Monthly Archives: Settembre 2019

Si presenta “Palermo dal Mare” laboratorio galleggiante di immagini e parole

PALERMO – Al via la terza edizione di “Palermo dal Mare” che permetterà ai partecipanti di illustrare la splendida città dal mare osservandone la costa e realizzando diari di viaggio eseguiti con la tecnica dell’acquerello con un occhio di riguardo al porticciolo di Sant’Erasmo.

L’iniziativa sarà presentata mercoledì 25 settembre 2019 alle ore 17,30 nella terrazza “Le Cattive” vineria letteraria, sita in piazza Santo Spirito a Palermo. Dopo la presentazione di Alfonso Lo Cascio, Presidente Regionale BCsicilia, interverranno Valeria Di Chiara e Maria Catena Sardella, ideatrici e curatrici del progetto che illustreranno i vari momenti dell’iniziativa. A seguire un laboratorio di acquerello Drink and Draw che servirà da riscaldamento alle uscite in barca.

Il primo appuntamento si terrà invece giovedì 3 ottobre alle ore 17,00 presso l’Atelier in via Alloro 64 / via Castrofilippo 59 (Palazzo Castrofilippo) a Palermo dove verrà consegnato ai partecipanti il materiale, omaggio della Fabriano da utilizzarsi durante le escursioni in barca; sarà inoltre possibile l’uso durante i laboratori dei pennelli da Vinci e i fogli di acquerello Viviva. Venerdì 4 ottobre alle ore 14,30 e sabato 5 ottobre alle ore 9,00 i partecipanti si ritroveranno in banchina presso il Circolo dei Canottieri di Palermo / La Cala per salire a bordo delle barche messe a disposizione dagli armatori, mentre il successivo appuntamento è domenica 6 ottobre alle ore 19,00 a “Le Cattive” per l’inaugurazione della mostra degli elaborati prodotti durante le escursioni.

Tra gli sponsor del progetto “Palermo dal Mare”: Lega Navale di Palermo, ADA Associazione Diportisti Acquasanta, Le Cattive vineria letteraria, Tasca d’Almerita, l’Associazione Autori Diari di Viaggio (Ferrara) e la Fondazione Peano (Torino); gli armatori che offrono le loro imbarcazioni a titolo gratuito sono: i fratelli Cangemi con Trimegista, Maria Grazia Pavanello con Babalù, Nino Ciccia con Regina di Cuori, Claudio Licata con Kundam e lo skipper Roberto Monastero con Shahrzad.

Il progetto si articolerà in due fasi: lo studio della costa palermitana vista dal mare e la successiva realizzazione di carnet eseguiti con varie tecniche tra cui l’acquerello e la conseguente esposizione con fase inaugurale presso “Le Cattive”. Durante le escursioni in barca saranno presenti la giornalista freelance Maria Laura Crescimanno per il reportage e la fotografa Cinzia Mignosi per le immagini. I video di Palermo dal Mare realizzati da Stefano Vinciguerra accompagneranno l’inaugurazione.

Questa terza edizione vuole omaggiare attraverso il disegno un obiettivo raggiunto quest’anno dalla cittadinanza palermitana: la restituzione del porticciolo di San Erasmo alla quotidiana fruibilità.

L’obiettivo del Fabriano Festival del Disegno è riavvicinare tutti al mondo del disegno per divertirsi, disconnettersi e rilassarsi attraverso il piacere semplice di un gesto che unisce cervello, cuore, occhi, mano con una matita e un foglio di carta. L’invito è per tutti appassionati o semplicemente curiosi, chi ama disegnare e chi è convinto di non saperlo fare, per riscoprire l’importanza di un linguaggio che è universale per natura.

Da quattro anni questo festival, tra settembre e ottobre, coinvolge migliaia di persone in tutta Italia. Palermo dal Mare si inserisce perfettamente in questa cornice ludica e significativa in quanto valorizza l’aspetto originario della “città tutto porto”, Panormus.

Inoltre la sede espositiva “Le Cattive”, sita a Palazzo Butera sulla terrazza omonima è simbolo di Palermo e non fa che confermare il concetto di “Palermo città di Mare”.

Numero posti ad esaurimento. Per iscrizioni tel. 335.1277098 / 333.98792830. Email: segreteria@bcsicilia.it, palermodalmare@gmail.com, valeriadichia1@gmail.com.

 

Via libera a nuove assunzioni all’Asp di Trapani

TRAPANI – Via libera a nuove assunzioni all’Asp di Trapani. Il direttore generale, Fabio Damiani, ha adottato le delibere per l’indizione di due concorsi pubblici per la copertura complessiva di 239 posti a tempo indeterminato.

Le procedure concorsuali riguardano la copertura di 148 posti di dirigente medico/ veterinario e di dirigenza sanitaria non medica, e 91 posti di personale di comparto.

“L’assunzione di oltre 200 professionalità costituisce per l’Asp di Trapani una grossa boccata d’ossigeno – ha detto il direttore generale Fabio Damiani – Abbiamo riattivato i concorsi dopo un blocco di oltre vent’anni e questo vuol dire immediatamente aumentare la capacità di erogare i vari livelli di assistenza e fronteggiare la cronica carenza di operatori del settore sanitario, oltre ai 23 posti di Direttore di Unità Operativa Complessa già banditi”.

In particolare:

Dirigenza medica/veterinaria –

–    n.22 posti Dirigente medico di Cardiologia; n.2 posti Dirigente medico di Dermatologia e Venereologia; n. 4 posti Dirigente medico Gastroenterologia; n.1 posto Dirigente medico Malattie Metaboliche e Diabetologia; n.5 posti Dirigente medico Malattie Apparato respiratorio; n.4 posti Dirigente medico Malattie infettive; n.5 posti Dirigente medico Medicina fisica e riabilitazione; n.14 posti Dirigente medico Medicina Interna; n.8 posti Dirigente medico Nefrologia; n.7 posti Dirigente medico Neurologia; n.3 posti Dirigente medico Neuropsichiatria infantile; n. 2 posti Dirigente medico Oncologia; n.6 posti Dirigente medico Psichiatria; n.7 posti Dirigente medico Chirurgia generale; n.2 posti Dirigente medico Chirurgia Pediatrica; n.7 posti Dirigente medico Ostetricia e Ginecologia; n.1 posto Dirigente medico Oftalmologia; n. 1 posto Dirigente medico Urologia; n. 1 posto Dirigente medico Anatomia patologica; n. 2 posti Dirigente medico Medicina trasfusionale; n. 1 posto Dirigente medico Ematologia; n.3 posti Dirigente medico Medicina legale; n.2 posti Dirigente medico Patologia clinica; n. 5 posti Dirigente medico Igiene, Epidemiologia e Sanità pubblica; n. 1 posto Dirigente medico di Direzione medica di Presidio; n. 5 posti Dirigente medico di Organizzazione dei Servizi sanitari di base; n. 1 posto Dirigente medico Cure palliative; n.1 posto Dirigente Veterinario Area A – Sanità animale; n. 2 posti Dirigente Veterinario Area C – Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche

Dirigenza Sanitaria non Medica –

–     n. 10 posti Dirigente Biologo; n. 2 posti Dirigente Fisico ( Esperto qualificato); n. 4 posti Dirigente Psicologo; n. 3 posti Dirigente Farmacista

Comparto:

Sanitario – n.23 posti CPS Infermiere Pediatrico – cat. D; n. 13 posti di CPS Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro – cat. D; n.11 posti CPS Fisioterapista – cat. D; n. 2 posti CPS Logopedista – cat. D; n. 1 posto CPS Tecnico della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva – cat. D; n. 12 posti CPS Ostetrica – cat. D; n. 1 posto CPS Tecnico della Neurofisiopatologia – cat. D; n. 5 posti CPS Tecnico della Radiologia Medica – cat. D

Tecnico – n. 3 posti Collaboratore Professionale Assistente Sociale – cat. D; n. 1 posto Assistente Tecnico Geometra – cat. D; n.3 posti Operatore Tecnico Specializzato Autista Ambulanza – cat. Bs; n. 2 posti Operatore Tecnico Specializzato Centralinista – cat. Bs

Amministrativo – n. 10 posti Collaboratore Amministrativo Professionale – cat. D

Gli avvisi saranno pubblicati in forma integrale – Allegato A – sulla Gurs del 27/09/2019 – Serie Speciale Concorsi, per estratto – Allegato B – sulla Guri e sul sito dell’Asp di Trapani: www.asptrapani.it.

L’Oculistica del S. Antonio Abate di Trapani è stata dotata di un nuovo laser per la terapia del Glaucoma.

TRAPANI – Si tratta di un trattamento laser termico, la Trabeculoplastica laser selettiva (SLT), che viene eseguito in ambulatorio e ha lo scopo di dilatare le maglie oculari in modo da favorire l’uscita dei liquidi dall’occhio e abbassare la pressione intraoculare nei pazienti affetti da Glaucoma ad angolo aperto.

“Questa patologia dell’occhio è largamente diffusa e nella maggioranza dei casi viene trattata con colliri ipotonizzanti – ha spiegato Federico Cucco, direttore del reparto di Oculistica – questo trattamento SLT consente di ridurre la somministrazione di colliri o talvolta di eliminare la terapia medica.

Il trattamento è ambulatoriale, dura pochi minuti ed è ripetibile. L’anestesia è topica. L’intervento è indolore sia nella fase intra che post-operatoria, si esegue con l’ausilio di una lente a contatto e trova indicazione nei casi non compensati farmacologicamente prima di una eventuale chirurgia.

“L’introduzione di una tecnica laser innovativa – ha detto il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani – rappresenta una nuova opportunità di cura per il glaucoma e si inserisce in un più ampio programma di potenziamento delle dotazioni tecnologiche nelle strutture ospedaliere del territorio che questa direzione aziendale ha posto fra gli obiettivi prioritari”.

 

Partanna, il messaggio augurale del sindaco per l’inizio dell’anno scolastico

PARTANNA – Il sindaco Nicolò Catania ha inviato a tutti gli istituti della cittadina il suo tradizionale messaggio di auguri per l’inizio dell’anno scolastico. A nome dell’amministrazione comunale il primo cittadino ha auspicato “un sereno e proficuo percorso formativo a tutti, bambini e ragazzi, famiglie e personale scolastico”. Augurio esteso anche all’intera comunità partannese poiché solo “la fattiva collaborazione tra tutte le agenzie che insistono sul territorio, contribuisce ad arricchire il ventaglio di opportunità che, sapientemente coordinate dall’Istituzione Scolastica, consentono esperienze molteplici e variegate, capaci di promuovere l’acquisizione di competenze fondamentali agli uomini e ai cittadini di domani, contribuendo alla crescita, sicuramente dei singoli, ma anche dell’intero contesto sociale”. Catania ha poi insistito sul ruolo della Scuola come “catalizzatore delle risorse che il territorio stesso mette a disposizione”. Funzione questa che si coniuga con l’esigenza di “offrire ai nostri giovani il miglior percorso formativo, capace di valorizzare l’individualità di ciascuno e di educare all’imprescindibile attitudine al lavoro di squadra che, nel rispetto delle differenze, diventa potente strumento di empowerment”. Il sindaco, evidenziando il ruolo della collettività partannese “come fucina di educatori” ha ribadito il contributo dell’istruzione nell’educazione ai valori “dell’onore, della lealtà, dell’impegno, del sacrificio”. Il primo cittadino di Partanna ha quindi rivolto agli studenti l’invito ad avere “la caparbietà necessaria per realizzare i propri sogni, a perseverare sempre, perché riuscire a raggiungere un obiettivo significa non smettere mai di impegnarsi e credere nelle proprie ambizioni”. Ai docenti Catania ha augurato di avere “la serenità necessaria a contemperare disciplina ed empatia, necessarie per assicurare ai giovani un saldo punto di riferimento in una società che troppo spesso li destabilizza e rende fragili”, al personale non docente “il piacere di insegnare con il proprio esempio i valori indispensabili del rispetto e dell’impegno”, ai dirigenti “di non soccombere mai sotto il peso delle responsabilità, ma di trovare quotidianamente il modo per orientare il cammino dell’intera comunità scolastica” e alle famiglie “la serenità per incoraggiare e supportare il percorso di crescita dei propri figli”. Infine ha rivolto un pensiero “a tutti i docenti partannesi che insegnano sparsi per l’Italia e, quest’anno, anche ai neodirigenti scolastici partannesi appena assunti in ruolo ai quali auguro di compiere proficuamente la loro esperienza professionale nei contesti ai quali sono stati destinati, ma di avere presto l’opportunità di rientrare nella nostra amata Regione, sicuro del loro eccellente contribuito alla promozione del nostro territorio”.

Consiglio regionale e Festa dei 50 anni A.C.R.

AGRIGENTO – Si è svolto lo scorso 14 e 15 settembre 2019 presso l’Hotel Akrabello di Villaggio Mosè frazione di Agrigento il Consiglio Regionale di Azione Cattolica e la Festa dei 50 anni della nascita dell’articolazione A.C.R..

A partecipare all’evento, oltre i membri della Presidenza diocesana di Mazara del Vallo, anche una rappresentanza di ragazzi provenienti dalla Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo e della Parrocchia Sant’Anna di Marsala.

Durante il Consiglio Regionale, che ha visto partecipe tutte le presidenze dell’Azione Cattolica Siciliana, sono stati affrontati argomenti attinenti la sfera della responsabilità; infatti, il titolo dell’incontro è stato: “RESPONSABILITA’, risposta a una chiamata – La Responsabilità tra piazze e Parola”.

Questa tematica ha permesso a tutti i partecipanti di rivalorizzare il proprio servizio associativo alla luce, com’è stato affermato dalla biblista Rosanna Virgili, della Parola di Dio, una Parola viva, attuale, efficace, che orienta il cammino e nutre i cuori di chi in associazione si spende per edificare il Regno.

In concomitanza al Consiglio nel modulo A.C.R. “A NOI LA PAROLA, parole nuove da 50 anni” sono stati affrontati problemi che possono interessare direttamente i ragazzi e i giovani che fanno parte dell’Associazione. Quattro gli argomenti:

  1. Bullismo
  2. Social Network
  3. Immigrazione
  4. Adulti

Su questi argomenti i ragazzi hanno riflettuto e scritto a quattro ipotetici Ministri le soluzioni che secondo loro sono possibili.

Nuova Seduta di Consiglio Comunale

PARTANNA – E’ convocato il consiglio comunale, in seduta ordinaria, per le ore 19,00 del giorno  23/09/2019 presso i locali dell’aula consiliare di Via del Popolo per la trattazione degli affari di cui al seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. Lettura e approvazione verbali sedute precedenti previa nomina scrutatori
  2. Comunicazioni
  3. Interrogazioni con carattere d’urgenza
  4. Approvazione del Bilancio Consolidato per l’esercizio 2018
  5. Mozione per richiedere lo stato di calamità a seguito di gravi danni al settore agricolo/olivicolo

Presentato il nuovo piano pastorale

MAZARA DEL VALLO – Il Vescovo l’ha definita «un’opportunità provvidenziale per aprire gli occhi su una realtà che chiede di essere analizzata e interpretata». Un anno d’impegno pastorale che può dare i suoi frutti, puntando i riflettori sui giovani, coloro che sono al centro del nuovo Piano pastorale. Il documento è stato presentato qualche giorno fa in Cattedrale, alla presenza di fedeli e dei presbiteri della Diocesi. Un testo che rilancia il progetto educativo di pastorale giovanile diocesano quadriennale 2017-2021 “Abitare coi giovani”. Il Vescovo ha definito la realtà giovanile «croce e delizia»non solo nelle comunità parrocchiali ma anche nella società civile. Spesso i giovani non vengono ascoltati e tra di loro e gli adulti c’è una differenza di linguaggio, spesso assenza di sintonia: «Noi adulti siamo capaci di essere “significativi” per i nostri giovani?» ha detto il Vescovo. «Stiamo rischiando seriamente di perdere i contatti con il mondo adolescenziale e giovanile per mancanza di connessione»ha detto ancora monsignor Mogavero. Il Piano, messo in atto attraverso una metodologia chiara e condivisa, vuole recuperare questo gap. Il Vescovo ha invitato i presbiteri a uscire fuori gli ambienti parrocchiali, «ad andare nei luoghi “abitati” dai giovani e tradurre il Piano in azioni concrete attraverso una metodologia chiara». È nata quest’anno la “Cattedra per i giovani” che è rivolta alla formazione per l’accompagnamento giovanile; c’è poi la formazione permanente del clero che, come ha detto il Vescovo, «avrà quest’anno per oggetto l’approfondimento di tematiche riguardanti la pastorale giovanile». E non saranno le due uniche occasioni. Perché si pensa a rafforzare i centri di ascolto nelle scuole, a rilanciare il “Progetto Policoro” con le sue straordinarie opportunità di sostegno all’imprenditorialità giovanile, in un’ottica di sussidiarietà, solidarietà e legalità. Un ulteriore strumento sarà l’istituzione di piccoli centri giovanili come luoghi di accoglienza e integrazione.

Ospedale Abele Ajello: eseguito complesso intervento di gastrectomia totale laparoscopica

MAZARA DEL VALLO – E’ stato eseguito con successo, all’Ospedale “Abele Ajello” di Mazara del Vallo, un intervento di gastrectomia totale laparoscopica con linfectomia per carcinoma gastrico.

La laparoscopia dei tumori dello stomaco, già praticata da due anni in questa Unità Operativa consente una migliore precisione del gesto chirurgico e una radicale asportazione del tumore grazie alla magnificazione dell’immagine. La metodica riduce al minimo il trauma dell’intervento grazie a piccole incisioni al posto di estese laparotomie, con ridotte perdite ematiche, minor dolore post operatorio, una più rapida ripresa dell’alimentazione e delle funzioni intestinali, riduzione dell’immunodepressione e delle infezioni della ferita chirurgica, permettendo così una degenza ospedaliera più breve.

L’intervento è stato eseguito dall’équipe dell’U. O. di Chirurgia Generale diretta da Giacomo Urso e composta da Nicola Barbera e Valentina di Paola, coadiuvata dall’anestesista Michele di Stefano con la coordinazione di Mariella Fiaccavento e con la collaborazione del personale di sala operatoria, gestito da Giuseppe Palumbo.

La paziente di 77 anni di Mazara del Vallo, è stata dimessa dopo una degenza post-operatoria di 9 giorni, in ottime condizioni generali.

Asp Trapani, Incontinenza urinaria femminile: Italia e Cina a confronto

TRAPANI – L’incontinenza urinaria femminile colpisce oltre 3 milioni di donne in Italia: il 20-30% delle pazienti è in età giovanile, il 30-40% in età intermedia, il 30-50% oltre 65 anni.

Delle complesse problematiche legate a questa patologia si è discusso nel corso di un convegno promosso dall’Associazione Italiana di Uroginecologia, organizzato da Laura Giambanco, direttore della UOC di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani al quale ha partecipato una numerosa rappresentanza di studiosi cinesi.

Esperti italiani e medici cinesi si sono confrontati su i più moderni test diagnostici e le differenti tecniche chirurgiche utilizzabili per la correzione della incontinenza urinaria, definita ‘malattia silenziosa’, con particolare riferimento all’efficacia delle tecniche di riaiblitazione del pavimento pelvico che effettuate nei primi stadi della incontinenza e del prolasso genitale, permettono nella maggioranza dei casi di evitare il peggioramento del problema.

In particolare, costituiscono fattori di rischio per l’incontinenza urinaria femminile l’obesità, il parto operativo vaginale, la menopausa, le gravidanze: in Cina la patologia è presente in percentuali ridotte per il minor numero di gravidanze.

“E’ sempre più importante dotare le strutture ospedaliere di ambulatori di urinoginecologia e di riabilitazione del pavimento pelvico – ha detto Laura Giambanco – quello esistente al S.Antonio Abate è finalizzato alla precoce identificazione della patologia e per l’individuazione rapida delle più adeguate strategie terapeutiche conservative”.

A convegno ha partecipato fra gli altri Mauro Cervigni, urologo e ginecologo di fama internazionale, presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Urologia e Ginecologia (AIUG).

Consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo, rinnovati ieri i vertici a Partanna

PARTANNA – Eletti ieri pomeriggio (16 settembre) i nuovi vertici del Consorzio trapanese per la legalità e lo Sviluppo. Ad essere votato come presidente il sindaco di Paceco Giuseppe Scarcella, subentrato al sindaco di Partanna Nicolò Catania che aveva guidato l’ente negli ultimi tre anni. Nel corso dell’assemblea svoltasi a Partanna nella sede del G55 sono stati nominati anche il nuovo Direttore generale del Consorzio Antonella Marascia, segretario generale del Comune di Mazara, che succede a Bernardo Triolo. Per il Consiglio di amministrazione infine sono stati scelti lo stesso segretario del Comune di Marsala Bernardo Triolo e l’ex presidente dei Tribunali di Marsala e Trapani Roberto De Simone, un terzo componente sarà nominato nei prossimi giorni in rappresentanza della Prefettura. Alla seduta di ieri erano presenti oltre ai sindaci di Partanna e Paceco, l’assessore del Comune di Marsala Clara Ruggieri, il sindaco di Castelvetrano Enzo Alfano, l’assessore del Comune di Mazara Vincenzo Giacalone, l’assessore del Comune di Alcamo Vito Lombardo, il sindaco di Campobello di Mazara Giuseppe Castiglione e i primi cittadini di Calatafimi e Vita Antonino Accardo e Giuseppe Riserbato.

Il Consorzio per la legalità e lo sviluppo, al quale aderisce anche la Prefettura, riunisce i comuni dell’ex Provincia ora Libero Consorzio comunale di Trapani, con l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità attraverso azioni e strumenti di sensibilizzazione e promozione soprattutto nelle aree ad alto tasso di criminalità e inoltre provvede alla concessione a titolo gratuito dei beni confiscati. Del Consorzio fanno parte i 12 comuni di Partanna, Castelvetrano, Alcamo, Calatafimi-Segesta, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Erice, Mazara del Vallo, Marsala, Paceco, Salemi e Vita. “Ringrazio l’assemblea dei sindaci per l’ottimo lavoro svolto in questo triennio – afferma Nicolò Catania -. Una serena e produttiva collaborazione che in questi anni ci ha permesso di compiere numerose e interessanti attività volte alla promozione e diffusione della cultura della legalità nei nostri comuni. Auguro quindi un proficuo lavoro al sindaco di Paceco che sono certo saprà portare avanti l’impegno del Consorzio con competenza ed entusiasmo”. L’assemblea dei sindaci e amministratori presenti si è unita al primo cittadino di Partanna nell’augurare un buon proseguimento di lavoro al neo presidente Scarcella.