Monthly Archives: Settembre 2019

Partanna, domani sera alle 21,30 il Musical Aladin in piazza Falcone e Borsellino

PARTANNA – Sì svolgerà domani sera (6 settembre) alle 21,30 in piazza Falcone e Borsellino il musical “Aladin”, realizzato dagli studenti dell’Istituto comprensivo “Rita Levi Montalcini” per la regia di Roberto Messina. Per problemi logistici, infatti, lo spettacolo non si terrà più nella corte del Castello Grifeo come previsto inizialmente nel programma. L’evento rientra fra gli appuntamenti del cartellone di Artemusicultura 2019, organizzato dal Comune per animare l’estate partannese.

Operazione Gold Night, Di Dio (confcommercio): “Un altro grande successo dello Stato”

PALERMO – “Un altro grande successo dello Stato nella lotta alla criminalità”. Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, commenta così l’operazione “Gold Night” portata avanti dalla Polizia di Stato che ha permesso di sgominare una banda di rapinatori che negli ultimi tempi ha portato a termine numerose rapine in alcune attività commerciali del centro di Palermo.

“Confcommercio è al fianco delle forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per rendere sempre più sicura questa città che purtroppo vive nel disagio provocato da una innegabile fragilità economica. Operazioni come quella eseguita in queste ore non fanno che accrescere la fiducia di noi commercianti e imprenditori, confermando che Palermo è la più sicura tra le grandi città italiane, come recentemente confermato dalla statistiche Istat”.

Donata una sedia a rotelle elettrica all’Associazione abilmente uniti

MAZARA – L’Orthotecnica del dottore Luciano Amato dona all’associazione abilmente uniti di Mazara una carrozzina elettrica. La cerimonia di consegna si è svolta presso il negozio di via Castelvetrano della famiglia Amato. La carrozzina è stata consegnata nell’ambito della bellissima iniziativa che è nata durante la grande manifestazione di solidarietà svoltasi l’11 agosto nell’incantevole cornice di piazza Mokarta denominata “Semplicemente Meraviglioso” organizzata dall’associazione UNAC ed ideata da Francesco Foggia che ha avuto un grande successo mediatico perché ha catalizzato migliaia di presenze che sono andate oltre le aspettative.

La carrozzina si va ad aggiungere ad un’altra donazione di una grande opera d’arte in tela denominata “l’Urlo della speranza” che è stata realizzata dall’artista mazarese Gerry Bianco proprio in occasione dell’evento e che avverrà nei prossimi giorni consegnata all’ospedale Abele Ajello dove sarà posizionata definitivamente.

“Essere imprenditori per noi di orthotecinica ed avere il senso di comunità e ‘prendersi cura’ del territorio in cui si svolge la propria attività stando vicino ai bisogni della gente anche con gesti come questi per un sostegno importante verso i diversamente abili – dice il dottore Luciano Amato -. ci fa sentire e stare bene, anche grazie ad un piccolo contributo che diamo per sostenere le azioni motorie a tutela e a sostegno dei ragazzi disabili. Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa, e soprattutto a Francesco Foggia che è sempre vicino al sociale e che riesce a coinvolgerci ad ogni sua lodevole iniziativa dimostrando di stare vicino a tematiche importanti e vicino ai più bisognosi”.

Arriva lo spettacolo “Friends will be Queen”

TRAPANI – Arriva a Trapani, venerdì 6 settembre, alle ore 21.30, al teatro open air “Giuseppe Di Stefano” della Villa Margherita, l’atteso spettacolo che celebra l’immortale musica dei Queen. Sul palco 5 musicisti e 4 cantanti a cui si aggiungeranno 6 ospiti, i Friends, per uno show che si annuncia come una vera festa della musica.Vent’anni di canzoni della regina fedelmente eseguite daranno vita ad un concerto interamente prodotto dal Luglio Musicale Trapanese.

Sul palco Abele Gallo alla batteria ed alla direzione musicale, Francesco Giammartino al basso, Ivan Maiorana ed Ignazio Pumilia alle chitarre e Thomas Carpinteri alle tastiere. Le voci saranno quelle di Marco Zichittella, Isa Marisa Scardicchio, Giuliana Pantaleo e Nicola Augugliaro. A questi si aggiungeranno i Friends: Sandra Certa, Manuela Noce, Vitalba Cutrona, Piero e Gioele Corso ed il M° Nino Oddo. Tutti insieme per una grande serata di musica.

Sarà possibile acquistare i biglietti a Trapani al Botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, sito in Viale Regina Margherita, 1 (all’interno della Villa Margherita), dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30), o a Marsala, presso l’Agenzia Bristravel di Via Mazzini 49.

Costo biglietti: € 12 intero, € 5 per i bambini sotto i 10 anni.

Ho il diritto di morire? problemi e prospettive sul fine vita

MARSALA – Si terrà a Marsala il prossimo venerdì 6 settembre 2019, dalle ore 18.00 alle ore 20.00, l’incontro formativo sulle importanti questioni etico-sociali dell’eutanasia, del suicidio e della cura della vita umana. L’evento culturale “Ho il diritto di morire? Problemi e prospettive sul fine vita” si svolgerà nella Sala Conferenze del Museo archeologico regionale Lilibeo, e avrà come relatori Padre Maurizio Pietro Faggioni, professore ordinario di Bioetica presso l’Accademia Alfonsiana di Roma e Aldo Rocco Vitale, visiting professor presso la Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

L’iniziativa, patrocinata dalla Diocesi di Mazara del Vallo, è promossa dall’Opera di Religione Mons. Gioacchino Di Leo, Forum delle Associazioni Familiari Trapani, Cooperativa sociale “Voglia di Vivere”, Azione Cattolica Italiana Diocesi di Mazara del Vallo, Associazione Italiana Genitori Campobello di Mazara, Associazione Medici Cattolici Italiani Mazara del Vallo, Vita e Salute Onlus, Popolo della Famiglia Trapani, Movimento per la Vita Castelvetrano, Associazione Italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici Mazara del Vallo, Spazio Libero Onlus Salemi.

La partecipazione alla manifestazione è gratuita. L’appuntamento etico-giuridico è destinato a coloro che desiderano confrontarsi sul valore della vita umana e sugli interventi sulla vita alla luce dell’orizzonte di senso delineato dalla fede cristiana. Inoltre si offriranno delle indicazioni/riflessioni su quanto emerge dalla Costituzione Italiana e dal Diritto in generale.

Partanna, si terrà il 7 settembre al Castello Grifeo la piece teatrale “Càuru”

PARTANNA – Andrà in scena sabato 7 settembre alle 21 al Castello Grifeo la piece teatrale in ricordo delle vittime di mafia “Càuru”, rinviata lo scorso 23 agosto per problemi tecnici verificatisi al Teatro provinciale “Lucio Dalla” di Partanna. La rappresentazione di Francesco Randazzo, per la regia di Giovanni Carta, vedrà sul palco gli attori Luana Rondinelli, Jerry Accardo e Piero Indelicato. Lo spettacolo andrà a sostituire il Saggio di danza classica, moderna e contemporanea dell’Asd Studio danza di Maria Pia Distefano che avrebbe dovuto tenersi sempre sabato, annullato per sopraggiunti problemi logistici dalla stessa compagnia di ballo.

Di seguito si rinvia una breve sinossi della piece teatrale “Càuru”:

La rappresentazione di Francesco Randazzo, per la regia di Giovanni Carta, vedrà sul palco gli attori Luana Rondinelli, Jerry Accardo e Piero Indelicato (anche produttore dello spettacolo) e ancora Eleonora Bonanno, Irene Bonanno, Rosaria Calandrino, Carmela Gancitano, Grazia Urso e Diana Lisciandra. L’opera, premio Officina Teatro 2007, è una drammatica quanto impietosa narrazione delle stragi di mafia che hanno insanguinato e scosso la Sicilia e delle sue vittime più illustri. Una lunga carrellata delle giornate ormai entrate nella memoria collettiva e associate ai nomi di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e la loro scorta (23 maggio), di Paolo Borsellino e la sua scorta (19 luglio) e dei tanti altri che hanno perso la vita per difendere la giustizia, per contrastare quel male oscuro che è Cosa Nostra. Protagonista una Palermo che nel racconto si trasforma tragicamente in un cimitero popolato di obelischi, alberi e lapidi in ricordo di chi è caduto per mano mafiosa.

Gran finale del San Vito Jazz 2019 con i concerti di Buonocore e Patruno

SAN VITO LO CAPO – Dopo i 16 concerti itineranti, nelle strade e nelle piazze, si avvia alla fase conclusiva la rassegna “San Vito Jazz 2019”, promossa dall’amministrazione comunale di San Vito Lo Capo con la collaborazione dell’AOTS e la direzione artistica del maestro Mauro Carpi e di Dario Peraino. Da giovedì 5 a domenica 8 settembre, per quattro serate consecutive, musicisti di fama internazionale come Luca Filastro, Luca Velotti, Nino Buonocore e Lino Patruno si esibiranno nel Giardino di Palazzo La Porta, sede del Municipio. I concerti avranno inizio alle ore 21:30. L’ingresso è libero.

“Lo scorso anno, appena ci siamo insediati- dichiara il sindaco Giuseppe Peraino-, abbiamo “scommesso” sul ritorno, dopo tanti anni, del San Vito Jazz; quest’anno – continua il sindaco – ci abbiamo ulteriormente creduto ampliando la manifestazione con una serie di concerti itineranti, nei mesi di luglio ed agosto, che hanno riscosso il gradimento di un pubblico appassionato e attento animando il centro urbano. Ora il gran finale con eccellenze italiane conosciute in tutto il mondo, ospiti di una rassegna che indubbiamente eleva il valore della proposta di intrattenimento culturale di San Vito Lo Capo che punta ad un turismo sempre più di qualità”.

GLI APPUNTAMENTI.

Giovedì 5 settembre sul palco suonerà il Trio FILASTRO – RICCIARDO – ZAPPIA diretto dal giovane ma affermato pianista Luca Filastro, con Giuseppe Ricciardo, sax – tenore, e Emanuele Zappia, batteria.

Venerdì 6 settembre, sarà la volta di Luca Velotti Quartet. Luca Velotti è uno dei più importanti clarinettista italiani (suona nella band di Paolo Conte). Sarà accompagnato da Michele Ariodante, chitarra e voce, Gerardo Bartoccini, basso, Carlo Battisti, batteria.

Sabato 7 settembre suonerà Nino Buonocore in Jazz. Buonocore, artista che ha scritto pagine importanti della musica leggera italiana negli anni ‘80/90, ha rivisitato il suo repertorio con le atmosfere jazz. Un modo per fare avvicinare al mondo del jazz anche i non addetti ai lavori che ne riconosco la melodia. Si esibirà insieme con Antonio Fresa, piano, Antonio De Luise, contrabbasso, Amedeo Araino, batteria.

Domenica 8 settembre gran finale con un decano del Jazz, un artista internazionale che ha speso la sua vita per la musica come Lino Patruno con il suo Jazz Show. Si esibirà in concerto assieme a Mauro Carpi, violino, Fabio Crescente, basso, Antonella Parnasso, voce, Alberto Asero, vibrafono, Giuseppe Santoro, batteria, special guest Michele Sulpnik, tromba.

Emanuele Schillace vince il 16° Slalom Automobilistico “Città internazionale dei Marmi – Custonaci”

TRAPANI — Emanuele Schillace, su Radical Sr4 1600, si aggiudica la 16a edizione dello Slalom automobilistico “Città Internazionale dei Marmi – Custonaci”, valevole come Coppa Aci Sport e per il campionato regionale di slalom, organizzata dal Promoter Kinisia.

Una gara caratterizzata dalla pioggia. Il pilota messinese chiude con 108.78, primo del gruppo E2SC. Secondo posto per il mazarese Girolamo Ingardia (primo del gruppo Formule) su Gloria B 5 Suzuki. Terzo il pacecoto Michele Poma, su Radical Sr 4 1600 (111,35). Fuori dal podio il marsalese Claudio Bologna su Gloria C8 Suzuki (113,14), il busetano Giuseppe Virgilio su Radical SR4 ( 113,22). Completa la top ten il sesto posto del custonacese Nicolò Incammisa (114,38) su Radical SR4 1600, il settimo del saccense Antonino Di Matteo su Gloria C8 Suzuki(115.06), l’ottavo del custonacese Vincenzo Pellegrino(129.33) su Radical Sr4 1600, il nono del mazarese Giuseppe Giametta (120,72) su Predators Suzuki ed il decimo del palermitano Danilo Caltagirone su Gloria C8 Suzuki. Nel gruppo Racing Start vince Antonio Mario Marino su Citroën Saxo (139,54), nello starting Start Plus Giuseppe Perniciaro (128,65) su Citroen   Saxo Rs, nel gruppo N Ignazio Bonavires (132,35) su Peuget 106R, nel gruppo A Michele Russo ( 127,02) su Peugeot 106 R, nelle bicilindriche Gaspare Piazza (139.35), su Fiat 500, nel gruppo Speciale slalom Vincenzo Fazio (128,91) su Renault 5 Gt turbo, nel gruppo E1 Italia Crispino Farace(125,25) su Fiat Uno 70 S, tra i prototipi slalom Emanuele Campo (127,68) su Fiat 126 mentre, tra le silhouette, affermazione di Giusto Giordano (129,84) su Fiat 126 Suzuki. Infine, nella prova riservata alle auto storiche ha vinto Benedetto Monacò ( 153,48) su Fiat 850 coupé sport, nelle attività di base si è imposto Antonino Bonsignore su A112 (170,92).

Resiste il record della corsa che appartiene ad Alberto Santoro (105.73) stabilito nel 2012.

Pantelleria doc festival: alla scoperta dell’isola con le Cantine Pellegrino

PANTELLERIA – Dopo il successo della prima edizione, torna il Pantelleria Doc Festival. Tra le attività promosse dalla Pellegrino le visite in cantina con degustazione dei vini figli della viticoltura eroica, le cene degustazione nei ristoranti delle diverse contrade e il dopocena con il celebre passito abbinato al cioccolato.

Dal 5 all’8 settembre torna l’appuntamento con il Pantelleria Doc Festival, il grande evento dedicato alla scoperta della Perla Nera del Mediterraneo e dei suoi vini Doc. Il programma della seconda edizione prevede quattro giorni in cui i grandi vini e la cucina pantesca faranno da filo conduttore della manifestazione. Ogni pomeriggio sarà possibile visitare le cantine Pellegrino per assistere alla vinificazione delle uve zibibbo, la cui pratica di coltivazione ad alberello pantesco è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco, e degustare i moscati e passiti figli della viticoltura eroica dell’isola. Il prezioso passito naturale Nes della Pellegrino sarà anche protagonista, durante degustazioni, cene e dopocena organizzati ogni sera in alcuni dei più rinomati ristoranti dell’isola e nelle cantine del Consorzio vini di Pantelleria doc.

Un legame profondo unisce la famiglia Pellegrino a Pantelleria. Tutto inizia nel 1992, anno di fondazione della cantina di vinificazione sull’isola. Nei terreni vulcanici di Pantelleria, in vigneti coltivati ad alberello, su terreni scoscesi, duri da lavorare, sferzati dal vento, cresce lo zibibbo, uva prelibata, dolce e aromatica. Dalle stesse uve, essiccate al sole d’agosto su graticci di canne e vinificate nella cantina di proprietà, nascono i grandi vini da dessert di Pellegrino: Moscato, Passito e il Nes, la forma più nobile e pregiata di passito di Pantelleria.

Punta di diamante della produzione di Pellegrino a Pantelleria è proprio il Nes – etichetta pluripremiata fin dal 1998, anno della prima vendemmia – frutto di una selezione particolare di uve provenienti da zone costiere esposte a sud, quali Martingana, Scauri e Rekhale, dove il vento crea una maggiore erosione che manda in stress idrico la pianta e completa la maturazione. In queste condizioni la vite cresce sana e l’uva inizia ad appassire lievemente mentre è ancora sulla pianta. Un prodigioso vino da meditazione dalle intense note di frutta candita, agrumi, eucalipto, salvia e albicocca. Le uve sono raccolte a mano dai contadini locali nella seconda e terza decade di settembre, in cassettine di legno da massimo 10kg, in modo tale da evitare il danneggiamento degli acini. Nelle cantine Pellegrino di Pantelleria, un enologo specializzato nella produzione dei vini dell’isola, procede alla pressatura soffice dell’uva, cui segue l’aggiunta di uva zibibbo appassita con metodo tradizionale su graticci e terrazze. La fermentazione avviene a temperatura controllata di 16°, interrotta da un abbassamento a 3°. Il processo si conclude con l’affinamento per 10 mesi in vasche di acciaio a temperatura controllata. Quest’anno il pregiato passito si presenta in una nuova veste, ideata per esaltare la sua unicità. Una nuova e preziosa bottiglia in vetro bianco, progettata ad hoc per esaltare alla perfezione il colore ambrato di questo nettare divino.

Altra grande novità di quest’anno è la Grappa di Nes ottenuta da vinacce distillate in alambicco discontinuo di rame alimentato a legna. Un distillato dai riflessi dorati e dai piacevoli sentori di uva passa, miele, datteri e agrumi, che racchiude la personalità del pregiato passito naturale Nes e ne condivide anche la bottiglia in vetro bianco, su cui risalta un elegante decoro argentato, coordinato con quello color oro utilizzato per il passito naturale.

Il programma delle Cantine Pellegrino al Pantelleria Doc Festival:

Tutti i giorni della manifestazione (dalle 18:30 alle 20) la cantina di Pellegrino in Contrada Kuddie Rosse – lungo la strada Perimetrale dell’isola – è aperta alle visite guidate: un percorso unico e suggestivo alla scoperta della produzione eroica di Pantelleria, che si conclude con la degustazione dei vini nella terrazza panoramica con vista sul mare.

Quotidianamente è possibile degustare il passito Nes a fine pasto durante le cene degustazione organizzate nei migliori ristoranti dell’isola a partire dalle ore 20: La Nicchia e Le Due Palme (giovedì 5), Favarotta e L’Officina (venerdì 6), Al Tramonto (sabato 7), I Giardini dei Rodo (Domenica 8).

Giovedì 5 settembre (inizio ore 23) il dopocena “Passiti e Cioccolato” è un’imperdibile e originale occasione per provare il passito di Pantelleria Nes in abbinamento al cioccolato. La dolcezza del vino ben si sposa con le note amare, speziate e aromatiche del cioccolato della storica azienda Majani. Oltre alle etichette di Pellegrino, verranno proposti in degustazione anche gli altri vini passito delle aziende consorziate di Pantelleria, ognuno abbinato a una diversa tipologia di cioccolato: Sfoglia Nera Classica 51%, un piacevole fondente dalla texture friabile; Sfoglia Nera Fondentextra 70%, dal gusto più intenso e deciso; Carrè della linea Fusioni che avvolge il palato con la morbida delicatezza del cioccolato bianco, stupisce per la nota agrumata del limone e conquista con la speziata vivacità del pepe rosa.

Prezzo visite in cantina: 15 €

Prezzo dopocena passiti e cioccolato: 15€

Prenotazioni al numero 0923/912730