Monthly Archives: Luglio 2021

Arte: le tele di Rori in mostra al Museo Mandralisca fino al 22 agosto

CEFALU’ – Le tele della pittrice termitana Rosalba Cannavò, in arte Rori, sono in mostra al Museo Mandralisca di Cefalù, fino al 22 agosto prossimo, nell’ambito della rassegna “Mori, amori e follia. Intreccio di pupi e colori”.
La manifestazione, organizzata dall’associazione Roncisvalle e dalla vice presidente della Fondazione Mandralisca dott.ssa Laura Gattuso, vede anche la mostra di Pupi saraceni di Angelo Sicilia e Giuseppe Quolantoni.
Le opere di Rori, appositamente realizzate per l’evento, offrono un turbinio di colori che si amalgama alle chiome e alle armature sfavillanti dei mori e dei paladini.
“Sono onorata – dichiara la pittrice – della collaborazione con l’associazione Roncisvalle e la fondazione Mandralisca. Le belle sinergie portano alla crescita personale arricchendo il percorso di vita”.
Rosalba Cannavò è nata a Petralia Sottana (Palermo). Traendo ispirazione dall’antica e affascinante tradizione dell’opera dei pupi, dalla pop art e dal fumetto, Rori ha creato un proprio stile moderno, originale e inconfondibile.
I soggetti rappresentati nei suoi dipinti, dalle forme seducenti e dai colori brillanti, parlano di Sicilia e sicilianità. Sono volti, sguardi, immagini che svelano un universo di sentimenti e passioni.
Le sue opere sono state esposte in numerose mostre.

Ripartenza scuola: Rizza (Flc Cgil Sicilia): “Altro che green pass, nulla è stato fatto in questi mesi”

PALERMO – “Sul green pass necessario per la ripartenza della scuola si sta consumando una polemica paradossale. Il problema, infatti, non è tanto la vaccinazione del personale, che in Sicilia ha superato l’80 per cento, ma tutto quello che non è stato fatto in questi mesi e che era indispensabile fare per garantire l’avvio del nuovo anno scolastico in sicurezza”. Lo dice Adriano Rizza, segretario della Flc Cgil Sicilia.

“Mi riferisco – spiega – al rifinanziamento del fondo da 1 miliardo e 850 milioni di euro, ridotto quest’anno a 350 milioni, per l’assunzione del personale covid e per la riduzione del numero di studenti per classe. Agli investimenti sull’edilizia scolastica per l’adeguamento delle infrastrutture e la costruzione di nuove classi. Al potenziamento dei trasporti pubblici, che durante il periodo scolastico sono strapieni di passeggeri. All’adeguata fornitura di dispositivi di protezione individuali, in particolare per i docenti della scuola dell’infanzia e della primaria”.

“Voglio sottolineare – prosegue Rizza – che per gli studenti sotto i 12 anni non è prevista nessuna forma di vaccinazione, per cui i docenti e il personale ata vaccinati si troveranno a contatto con centinaia di bambini e ragazzi non vaccinati”.

“Alla fine – conclude – ci ritroviamo ancora una volta con il rischio concreto di costringere i nostri studenti, per il terzo anno consecutivo, alla didattica a distanza. Una modalità i cui effetti collaterali sono noti a tutti (dispersione scolastica e povertà educativa) e che pertanto andava evitata a tutti i costi”.

Musiche del violoncellista palermitano Alessandro Palmeri

ERICE – Questa domenica gli Amici della Musica di Trapani entrano nel vivo della rassegna estiva Ericestate 2021 con un appuntamento di primissimo piano.
Domenica 1 agosto, alle ore 21.00, nel cortile del Palazzo Sales, ad Erice sarà protagonista il violoncellista Alessandro Palmeri che eseguirà un concerto di musiche di compositori italiani e non solo, su un violone Simone Cimapane del ‘700. Lo strumento, il cui autore è per molti un nome sconosciuto, ha una particolarità eccezionale: il suo proprietario era un musicista romano che suonava nell’orchestra che eseguì per la prima volta i concerti grossi di Arcangelo Corelli. E’ molto probabile quindi che lo stesso Corelli ebbe non solo l’opportunità di concertare i suoi capolavori ma anche di suonare questo magnifico strumento il cui suono, trecento anni dopo, echeggerà nell’atmosfera ericina. Le musiche del violoncellista palermitano Alessandro Palmeri saranno di Domenico Gabrielli, Johann Sebastian Bach, Giovanni Battista Vitali e Domenico Colombi.

Il costo del biglietto per ogni concerto è di 7,00 euro (intero) e 5,00 euro (ridotto per gli studenti fino a 24 anni). Sarà possibile acquistare il biglietto on line su www.amicidellamusicatrapani.it (American Expess, Maestro, Mastercard, Visa, Discover, Carta Aurea, Paypal) e al Botteghino presso la chiesa di Sant’Alberto in Via Garibaldi –Trapani nei seguenti orari dalle 17.00 alle 19.00 e il giorno del concerto dalle 10.00 alle 12.00. Per avere informazioni è possibile inviare un messaggio su WHATSAPP al +393494764193

La rassegna è organizzata dagli Amici della Musica di Trapani in collaborazione con il Comune di Erice, ICIT-Istituto di Cultura Italo Tedesco – Trapani e il Goethe Institut.
I concerti rispetteranno le misure adottate a seguito dell’emergenza Coronavirus (COVID-19) per il settore dei beni e delle attività culturali.
La capienza consentita non potrà essere superiore al 50% di quella massima autorizzata.
Si ricorda che non sarà necessario esibire nessun tipo di pass per accedere alla manifestazione, in quanto le nuove disposizioni in materia di salute pubblica entreranno in vigore dal 6 Agosto.

I carabinieri arrestano un 32enne per reiterate violazioni alla misura di prevenzione:

SALEMI – I Carabinieri della Stazione di Salemi hanno arrestato M.A., cl.89, salemitano, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala.
Tale provvedimento è scaturito a seguito della condanna ad 1 anno e 1 mese di reclusione inflitta con sentenza della Corte di Appello di Palermo per aver reiteratamente violato la misura di prevenzione cui era stato sottoposto il 32enne, a cui si è aggiunta la pena di ulteriori 8 mesi per il reato di ricettazione.
Infatti l’uomo, gravato da numerosi precedenti di polizia, in particolare per reati contro il patrimonio e la persona ed in materia di sostanze stupefacenti per fatti compiuti tra il 2007 e il 2015, nell’arco di tempo in cui si trovava sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, ha compiuto reiterate violazioni non presentandosi presso gli Uffici dell’Arma senza giustificato motivo.
Il lavoro di controllo quotidianamente svolto dalla locale Stazione Carabinieri nel corso degli anni ha minuziosamente documentato i comportamenti illeciti del 32enne permettendo alla Autorità Giudiziaria competente, che condivideva gli esiti degli accertamenti esperiti, di emettere i provvedimenti del caso.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di venerdì 30 luglio 2021

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di venerdì 30 luglio 2021.

I casi attuali positivi sono 547 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 43; Buseto Palizzolo 5; Calatafimi-Segesta 1; Campobello di Mazara 16; Castellammare del Golfo 10; Castelvetrano 10; Custonaci 3; Erice 43; Favignana 9; Gibellina 0; Marsala 81; Mazara del Vallo 172; Paceco 5; Pantelleria 86; Partanna 3; Petrosino 1; Poggioreale 0; Salaparuta 0; Salemi 8; Santa Ninfa 3; San Vito Lo Capo 3; Trapani 38; Valderice 3; Vita 4.

deceduti 345.

guariti 14066.

Ricoverati in Terapia Intensiva 0.

Ricoverati in Terapia non intensiva 14.

Tamponi molecolari effettuati: 346.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 251.

Segesta, Naxos e Palermo: tre momenti dedicati ad Aurelio Pes, fra teatro, musica e dibattiti

PALERMO – L’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, insieme ai Parchi Archeologici di Segesta e di Naxos-Taormina, rende omaggio ad Aurelio Pes, scrittore, drammaturgo e critico musicale, scomparso nel dicembre dello scorso anno. Lo farà con tre appuntamenti fortemente voluti dall’assessore Alberto Samonà, che racconteranno l’uomo, lo studioso e l’intellettuale, da sempre attento al tema del Mito nelle sue molteplici forme espressive.

Si comincia il 23 agosto a Segesta, dove nell’ambito del cartellone delle Dionisiache, a cura di Nicasio Anzelmo andrà in scena una mise en espace dei Sette contro Tebe di Eschilo, nell’elaborazione, adattamento e interventi di Aurelio Pes.

Il 19 settembre nel Parco Archeologico di Naxos, è in programma “Un Viaggiatore al limite della Bellezza. Ricordando Aurelio Pes”, tavola rotonda coordinata da Fulvia Toscano, a cui saranno presenti, fra gli altri, l’assessore Samonà, Gabriella Tigano, direttore del Parco Archeologico di Naxos-Taormina, Katia Pes, Fabio Granata, Valeria li Vigni, Andrea Pruiti Ciarello, Carla Tatò.

Infine il 22 settembre, a Palermo, al Museo d’arte contemporanea Riso, il musicista Gianni Gebbia presenta “Attis”, un audiodramma nato da un’idea che lo stesso Gebbia aveva condiviso nel 2020 proprio con Aurelio Pes e poi rimasto incompiuto. Un progetto che adesso vede la luce, come omaggio al drammaturgo scomparso. Si tratta di un testo teatrale per nove voci, musicato con vari strumenti e con l’intervento delle voci in scena.

“Un doveroso omaggio attraverso tre momenti d’eccezione in altrettanti luoghi della Sicilia – sottolinea l’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà – per ricordare Aurelio Pes, che tanto ha dato al dibattito culturale grazie ai suoi studi sulla Grecia classica, sulla letteratura del Novecento, sull’arte, sul teatro, sulla musica e sul Mito. Da direttore del Dipartimento regionale dei Beni Culturali, inoltre, fu l’ideatore del primo convegno sul “piano colore” e sulla sua importanza per il tema del paesaggio: un fine intellettuale, il cui nome è legato indissolubilmente alla Sicilia”.

Soc. Canottieri Marsala: Vittorio Lentini ammesso al GAN Cadetti 2021

MARSALAVittorio Lentini, timoniere di punta nella categoria Cadetti della Società Canottieri Marsala, farà parte del Gruppo Agonistico Nazionale (GAN) Cadetti 2021. La notizia è stata ufficializzata a seguito della terza Tappa del Trofeo Kinder, che si è tenuta a Bari, dal 23 al 25 luglio.

Vittorio Lentini, in questa occasione si è classificato in quarta posizione, confermando la sua preparazione tecnica che lo ha sempre portato tra i primi posti in classifica. “Ci siamo allenati tanto per raggiungere questo obiettivo – ha dichiarato con orgoglio Mario Noto, direttore sportivo della Società Canottieri Marsala – e finalmente ci siamo riusciti. Sono molto soddisfatto di Vittorio e degli ottimi risultati che sta collezionando ad ogni competizione a cui partecipa”.

Si tratta di una qualificazione di grande prestigio; il progetto Gan Cadetti, infatti, raduna in un unico gruppo i migliori timonieri italiani, grazie ad una commissione che valuta il livello tecnico degli atleti e i risultati raggiunti nelle regate nazionali organizzate dall’Associazione Italiana Classi Optimist (AICO).

“Sono contentissimo di essere riuscito ad entrare al GAN – ha detto il giovanissimo Vittorio Lentini -, era il mio obiettivo per quest’anno e adesso avrò la possibilità di confrontarmi con altri ragazzi di tutta Italia e con allenatori nazionali che mi faranno crescere. Sarà certamente impegnativo ma io ce la metterò tutta, lo devo al mio allenatore Mario Noto, che ha sempre creduto in me e mi ha incoraggiato. Un ringraziamento va anche alla coach Giuliana Liuzza. Non vedo l’ora di cominciare!”.

Nella regata di Bari, tra i Cadetti, ottime prestazioni anche per Filippo Noto, che si è sempre posizionato tra i primi posti, ma che purtroppo è stato penalizzato da una squalifica per partenza anticipata, scendendo di fatto alla 15esima posizione in classifica generale. Il prossimo appuntamento con la vela è proprio a Marsala, giovedì 5 e venerdì 6 agosto, con i Trofei Massimo Attinà e Ferdinando Montalto, organizzati dalla Società Canottieri.

Denunciate 6 persone nel corso di controlli dei Carabinieri a Scopello e San Vito Lo Capo

SCOPELLO – I Carabinieri della Compagnia di Alcamo, nel corso di servizi di controllo del territorio svolti in località balneari che in questo periodo sono popolate da un gran numero di turisti, hanno denunciato 6 persone per i reati, a vario titolo, di ricettazione, porto di armi od oggetti atti ad offendere e rissa.
In particolare, i Carabinieri della Stazione di Balata di Baida hanno denunciato un pregiudicato 32enne residente ad Alcamo con l’accusa di ricettazione e porto di armi od oggetti atti ad offendere. L’uomo è stato sottoposto a controllo mentre si trovava alla guida della propria auto in località Scopello. L’atteggiamento del 32enne, che si è dimostrato particolarmente nervoso e reticente alla domande degli operanti, hanno indotto questi ultimi ad eseguire accertamenti più approfonditi. Tramite una perquisizione, i Carabinieri hanno accertato che l’uomo, oltre ad essere in possesso di un coltello e di un taglierino, portava con sé ben 18 telefoni cellulari, tutti sprovvisti di SIM e di confezionamento. Il 32enne non ha fornito alcun valido motivo che giustificasse il possesso di tutti quei cellulari riposti in una borsa, pertanto, sono stati sequestrati insieme ai coltelli.
Ciò ha condotto al deferimento in stato di libertà dell’uomo che, nella stessa circostanza è stato anche segnalato alla Prefettura di Trapani quale assuntore non terapeutico di sostanze stupefacenti con il contestuale sequestro di 1,5 gr di marijuana nascosti nella tracolla.
A San Vito Lo Capo, invece, i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti per una rissa in corso sulla spiaggia.
Alla vista dei militari, il gruppetto di partecipanti si è disperso in fretta nel tentativo di sottrarsi al controllo, ciò nonostante i Carabinieri hanno identificato i responsabili, ovvero 5 persone, tra i 20 e i 45 anni, tutti stranieri che, con il loro comportamento avevano seminato il panico tra i bagnanti tra cui erano presenti anche molti bambini. Al termine degli accertamenti, è emerso che lo scontro era scaturito da un alterco per futili motivi tra 4 turisti di originari del Belgio e un venditore ambulante marocchino.

Arrestato dai Carabinieri autore di furto con scasso su un’automobile

MARSALA – I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Marsala hanno arrestato un 19enne di origini romene ma residente a Marsala, con l’accusa di furto aggravato.
Il particolare, i militari in servizio di pattuglia, su indicazione della locale Centrale Operativa, hanno eseguito un intervento nella Contrada Cutusio di Marsala dove era stato segnalato un furto con scasso su una autovettura.
Giunti sul posto, i militari si sono messi immediatamente sulle tracce del presunto ladro e, grazie anche alle indicazioni fornite dal proprietario del veicolo, in breve tempo, hanno bloccato e sottoposto ad ulteriori accertamenti il 19enne. Lo stesso è una persona già nota agli operanti a causa dei numerosi precedenti in materia di reati contro il patrimonio da cui è gravato, tuttavia, al momento del controllo, non aveva con sé refurtiva o altri oggetti che potessero immediatamente identificarlo come responsabile del furto.
Grazie ad un accurato sopralluogo, i Carabinieri hanno rinvenuto a pochi metri di distanza da dove si era consumato il reato, un ciclomotore e uno zaino poggiato in strada: il veicolo, nel cui porta oggetti erano riposti diversi arnesi atti allo scasso e un passamontagna in lana di colore nero, è risultato essere intestato al 19enne, inoltre, la borsa rinvenuta e tutto il suo contenuto corrispondeva alla descrizione della refurtiva fatta dalla vittima.
Completati gli accertamenti del caso e le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto. Nella giornata di ieri (29 luglio), la competente Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto del 19enne con l’applicazione delle misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria tutti i giorni della settimana e dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione tra le 19:00 e le 06:00 del giorno seguente.

Nebrosport alla sfida del 5° Slalom Altofonte

ALTOFONTE – Nuovo impegno in vista per la scuderia Nebrosport che nel fine settimana del 31 luglio e 1° agosto se la dovrà vedere con la quinta edizione dello Slalom Altofonte. Un weekend che preannuncia temperature altissime e anche al di sopra dei 40 gradi, ma che senz’altro non spaventeranno gli impavidi portacolori del team rossoblù.

La Nebrosport schiererà infatti il fedelissimo Benito Costa come sempre al volante dell’insaperabile 112 Abarth S2. Dopo il successo di classe allo slalom di Salice, per il driver sarà un’altra sfida appassionante.

Secondo ed ultimo alfiere della scuderia santangiolese sarà poi Enrico Falsetti, reduce invece da un sensazionale secondo posto assoluto conquistato allo Slalom di Castell’Umberto pochi giorni fa. A differenza dell’ultima gara, il pilota sampietrino scenderà in pista su Renault R5 GT Turbo di classe S7.