Monthly Archives: Luglio 2019

Dimissioni dell’assessore alle Politiche sociali Maria Antonietta Cangemi

PARTANNA – All’indomani dell’anniversario della Presa della Bastiglia, l’assessore alle Politiche sociali e alla Cultura Maria Antonietta Cangemi ha rassegnato le dimissioni. Una scelta “legata – spiega nella lettera inviata al sindaco – alla difficoltà di conciliare un incarico pubblico di sì grande responsabilità con l’impegno professionale che, di per sé, mi ha sempre portato a non avere orari definiti e a condurre uno stile di vita già complicato e che, in questo ultimo periodo, richiede un ulteriore sforzo ed uno slancio in più (dovuto alle problematiche di carenze di personale che riguardano molte strutture ospedaliere su scala nazionale)”. La dottoressa Cangemi, pediatra neonatologo presso l’ospedale di Castelvetrano, si è detta onorata per l’incarico svolto e ha sottolineato come “la delega delle Politiche sociali abbia affinato la mia sensibilità e il mio senso di responsabilità. Aver rappresentato un filtro amichevole tra scuole, parrocchie, associazioni, volontari, anziani, disabili, minori ha reso questo mio compito ancora più importante nell’ottica del superamento della marginalità sociale e della povertà”. “Ho cercato – ha concluso ringraziando gli amministratori e in particolare il sindaco – di spendermi per la nostra Partanna con passione ed entusiasmo ma mi trovo adesso a dover fermarmi per non perdere la concentrazione, la passione, la lucidità e la pazienza che quotidianamente mi vengono richieste. Mi fermo anche per far sì che non venga a mancare la continuità amministrativa che in questo momento, con umiltà e onestà intellettuale, non posso più garantire. Auguro quindi all’amministrazione e in special modo al sindaco, con il quale si è instaurato da subito un rapporto basato sulla fiducia e l’affetto reciproci che permane tuttora, un sereno e fecondo proseguimento del cammino”. “Ringrazio la dottoressa Cangemi – afferma il primo cittadino Nicolò Catania – per l’attenzione e l’impegno profuso quest’anno nelle vesti di assessore alle Politiche sociali, incarico che ritengo abbia svolto al massimo delle sue possibilità. Ma comprendo anche come le sopravvenute esigenze lavorative connesse alla situazione critica in cui opera l’Ospedale ‘Vittorio Emanuele II’ di Castelvetrano non le consentano più di ricoprire il suo ruolo con la dedizione e la costanza necessarie a portare avanti questo delicato settore. Resta immutato l’apprezzamento nei suoi confronti per aver supportato al meglio delle sue capacità l’amministrazione comunale spendendosi per il raggiungimento di risultati ragguardevoli nelle azioni intraprese a sostegno delle fasce sociali più bisognose. Ringraziandola dunque per il lavoro compiuto fin qui, nel corso della sua prima esperienza politica, le rinnovo la fiducia e la stima personale che dal primo momento mi avevano indotto a sceglierla in qualità di assessore e che quest’anno ci ha permesso di collaborare proficuamente per il bene della cittadina”.

 

 

Sanzioni fino a 3 mila euro per chi abbandona i rifiuti

SAN VITO LO CAPO – Inasprite, a San Vito Lo Capo, le sanzioni relative all’abbandono dei rifiuti. Lo prevede un’ordinanza del sindaco, Giuseppe Peraino, che porta da 500 a 3000 euro l’importo massimo dell’ammenda per chi viene colto in flagranza ossia mentre lascia per strada rifiuti di qualsiasi tipo. Nel documento, inoltre, vengono fornite tutta una serie di indicazioni da seguire per il corretto smaltimento dell’immondizia, per la sua differenziazione ed esposizione all’esterno. Il provvedimento riguarda sia le utenze domestiche sia quelle commerciali.

«Tolleranza zero nei confronti di chi non ha rispetto del nostro territorio – dichiara il sindaco Giuseppe Peraino – Riceviamo costantemente segnalazioni di sacchetti della spazzatura lasciati per strada e di mini discariche a cielo aperto, dove vengono depositati materiali di risulta o rifiuti ingombranti, specialmente nelle aree extraurbane. Una situazione di inciviltà di questo tipo – aggiunge – non poteva più continuare ed è per questo che abbiamo preso delle contromisure per i “furbetti”».

L’amministrazione comunale ha, inoltre, incrementato i controlli, anche attraverso dispositivi di foto trappola disseminati sul territorio comunale. A questo si aggiunge l’attività degli agenti della polizia municipale che, da aprile scorso, vengono affiancati delle guardie ambientali. Oltre a identificare, redigere e sottoscrivere i verbali nei confronti di chi commette reati ambientali, le guardie aprono anche i sacchetti per tentare di risalire a chi li ha abbandonati.

«Il lavoro portato avanti in questi mesi – ricorda il sindaco Peraino – ha consentito di ottenere ottimi risultati in tema di differenziata (75%), grazie all’attività di sensibilizzazione svolta tra la popolazione ed un buone servizio di raccolta reso dalla società Agesp, e non può essere vanificato da chi non ha rispetto delle regole e arreca un danno all’ambiente aggravando, oltretutto, i costi di recupero e smaltimento a carico di tutta la comunità. Tolleranza zero, dunque, in un Comune come il nostro, da maggio plastic free, che promuove un turismo ecosostenibile e che svolge quotidianamente un grande sforzo lavorativo, specialmente in questo periodo di grande affluenza, per presentare ai visitatori un territorio pulito e decoroso».

Per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti è attivo il numero verde 800197350. Dai cellulari, invece, il numero da chiamare è 0924 31724.

“Verità per Giulio Regeni”, affisso striscione al palazzo municipale

SAN VITO LO CAPO – Anche da San Vito Lo Capo viene chiesta verità sull’omicidio di Giulio Regeni. Ieri pomeriggio, sul balcone del Palazzo Municipale, è stato affisso il manifesto di Amnesty International per mantenere viva l’attenzione sul caso ancora aperto del ricercatore italiano dell’università di Cambridge che fu torturato e ucciso nel 2016 al Cairo, in Egitto.

Alla collocazione dello striscione giallo con scritto “Verità per Giulio Regeni” hanno preso parte, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, l’assessore alla cultura Nino Ciulla e il capogruppo di maggioranza al Consiglio comunale Andrea Spada. Assieme a loro, Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, presente a San Vito Lo Capo in occasione di SiciliAmbiente Film Fest. “San Vito Lo Capo – dichiarano l’assessore Ciulla e il consigliere Spada -, luogo simbolo dell’integrazione e del dialogo tra i popoli che si affacciano nel Mediterraneo, non poteva che accogliere l’istanza di Amnesty International di mantenere alta l’attenzione su una vicenda ancora oscura, mostrando vicinanza alla famiglia Regeni e unendosi, fortemente, alla richiesta di verità e giustizia per una giovane vita spezzata in maniera brutale”.

“L’invenzione della Sicilia”. Una conversazione su Leonardo Sciascia per il secondo appuntamento di Terrazza d’Autore 2019

TRAPANI – Nel trentennale dalla sua morte, “Terrazza d’Autore” dedica un appuntamento a Leonardo Sciascia, uno dei più grandi scrittori e pensatori italiani del Novecento.

Al centro della sua produzione il tema problematico della memoria, il rapporto controverso con la storia, la lucida analisi della situazione politica italiana in anni difficili e contraddittori. Le riflessioni dello scrittore siciliano sono trasposte nelle sue opere più celebri con straordinario acume e una scrittura incisiva e profonda di straordinaria attualità.

Seguendo il filo conduttore del rapporto tra Sciascia e la Sicilia, intesa come metafora del mondo e straordinario punto di osservazione, il secondo incontro di “Terrazza d’Autore”, intitolato “L’invenzione della Sicilia” e in programma oggi, martedì 16 luglio, alle ore 19, al Molino Excelsior di Valderice, sarà curato da Rosario Atria, dottore di ricerca in Italianistica e cultore della materia presso l’Università degli Studi di Palermo, autore di numerose pubblicazioni sull’opera sciasciana. Dialogherà con lui Stefania La Via. Letture a cura di Ornella Fulco. L’incontro è ad ingresso gratuito.

In caso di avverse condizioni meteo sarà utilizzata la sala del Molino Excelsior e non lo spazio esterno.

Questo il calendario completo degli altri appuntamenti di “Terrazza d’Autore”:

23 luglio, ore 21 Villa Comunale – Custonaci

Lisbona, l’ombra, la luce, il fado. Viaggio letterario-musicale con la partecipazione degli Alenfado

2 agosto, ore 19 Molino Excelsior – Valderice

Ornella Fulco racconta “Vox” di Christina Dalcher

9 agosto, ore 19 Molino Excelsior – Valderice

“Una stanza tutta per loro: donne e scrittura”, con Alessio Romano e Maria Giambruno

“Campo Giovanissimi 2019 – Stupore e meraviglia”

MAZARA DEL VALLO – “Stupore e meraviglia” queste sono le sensazioni che ha suscitato il Campo Giovanissimi 2019 ai ragazzi dell’Azione Cattolica Giovani della Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo.

Tre giorni dall’11 al 13 luglio trascorsi presso il “Presidio di Pace – Boccone del Povero” di Marsala a contemplare momenti di forti emozioni che ogni giorno le varie attività proponevano.

Accompagnati dagli educatori che li hanno seguiti durante quest’anno associativo, in questo campo, grazie ai loro 5 sensi, Olfatto, Tatto, Udito, Gusto e Vista, hanno scoperto la meraviglia del presente, nella vita di fede, nelle relazioni, con uno sguardo rivolto al futuro, verso le proprie aspettative e i propri sogni, riuscendo a vivere di stupore e meravigliarsi di fronte alle piccole cose e alle bellezze del creato.

Autogestione, condivisione, convivialità, sopportazione alcuni degli aspetti con i quali i giovani hanno dovuto convivere, confrontandosi tra di loro, mettendo in primo piano le proprie paure e le proprie insicurezze.

Intensi momenti di riflessione spirituale vissuti grazie alla presenza di don Vincenzo ALOISI che ha condotto tutti i momenti di preghiera previsti durante il Campo e che alla fine ha detto. “Siete dei giovani con delle potenzialità uniche e l’appartenenza all’Azione Cattolica vi rende ancora più speciali rispetto ai vostri coetanei. E’ vostro compito coinvolgere ancora più giovani in questa esperienza di cammino associativo.

Durante il Campo i giovani hanno messo in scena dei veri e propri stacchetti musicali arrangiati da loro. Ognuno ha inscenato una parte, un personaggio, un cantante preferito mettendo in risalto le proprie doti nascoste lasciando stupefatti tutti i presenti.

Anche le stelle sono state protagoniste in questo campo. Infatti, durante una veglia notturna attorno ad un “fuoco di bivacco” i giovani hanno potuto prendere coscienza della loro piccolezza davanti all’immensità del cielo.

Tra le tante emozioni e sentimenti che hanno caratterizzato questo campo, una condizione è prevalsa condivisa da tutti i partecipanti: l’appartenenza, il sentirsi parte di qualcosa di bello, l’esserci dentro, costatare con tutti i sensi, la meraviglia di fare parte di un gruppo unito, di una famiglia che li accoglie per quelli che sono e che si stupisce per le loro capacità a volte nascoste.

Toccante è stata la testimonianza di Stephen Akhibi, un ragazzo nigeriano di 20 anni ospite del Presidio di Pace, arrivato a Mazara del Vallo (attraverso un viaggio della speranza quando aveva 15 anni), città che l’ha accolto e dove ha potuto realizzare il suo più grande desiderio quello di essere battezzato e poter professare la propria fede verso Gesù. Grande amicizia è nata tra lui e tutti i giovani del campo.

Durante il campo c’è stata la visita della Responsabile A.C.R. diocesana Giacoma Fazio e del Consigliere diocesano addetto al tesseramento Michele Colicchia che hanno portato i saluti di tutto il Consiglio Diocesano di Azione Cattolica.

Asp Trapani, Accredia estende le competenze del Laboratorio di Sanità pubblica

TRAPANI – Aumentano le competenze del Laboratorio di Sanità pubblica dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani. Accredia, l’Ente Unico Nazionale di accreditamento preposto a verifica e ispezione dei laboratori di prova e taratura, ha esteso l’accreditamento a nuovi parametri microbiologici.

In particolare:

–            Acque destinate al consumo umano, acque di umidificazione dell’aria e degli impianti di condizionamento: conta di Legionella spp, conta di Legionella Pneumophila

–            Acque sotterranee, destinate al consumo umano: Anioni – fluoruri, cloruri, nitriti, solfati

Categoria III

–            Acque destinate al consumo umano: Campionamento per prove chimiche; Campionamento per prove microbiologiche

Il Laboratorio di Sanità pubblica della Cittadella della Salute è una struttura complessa dell’Asp, dipende dal Dipartimento di Prevenzione, ed eroga prestazioni costantemente controllate in conformità ai requisiti della norma UNI CEI EN ISOIIEC 17025.

Esami chimico/batteriologici delle acque minerali; sulle acque per uso irriguo; sulle acque di pozzo; l’identificazione batterica e parassitaria delle malattie infettive a trasmissione interumana, sono alcune tra le funzioni specifiche del Laboratorio.

Fabrizio Fonte entra a far parte del Consiglio direttivo dell’ISSPE

PALERMO – Nel corso dell’ultima Assemblea dei Soci, tenutasi a Palermo, Fabrizio Fonte (giornalista, saggista e Presidente del «Centro Studi Dino Grammatico») è entrato a far parte del Consiglio direttivo dell’Istituto Siciliano Studi Politici ed Economici (ISSPE). Lo storico e prestigioso sodalizio Isolano, costituitosi nel 1980, ha svolto in tutti questi decenni un ruolo, attraverso l’organizzazione di convegni e la pubblicazione di volumi sulla storia, l’economia e la politica siciliana, di utile e vivificante mediazione tra politica e cultura, in un quadro istituzionale autonomista ed in una prospettiva euro-mediterranea. Del resto vi è sempre stato, tra gli obiettivi principali prefissati, il tentativo di comprendere e di delineare le possibili soluzioni ai problemi della società siciliana (lotta alla mafia e alla criminalità organizzata, riforme elettorali ed istituzionali, autonomie locali, governo del territorio, difesa dell’ambiente, sviluppo economico ed occupazione, valorizzazione dei beni culturali, sanità, vivibilità urbana, difesa della famiglia e condizione femminile). L’ISSPE negli anni si è dotato, al fine di venire incontro alle esigenze e alle richieste di studiosi e di liberi cittadini, di una biblioteca, di un archivio e di una nastroteca.

«Sono particolarmente felice – afferma Fabrizio Fonte – di entrare a far parte del Consiglio direttivo dell’ISSPE, con cui ho mosso i miei primi passi da saggista. Mi spenderò, in linea con la tradizionale azione di questi primi quarant’anni, affinché – prosegue Fonte – l’attività dell’Istituto continui ad essere ispirata a criteri di scientificità, ma anche aperto alle diverse sensibilità culturali del variegato mondo intellettuale siciliano. Un ringraziamento va, infine, al Presidente Umberto Balistreri ed a tutto il Consiglio direttivo, che mi hanno voluto coinvolgere, e al contempo gratificarmi, in questa nuova avventura culturale su di una dimensione regionale».

Carlo Ginzburg sul palco del Tomasi Di Lampedusa riceve il Premio 2019. Ospiti: Angelo Branduardi e Francesco Scianna

SANTA MARGHERITA DI BELICE – Il maestro Angelo Branduardi e l’attore Francesco Scianna saranno gli ospiti della sedicesima edizione del Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che sarà consegnato, sabato 3 agosto in piazza Matteotti (alle ore 21.00), a Santa Margherita di Belice allo scrittore Carlo Ginzburg per il saggio Nondimanco (Adelphi).

La magia di un libro, l’incanto di una sera è il leitmotiv del Premio Letterario che da anni coniuga letteratura e spettacolo. Il Premio che ha già ricevuto in passato il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, da quest’anno è stato inserito all’interno del calendario regionale delle manifestazioni di grande richiamo turistico e culturale della Sicilia.

“Santa Margherita di Belice – dice il sindaco Franco Valenti – sempre più città del Gattopardo. Grazie al Premio Tomasi di Lampedusa è fra le Cento mete d’Italia. Un riconoscimento prestigioso riservato alle eccellenze italiane. Il nostro Comune si è distinto tra tanti proprio grazie al Premio che mette insieme, bellezza, territorio e cultura. In questi sedici anni abbiamo dato voce al Gattopardo ospitando i migliori nomi della letteratura mondiale, compresi tre premi Nobel, Carlo Ginzburg è uno studioso che ha approfondito con interesse il romanzo e il suo autore”.

L’edizione 2019 si conferma ancora una volta per la ricercatezza degli artisti invitati, sul palco del Tomasi di Lampedusa Angelo Branduardi e Francesco Scianna.

Il maestro Branduardi, che sarà accompagnato dalla sua band composta da cinque musicisti, proporrà al pubblico un live con i pezzi più noti della sua lunga carriera: La pulce d’acqua, La luna, Il dono del cervo, Ballo in fa diesis minore, Cogli la prima mela e Alla fiera dell’est.

Le letture saranno affidate all’attore siciliano Francesco Scianna, conosciuto al grande pubblico come il protagonista maschile del film Baarìa, con la regia di Giuseppe Tornatore, e successivamente per altri importanti lavori cinematografici, televisivi e teatrali. Scianna leggerà alcuni passi della Letteratura Francese all’interno delle Opere di Lampedusa.

La direzione artistica del Premio è curata da Onorio Abruzzo che così commenta: “Anche quest’anno abbiamo voluto invitare personaggi di grande spessore artistico, un appuntamento quello del Tomasi di Lampedusa che spazia dall’arte, allo spettacolo, alla cultura. Branduardi, conosciuto da molti come il Menestrello, è sicuramente un artista unico per la sua originale e ricca produzione, la sua musica non ha confini fisici e temporali si va dal sacro, al folk, passando per la tradizione celtica e nord-europea”.

“L’appuntamento di Santa Margherita – aggiunge il direttore del Premio Gori Sparacino – è un punto di riferimento per chi ama la letteratura. Tomasi con il suo romanzo ha fatto conoscere la Sicilia in tutto il mondo; a noi il compito di celebrarne la memoria attraverso gli autori e le autrici che con quelle pagine si sono confrontati”.

Sul palco di Santa Margherita di Belice anche la giovane cantautrice siciliana Giulia Mei, già vincitrice di due premi Lauzi per la migliore musica e finalista alle Targhe Tenco 2019.

A condurre il Premio 2019 il giornalista Rai Nino Graziano Luca, studioso de Il Gattopardo e direttore della Compagnia Nazionale di danza storica, e l’attrice Roberta Giarrusso.

Alla cerimonia sarà presente la giuria del Premio composta da Gioacchino Lanza Tomasi (presidente), Salvatore Silvano Nigro, Giorgio Ficara, Mercedes Monmany e Salvatore Ferlita.

I ricordi di Totò Ferri: la squadra femminile di calcio

CASTELVETRANO – Sebbene c’è chi dice che esiste solo il presente, sono convinto che i nostri ricordi belli o brutti, non devono essere cancellati. Questa convinzione sta alla base dell’esigenza, in me maturata, di raccontare tanti episodi: dibattiti, convegni, esperienze scolastiche, sportive, amministrative, politiche   e tanto altro ancora. Recentemente ci siamo appassionati alle prodezze della Squadra di Calcio Femminile Italiana. Allora mi sono chiesto “perché non ricordare che anche nella ns.Città il Calcio Femminile era di casa. Negli anni 70’ vengo nominato dal Prof. Giacomo Basciano, Fiduciario dell’ ENAL di Castelvetrano. Nasce la squadra ENAL di calcio femminile che nel 1971/72 disputerà il campionato nella divisione serie B. Contrariamente, quindi, a quanto pubblicato dal Giornale di Sicilia, maggio 2012, che riferiva: “nasce il calcio femminile anche nella provincia di Trapani“ e precisamente a Valderice. Così non è stato. Addirittura, una squadra del “G.B. Ferrigno”, negli anni 90’ partecipò ai campionati studenteschi di calcio. Nella foto le giocatrici, i docenti Carmela Bonanno, Salvatore Lipari e lo scrivente. Un ringraziamento lo devo a Diana Kovacef per l’aiuto datomi nel ricostruire quei lontani ricordi. In occasione di una festa del liceo classico, nacque l’idea di formare due squadre di calcio: Liceo e Magistrale, Oreadi contro Pleiadi. Gli allenamenti si svolgevano al campo d’aviazione, sotto l’acqua il più delle volte e con la guida di Tonino Fiore. A”crirenza” fu comprato il corredo necessario presso il negozio Amari.   I debiti, poi, furono pagati con la vendita dei biglietti per poche centinaia di lire.In seguito si fusero le due squadre ed ebbe inizio una bella avventura in serie B durata un anno intero 1971/72. Nella foto: da sx verso dx in alto in piedi Accardo Angela, Accardo Mariella, Diana Kovaceff, Emilia Clemente, Giovanna Triolo, Di Franza Angela, Rosa Tortorici, Franca Clemente in basso sempre da sx verso dx Mariella Oddo, Teresa Suriano, Adele Rapisardi.Alle partite sempre un pubblico numerosissimo e sempre presente “un personaggio” storico: Paolino Pompei.A mia memoria non ha mai disertato una partita, forse perché ammirava le “cosce “delle ragazze”!!!

Preside Antonio Ferri

Inaugurazione delle poltrone da teatro

TRAPANI – L’Assessore al Turismo, Cultura ed Eventi del Comune di Trapani Rosalia D’Alì, il consigliere delegato dell’Ente Luglio Musicale Silvio Ceccaroni, il direttore artistico Giovanni De Santis e alcuni cittadini hanno preso parte all’inaugurazione delle poltrone da teatro. La prima è stata collocata a Piazza Municipio. Ogni poltrona ha come sfondo un pannello grafico con la campagna di comunicazione “Il tuo posto a teatro”, il cartellone della 71ª stagione lirica dell’Ente Luglio Musicale Trapanese e gli appuntamenti della rassegna letteraria “Inchiostro d’autore”. Il “fortunato” che si siederà diventerà parte dell’immagine. I primi tre che invieranno sul profilo Facebook dell’Ente la propria foto, che li ritrae seduti sulla poltrona, riceveranno un biglietto gratuito per un’opera del cartellone.

Il progetto è stato ideato e realizzato dalla divisione Marketing e Comunicazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese in collaborazione con il reparto tecnico.

Il Luglio Musicale ha deciso, quest’anno, di affiancare alle forme più tradizionali di promozione per promuovere il suo brand anche metodi non convenzionali affrontando il mondo della comunicazione attraverso una campagna di guerrilla marketing che darà maggiore efficacia agli eventi, facendo testimonial chi si siederà.