Monthly Archives: Novembre 2020

Coronavirus, Asp Trapani raddoppia squadre aziendali Usca sul territorio

TRAPANI – La direzione strategica aziendale dell’Asp di Trapani data l’attuale situazione epidemiologica al fine di implementare la gestione dell’emergenza sanitaria, ha disposto il raddoppio del personale sanitario in servizio presso le Usca (Unità speciali di continuità assistenziali) distrettuali sul territorio.

Ciascun distretto, quindi, dispone di due squadre Usca operative, coordinate da Mario Minore, responsabile dell’Unità operativa Gestione Emergenza Urgenza Territoriale, composte da medico e infermiere con auto aziendale, per fronteggiare la diffusione del virus attraverso l’esecuzione di tamponi antigenici o molecolari e garantire l’assistenza dei pazienti affetti da Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero.

E’ stato, inoltre, raddoppiato anche il personale sanitario dell’Usca scolastica (USCAS), che è già operativa, con una doppia squadra medico-infermieristica, su tutto il territorio provinciale

Seconda veglia di preghiera per i pescatori sequestrati. Il vescovo: «è stata un’ingiustizia»

MAZARA DEL VALLO – «Quella che è stata operata è un’ingiustizia, perché non ci sono ragioni che giustificano questo durissimo e gravissimo atto di ostilità». Lo ha ribadito il Vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero durante l’Omelia della seconda Veglia di preghiera per i 18 marittimi sequestrati in Libia, che si è celebrata ieri sera (24 novembre) presso la parrocchia Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo. A chiedere un nuovo momento di preghiera sono stati i parenti dei marittimi sequestrati. Il Vescovo, rivolgendosi ai parenti e amici, ha ribadito che «c’è bisogno che ci siano delle risposte, è troppo poco quello che vi è stato consentito (il riferimento è alle due brevi telefonate consentite tra i parenti e i sequestrati)». Poi un appunto sulla scarsa partecipazione e solidarietà della città ai parenti che stanno vivendo questo momento difficile: «Sarebbe stata auspicabile una vicinanza più corale, una risposta di voci più unanimi e più forti per invocare un diritto di giustizia», ha detto Mogavero. «Esigiamo l’impegno solenne da richiedere nelle sedi dovute affinché questi episodi non si ripetano più – sono le parole del Vescovo durante l’Omelia – abbiamo avuto pazienza, in altri tempi abbiamo tollerato episodi simili che si sono conclusi in tempi molto più ravvicinati. Adesso diciamo che è stata superata ogni misura. Ora diciamo basta».

Partanna ricorda la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne 

PARTANNA – Il 25 novembre ricorre la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Questa giornata è una ricorrenza istituita all’assemblea Generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione numero 54/ 134 del 17 dicembre 1999.
“ Come ogni anno – dichiara il sindaco di Partanna Nicolò Catania  – l’amministrazione comunale,  sensibile ai temi sociali più rilevanti, ricorda e celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Riteniamo che sia sempre più importante  – aggiunge ancora il sindaco Catania – affermare con determinazione, in considerazione del vertiginoso aumento  di stupri, femminicidi, violenze domestiche che l’attuale momento storico, segnato dall’emergenza pandemica, ha fatto registrare che nessuno è solo e che, con  forza e coraggio, si può trovare quella luce che a volte ci sembra perduta“.
Quest’anno la manifestazione verrà condotta in sinergia con 3 associazioni che da sempre si sono distinte sul nostro territorio per l’impegno sociale costante e incisivo: l’associazione Palma vitae, il Rotary e la  Fidapa.
La rassegna  inizia venerdì alle 18:30 con l’associazione Palma vitae, “Un progetto corale quello proposto da Palma Vitae, un messaggio dalle donne per le donne. Un testo prodotto dai racconti di chi nell’associazione segue le attività sulla violenza di genere, rielaborato dall’attrice e drammaturga Luana Rondinelli e dal musicista Gregorio Caimi e arrangiato dal gruppo dei Musicanti. Un brano cantato a più voci, per rinforzare l’invito alle donne a non subire, a chiedere aiuto e ad andare avanti. “Dal buio della sofferenza abbiamo voluto far intravedere quella luce in grado di restituire alla donna il suo colore/calore naturale, un segnale di incitamento per la conquista della propria autenticità e libertà.
Questo il messaggio a supporto del testo che abbiamo pensato di lanciare per questa giornata importante del 25 novembre”, dichiara la presidente dell’associazione Palma Vitae, Giusy Agueli, evento che sarà realizzato in modalità online sulla piattaforma zoom venerdì 27 novembre alle ore 18,30 e trasmesso in diretta Facebook sulla pagina istituzionale del Comune di Partanna. Sempre nella Giornata di venerdì 27 novembre,
la Fidapa BPW Italy sez. di Partanna come ogni anno si schiera contro la violenza sulle donne. “Sono 91 le donne  vittime di omicidio nei prime 10 mesi del 2020. Ancora una ogni tre giorni – dichiara la Presidente Mimma Amari -Diciamo basta a questo orrore, diciamo basta a qualsiasi forma di soppressione e di disuguaglianza. Quest’anno, di concerto con l’amministrazione comunale, in ricordo delle vittime, illumineremo di rosso, un monumento della nostra città, a significare il sangue versato di tutte le donne.
Confidiamo inoltre che ciò possa essere spunto di riflessione per creare maggiore consapevolezza in chi subisce violenza ma anche in chi la esercita, di modo che certe azioni distruttive nei confronti delle donne non rimangano più sotto traccia ed impunite”.
Sabato 28 invece sarà la volta del Rotary.
“Nonostante i limiti imposti dalla pandemia – dichiara il presidente Tommaso Masanelli -oggi più che mai determinati temi impongono un impegno comune di associazioni e istituzioni, affinché si possa, senza retorica, favorire una sempre maggiore cultura del rispetto e la piena consapevolezza dei Diritti da tutelare. Il Rotary non si ferma”.
“Sono molto contenta della sinergia che quest’anno, in questa giornata così importante, si è creata fra l’amministrazione comunale e le associazioni presenti nel territorio” – aggiunge l’assessore alle Politiche sociali Noemi Maggio.
“Questa è una risposta forte e decisa, quasi una task force fra  istituzioni e persone addette ai lavori per dire no alla violenza sulle donne, per fermare insieme un fenomeno tanto insidioso quanto subdolo, per ridare significato e valore le nostre azioni”.

Videoconferenza del Rotary contro la violenza sulle donne

PARTANNA – Sabato 28 novembre, alle ore 17:00, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il Rotary Club Partanna, con il patrocinio del Comune di Partanna, organizza una videoconferenza in diretta su Zoom, con interessanti contributi e interventi su temi particolarmente sensibili.

Tra gli altri, presente anche il Governatore del Distretto 2110 Alfio Di Costa e il Sindaco di Partanna Nicolò Catania.

Il presidente Tommaso Masanelli: “nonostante i limiti imposti dalla pandemia, oggi più che mai determinati temi impongono un impegno comune, affinché si possa, senza retorica, favorire una sempre maggiore cultura del rispetto e la piena consapevolezza dei Diritti da tutelare”.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di martedì 24 novembre 2020

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di martedì 24 novembre 2020.
Totale casi attuali positivi 2737 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:
Alcamo 373; Buseto Palizzolo 5; Calatafimi-Segesta 12; Campobello di Mazara 31; Castellammare del Golfo 62; Castelvetrano 223; Custonaci 45; Erice 102; Favignana 3; Gibellina 29; Marsala 479; Mazara del Vallo 381; Paceco 67; Pantelleria 74; Partanna 35; Poggioreale 1; Salaparuta 7; Salemi 50; Santa Ninfa 5; Trapani 599; Valderice 73; Vita 3, San Vito Lo Capo 42; Petrosino 36.

deceduti 58.

guariti  1241.

Ricoverati in Terapia Intensiva 6.

Ricoverati  in Terapia non intensiva 101.

tamponi effettuati fino ad oggi 778.

tamponi per la ricerca dell’antigene 1014.

Relativamente allo screening del 14 e 15 novembre scorsi, su un totale di 284 positivi al tampone rapido, sono 105 i positivi al tampone molecolare.

Lettera aperta di ringraziamento della Uil agli operatori della sanità trapanese

TRAPANI – Il segretario generale della Uil Fpl Trapani Giorgio Macaddino scrive una lettera aperta ai lavoratori del comparto sanità per ringraziare chi, a vario livello e con diverse professionalità si spende ogni giorno nella lotta al Covid 19.

Di seguito il testo della lettera:

“Giù le mani dai nostri sanitari, uomini e donne ogni giorno ‘danzano’, si fa per dire, davanti al virus. C’è bisogno di tanta responsabilità e saggezza da parte di tutti.

Questi sono momenti in cui l’unità e l’alto senso del dovere e del portare rispetto gli uni verso gli altri fanno la differenza, e sono la migliore alleanza per sconfiggere il maledetto virus che ha già distrutto uomini e donne, cancellato con un colpo di spugna il patrimonio umano e storico con la dipartita dei nostri anziani, detentori di valori e storie che verranno meno ai nostri giovani.

Non risparmia nessuno, giovanissimi, ragazzi e uomini di mezza età.

Sono caduti autisti addetti al trasporto dei pazienti, lavoratori oss, infermieri, medici, ausiliari tecnici, addetti ai laboratori e diagnostiche, medici di base, farmacisti, professionisti a vario titolo che insieme a volontari hanno e stanno pagando un tributo immane per avere servito facendo il loro dovere i cittadini del nostro paese.

Ma sento come Uil Fpl il dovere di lanciare un appello affinché noi cittadini diamo sostegno ai componenti dell’offerta sanitaria per non farli sentire soli e soprattutto non cadere nell’errore di puntare l’indice contro di loro proprio perché ogni giorno senza limiti di tempo si prodigano ad assicurare le cure a noi pazienti. E per comprendere meglio credo sia utile osservare i numeri che ci sono dietro a tutto questo, quale è la portata in termini pratici della ‘Guerra’ che dobbiamo fronteggiare.

Il dato è che ad oggi in provincia di Trapani abbiamo oltre 2.500 positivi prevalentemente a domicilio e asintomatici che moltiplicati almeno per cinque contatti stretti fanno più 17.500 persone da contattare. Questo è il vero problema che affrontano gli addetti del dipartimento prevenzione giornalmente assieme alle Usca. A questo aggiungiamo pure che fronteggiano lo sbarco dei migranti e capiremo l’enorme mole di lavoro che tutti i giorni viene fatto. Pertanto pieno sostegno al manager Asp Zappalà ed a tutta direzione strategica dell’Azienda sanitaria dottore Oddo e dottore Consagra che non stanno lesinando energie ed impegno a fronteggiare l’emergenza e far sentire vicina agli operatori la solidarietà dell’azienda. Un particolare ringraziamento, tuttavia, va a tutto il dipartimento di prevenzione guidato dal dottore Di Gregorio, al dottore Canzonieri ed a tutto il personale che dallo scorso primo marzo non si sono mai fermati un attimo lavorando in armonia organizzativa. Uniamo le forze facciamo squadra ed insieme ne usciremo.

Grazie giganti, siete l’orgoglio italiano.

Giorgio Macaddino”.

Una Gerbera rossa per dire no alla violenza contro le donne. Federfiori Confcommercio Palermo aderisce all’iniziativa nazionale 

PALERMO – Una gerbera rossa per dire no alla violenza contro le donne: anche i fiorai palermitani aderenti a Federfiori Confcommercio Palermo celebreranno domani, mercoledì 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, una iniziativa promossa a livello nazionale da Federfiori insieme all’Unione Induista Italiana.

Verrà omaggiata una gerbera rossa a tutte le donne che entreranno nei punti vendita dei fiorai di Palermo e provincia che aderiscono all’iniziativa e che saranno riconoscibili attraverso una locandina affissa all’esterno.

Due gli obiettivi della campagna: lanciare un forte messaggio contro la violenza sulle donne che, nei mesi di lockdown, ha visto incrementare i casi di violenza, ma anche sensibilizzare l’opinione pubblica sul difficile momento che stanno vivendo i fiorai italiani a causa del Covid.

“Un messaggio forte con un gesto delicato – spiega Gioacchino Vitale, presidente di Federfiori Confcommercio Palermo -. Il dono di una gerbera rappresenta un omaggio simbolico alle donne che vuole puntare l’attenzione sul tema della violenza di genere tema sempre di attualità e che purtroppo ha registrato un aggravamento in questi ultimi mesi per le ridotte possibilità delle donne vittime di sottrarsi alla violenza. Un fiore per ricordare a tutti noi il dovere di non sottovalutare il tema e attivare reti reciproche di solidarietà”.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di lunedì 23 novembre 2020

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di lunedì 23 novembre 2020.
Totale casi attuali positivi 2575 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:
Alcamo 350; Buseto Palizzolo 5; Calatafimi-Segesta 11; Campobello di Mazara 30; Castellammare del Golfo 59; Castelvetrano 210; Custonaci 44; Erice 92; Favignana 3; Gibellina 27; Marsala 461; Mazara del Vallo 333; Paceco 64; Pantelleria 73; Partanna 35; Poggioreale 1; Salaparuta 7; Salemi 38; Santa Ninfa 4; Trapani 584; Valderice 70; Vita 3, San Vito Lo Capo 40; Petrosino 31.

deceduti 58.

guariti  1240.

Ricoverati in Terapia Intensiva 6.

Ricoverati non in Terapia intensiva 96.

tamponi effettuati fino ad oggi 1154.

tamponi per la ricerca dell’antigene 789.

Asp Trapani, record Screening Covid 19 nelle scuole elementari: 18.771 tamponi rapidi, 155 i positivi

TRAPANI – Si è chiusa con un totale da record di 18.771 tamponi effettuati e 155 casi positivi l’attività di screening Covid 19 rivolta agli studenti delle scuole elementari della provincia di Trapani, che si è svolta il 21 e 22 novembre 2020 nei comuni del territorio.

La campagna, promossa dall’Assessorato regionale alla Salute d’intesa con Anci Sicilia, è stata attivata dall’Asp di Trapani che ha messo in campo medici e infermieri delle squadre aziendali Usca coordinate da Mario Minore, Responsabile dell’Unità operativa Gestione Emergenza e Urgenza Territoriale, per il monitoraggio degli studenti delle scuole elementari, dei familiari e di tutto il personale scolastico attraverso test antigenici rinofaringei rapidi effettuati in modalità Drive in.

Di seguito i dati relativi all’attività di screening nelle due giornate.

Sabato 21 novembre, totale tamponi 8.463; 96 positivi:

Trapani: tamponi 983, positivi 3; Erice: tamponi 767, positivi 8; Paceco: tamponi 494, positivi 3; Campobello: tamponi 360, positivi 3; Partanna: tamponi 585, positivi 0; Castelvetrano: tamponi 591, positivi 11; Mazara: tamponi 1315, positivi 30; Salemi: tamponi 734, positivi 2; Alcamo: tamponi 1117, positivi 17; Marsala: tamponi 1517, positivi 19.

Domenica 22 novembre, totale tamponi 10.308; 59 positivi (Pantelleria compresa):

Trapani: tamponi 1079, positivi 8; Valderice: tamponi 535, positivi 1; Erice: tamponi 681, positivi 7; Custonaci: tamponi 228, positivi 2; Marsala: tamponi 1549, positivi 11; Mazara: tamponi 1340, positivi 5; Salemi: tamponi 739, positivi 3; Alcamo: tamponi 1366, positivi 5; Castellammare: tamponi 722, positivi 3; Castelvetrano: tamponi 503, positivi 9; Partanna: tamponi 648, positivi 5; Campobello: tamponi 284, positivi 0.

“Con oltre 18mila tamponi – ha detto il commissario straordinario Paolo Zappalà – l’Asp di Trapani si conferma ancora una volta ai primi posti per numero di test effettuati nel fine settimana trascorso dalle squadre Usca aziendali sulla popolazione rafforzando l’attività di monitoraggio e contrasto alla diffusione del contagio da coronavirus nel territorio provinciale. Medici e infermieri sono impegnati da mesi nella lotta al Covid – ha sottolineato Zappalà – con un pesantissimo carico di lavoro quotidiano per mantenere il più alto livello dell’assistenza sanitaria. A tutto il personale sanitario confermo ancora una volta la mia personale gratitudine”.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Rallo (Uil Poste Trapani): “Il 25 novembre Indosseremo un segno rosso per sensibilizzare” 

TRAPANI – I lavoratori e le lavoratrici di Uil Poste Trapani mercoledì 25 novembre indosseranno qualcosa di rosso durante l’orario di lavoro in adesione all’iniziativa del Coordinamento pari opportunità Uil Poste Sicilia, unitamente alla Segreteria regionale, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

“Si tratta di un gesto simbolico – affermano il segretario generale Uil Poste Trapani Giuseppe Rallo e la coordinatrice regionale p.o. Daniela Mosanghini – per accrescere la sensibilità di tutti rispetto a un problema che affligge la società moderna”.