Monthly Archives: Giugno 2021

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 30 giugno 2021

TRAPANI – Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 30 giugno 2021.

I casi attuali positivi sono 198 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 12; Buseto Palizzolo 0; Calatafimi-Segesta 1; Campobello di Mazara 22; Castellammare del Golfo 4; Castelvetrano 22; Custonaci 1; Erice 2; Favignana 0; Gibellina 1; Marsala 48; Mazara del Vallo 59; Paceco 1; Pantelleria 1; Partanna 0; Petrosino 4; Poggioreale 1; Salaparuta 0; Salemi 1; Santa Ninfa 4; San Vito Lo Capo 0; Trapani 7; Valderice 1; Vita 6.

deceduti 341.

guariti 13663.

Ricoverati in Terapia Intensiva 0.

Ricoverati in Terapia non intensiva 12.

Tamponi molecolari effettuati: 213.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 96.

In esecuzione un’ordinanza di misura cautelare per atti persecutori

MAZARA DEL VALLO – I Carabinieri della Stazione di Mazara del Vallo, in esecuzione dell’ordinanza applicativa di misura cautelare personale emessa dal Tribunale di Marsala, hanno sottoposto alla misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, un 45enne castelvetranese accusato del reato di atti persecutori.
Tale provvedimento è scaturito in conclusione dell’attività di indagine condotta dai Carabinieri a seguito della denuncia da parte di una donna con cui in passato il 45enne aveva avuto una relazione. Nel corso dell’attività di riscontro, i militari, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Marsala, hanno accertato che l’uomo aveva posto in essere comportamenti di tipo persecutorio con continue minacce, molestie e lievi aggressioni, che avevano indotto nella vittima uno stato di ansia e di timore per la propria vita oltre ad influenzarne le quotidiane abitudini.
L’odierno risultato operativo è frutto del quotidiano impegno e della attenzione posta dall’Arma sugli episodi di violenza maturati in ambito familiare, a tutela della legalità e del cittadino.

In scena domani “Mare Nostrum” tra poesia, pittura e scultura

MAZARA DEL VALLO – Nell’ambito della rassegna “Mediterraneo, visioni all’orizzonte”, andrà in scena domani (giovedì 1° luglio), alle ore 18, presso la Fondazione San Vito Onlus, in via Casa Santa, 41 a Mazara del Vallo l’iniziativa “Mare nostrum”, tra poesia, pittura e scultura. Alla kermesse artistica parteciperanno gli artisti Veronica Bauso, Adriana Bellanca, Gerry Bianco, Lucia ni Wanda Cortese, Serafina Maria Costa, Vincenzo Maria Di Bona, Loredana Fogazza, Antonino Gambino, Antonino Giacalone, Daniela Pisciotta, Mariella Ramondo, Marcella Randazzo, Maria Tindara Sapienza, Dora Saporita, Heidemarie Spengler, Anna Maria Tornabene Burgio, Anita Vitrano. Lettura critica a cura di Franco Fazzio, direzione artistica di Eleonora Fogazza. Cinque saranno i momenti artistici e tra questi “L’uomo e il mare” e “Luogo di incontro fra popoli ma…troppo spesso rifiuto e morte”. Le opere che alcuni artisti esporranno sarà allestita anche una mostra che sarà visitabile sino al 9 luglio, dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 19, con ingresso libero.

I pescatori incontrano l’assessore Scilla su quote tonno e contributo Covid

PALERMO – Ieri (29 giugno), i rappresentanti delle Cooperative dei Pescatori di Isola delle Femmine e di alcune associazioni rappresentative del settore hanno incontrato alla presenza del deputato regionale di Forza Italia e componente della Commissione Parlamentare Attività Produttive, Mario Caputo, l’Assessore Regionale all’Agricoltura e Pesca, Toni Scilla. All’incontro hanno partecipato il Consigliere Comunale Stefano Bologna, Benedetto Nebuloso consigliere comunale e presidente della Cooperativa pescatori di Isola delle Femmine, e Salvatore Lucidi presidente della Associazione Cogepa Palermo Ovest e presidente di Sicilpesca. Nel corso dell’incontro sono state affrontate le principali problematiche legate al comparto, quali le limitazioni alla pesca del Tonno, la riduzione delle giornate di pesca nel Mediterraneo imposte dalla Unione Europea , la concorrenza da parte delle marinerie africane e l’attesa dei contributi per il periodo del Covid 19. L’Assessore Scilla oltre che condividere a le rimostranze dei pescatori di Isola, ha illustrato le iniziative che a livello regionale e d’intesa con il Governo Nazionale si stanno avviando per affrontare le problematiche che oggi vivono le marinerie siciliane. E’ stata anche prevista una audizione in Commissione Attività Produttive con le associazioni, che rappresentano le marinerie dell’Isola.

“Sono grato all’assessore Scilla – ha dichiarato Caputo – per la sua disponibilità e per i temi affrontati con grande competenza. Si è trattato di un incontro importante, ripetuto dopo che l’Assessore avrà incontrato il rappresentante del Governo nazionale con delega alla Pesca. Il nostro è un comparto di enorme importanza che rappresenta una consistente parte del prodotto interno lordo siciliano e che coinvolge migliaia di posti di lavoro. Nelle prossime settimane sarà convocata un’audizione in Commissione Attività Produttive per fare il punto sulle questioni che attengono al comparto produttivo della Pesca”.

Arrestato un 26enne dai Carabinieri: aveva droga e cartelli stradali in casa

PANTELLERIA – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto in arresto per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e ricettazione V.L. pantesco, classe 94.
Impegnati in un servizio volto al rispetto delle norme sulla circolazione stradale i militari dell’Arma sottoponevano a controllo il 26enne, a bordo della propria autovettura, il quale da subito appariva particolarmente nervoso ed impacciato. I Carabinieri decidevano di approfondire il controllo sottoponendolo a perquisizione personale e veicolare rinvenendo a bordo del veicolo due vasetti con piante di canapa e piccole lampade alogene. Estesa la perquisizione presso il domicilio venivano rinvenuti ulteriori 36 barattoli con scritta “cannabis light” che in realtà contenevano sostanza stupefacente tipo marijuana sativa, ad alto contenuto THC, per un peso complessivo di grammi 70, 2 barattoli in vetro contenenti marijuana per un peso complessivo di grammi 176, materiale utilizzato per coltivazione di piante di canapa, tra cui una serra indoor completa appena smontata, lampade alogene, fertilizzanti e sacchi di terra. Durante la perquisizione venivano altresì rinvenuti 2 cartelli stradali relativi a località dell’isola, sottratti da pubblica via. La sostanza stupefacente sequestrata, veniva assunta in carico in attesa di campionatura e successiva distruzione. I cartelli stradali venivano restituiti al comune Pantelleria. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, celebrata nella giornata di ieri (29 giugno).

Possibile inquinamento delle acque della foce del fiume Modione in territorio di Castelvetrano

CASTELVETRANO – Legambiente Circolo Crimiso Castelvetrano ha inviato al Sindaco del Comune di Castelvetrano, all’ARPA Regione Sicilia, al Presidente della Regione Sicilia, all’Assessorato Regionale BB.CC.AA. Regione Sicilia, al Direttore del Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria oltre che a Legambiente Regionale Sicilia e al Presidente del Consiglio Comunale di Castelvetrano (con preghiera di informarne i consiglieri comunali), avente per oggetto: Segnalazione possibile inquinamento acque foce fiume Modione in territorio di Castelvetrano.

Qui di seguito pubblichiamo il testo della segnalazione:

“Con riferimento alle segnalazioni effettuate dallo scrivente circolo Legambiente rispettivamente in data 25-5-2020 e 28-11-2020, cui ne sono seguite diverse da parte di altre associazioni, cui non ci risulta aver ricevuto seppur interlocutorio riscontro, si torna a chiedere alle LL.SS., ognuna per quanto di propria competenza, quali iniziative sono state intraprese per individuare (ed eventualmente eliminare) le cause che continuano a determinare il molto probabile inquinamento del fiume Modione, anche alla luce della recente ordinanza di divieto di balneazione emessa nei giorni scorsi (e dopo qualche giorno ritirata!).

Circolo Legambiente Crimiso

Aldo Vaccaro eletto componente della segreteria della Uil Trapani

TRAPANI – Due nuove nomine negli organismi direttivi della Uil Trapani, Aldo Vaccaro, alcamese, è stato eletto ieri (28 giugno) quale nuovo componente della segreteria della Uil Trapani. La trapanese Adelaide De Marco, invece, è stata eletta a far parte del Consiglio confederale territoriale della Uil Trapani. Prendono il posto dell’uscente Mario D’Angelo.

“A Vaccaro e De Marco rivolgo i migliori auguri di buon lavoro – afferma il segretario generale della Uil Trapani Eugenio Tumbarello -. Sono sicuro che sapranno mettere a disposizione le loro ottime professionalità e capacità personali per contribuire alla nostra azione sinergica sul territorio”.

I Carabinieri arrestano un 40enne scoperto con varie dosi di eroina

TRAPANI – I Carabinieri della Stazione di Trapani-Borgo Annunziata, nel corso di un  servizio mirato, finalizzato al contrasto e alla repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno arrestato nella flagranza di reato, V.G., cl.80, trapanese, già gravato da precedenti di polizia.
I militari dell’Arma, già da qualche tempo, stavano svolgendo delle indagini tenendo sotto controllo i movimenti dell’arrestato, persona già nota alle forze dell’ordine, al fine di verificare se lo stesso fosse dedito all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Al termine di un discreto servizio di osservazione, gli operanti hanno deciso di fermare l’uomo per procedere ad una perquisizione. Fin dal principio, il 40enne ha mostrato evidente nervosismo continuando a negare di possedere alcun tipo di sostanza stupefacente. Ciò nonostante, mentre l’uomo era intento a prelevare i documenti personali dalla tracolla, i Carabinieri hanno notato che all’interno vi era un involucro in cellophane che hanno immediatamente controllato: l’involucro ne conteneva sette più piccoli in carta stagnola, tutti con eroina per un peso complessivo di circa 3 grammi. Nel proseguo dell’attività di polizia giudiziaria, è stato rinvenuto un ovulo confezionato con pellicola trasparente contenente ulteriori 11 grammi della stessa sostanza stupefacente e la somma di 270,00 euro in banconote di piccolo taglio, posta sotto sequestro insieme alla droga poiché ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio.
L’uomo, al termine delle attività di perquisizione e concluse le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto. La competente Autorità Giudiziaria, in sede di rito direttissimo svolto nella giornata di oggi (29 giugno), ha convalidato l’arresto ed applicato la misura cautelare dell’obbligo di dimora nei comuni di Trapani ed Erice.

Donna salvata dai Carabinieri: non riusciva più a raggiungere la barca per la forte corrente

FAVIGNANA – Nella giornata di ieri (28 giugno) i Carabinieri della Stazione di Favignana precisamente l’equipaggio a bordo del Battello pneumatico CC405 sono intervenuti in soccorso ad una donna che per le forti correnti non riusciva più a raggiungere il natante dal quale si era poco prima tuffata.
Durante un servizio perlustrativo delle coste favignanesi i Carabinieri a bordo del Battello pneumatico sono stati attirati da una donna che gesticolava chiedendo aiuto al compagno rimasto a bordo di una barca all’ancora noleggiata poco prima.
La zona Bue marino è caratterizzata dalla meravigliosa architettura delle cave di tufo che fa di essa una delle più suggestive discese in mare dell’isola attraendo un gran numero di turisti ignari delle forti correnti che attraversano questo tratto di mare che spesso mettono a dura prova anche esperti nuotatori.
Meno di un anno fa un analogo intervento dei Carabinieri mise in salvo un’altra donna che, stremata, non riuscendo più ad avvicinarsi alla sua imbarcazione era in balia della corrente lontana ormai più di cento metri dalla costa. Anche questa volta il provvidenziale intervento degli uomini dell’Arma ha scongiurato il peggio. La donna è stata infatti imbarcata sul natante dei Carabinieri e portata in salvo.

Comunicato del Circolo del Pd di Partanna sulla “gestione” amministrativa della Città

PARTANNA – Il Circolo del Pd ci ha inviato questo comunicato che di seguito pubblichamo:

“L’estate è ormai iniziata, e come ogni anno, ci ritroviamo ad affrontare sempre gli stessi problemi.
Blatte che fuoriescono dai tombini, covi di zecche e altri parassiti annidati nelle aree verdi abbandonate del centro abitato, sacchi di spazzatura disseminati in ogni dove, approvvigionamento idrico a singhiozzo, focolai di incendi nelle prossimità del paese, in barba alle ordinanze antincendio, che rimangono spesso solo sulla carta.
Non occorre allegare foto sulle condizioni in cui versa il nostro centro abitato: tutti i cittadini possono vedere con i propri occhi.
Niente di nuovo sotto il sole caldo di questa estate. Un’estate che dovrebbe essere all’insegna della ripresa dell’attività turistico-ricettiva del nostro Comune e che, invece, a pochi giorni dall’inizio di luglio, vede ancora il Castello chiuso ai turisti e ai visitatori, fino a data da destinarsi, per “causa covid”; un Teatro comunale vandalizzato per l’incuria e la mancanza di sorveglianza, un Teatro che dovrebbe ospitare una kermesse di noti personaggi, al momento enunciati solo a parole, ma assenti in un qualsiasi programma di eventi.
Ci ritroviamo un Sindaco, onnipresente nell’hub vaccinale, impegnato a sponsorizzare la sua figura nei paesi limitrofi e a far apparire la nostra città come un “post” da sogno.
Basta guardarsi attorno per smentire questa falsa idea che “tutto va bene”. Partanna ha bisogno di decoro, di attenzione e cura, di una programmazione e gestione serie ed efficaci IN TUTTI GLI AMBITI dell’amministrazione.
Il Sindaco è tutto preso da possibili rimpasti di giunta e future adesioni a partiti sovranisti della destra populista; questa Città sembra pagare il prezzo dell’avvicinarsi delle elezioni regionali.
Il circolo del Partito Democratico di Partanna chiede, a nome di tutti i cittadini che hanno a cuore il bene di questa Comunità, che i mesi a venire si distinguano per una autentica ripresa economica e sociale, che abbiano un’Amministrazione con chiari programmi di gestione della cosa pubblica – non solo annunci di iniziative e azioni “arripizzate” all’ultimo minuto – e che non siano caratterizzati soltanto dalla ripresa di attività propagandistiche per la campagna elettorale imminente”.

Il Circolo PD di Partanna