosi collaboratori del settore.

La prossima e ultima tappa della mostra sarà presentata a Ventimiglia di Sicilia dal 30 luglio all’8 agosto.

Stragusto, Edizione 2019

TRAPANI – Si è svolta questa mattina (23 luglio), presso la Sala Giunta del Comune di Trapani la conferenza stampa di presentazione dell’undicesima edizione di Stragusto. A presentare la manifestazione – che da domani fino a domenica porterà nell’antica Piazza Mercato del Pesce l’allegria, le atmosfere, i sapori del cibo da strada – l’organizzatore Paolo Salerno, il Sindaco Giacomo Tranchida e l’Assessore Rosalia d’Alì.

“Siamo felici di patrocinare questo evento, che di anno in anno dimostra la sua validità. Stragusto è la festa del cibo di strada del Mediterraneo, della gastronomia e delle tradizioni locali ma anche di quelle internazionali. L’evento inoltre si inserisce in modo sinergico all’interno del calendario di iniziative che la nostra Amministrazione sta promuovendo, fra cinema, musica e spettacoli”. Ha affermato l’assessore al turismo, cultura ed eventi Rosalia D’Alì.

“Spesso noi non siamo portati a vedere la magnificenza che ci circonda perché alla bellezza siamo in qualche modo abituati – ha detto il Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida – il lavoro di chi organizza manifestazioni come Stragusto aiuta a valorizzare il grande patrimonio gastronomico ma anche emozionale e umano che realmente possediamo, un importante messaggio non soltanto per i turisti, ma anche per noi cittadini che dobbiamo imparare ad apprezzare e rispettare sempre di più le meraviglie del nostro territorio”.

Ad illustrare novità e dettagli della manifestazione è stato l’organizzatore Paolo Salerno che ha sottolineato come l’evento rappresenti un vero e proprio contenitore di esperienze, culture e tradizioni diverse, una manifestazione longeva perché punta sulla qualità, il recupero delle tradizioni, ma anche la sostenibilità ed una collaborazione propositiva fra pubblico e privato.

Ecco nel dettaglio le novità e le iniziative dell’Edizione 2019:

Dal 24 al 28 luglio torna l’atteso Festival sul Cibo da Strada e dei Mercati. Un viaggio attraverso le tradizioni, le storie, i sapori e le atmosfere del cibo di strada Mediterraneo e non solo. Tutto questo è Stragusto, il Festival del cibo da strada e dei Mercati che riaccende la splendida piazza Mercato del Pesce di Trapani, accogliendo numerosi produttori di street food.

Tutti i giorni, dal 24 al 28 luglio 2019, la manifestazione propone un percorso ideale dove gusto, cultura e tradizioni si intrecciano. Fra le specialità che caratterizzano l’itinerario goloso della manifestazione: tipicità trapanesi, pugliesi, fiorentine, catanesi, tunisine. Immancabile il cibo da strada palermitano che quest’anno avrà un ambasciatore speciale: “Nino ‘u Ballerinu” che proporrà meusa, panelle e sfincioni. Fra le gustose novità anche le specialità a base di porchetta di suino nero dei Nebrodi, le storiche patate “vastase” e la rianata. Non mancheranno inoltre altre particolari tipicità come il polpo bollito o le sarde a beccafico, i sapori delle feste, la granita tradizionale fatta a mano con tecnica madonita, il delizioso melone giallo e le dolcezze del Torronificio delle Madonie. Anche quest’anno si terrà il wine tasting, in una location d’eccezione a due passi dalla Piazza: le mura di Tramontana, una splendida terrazza con una vista mozzafiato sul mare trapanese. I partecipanti potranno effettuare degustazioni di diverse etichette di alcune delle più prestigiose cantine, guidati da esperti del settore.

Diffondere la cultura e le tradizioni dello street food, con un’immancabile attenzione alla qualità delle materie prime, alla tradizione e all’innovazione. Questo l’obiettivo dell’iniziativa “Stragusto & Friends”, che in occasione dell’undicesima edizione di Stragusto, coinvolge i ristoranti del territorio. Durante la settimana dell’evento, da 24 al 28 luglio 2019 i ristoranti aderenti all’iniziativa, inseriranno nel proprio menu un piatto del “cibo di strada” siciliano denominandolo con il termine “Stragusto”.

Stragusto quest’anno è ancora più eco-sostenibile, infatti piatti e posate saranno rigorosamente biodegradabili. Un importante messaggio ed un’azione concreta a tutela dell’ambiente per un consumo più responsabile e meno impattante. Inoltre la Manifestazione è bike friendly, in collaborazione con il Comune di Trapani e con la sezione locale della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), verranno allestite delle rastrelliere nei pressi dell’evento a sostegno della mobilità sostenibile in bicicletta. Un modo più semplice e salutare di fruire la città senza vivere lo stress e l’ansia di trovare parcheggio con la macchina.

Altre importanti collaborazioni saranno con Aperol Spritz, che farà tappa a Stragusto – con il suo Happy tour – il giorno 24 luglio, fra giochi, drink e tanto divertimento, e Averna, che sarà presente con un truck durante l’intera manifestazione per accompagnare ed esaltare le specialità e far divertire i presenti con giochi a tema e foto ricordo.

L’obiettivo di “Stragusto”, iniziativa organizzata da Trapani Welcome in collaborazione con Ps Advert, Pro Loco Trapani Centro e con il patrocinio del Comune di Trapani è quello di recuperare e valorizzare il grande patrimonio offerto dai produttori del cibo da strada, veri e propri artigiani del gusto, che tramandano la tradizione culinaria della propria zona di generazione in generazione. Il cibo, specie quello da strada è espressione e patrimonio di una comunità, è storia ma anche evoluzione delle abitudini e dei gusti, da qui nasce “Stragusto”, ed è in questo contesto che la diversità diviene ricchezza, in un luogo perfetto per questo evento, come la Sicilia, che da secoli accoglie numerosi popoli e tradizioni.

Ulteriori informazioni sulla manifestazione si potranno trovare sul sito: www.stragusto.it o sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/Stragusto . E’ inoltre disponibile l’applicazione gratuita con tutte le informazioni sull’evento, scaricabile sull’Apple Store o su Google Play. Video:https://youtu.be/KGvCivml-BQ

Durante la settimana dell’evento, da 24 al 28 luglio 2019 i ristoranti aderenti all’iniziativa, inseriranno nel proprio menu un piatto del “cibo di strada” siciliano denominandolo con il termine “Stragusto”.

Stragusto, in collaborazione con l’Amministrazione trapanese, sempre più attenta all’enogastronomia di qualità, celebra la convivialità, il gusto per i cibi autentici, l’originalità, la condivisione e l’incontro di tradizioni e culture, per questo, l’edizione 2019 diventa “diffusa” e coinvolge anche i ristoranti e i locali del territorio che intendono condividere lo spirito gioioso e gustoso dell’evento.

RISTORANTI ADERENTI:

Ristorante 210 Grammi

Via Giardini, 14 – TRAPANI • Cel +39.342.3950873 / Cel +39.328.9260536 • www.210grammi.com

Trattoria Poseidone

Viale Duca D’Aosta,13 – TRAPANI • Cel +39 349 2922989 • www.trattoriaposeidone.it

Cantina Siciliana

Via Giudecca, 36 – Trapani • Tel +39 0923 28673 • cantinasiciliana@libero.it • www.cantinasiciliana.it

Serisso 47

Via Serisso, 47 – TRAPANI • Tel +39 0923 26113 • www.serisso47.com

Agriturismo Vultaggio

Via Quartana, C/da Misiliscemi Guarrato (TP) • Tel +39 0923 864261 / Cel +39 347 6696059 www.agriturismovultaggio.it

Stravento

Viale delle Sirene, 15 Trapani • Tel +39 0923 29654 / Cel +39 338 4655288 www.ristorantestravento.it

Osteria il Moro

Via Garibaldi, 86 – 91100 Trapani Tel. +39 0923 23194 info@osteriailmoro.it – www.osteriailmoro.it

Salamureci

Piazza Generale Scio, 17 Trapani – 91100 Trapani • Tel +39 0923 21728 / Cel +39 327 1637876 www.salamureci.it

Campo Norcineria con cucina

Lungomare Dante Alighieri, 12 Trapani • Tel +39 0923 548548

Caupona Taverna di Sicilia

Via S. Francesco D’Assisi, 32 – Trapani • Tel+39 0923 546618

STREET FOOD IN DEGUSTAZIONE

24 25 26 27 28 LUGLIO 2019: tutti i giorni dalle 18.30 alle 24.00

Trapani, Piazza Mercato del Pesce

Sapori trapanesi – A cura dello chef Mario Bianco

Sood, Panini d’aMare – a cura di Sood, Sicilian Bistrot

Tradizioni Trapanesi a cura della storica pizzeria Aleci di Trapani patate “vastase” rianata

Sapori dei nebrodi – porchetta con suino nero dei nebrodi Giuseppe Oriti

Sapori pugliesi – le Bombette a cura di Brace Mobile

Sapori catanesi – le Crispelle a cura di Orazio Cordai

Sapori palermitani a cura di “Nino ‘u Ballerinu” – Meusa, Panelle e Sfincioni

Sapori fiorentini – Il lampredotto di Luca Cai

Sapori tunisini – a cura di Brahim Trabelsi

Sapori delle feste – Associazione culturale ricreativa Profumi di Sicilia, Calatafimi

Delizie trapanesi – Timbalette, Sarde a beccafico e le Sfinci a cura di Tonino Bellezza

U’ purpu – Trattoria Poseidone

Torronificio delle Madonie – Torroni e dolci tipici siciliani

Il melone giallo – Azienda Agricola Spezia, Paceco

La Granita Tradizionale – fatta a mano con tecnica madonita a cura di Luigi Romana

Come Funziona:

La formula è semplice: le pietanze, prodotte dal vivo dai partecipanti, costano da un minimo di 1 € ad un massimo di 7 €, e con i gettoni alla mano basta recarsi nei vari stand, scegliendo comodamente il proprio percorso gastronomico. I gettoni – in ‘tagli’ da uno o due euro (acquisto minimo 5 euro) – si acquistano alla cassa durante le giornate di svolgimento della manifestazione.

Intestazione dei Giardini a Paolo Angileri

MARSALA – Venerdì 26 luglio 2019 alle ore 18,30, su iniziativa delle associazioni parrocchiali di Marsala dell’Azione Cattolica Italiana, i giardini di piazza Marconi del comune lilibetano saranno intestati a Paolo ANGILERI, fu Presidente Azione Cattolica Diocesi di Mazara. La richiesta accolta dal Sindaco dott. Alberto Di Girolamo, ha ottenuto il parere favorevole dell’Associazione Storia Patria e approvata dal Prefetto di Trapani. La proposta è stata avanzata in occasione della ricorrenza dei 150 anni dalla fondazione dell’Azione Cattolica Italiana istituita nel 1867 da una profetica intuizione di Mario Fani e Giovanni Acquaderni.

L’azione cattolica è un’associazione di laici ed ha come obiettivo la formazione umana e cristiana delle coscienze, e contribuisce a costruire il territorio in cui viviamo.

Subito dopo il secondo conflitto mondiale, è stato prezioso il contributo offerto dall’A.C. alla stesura della Carta Costituzionale (Codice di Camaldoli).

In questi 150 anni, uomini e donne dell’A.C. hanno saputo essere interpreti dei segni dei tempi ed hanno contribuito alla crescita del nostro paese.

Sono tanti personaggi aderenti all’A. C. a livello nazionale o anche locale che si sono distinti per il bene comune e molti sono stati riconosciuti Santi o Beati.

La richiesta di intitolare i giardini a un esponente dell’Azione Cattolica Diocesana è stata effettuata per dare un segno di riconoscimento all’impegno profuso da generazioni e milioni di uomini e donne, aderenti all’A.C. e per far ricordare le origini di un’Associazione che ha fatto la storia del nostro Paese e che continua ad animare i borghi, le piazze e le strade delle nostre città.

Uno dei tanti testimoni di A.C. è stato Paolo ANGILERI (Marsala 12/02/1931 – Marsala 20/05/2001). Paolo con il proprio vissuto e con la propria testimonianza è stato esempio di cristiano e cittadino esemplare, sin da giovane frequenta l’Azione Cattolica della parrocchia di San Matteo di Marsala di cui diventa prima Responsabile del Settore Giovanile e poi di quellodegli Adulti. Trentenne, diventa Presidente Diocesano A.C. carica che ha ricoperto per circa un decennio. Nel 1956 conobbe il Movimento dei Focolarini e vi aderì prima come simpatizzante e in seguito come volontario impegnato. Nel 1967 Papa Paolo VI l’ha nominato Cavaliere Pontificio. Nel testamento spirituale che Paolo scrisse il 16 giugno 1997, si legge “ Ho pregato sempre Dio di non essere di scandalo, anche involontariamente al prossimo”.

Paolo ANGILERI, sposato con Caterina Giacalone che è stata moglie fedele, silenziosa, preoccupata che l’ha assecondato in tutte le iniziative che spesso sembravano utopiche,

laureato in Economia e Commercio è stato docente dell’Istituto Tecnico Commerciale di Marsala, oltre ad essere un cristiano autentico dotato di una profonda fede religiosa e autentica cultura è stato un testimone di vita vissuta, è stato anche impegnato nel sociale, dal 1965 al 1970 è stato consigliere comunale di Marsala, ha aperto uno studio di consulenza tributaria, svolgendo spesso gratuitamente prestazioni professionali specialmente per i più bisognosi.

Credeva fermamente nell’efficacia educativa e apostolica dell’informazione e s’indebitò per un’emittente locale Tele Radio Occidentale (TRO) .

Nel 1995 ebbe i primi sintomi di una malattia che l’ha portato alla morte dopo atroci sofferenze che sopportò cristianamente e con serenità, si consegnò alla chiamata del Signore il 20 maggio 2001.

Alla cerimonia dell’intestazione dei giardini oltre al sindaco di Marsala dott. Alberto Di Girolamo e S.E. Mons. Domenico Mogavero vescovo di Mazara, saranno presenti la signora Caterina Giacalone, moglie di Paolo Angileri e i figli, Vincenza Luppino Presidente Diocesano A.C. con i membri del Consiglio Diocesano. In occasione della cerimonia dell’intestazione, con il contributo dei familiari e cittadini, sarà donata al comune e fatta istallare nei giardini un’altalena.

Cous Cous Fest: chef marsalese vince concorso tra chef siciliani parteciperà al festival internazionale a San Vito Lo Capo

PALERMO – Lo chef marsalese Francesco Bonomo, responsabile di cucina presso l’azienda che produce e distribuisce pasti all’Ospedale di Salemi, farà parte della squadra italiana in gara al Campionato del mondo del Cous Cous che si disputerà in occasione della prossima edizione del Cous Cous Fest, in programma a San Vito Lo Capo dal 20 al 29 settembre. Bonomo si è aggiudicato, infatti, il Cous Cous World Championship – Selezione Conad 2019, il concorso dedicato agli chef siciliani promosso da Conad, in collaborazione con l’agenzia Feedback, per scoprire e valorizzare nuove promesse della cucina siciliana. Sono stati nove gli chef, selezionati prima sul web e poi sul campo, a sfidarsi in quattro semifinali disputate nei Conad Superstore di Trapani, Modica e Palermo. Lo chef marsalese ha conquistato il palato di una giuria tecnica e una popolare con una ricetta dal titolo “Incanto”, un cous cous con zuppa di pesce scorfano, in tutte le sue consistenze, olio d’oliva Nocellara del Belìce, quenelle di scorfano e tartare dello stesso pesce con zeste di limoni Costa Amalfi Igp caramellate e clorofilla di prezzemolo.

“Il cammino di Conad e Cous Cous Fest è cominciato nove anni fa, nel 2010 – ha spiegato Vittorio Troia, direttore generale di Conad Sicilia – . Una collaborazione che nel corso degli anni è cresciuta insieme al festival, andando oltre la semplice sponsorizzazione. Oggi Conad attraverso il Festival si vuole fare portavoce di valori importanti come la multiculturalità, lo spirito di aggregazione ma soprattutto l’attenzione ai territori, alle tradizioni e alle culture locali, propri del nostro modo di fare impresa. Il contest è stata l’occasione per raccontare quanta importanza dedichiamo alla cultura del cibo. Perché il nostro mestiere non è solo quello di vendere ma soprattutto di comprendere e condividere con i clienti la ricchezza di sapori, saperi ed eccellenze che offre il nostro territorio, promuovendo nei punti vendita Conad talenti emergenti della cucina siciliana con ricette che valorizzano il meglio della nostra terra”.

La prossima edizione del festival si svolgerà a San Vito Lo Capo dal 20 al 29 settembre e avrà come slogan “Make cous cous not walls”. Saranno dieci giorni tra degustazioni, sfide di cucina, cooking show, concerti e spettacoli all’insegna dello scambio e del dialogo tra i popoli attraverso il cous cous.

Anche quest’anno Conad sarà tra i main sponsor del festival, con tante attività in un’area nuova dedicata ad un viaggio alla scoperta della cultura del cibo, la Casa del cous cous “Sapori e dintorni del Mediterraneo”. In programma le master cooking class, dedicate agli appassionati di cucina, in cui grandi chef mostreranno al pubblico come preparare tante fantastiche ricette e, tra le novità, le Kids Master Class, lezioni di cucina per i bambini di 10-11 anni che prepareranno insieme a grandi chef una sana merenda, per promuovere la corretta alimentazione.