Monthly Archives: Ottobre 2019

Confartigianato scommette su turismo, formazione e qualità dell’accoglienza

PALERMO – Incrementare il turismo cinese in Sicilia si può. E un aiuto arriva sicuramente dalla televisione orientale che ha scelto l’Isola per girare un reality sulle tradizioni popolari. Confartigianato Sicilia plaude a questa iniziativa che ben si inserisce in un lavoro che la federazione regionale da tempo porta avanti, con la promozione del turismo e di tutte le attività legate a migliorare l’offerta turistica e l’accoglienza. Un nuovo tassello nell’ambito di una programmazione di servizi per le nostre imprese nel settore della ricettività e del turismo.

“Crediamo nell’importanza di offrire servizi di alto livello quando parliamo di ricettività ed accoglienza – dice Davide Morici, coordinatore regionale della categoria Turismo e Spettacolo di Confartigianato –. La tv cinese ha scelto la Sicilia per girare il nuovo format televisivo sulle tradizioni siciliane e in questi giorni abbiamo seguito con interesse l’attore Hu Jun sbarcato nella nostra Isola. Questo ci dà la misura di quanto è alto il potenziale della Sicilia in termini di turismo e di conseguenza, di sviluppo economico. Iniziative come queste aiutano a promuovere l’immagine della nostra terra attraverso cultura, arte, tradizione e cinema”.

Confartigianato Sicilia, proprio attraverso la categoria Turismo e Spettacolo, sta portando avanti un lavoro continuo ed efficace anche in termini di formazione. “Tra qualche giorno inizierà la quarta edizione del corso per ‘Gestori B&B e strutture extralberghiere’. Un percorso formativo avviato prima dell’estate a Palermo – aggiunge Morici – e che presto sbarcherà in tutti i territori siciliani dove stiamo lavorando per migliorare accoglienza e servizi attraverso le nostre associazioni provinciali”.

Ripuliti il canale di Macari e buona parte di quello di Biro.

SAN VITO LO CAPO – Ripuliti il canale di Macari e buona parte di quello di Biro. L’amministrazione comunale di San Vito Lo Capo, grazie all’ausilio di operai del Servizio per il Territorio, ex Azienda Foreste Demaniali, ha rimosso la vegetazione e i rifiuti presenti che avrebbero potuto ostacolare il regolare decorso delle acque piovane garantendo, in tal modo, la sicurezza delle aree circostanti in caso di piogge abbondanti o di bombe d’acqua.

In particolare, sono stati estirpati i canneti e rimossi arbusti e sfalci di potature che erano stati gettati all’interno dei due canali. Raccolti anche tanta plastica e vetro. Le ramaglie sono state bruciate nelle adiacenze dei canali mentre i rifiuti sono stati prima differenziati e poi trasportati, con mezzi comunali, al centro di raccolta per il loro smaltimento.

“Questi interventi – spiega l’assessore al patrimonio ambientale Francesca De Luca -, effettuati grazie al prezioso apporto dell’Azienda Foreste, consentiranno di prevenire il rischio di esondazione consentendo alle acque piovane di defluire senza ostacoli fino al mare. La collaborazione tra gli Enti è fondamentale per la difesa, la prevenzione e la manutenzione del territorio; ringrazio il dottor Giuseppe Giarrizzo, dirigente dell’azienda Foreste, per la disponibilità”.

“Speriamo di potere presto effettuare ulteriori operazioni di pulizia in altre zone- aggiunge l’assessore all’ecologia e ambiente Franco Valenza -. Purtroppo, a volte, l’uomo, con il suo comportamento incivile, non solo deturpa l’ambiente ma causa anche pericoli per se stesso e per gli altri”.

Anche l’assessore Valenza ringrazia il dottor Giarrizzo per lo spirito di collaborazione ed il consigliere Giuseppe Catanese che ha seguito l’istruttoria per la pulizia dei canali.

#RilanciamoTrapani Cgil, Cisl e Uil Trapani incontrano il sindaco di Mazara del Vallo. Dragaggio del Mazaro e Agenda urbana tra le priorità discusse

MAZARA DEL VALLO – Il dragaggio del fiume Mazaro, il miglioramento della funzionalità del porto e l’attuazione dell’Agenda urbana per lo sviluppo della città sono stati tra i temi principali affrontati ieri (23 ottobre) nel corso dell’incontro tra i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil Trapani e il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci.

Presenti alla riunione Antonella Granello e Giuseppe Bucca della Cgil Trapani, Massimo Santoro della Cisl Palermo Trapani, Eugenio Tumbarello e Tommaso Macaddino della Uil Trapani.

I sindacati confederali proseguono così gli incontri con i sindaci del Trapanese con lo scopo di aprire un confronto con gli stessi e presentare la piattaforma unitaria per il rilancio e lo sviluppo del territorio.

“Abbiamo incontrato il sindaco Quinci – affermano i sindacalisti – per esporre la nostra piattaforma elaborata nelle scorse settimane facendo leva sulle opportunità di sviluppo sostenibile. Con il primo cittadino mazarese ci siamo confrontati sull’utilità di strumenti quali “Agenda Urbana” e “Area Vasta” che potrebbero fornire alle nostre città una vera e propria boccata d’ossigeno. Ci siamo soffermati in particolar modo sugli argomenti peculiari relativi a Mazara del Vallo, trovando da parte del sindaco ascolto, confronto e spunti di riflessione. Augurandoci che questo sia un primo passo per poter lavorare insieme per il bene della nostra provincia, continueremo la nostra azione stimolo a far meglio nei confronti di tutte le istituzioni, sostenendo al tempo stesso le azioni di sviluppo socio-economico essenziali per il futuro di questa terra”.

“L’incontro con i rappresentanti sindacali del territorio provinciale e locale, che ringrazio, è un passo importante per condividere azioni che mirino allo sviluppo economico e sociale del territorio: le vecchie logiche campanilistiche debbono lasciare il posto ad un lavoro di rete e sinergico – afferma il sindaco Quinci -. Abbiamo illustrato i punti salienti del nostro programma che mira, in primis, allo sviluppo del porto peschereccio e commerciale. L’infrastruttura portuale con l’imminente avvio dei lavori di dragaggio del porto canale e con le azioni che intendiamo portare avanti per la realizzazione di un vero e proprio hub portuale sono priorità della nostra azione. Il turismo è al centro delle nostre politiche ed in questa direzione essere all’interno del Distretto della Pesca, del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale del Flag è condizione essenziale per incidere in ambito regionale, nazionale ed internazionale. Abbiamo una visione di sviluppo che coinvolga i nostri giovani con l’innovazione e vogliamo mettere al centro le politiche attive del lavoro. Con i fondi di Agenda Urbana daremo concretezza alle prime azioni”.

Partanna, incontro con Terna per la posa del cavo sottomarino Italia -Tunisia. Catania: “La cittadina sarà il punto di approdo del progetto da 600 milioni di euro”

PARTANNA – Si è svolta ieri mattina (23 ottobre) al Palazzo municipale la riunione fra i vertici di Terna e il sindaco Nicolò Catania per concordare anche con l’amministrazione comunale strategie, modi e tempi di realizzazione del cavo sottomarino che collegherà Partanna, sul cui territorio sarà costruita un’apposita sottostazione di trasformazione e di collegamento alla rete elettrica, a Capo Bon situato a Nord della Tunisia, esattamente di fronte alla Sicilia. L’importante opera per lo scambio di energia Italia – Tunisia, che sarà realizzata dalle società Terna e Steg (rispettivamente gestori della rete elettrica nazionale e di quella del paese africano) nell’ambito di un progetto comunitario al quale l’Ue contribuirà finanziando al 50 per cento il costo complessivo di 600 milioni di euro, dovrà essere completata entro il 2027.

Il progetto denominato “Elmed” prevede dunque la posa di un cavo che si snoderà per 200 km e avrà una portata di 600 MW allo scopo di permettere ai due paesi di far “viaggiare” l’elettricità generata da fonti rinnovabili in entrambe le direzioni, di import e export. Il comune di Partanna sarà quindi il punto di approdo italiano dell’imponente progetto e l’amministrazione comunale sarà direttamente coinvolta per definire le migliori modalità di realizzazione nell’interesse della comunità.

“Alla posa del cavo sottomarino – spiega il sindaco Nicolò Catania – sarà strettamente collegato lo sviluppo di soluzioni smart e di integrazione delle energie rinnovabili con positive ricadute per la cittadina sul piano economico, su quello dell’approvvigionamento energetico per la comunità e sulla implementazione di sistemi di produzione energetica non inquinanti che renderanno Partanna la città più sostenibile d’Italia. Il raccordo con la nostra comunità sarà fondamentale, come sottolineato dall’amministratore delegato di Terna Luigi Ferraris, perché anche Partanna, in quanto sito di arrivo del progetto, possa trarre vantaggi considerevoli dalla realizzazione dell’opera”.

Lotta al randagismo, a Petrosino microchippati 50 cani in tre mesi

PETROSINO – Sono 50 i cani microchippati a Petrosino dallo scorso luglio, cioè da quando, su input dell’Amministrazione Comunale, è stato attivato l’ufficio Anagrafe Canina presso il locale Comando di Polizia Municipale. Un dato positivo che conferma la bontà dell’azione intrapresa dalla Giunta comunale petrosilena per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei cani e della loro presenza indiscriminata di cani abbandonati sul territorio.

“I risultati dei primi tre mesi di attività ci incoraggiano ad andare avanti su questa strada”, evidenza l’Assessore Federica Cappello. Che aggiunge: “Oltre al buon numero di cani microchippati abbiamo registrato anche un’ottima risposta della cittadinanza anche sul fronte dell’adozione dei cani. Un plauso va al team di lavoro istituito ad hoc dal Comandante dei Vigili Urbani, Giuseppe Pace, al dott. Francesco De Michele dell’Asp di Trapani e ai cittadini che si sono volontariamente recati all’anagrafe per microchippare o presentare richiesta di adozione dei cani”. L’ufficio Anagrafe Canina ricorda che la registrazione dei cani e la microchippatura sono obbligatori per legge, mentre presso l’ufficio Randagismo (che si trova anch’esso al Comando di Polizia Municipale) è possibile inoltrare la richiesta di adozione. L’ufficio Anagrafe Canina è aperto con cadenza quindicinale il mercoledì (6 e 20 novembre, 4 e 18 dicembre le restanti date del 2019) dalle ore 9,30 alle ore 10,30. La registrazione dei cani e la loro microchippatura sono gratuite. Il servizio è attivo grazie alla collaborazione con il servizio veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani.

Giuseppe Arena confermato alla guida dell’Anap Sicilia

PALERMO – Il messinese Giuseppe Arena, 77 anni, è stato riconfermato alla guida dell’Anap Sicilia, l’associazione nazionale anziani e pensionati, costituita all’interno di Confartigianato.

Arena è stato eletto alla presenza di tutti i presidenti provinciali dell’Anap della Regione e del segretario regionale di Confartigianato Sicilia. Alla vice presidenza, sono stati nominati Giusto Arnone, vice presidente vicario e Primo Giovanni De Rose.

Per Arena, artigiano parrucchiere in pensione con esperienza di oltre 50 anni nel sistema Confartigianato, la riconferma è sicuramente una marcia in più, un nuovo stimolo ad andare avanti nel buon lavoro già intrapreso quattro anni fa per sollevare dinnanzi alle istituzioni le richieste e le problematiche dei pensionati del lavoro autonomo.

“La presidenza regionale dell’Anap – dice Giuseppe Arena – è un incarico che mi inorgoglisce e che porto avanti da anni con grande carica ed entusiasmo. Sarò nuovamente alla guida di una squadra ben coesa, coadiuvato dal buon lavoro di tutti i presidenti provinciali. Personalmente faccio anche parte della giunta nazionale dell’Anap e questo è sicuramente un punto di forza, che ci consente, come Anap Sicilia, un confronto diretto e immediato con i nostri referenti nazionali. Quotidianamente ci battiamo per tutelare i nostri anziani, per portare avanti campagne sulla sicurezza ma anche per organizzare manifestazioni ludiche che possano coinvolgere i nostri associati. Quindi non solo battaglie sindacali, ma tutto ciò che può rendere migliore la nostra qualità della vita”.

L’obiettivo principale dell’Anap è infatti quello di garantire a tutti i cittadini anziani pensionati, lo sviluppo della propria personalità attraverso la giusta soddisfazione, sia a livello individuale che collettivo, dei bisogni morali, intellettuali nonché materiali. I valori della giustizia e della solidarietà ispirano l’azione dell’Anap.

Incontro sul tema Élisabeth Vigée-Le Brun al Museo Pepoli

TRAPANI – Nell’ambito del ciclo di conferenze dal titolo “Il Ritratto fra tradizione e avanguardia. Percorsi di conoscenza”, associate alla mostra “Il Ritratto nel Novecento. Capolavori dai Musei Civici di Milano”, giovedì 24 ottobre p. v., alle ore 17,30, si terrà un incontro sul tema Élisabeth Vigée-Le Brun, la ritrattista di Marie Antoinette a cura di Maria Antonietta Spadaro. Élisabeth Vigée Le Brun (Paris 1755-1842) riuscì, grazie alla sua affascinante pittura e l’eccezionale capacità di interpretare la fisionomia e il carattere dei personaggi ritratti, a imporsi nelle principali corti dei regnanti del tempo, dalla Francia pre-rivoluzionaria, alla Russia, alla Polonia.

La conferenza sarà preceduta da una visita guidata alla mostra, con inizio alle 16,30.

La mostra rimarrà aperta al pubblico sino al 10 novembre prossimo con i seguenti orari:

da martedì a domenica: 9,00-17,30;

lunedì chiuso.

Ulteriori visite guidate sono previste tutti i mercoledì alle 16,15, previa prenotazione al seguente indirizzo: museo.pepoli@regione.sicilia.it

L’ingresso del pubblico alle sole conferenze è gratuito.

Il Festival degli Aquiloni – “Emozioni a naso in su!” ad Erice

ERICE – Dal 25 al 27 ottobre, il Festival degli Aquiloni – “Emozioni a naso in su!” colorerà il cielo del litorale ericino grazie ai multiformi aquiloni nei pressi del Lido Isla Banca. Il volo libero di aquiloni acrobatici, statici e multiformi, oltre alla presentazione e alla descrizione di aquiloni particolari al pubblico presente.

Numerose le attività collaterali per i tre giorni. Dalle ore 10.30 alle ore 17:30, laboratori didattici per la costruzione di aquiloni, giardini del vento, animazione, trucca bimbi, passeggiate free in bici, foto contest.

Gli appassionati di fotografia potranno “catturare” gli istanti più belli della manifestazione e partecipare al “Challenge Instagram”; hashtag ufficiale della manifestazione #ericevola2019.

“Il Primo Festival degli Aquiloni – “Emozioni a Naso in su!” è organizzato dalle Associazioni culturali “ Sensi Creativi” e “Trapani Eventi” e gode del patrocinio del Comune di Erice.

Al via la 71a stagione lirica invernale dell’Ente Luglio Musicale Trapanese

TRAPANI – Si comincia mercoledì 30 ottobre, alle ore 21.00 e si replica il 2 novembre, sempre alla stessa ora, con La Prova di un’opera seria, farsa in un atto dell’abate Giulio Artusi musicata da Francesco Gnecco. La regia è di Salvo Piro e il direttore è Manuela Ranno.

Si continua domenica 10 novembre, alle ore 21.00, con Cendrillon, l’opera da salotto di Pauline Viardot, liberamente ispirata alla celebre fiaba di Cenerentola, realizzata quest’anno in coproduzione con la Fondazione Teatro Coccia di Novara. Dopo i successi delle passate edizioni andrà in scena un’accattivante rielaborazione per orchestra.

La regia è di Teresa Gargano. La direzione musicale è affidata a Michelangelo Rossi.

Giovedì 21 novembre, alle ore 21.00, al Teatro “M° Tonino Pardo” un originale dittico La Gattomachia, favola musicale per narratore, violino concertante, e archi con musica e testo di Orazio Sciortino liberamente tratto da La Gatomaquia di Lope de Vega e Pierino e il lupo, il celebre racconto musicale del compositore russo Sergej Prokofiev.

Si conclude venerdì 22 novembre e domenica 24 novembre, alle ore 21.00, sempre al Teatro “M° Tonino Pardo” con l’opera Il Matrimonio Segreto di Domenico Cimarosa, capolavoro del genere buffo, diretto da Andrea Certa, con la regia di Natale De Carolis.

Una stagione invernale che vedrà protagonista l’Orchestra dell’Ente Luglio Musicale Trapanese.

Anche quest’anno il Luglio Musicale Trapanese ha stretto una collaborazione con il Liceo Scientifico “V. Fardella” e il Liceo Classico “L. Ximenes” di Trapani.

Sarà infatti messa in scena sabato 30 novembre, alle ore 21.00, la commedia Il Malato Immaginario di Molière con la partecipazione degli studenti con la regia di Cristina Lucido.

Ed ancora il musical “We will rock you – School edition”, uno spettacolo con le canzoni dei Queen. Un racconto tra emozioni e risate, un’esaltazione del Rock and Roll.

La regia è di Cristina Lucido e la direzione musicale di Manuela Noce.

Gli spettacoli si svolgeranno sempre al Teatro “M° Tonino Pardo” di Trapani.

Il Luglio Musicale Trapanese ha stilato, come ogni anno, anche un ciclo di matinée per le scuole del territorio. Per informazioni sui matinée contattare il numero 328 3080177.

Costi biglietti: intero € 10,00, ridotto € 7,00 (per abbonati Ente Luglio Musicale Trapanese, Amici della Musica di Trapani, Conservatorio di Musica “A. Scontrino”, i giovani fino a 24 anni previa presentazione di attestazione di frequenza o libretto universitario).

Dove acquistare i biglietti: sarà possibile acquistare i biglietti presso il Botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, sito in Viale Regina Margherita 1, a Trapani (all’interno della Villa Margherita), dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.30 alle ore 19.00, sul sito www.lugliomusicale.it oppure presso la sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

 A Pantelleria tutto l’anno. Iniziativa della compagnia DAT per promuovere il turismo scolastico, in collaborazione con Airgest

TRAPANI – È stata presentata nella sala riunioni dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, il “Progetto Scuole” di DAT Volidisicilia, compagnia aerea danese, che opera i collegamenti tra Trapani e Pantelleria, con promozioni per incentivare il turismo scolastico nell’isola, fuori dalla stagione balneare per apprezzarne i siti archeologici, le coltivazioni coraggiose e la gastronomia. Presenti, oltre al presidente di Airgest, Salvatore Ombra, al direttore Michele Bufo, il general manager per l’Italia di Dat, Luigi Vallero, Danilo Giglio, responsabile di Vivere Pantelleria, e le rappresentanti commerciali del consorzio Pantelleria Island, Valeria Silvia e Giada Tori.

Tra i rappresentanti delle scuole, il professore Filippo Angileri dell’istituto alberghiero di Trapani, Giuseppe Belvisi, docente dell’istituto onnicomprensivo Almanza di Pantelleria, Domenica Carollo e Margherita Arcoleo, docenti dell’istituto alberghiero Pietro Piazza di Palermo, Benedetta Cardoville dell’Istituto Rosina Salvo di Trapani, con una rappresentanza di alunni, Andrea Badalamenti dell’istituto Sciascia e Bufalino di Erice e l’istituto comprensivo Bassi Catalano di Trapani.

La polemica del presidente Salvatore Ombra e del direttore Michele Bufo

«Oggi c’è la grande necessità di rilanciare l’aeroporto – ha commentato Salvatore Ombra, presidente di Airgest – lo stiamo facendo con uno sforzo immane, andando in giro per coinvolgere altre compagnie aeree, abbiamo ricucito i rapporti con Ryanair, e il territorio avrebbe dovuto sfruttare di più la possibilità di avere una compagnia aerea e due tour operator, presenti per parlare di una proposta interessante. È per il territorio, e in particolare per le scuole, – aggiunge – l’ennesima buona occasione per rispondere con l’adesione, perché ogni iniziativa che funzioni non può che iniziare dalle scuole. Non devono essere gli altri ad agire, dobbiamo essere noi».

Un plauso all’azione dell’ex provincia per l’aeroporto e uno stimolo al sindaco di Marsala

E parlando di risposta del territorio, il presidente Salvatore Ombra ha approfittato del consesso pubblico per fare un plauso all’ex Provincia: «L’ingresso dell’aerostazione – ha detto – è il biglietto da visita della città. Una foresta di sterpaglie al buio non era alla sua altezza. Finalmente, la Provincia di Trapani, grazie al dirigente Ninni Barbera e al commissario Raimondo Cerami, si è attivata per il ripristino dell’area verde e della segnaletica stradale, adesso tocca al sindaco di Marsala provvedere all’illuminazione della rotonda».

Il commento del general manager di DAT, Luigi Vallero

«Abbiamo ormai un’anima siculo danese – ha affermato Luigi Vallero, general manager per l’Italia di Dat – sia per l’assunzione di 21 assistenti di volo italiani, 4 amministrativi e 8 comandanti che si uniscono al nostro personale nordico sia per aver dislocato ben 3 aerei in Sicilia, che hanno i nomi delle isole Pantiddraria, ‘Mpidusa e Linusa, e a bordo si servono bevande siciliane. Tra luglio e settembre abbiamo registrato una crescita significativa, del 21%, solo da Pantelleria a Trapani dell’11%. Per 270 mila passeggeri trasportati da luglio 2018. Di fatto Pantelleria è 35 minuti di volo, da Trapani e le meraviglie dell’isola da scoprire sono tante, dal termalismo alle escursioni, alla gastronomia, alle coltivazioni di capperi e zibibbo».