Monthly Archives: Novembre 2020

Presentato il restauro dell’Immacolata

MAZARA DEL VALLO – È tornato restaurato in Cattedrale a Mazara del Vallo il simulacro dell’Immacolata, la scultura lignea policroma collocabile temporalmente nella seconda metà del XVIII e attribuita – per impostazione iconografica e per la tipologia di intaglio – allo scultore Filippo Quattrocchi. Sulla statua si era reso necessario un intervento di restauro: insetti xilofagi avevano attaccato l’opera, soprattutto nella parte inferiore e, a livello strutturale, l’opera presentava lesioni passanti nel legno; anche in uno dei tre puttini alla base della statua, mancava la calotta cranica. Altresì delle vernici soprammesse nel tempo si era alterato il colore originale della lacca della veste e degli incarnati. Così si è reso necessario l’intervento dei restauratori Antonino e Rosalia Teri: sono state ricostruite le parti mancanti e sono state ripristinate le vernici con integrazione pittorica. Della stessa scuola del Quattrocchi, altre statue dell’Immacolata simili a quella che si trova in Cattedrale a Mazara del Vallo, sono esposte anche a Partanna e Realmonte.

Conclusa la settimana Dottrina Sociale, a Mazara firmata la carta dei valori

MAZARA DEL VALLO – Anche Mazara del Vallo ha partecipato alla X edizione della Settimana della Dottrina sociale della Chiesa, quest’anno svolta online, per via delle disposizioni anti contagio Covid-19. Tra le iniziative organizzate in città, c’è stata la cerimonia della firma della “Carta dei valori”, che in Sicilia si è svolta anche a Ragusa e a Palermo. La Carta è il frutto di un incontro, tra una quindicina di ragazzi, che vivono a Mazara del Vallo, provenienti da diversi Paesi del mondo. Le prime due firme sono state apposte dal sindaco Salvatore Quinci e dal Vescovo, monsignor Domenico Mogavero. A seguire da associazioni e cooperative che operano in città. «Tutto ciò che siamo riusciti a creare lo vogliamo donare alla città nella speranza che tutti quelli che si assumeranno l’impegno di sottoscrivere queste parole possano continuare a loro volta a scrivere pagine bianche e colorarle di un futuro comune in un clima di accoglienza e di pacifica convivenza», hanno detto i giovani presenti alla cerimonia.

Continuità territoriale, Cantone (M5S): “Finalmente da e per Comiso e Trapani si vola con tariffe calmierate: al lavoro per l’estensione su Palermo e Catania”

PALERMOCantone: “Il tema di ogni Natale è stato, inevitabilmente, quello del caro voli per tutti quei siciliani – studenti, lavoratori o persone bisognose di cure specialistiche – che volevano fare ritorno a casa per le feste. Ogni anno abbiamo assistito al solito carosello di dichiarazioni sui prezzi capestro imposti dalle compagnie aree e sulle enormi difficoltà delle famiglie di far fronte a veri e propri salassi”.
“Grazie all’impegno iniziato dall’allora ministro di Danilo Toninelli e del viceministro Giancarlo Cancelleri, già da un mese è stata attuata finalmente la tanto decantata continuità decantata continuità territoriale da e per Comiso e Trapani verso altri grandi aeroporti italiani. Ciò vuol dire stop ai salassi per i siciliani che debbono tornare a casa per le festività natalizie: sino all’anno scorso le famiglie erano costrette a sacrificare parte della tredicesima pur di tornare”.
“Dal mese di novembre è effettiva la continuità territoriale e i siciliani possono così viaggiare, compatibilmente con le misure anti Covid, a prezzi calmierati di 50 euro per la tratta Comiso – Milano e 38 per la tratta Comiso – Roma. Adesso però occorre ampliare il raggio della continuità territoriale anche per gli aeroporti di Catania e Palermo e il Movimento Cinque Stelle si sta impegnando per raggiungere questo obiettivo. Il vice ministro Cancellieri sin dal suo insediamento ha lavorato per l’allargamento delle tariffe sociali da e per gli scali delle due città più grandi dell’isola e nei primi mesi del 2021 le tariffe sociali saranno una realtà in attesa che si completi l’iter per la continuità territoriale per tutti gli hub della Sicilia”.

Dal 4 dicembre la Compagnia aerea Tayaranjet darà avvio ai voli sulla continuità territoriale dall’aeroporto di Trapani Birgi per Ancona, Perugia, Trieste e viceversa

TRAPANI – Finalmente, si “decolla”. Da venerdì 4 dicembre prossimo, La Compagnia aerea Tayaranjet darà avvio ai voli sulla continuità territoriale dall’aeroporto di Trapani Birgi per AnconaPerugiaTrieste e viceversa. Due saranno le frequenze settimanali. Il volo “inaugurale” è il Trapani Perugia con partenza alle 7,30 e rientro alle 9,40. La tariffa è di euro 51,69 per i residenti. Per il periodo emergenziale del Covid, sarà applicata la stessa tariffa anche per i non residenti a riprova della grande attenzione che il vettore bulgaro mostra verso i passeggeri per stimolarne gli spostamenti in un momento di assoluta contrazione.
«In attesa del vaccino e dell’auspicato ritorno alla normalità – sottolinea il presidente di AirgestSalvatore Ombra -, gli operatori del trasporto aereo non si arrendono e ci stiamo spendendo affinché, seppur con le dovute limitazioni, tutti i progetti portati avanti in tempi migliori vadano avanti e non si perdano. La continuità territoriale è uno di essi, e vede virtuosamente uniti, il governo nazionale, regionale e le compagnie aeree, tra cui Tayaranjet che ringraziamo, insieme all’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, perché il diritto a volare dei trapanesi sia più forte del Covid-19».
Sempre venerdì 4 dicembre alle ore 11,45 al via anche il Trapani Ancona con rientro dalla città marchigiana alle ore 14,05. Tariffe da euro 51,59. Da sabato 5 dicembre parte anche il collegamento Trapani Trieste con partenza alle ore 7,30 dall’aeroporto siciliano e rientro dalla città friulana alle ore 9,55.

Ogni lunedì si ripeteranno tutte le altre destinazioni: Trapani Ancona alle ore 7,30, Ancona Trapani alle ore 9,50; Trapani Perugia alle ore 12,00 e Perugia Trapani alle ore 14,10; Trapani Trieste alle ore 16,35 con rientro alle ore 19,00. I voli sono acquistabili sul sito www.tayaranjet.com  e presso le agenzie di viaggio tradizionali e online.
La Tayaranjet annuncia anche di riservare una tariffa speciale agli operatori sanitari: «Si tratta di un gesto di  gratitudine verso gli operatori  sanitari che si prendono cura della nostra vita in ogni momento e in qualsiasi circostanza» riferisce Gianfranco Cincotta, country manager Italia di Tayaranjet. Per partecipare all’iniziativa,  il personale sanitario (medici, infermieri, assistenti paramedici)  in viaggio per motivi lavorativi legati alla fase emergenziale, potrà inviare una mail a emergenzacovid@tayaranjet.com, e Tayaranjet applicherà una scontistica tariffaria pari al 50% sul prezzo del biglietto, tasse incluse.

Pesce sequestrato donato per le persone bisognose

MAZARA DEL VALLO – Lo scorso week-end la Guardia Costiera di Mazara del Vallo ha donato – tramite il Banco alimentare – 730 chilogrammi di pesce fresco sequestrato a un peschereccio iscritto nel registro della Capitaneria di porto locale. La donazione è avvenuta in parte alla Fondazione “San Vito Onlus” e in parte all’associazione “Aips”, sezione Trasmazzaro. Alla Fondazione sono toccati 520 kg di pesce, destinato così alle mense fraterne di Marsala e Mazara del Vallo (che ogni giorno garantiscono un pasto caldo agli indigenti) e ad alcune Caritas parrocchiali che lo hanno distribuito a famiglie bisognose. All’associazione “Aips”, invece, sono stati assegnati 210 kg che ha distribuito il pesce a nuclei familiari assistiti dalla stessa associazione. La volontà di donarlo a enti che assistono persone bisognose è stata espressa dallo stesso armatore del peschereccio, una volta che la Guardia Costiera ha provveduto al sequestro.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di lunedì 30 novembre 2020

TRAPANI – Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di lunedì 30 novembre 2020.
Totale casi attuali positivi 2714 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:
Alcamo 358; Buseto Palizzolo 2; Calatafimi-Segesta 11; Campobello di Mazara 36; Castellammare del Golfo 76; Castelvetrano 203; Custonaci 43; Erice 102; Favignana 3; Gibellina 15; Marsala 541; Mazara del Vallo 448; Paceco 52; Pantelleria 22; Partanna 57; Poggioreale 1; Salaparuta 6; Salemi 35; Santa Ninfa 5; Trapani 580; Valderice 50; Vita 2, San Vito Lo Capo 26; Petrosino 40.

deceduti 79.

guariti  1647.

Ricoverati in Terapia Intensiva 21.

Ricoverati  in Terapia non intensiva 92.

tamponi effettuati fino ad oggi 1014.

tamponi per la ricerca dell’antigene 1033.

Inserimento in prima fascia con azione gratuita promossa da MSA scuola per coloro che possiedono laurea e 24 cfu

ROMA – A seguito delle ultime delle numerose vittorie, MSA scuola riapre i termini per aderire al contenzioso volto a sancire il valore abilitante della laurea, unitamente al possesso dei 24 cfu. Tale azione sarà gratuita per tutti coloro che ne hanno i requisiti.

A partire dalla prima sentenza storica presso il Tribunale di Roma, n. 2823 del 22 marzo 2019, a seguito di un ricorso promosso da MSA scuola e patrocinato dal suo studio legale Zinzi e Bongarzone, si sono susseguite nel corso dell’ultimo anno numerose pronunce presso i Tribunali di Parma, Avezzano, Cosenza, Crotone, Termini Imerese e Brescia (per citarne solo alcuni) che hanno dichiarato la valenza abilitante all’insegnamento del Titolo Accademico (Laurea o Diploma), congiuntamente al possesso dei 24 cfu.
All’inizio di novembre, il Tribunale del Lavoro di Roma ha emesso altre tre sentenze favorevoli, riprendendo e condividendo le motivazioni già espresse da altri Tribunali secondo cui coloro che sono in possesso del titolo di accesso ad una classe di insegnamento, unitamente ai 24 cfu, sono da considerarsi abilitati. A parere del Giudice, infatti, se laurea/diploma e 24 cfu permettono di partecipare al concorso che recluta docenti di ruolo, ne consegue che tali requisiti debbano consentire l’accesso alla fascia delle graduatorie docenti riservata agli abilitati.
A seguito di queste recentissime vittorie, MSA scuola riapre i termini del contenzioso Diploma/Laurea + 24 cfu, al fine di dare a tutti i docenti (laureati ed itp) che possiedono i 24 cfu, la possibilità di entrare nella prima fascia GPS. Inoltre, tutti coloro che hanno un reddito basso possono aderire al ricorso gratuitamente.
Per aderire al ricorso, è sufficiente compilare e spedire la relativa modulistica pubblicata al seguente link: ricorso individuale “Laurea/Diploma + 24 CFU”.
Per qualsiasi dubbio o richiesta di chiarimento è possibile inviare un messaggio Whatsapp al numero 392-6225285.

Azione Cattolica – “Segui la notizia!” – Incontro di apertura anno 2020-21

MAZARA DEL VALLO – Iniziano, in modalità a distanza (on-line), le attività dei ragazzi
dell’Azione Cattolica della Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del
Vallo.  “Segui la notizia!” è lo slogan dell’Iniziativa Annuale 2020-2021 che l’ACR ha scelto per accompagnare il cammino di fede dei bambini e dei ragazzi. In questo anno associativo
l’ACR vuole aiutare i bambini e i ragazzi a farsi ultimi, a farsi servitori per testimoniare al
mondo una vita in pienezza nel Vangelo, al servizio dell’unica Parola vera che trasforma in
bene le vite e per fare da sfondo e cornice a questo percorso entriamo nella redazione di un
giornale.
Raggiunti con i mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione in questo periodo di
distanziamento sociale dovuto all’emergenza sanitaria COVID-19, i ragazzi ognuno con il
proprio gruppo di appartenenza 6-8, 9-11 e 12-14 insieme agli educatori/capi redattori hanno iniziato il percorso formativo e catechistico che li porterà nel ricevere, rispettando le regole imposte dalla Diocesi, nei prossimi giorni per alcuni e nell’anno prossimo per gli altri, i sacramenti dell’iniziazione cristiana. Durante le settimane di Avvento i ragazzi, pronti per
ricevere i sacramenti, sono stati invitati a partecipare, in presenza, alla Santa Messa dove
verranno preparati e seguiti da Padre Giuseppe Lupo.
Durante gli incontri è stato dedicato un momento anche alla notizia che attualmente ci tocca molto da vicino, i nostri Marittimi trattenuti in Libia. Tutti speriamo che possano riabbracciare al più presto le proprie famiglie.

“Sensibilizzare maggiormente le persone sul tema donazioni”

PALERMO – “Le donazioni di plasma iperimmune così come quelle di sangue sono in questo momento difficile più che mai importanti. E’ necessario che le istituzioni, nazionali e locali che sembrano unicamente concentrate su divieti e restrizioni, si mobilitino per sensibilizzare maggiormente le persone sul tema donazioni”, lo afferma Vincenzo Figuccia, deputato regionale siciliano della Lega.
“Il boom di donazioni di plasma al Policlinico di Palermo – continua Figuccia –  dimostra che tra la gente c’è un’alta sensibilità su questo tema. E’ allora doveroso da parte delle istituzioni far leva su questi sentimenti e incrementare la possibilità in tutta la nostra Regione di poter donare il plasma, dobbiamo dare a tutti la possibilità di combattere la battaglia contro il Covid”, conclude il parlamentare all’Ars e coordinatore provinciale della Lega a Pelermo

Nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che adatta le restrizioni alla nuova classificazione in “area gialla” per la Sicilia

PALERMO – La nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci per limitare il contagio del Coronavirus nell’Isola, modifica alcune delle restrizioni, adattandole alla nuova classificazione in “area gialla” per la Sicilia. Il provvedimento sarà in vigore da oggi (domenica 29 novembre) a giovedì 3 dicembre. Possono riaprire (dalle 5 alle 18) i bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e pizzerie. E’ consentita, fino alle 22 la vendita di cibo per asporto, mentre nessun limite per il domicilio. Prevista la chiusura dei centri commerciali nelle giornate domenicali. Eccezione solo per farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.  Sarà possibile muoversi all’interno del proprio Comune, e fuori, dalle 5 alle 22. Negli altri orari gli spostamenti saranno possibili solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute. A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, dovrà essere rispettato il limite del 50 per cento di riempimento rispetto alla capienza. Restano confermati la didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori, la chiusura di teatri, cinema, musei, parchi, palestre e piscine.