Monthly Archives: Giugno 2020

VIII Edizione del PREMIO NAZIONALE DI POESIA “HIMERA”

TERMINI IMERESE – Pubblichiamo qui di seguito il bando di Concorso dell’Ottava Edizione del Premio Nazionale di Poesia Himera.

Bando Premio Nazionale di Poesia Himera

Art. 1 – L’associazione culturale Termini d’Arte, con il patrocinio del Comune di Termini Imerese e dell’Archeoclub d’Italia Himera, bandisce ed organizza l’VIII Edizione del PREMIO
NAZIONALE DI POESIA “HIMERA” con una Sezione Speciale sull’Archeologia e i Beni Culturali e Ambientali in Sicilia.
Art. 2 – Il premio si articola in 4 sezioni:
Sez. A – Poesia inedita in Lingua Italiana (tema libero);
Sez. B – Poesia inedita in Lingua Siciliana e nei Vernacoli d’Italia, affiancata da traduzione
in italiano (tema libero);
Sez. C – Raccolta di Poesia Edita in Lingua Italiana (pubblicata dal 2013 al mese di Febbraio 2020);
Sezione Speciale Himera – Opere edite ed inedite, scientifiche e letterarie, incluse tesi di
laurea e di ricerca, video-documentari, aventi per oggetto l’Archeologia e i Beni
Culturali e Ambientali in Sicilia.
Art. 3 – Nelle Sezioni A, B i partecipanti, di età non inferiore ai 18 anni, possono partecipare ad entrambe le sezioni (con versamento delle rispettive quote) con un massimo di due componimenti poetici da produrre in cinque copie. Le opere dovranno essere scritte su foglio di carta bianca, font
Times New Roman, corpo 12, con un massimo 36 versi, privi di firma o altro segno di
riconoscimento. Dovranno essere inoltrati tramite plico raccomandato che dovrà contenere:
1) copia della ricevuta del versamento della quota di partecipazione;
2) una busta più piccola, chiusa e anonima, contenente:
a) una copia firmata dell’opera;
b) i dati anagrafici dell’autore (cognome, nome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail);
c) la seguente dichiarazione: “Dichiaro che questo mio componimento poetico è frutto
della mia creatività e alla data di invio è inedito e mai premiato in altri concorsi”.
In alternativa alla spedizione postale è possibile la partecipazione alle Sezioni A, B mediante l’invio del materiale all’indirizzo email: termini.darte@libero.it indicando nell’oggetto della mail “Premio Nazionale di Poesia Himera” e la Sezione/i alla quale si intende partecipare.
Nella mail bisognerà allegare:
1) copia/scansione della ricevuta del versamento della quota di partecipazione;
2) gli elaborati realtivi alle sezioni a cui si partecipa, in file distinti per ogni sezione, redatti in formato Word (doc/docx), font Times New Roman, corpo 12 e a loro volta in duplice copia:
a) una copia anonima;
b) una copia firmata, indicando indirizzo email, contatti telefonici e inserendo la dicitura
“Dichiaro che questo mio componimento poetico è frutto della mia creatività e alla data di
invio è inedito e mai premiato in altri concorsi”.
Art. 4 – Nella Sezione C si partecipa con l’invio di n° 5 copie dell’opera, di cui una completa di firma, dati dell’Autore, recapito telefonico, indirizzo email.
Art. 5 – Nella Sezione Speciale Himera si partecipa con una sola opera, inviando, presso la nostra sede, una copia cartacea (completa dei dati dell’autore), la ricevuta di versamento e il file dell’opera al seguente indirizzo e-mail termini.darte@libero.it.
Art. 6 – Il plico, contenente i lavori dei partecipanti e sul quale dovrà essere apposta la dicitura
“Partecipazione al Premio Nazionale di Poesia Himera Sez…”, andrà spedito entro il
30/07/2020 (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Associazione Culturale
Termini d’Arte, Via Garibaldi 53 – 90018 Termini Imerese (PA).
Art. 7 – A parziale copertura delle spese organizzative è richiesto un contributo di € 15,00, per ogni sezione a cui si intende partecipare, da effettuare con le seguenti possibili forme di pagamento:
• con bollettino postale C.C.P. 8349708 intestato ad Associazione Culturale Termini d’Arte
indicando la causale “Premio Nazionale di Poesia Himera”;
• con bonifico a IBAN IT32U0760104600000008349708 BancoPosta intestato ad Associazione Culturale Termini d’Arte;
• con accredito Postepay 5333171035108923 intestato a Rita Elia.
I plichi sprovvisti della certificazione di avvenuto pagamento della quota di partecipazione
saranno esclusi dal concorso.
Art. 8 – I vincitori del primo premio assoluto nell’edizione precedente non potranno concorrere nella medesima sezione, pena l’esclusione.
Art. 9 – Premi
Ai primi classificati delle quattro sezioni verrà assegnata una pergamena e l’opera artistica
“La Dea Alata di Himera” del M° Domenico Zora.
Ai secondi e terzi classificati di tutte le sezioni, verrà assegnata una targa personalizzata.
A discrezione della Giuria potranno venire attribuiti, a opere meritevoli, Menzioni d’Onore,
Segnalazioni di merito e Premio Speciale Giuria.
Ai vincitori dei primi premi delle quattro sezioni, che giungono da oltre la provincia di
Palermo, verrà offerto pernottamento e colazione, estendibile ad un familiare.
Art. 10 – I vincitori dei primi premi dovranno ritirare personalmente i premi assegnati, pena la decadenza.
Per gli altri premi, poiché non si effettuano spedizioni, è eccezionalmente ammessa la delega scritta. I premi non ritirati resteranno a disposizione dell’Associazione.
Art. 11 – Gli autori, per il fatto stesso di inviare le proprie opere, dichiarano di accettare l’informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003.
Art. 12 – L’Associazione Termini d’Arte si ritiene sollevata da qualsiasi responsabilità o pretesa da parte degli autori o di terze persone. I lavori inviati non saranno restituiti, e rimarranno negli archivi dell’Associazione.
Art. 13 – Tutti i concorrenti sono invitati alla cerimonia di Premiazione che avrà luogo domenica 15 Novembre 2020 presso l’Aula Consiliare del Comune di Termini Imerese. A richiesta verrà consegnato attestato di partecipazione. I Premiati saranno avvisati tramite e-mail o telefonata.
Art. 14 – La semplice partecipazione al premio comporta l’automatica accettazione di tutte le norme previste.
Art. 15 – La giuria sarà composta da personalità del mondo della cultura. Durante la serata di premiazione verrà conferito il Premio alla Cultura 2020 ad una personalità che si è distinta nel campo dell’Arte e della Cultura e che verrà omaggiata con un gioiello offerto dalla gioielleria Giuseppe Alderuccio.
Verranno inoltre assegnate la “Targa Saverio Orlando” e le “Targhe all’Eccellenza” a operatori artistici e culturali di rilievo.

Riflessioni all’interno del Pd

ERICE – Il Partito Democratico di Erice ha riunito il suo direttivo alla presenza del Segretario Provinciale Domenico Venuti e della Presidente dell’assemblea provinciale Valentina Villabuona.
Durante la riunione, alla quale erano presenti la Sindaca e gli altri rappresentanti istituzionali del PD ericino, è stata avviata una seria e profonda riflessione su alcuni episodi avvenuti durante e dopo le amministrative del 2017 emersi a seguito di pubblicazioni giornalistiche dei giorni scorsi.
È chiaro che tali fatti non possono lasciare la politica tutta indifferente e meritano una lunga e approfondita riflessione sulla selezione dei candidati per la composizione delle liste e sui metodi di ricerca del consenso. In tal senso le liste civiche sono un valore aggiunto quando puntano a sostenere realmente l’azione di governo ed il raggiungimento di risultati per i cittadini in un percorso compatibile con i valori e i temi del Partito Democratico.
Durante l’incontro è emersa tutta l’amarezza e la preoccupazione per le questioni poste e la sentita necessità di avviare fin da subito un percorso chiaro e trasparente che riporti la politica al centro di un cammino lungo e faticoso che ambisce a consolidare un rapporto di fiducia con la città ed i cittadini.
Ampio spazio del dibattito è stato dedicato all’ascolto dei componenti del Direttivo e dei due consiglieri del Pd Carmela Daidone e Antonio Pino Agliastro che ormai da sei mesi si sono dichiarati indipendenti per la non condivisione di alcune scelte.
Anche il consigliere Ninni Simonte, nuovo tesserato pd, ha partecipato all’incontro auspicando la costituzione di un nuovo gruppo consiliare.
Il direttivo del Partito Democratico tornerà a riunirsi, per continuare una riflessione costruttiva sul percorso da intraprendere ad Erice.

La Segretaria Comunale di Erice
Mariella Barraco

Erice, L’assessore Samonà: Stop ai lavori di inserimento delle piste tattili per non vedenti

PALERMO – I percorsi tattili per non vedenti, la cui posa in opera nel centro storico di Erice era stata avviata negli scorsi giorni, sono stati già rimossi e si sta provvedendo al ripristino del basolato originario.

“Ho dato immediate disposizioni agli uffici – dichiara l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – di verificare la fondatezza delle proteste che mi sono state consegnate da cittadini e consiglieri comunali di Erice e di intervenire a salvaguardia del prezioso gioiello medievale.

Il Soprintendente di Trapani, intervenuto tempestivamente nel cantiere ha riscontrato la difformità delle opere rispetto al progetto autorizzato nel 2015 ed ha bloccato i lavori disponendo la rimozione del camminamento in pietra bianca e il ripristino del selciato che dovrà essere riportato alle condizioni originarie. Non è in discussione – dice l’assessore Samonà – la necessità di effettuare interventi a tutela dei cittadini con deficit visivi, ma delle modalità e delle tecniche usate per realizzare l’opera. E’ indubbio che in contesti soggetti a tutela ogni intervento deve essere valutato soprattutto sotto il profilo dell’impatto architettonico”.
Si conclude, così, in pochi giorni una vicenda che, se passata inosservata, avrebbe provocato una ferita insanabile alla preziosa cittadina medievale.
Le opere, realizzate dall’amministrazione comunale di Erice, riguardano la posa in opera di percorsi tattili per non vedenti e ipovedenti, della larghezza di 40-50 centimetri, realizzati in pietra bianca – LOGES, acronimo che sta per Linea di Orientamento Guida e Sicurezza – che utilizzano superfici dotate di rilievi con un codice informativo facilmente rilevabile attraverso la pressione del piede.
Il percorso in fase di realizzazione era stato creato anche come percorso di emergenza per il raggiungimento di luoghi di riunione in caso di calamità naturali.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento a martedì 30 giugno 2020

TRAPANI – Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento a martedì 30 giugno 2020.

Totale casi attuali positivi 1 asintomatico (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Castelvetrano 0; Calatafimi-Segesta 0; Trapani 0; Valderice 0; Alcamo 0; Buseto Palizzolo 0; Campobello di Mazara 0; Castellammare del Golfo 0; Erice 0; Gibellina 0; Marsala 1; Mazara del Vallo 0; Paceco 0; Salemi 0;

Pazienti in isolamento domiciliare obbligato 1
Totale tamponi effettuati 15.451
Test sierologici su personale sanitario 8.531

Ricoverati 0
Decessi 5
Guariti e dimessi 125
Continua l’attività di monitoraggio dei pazienti in quarantena attraverso i test per la diagnosi del covid-19.
La differenza con il dato riportato dalla Regione siciliana è data dal calcolo di soggetti indicati come residenti sul territorio trapanese, che hanno sviluppato la patologia in territorio extraprovinciale dove sono ancora domiciliati, e pertanto non caricabili sulla curva epidemiologica locale.

Arresti a San Mauro Castelverde: dichiarazione di Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo

PALERMO – “Ringrazio le forze dell’ordine per i risultati ottenuti e per l’impegno con cui fronteggiano quotidianamente il fenomeno della mafia e delle estorsioni. La mafia che si infiltra nell’economia cittadina è un pericolo, un attentato contro l’economia legale e va fermata con l’apporto e il contributo di tutti, ciascuno per il proprio ruolo. Dopo l’operazione “Teneo”, ad appena pochi giorni di distanza arriva la notizia di una nuova operazione che ha smantellato il mandamento di San Mauro Castelverde, grazie anche alla collaborazione degli imprenditori vessati da richieste estorsive. Il moltiplicarsi delle denunce di pressioni criminali lascia ben sperare per il futuro: il cammino è ancora lungo ma queste operazioni rappresentano una importante iniezione di fiducia per gli imprenditori e la società civile”.

Lo afferma Patrizia di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, dopo l’operazione “Alastra” che ha portato all’arresto di undici persone.

Seduta di consiglio comunale in videoconferenza per il 7 luglio

PARTANNA – Il Consiglio comunale di Partnn è convocato per le ore 19 del giorno 7 luglio 2020, con modalità videoconferenza. Il luogo in cui si svolgerà il Consiglio Comunale è la sede del Palazzo Municipale di via Vittorio Emanuele 18 dove saranno presenti il Presidente del Consiglio e il Segretario Generale, collegati in videoconferenza. Sarà data adeguata pubblicità dei lavori mediante diretta streaming. Il Consiglio Comunale discuterà degli argomenti del seguente ordine del giorno:

  1. Lettura e approvazione verbale sedute precedenti previa nomina scrutatori;
  2. Comunicazioni;
  3. Interrogazioni con carattere d’urgenza;
  4. Ratifica da parte del Consiglio Comunale delle variazioni di bilancio adottate dalla Giunta Municipale con proprie deliberazioni (nn. 44, 56 e 67) a seguito dell’emergenza Coronavirus;
  5. Approvazione del regolamento di disciplina dell’imposta municipale propria (IMU);
  6. Approvazione del nuovo regolamento per la concessione di rateizzazioni e compensazione di tributi comunali arretrati. – Compensazione tra debiti dell’ente locale e debiti tributari;
  7. Approvazione Tariffe Tari anno 2020 – Differimento del termine di pagamento della Tari esclusivamente per l’annualità 2020;
  8. Approvazione regolamento comunale per la pratica del compostaggio domestico;
  9. Proroga scadenza del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo al 31.12.2040.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento a lunedi 29 giugno 2020

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento a lunedi 29 giugno 2020.

Totale casi attuali positivi 1 asintomatico (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Castelvetrano 0; Calatafimi-Segesta 0; Trapani 0; Valderice 0; Alcamo 0; Buseto Palizzolo 0; Campobello di Mazara 0; Castellammare del Golfo 0; Erice 0; Gibellina 0; Marsala 1; Mazara del Vallo 0; Paceco 0; Salemi 0;

Pazienti in isolamento domiciliare obbligato 1
Totale tamponi effettuati 15.273
Test sierologici su personale sanitario 8.347

Ricoverati 0
Decessi 5
Guariti e dimessi 125
Continua l’attività di monitoraggio dei pazienti in quarantena attraverso i test per la diagnosi del covid-19.
La differenza con il dato riportato dalla Regione siciliana è data dal calcolo di soggetti indicati come residenti sul territorio trapanese, che hanno sviluppato la patologia in territorio extraprovinciale dove sono ancora domiciliati, e pertanto non caricabili sulla curva epidemiologica locale.

Incontri dell’Associazione Cambia Partanna

PARTANNA – L’Associazione Cambia Partanna ha iniziato una serie di incontri che le permetteranno di entrare in contatto con le realtà associative, di attivismo e volontariato del nostro territorio.

“Venerdì – ribadiscono i componenti dell’Associazione – abbiamo incontrato Prima Archeologia, da sempre attivi a Partanna e nel territorio Belicino in ambito storico-archeologico, nonché promotori della ricerca accademica e scientifica del nostro patrimonio identitario. È stato un incontro interessante e proficuo sia sotto l’aspetto culturale e territoriale, sia per quanto riguarda la nostra proposta politica. Si sono affrontate diverse tematiche, in particolare l’attuale condizione e prospettive per il Museo/Castello Grifeo, e dell’Area Archeologica di Contrada Stretto. Abbiamo dato piena disponibilità a collaborare concretamente ed attivarci sia come associazione che con i consiglieri aderenti a Cambia Partanna, ribadendo il nostro impegno per azioni propositive affinché si possa programmare un’idea di sviluppo e investimento sul nostro patrimonio identitario e storico-culturale che possa avere un ritorno anche sul piano turistico oltre che educativo”.

Modifiche importanti nell’ordinanza sulla somministrazione degli alcolici

PALERMO“La nuova ordinanza modifica un punto che era di fondamentale importanza per i titolari degli esercizi pubblici e che aveva generato parecchie perplessità: non ci sarà più una responsabilità diretta per l’eventuale consumo di alcolici in contenitori di vetro all’esterno dei locali e dell’eventuale area di suolo pubblico ad essi concessa. Era impensabile che i gestori degli esercizi potessero affrontare il problema della violazione delle regole in una zona non di loro competenza.

Siamo i primi sostenitori del rispetto della legalità e continueremo a impegnarci, per quanto di nostra competenza, per evitare il fenomeno della “movida selvaggia”: proprio per questo abbiamo sollecitato il massimo controllo possibile da parte delle forze dell’ordine anche per fronteggiare i sempre più dilaganti fenomeni di abusivismo.

Anche l’allungamento dell’orario di apertura fino alle 2 può dare un po’ di respiro in più alle attività commerciali. È stato dimostrato ancora una volta che l’ascolto delle ragioni delle categorie interessate produce buoni frutti, specialmente quando scaturiscono dal comune senso di responsabilità”.

Lo dice Antonio Cottone, presidente di Fipe Confcommercio Palermo dopo la nuova ordinanza del sindaco di Palermo sulla somministrazione degli alcolici nei locali pubblici.

Domani presentazione di 2 tele del 1700 restaurate grazie alla raccolta di fondi del giugno 2018

PARTANNA – Domenica 28 giugno alle ore 18 nella Chiesa Madre a Partanna, si effettuerà la presentazione di 2 tele del 1700 restaurate grazie alla raccolta di fondi realizzata durante l’evento culturale e di ritrovo fra amanti del patrimonio storico, organizzato nel giugno 2018 all’interno del Castello Grifeo.
L’appuntamento intitolato “Vissi d’Arte sulle ali del Grifo” è stato organizzato dall’Associazione “IL MEDIOEVO” di Partanna con la collaborazione del dott. Domenico De Gennaro e Giuseppe Grifeo e con il patrocinio del Comune di Partanna.
Hanno sostenuto il restauro, i 200 partecipanti, la famiglia Grifeo e la Fondazione Cultura e Arte.