Monthly Archives: Gennaio 2022

Sicilia zona arancione, Patrizia Di Dio (Confcommercio): “Effetto psicologico deleterio per imprenditori e cittadini”

PALERMO – A partire da lunedì 24 gennaio 2022, La Sicilia (e con essa AbruzzoFriuli Venezia Giulia e Piemonte) passa dalla zona gialla alla zona arancione.

“La zona arancione contribuisce a rendere ancora più incerto lo scenario presente e futuro, argomento tutt’altro che secondario per gli imprenditori che devono organizzare la propria attività e decidere per tempo se, come e quanto investire”. Lo dice la presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio, dopo il passaggio della Sicilia in zona arancione.

“È evidente che questa incertezza crea un effetto psicologico deleterio non solo sugli imprenditori ma anche sui cittadini che hanno paura, che non sono certo stimolati ad uscire da casa. Questo clima non incentiva i consumi e non ci permette di superare una crisi che dura già da due anni e che sta logorando la resistenza di chi ha dovuto fare veri e propri miracoli per tenere in piedi la propria attività”.

“All’ennesimo annuncio negativo, oggi l’arancione e domani chissà, che garanzie abbiamo da parte di un sistema di governo politico della crisi, sanitaria ed economica, la cui prevedibile programmazione e la conseguente efficacia non è stata all’altezza delle attese e delle risorse spese, e a volte sprecate?”

Visita a Palermo del comandante interregionale carabinieri ‘Culqualber’

PALERMO – Visita ufficiale, a Palermo, del Generale di Corpo d’Armata Riccardo Galletta che, dal 12 gennaio, ha assunto l’incarico di Comandante Interregionale Carabinieri ‘Culqualber’.
Ad accoglierlo, nella sede del Comando Legione Carabinieri Sicilia, è stato il Generale di
Brigata Rosario Castello, Comandante della Legione.
Il Gen. Galletta, nella splendida cornice della caserma “Dalla Chiesa” ha incontrato, oltre ai Comandanti Provinciali dell’Isola ed al Comandante del 12° Reggimento Carabinieri
“Sicilia”, una rappresentanza dello Stato Maggiore, dei Reparti Territoriali, Specializzati e
Mobili, di delegati della Rappresentanza Militare nonché di militari dell’Arma in congedo.
Il Gen. Galletta, si è intrattenuto cordialmente con i militari convenuti ed ha ricordato, in un discorso coinvolgente e appassionato, i valori fondanti dell’Istituzione, che sono quelli della vicinanza e della prossimità ai cittadini, evidenziando come il lavoro di squadra sia il fattore prolusivo di ogni successo. Ha altresì rivolto un pensiero commosso e grato a tutti quei carabinieri, e alle rispettive famiglie, che in questi anni hanno dedicato la loro vita al servizio del cittadino, sia in molteplici operazioni antimafia, sia in attività di contrasto quotidiano alla criminalità comune, sia di soccorso alle popolazioni in momenti di particolare bisogno. Ha poi ringraziato personalmente tutti i presenti augurando di continuare a lavorare “servendo” la cittadinanza.
La visita è proseguita incontrando i delegati della Rappresentanza Militare, nonché i
Comandanti Provinciali della Sicilia. Infine il Comandante Interregionale ha reso onore, con il proprio saluto, alla Bandiera di Guerra del 12° Reggimento Carabinieri “Sicilia”.
Un incontro breve, intenso e significativo che il Gen. Galletta ha voluto suggellare nella sua Palermo, con le visite alle Autorità Regionali e ai Vertici della Magistratura.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di venerdì 21 gennaio 2022

TRAPANI – Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di venerdì 21 gennaio 2022.

I casi attuali positivi sono 13477 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 1022; Buseto Palizzolo 54; Calatafimi-Segesta 198; Campobello di Mazara 462; Castellammare del Golfo 486; Castelvetrano 986; Custonaci 294; Erice 1041; Favignana 109; Gibellina 96; Marsala 2294; Mazara del Vallo 1425; Paceco 442; Pantelleria 174; Partanna 337; Petrosino 129; Poggioreale 44; Salaparuta 66; Salemi 257; Santa Ninfa 145; San Vito Lo Capo 193; Trapani 2749; Valderice 458; Vita 16.

deceduti 487.

guariti   27240.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 8.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 16.

Ricoverati in degenza ordinaria: 93.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 24.

Tamponi molecolari effettuati: 246.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 1687.

Titolare di attività senza green pass. Sanzionato dai carabinieri e locale chiuso

TRAPANI – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Trapani, impegnati in servizi di controllo in materia di rispetto norme anti Covid–19 hanno sanzionato amministrativamente il titolare di un’attività commerciale che, all’atto del controllo, è stato sorpreso sprovvisto di Green Pass. Oltre alla sanzione di euro 400, a carico dell’esercizio commerciale, veniva notificata al titolare la sanzione accessoria della sospensione dell’attività per 2 giorni.
A Castellammare del Golfo invece i Carabinieri hanno sanzionato un cittadino sorpreso in strada privo di mascherina che alla vista dei militari ha provato a divincolarsi entrando in un bar continuando a permanere all’interno privo dei prescritti dispositivi di protezione individuale nonostante non stesse consumando cibi o bevande. Anche questo soggetto veniva sanzionato amministrativamente.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di giovedì 20 gennaio 2022

TRAPANI – Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di giovedì 20 gennaio 2022.

I casi attuali positivi sono 13354 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 1009; Buseto Palizzolo 53; Calatafimi-Segesta 192; Campobello di Mazara 434; Castellammare del Golfo 475; Castelvetrano 972; Custonaci 283; Erice 1066; Favignana 104; Gibellina 93; Marsala 2327; Mazara del Vallo 1334; Paceco 445; Pantelleria 171; Partanna 322; Petrosino 133; Poggioreale 41; Salaparuta 63; Salemi 247; Santa Ninfa 145; San Vito Lo Capo 192; Trapani 2782; Valderice 453; Vita 18.

deceduti 482.

guariti   26723.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 10.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 16.

Ricoverati in degenza ordinaria: 94.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 25.

Tamponi molecolari effettuati: 209.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 1374.

Oggi anche a Partanna a scuola lezioni in presenza

PARTANNA – Oggi (20 gennaio) anche a Partanna a scuola le attività didattiche si svolgeranno in presenza. Dopo Petrosino, il cui sindaco, già il 18 gennaio, è stato tra i primi a revocare la propria ordinanza di chiusura delle scuole, anche Partanna si è adeguata alle “nuove” disposizioni del presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, come ha ribadito in un suo comunicato il sindaco di Partanna, Nicolò Catania, che ha chiarito alle famiglie le ragioni della confusione che si è indotta nelle scuole. Questo il comunicato di Nicolò Catania del 19 gennaio: “Vista l’intervenuta ordinanza del Presidente della Regione, On. Nello Musumeci, n. 5 del 18/01/2022 che, a decorrere da oggi, abroga l’art. 2 della sua stessa precedente ordinanza (la n. 1) che dava facoltà ai sindaci di poter introdurre l’attività di didattica a distanza, a seguito del parere dell’Asp di Trapani, avuta notizia dai Dirigenti scolastici di una sufficiente dotazione di mascherine FFPP2 e data la disponibilità del Dipartimento di Prevenzione ad effettuare uno screening di campionamento alla popolazione scolastica nei giorni a seguire, dopo, inoltre, la necessaria sanificazione dei locali scolastici, con ordinanza n. 5 del 19/01/2022, revoco parzialmente l’ordinanza n. 4 per cui da domani anche a Partanna gli studenti torneranno a frequentare le scuole in presenza”. La scuola, nel suo complesso, che pure ha bisogno di tante attenzioni e a maggior ragione in questo periodo di pandemia, certamente avrebbe volentieri fatto a meno di queste indicazioni contraddittorie da parte delle Autorità istituzionali.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 19 gennaio 2022

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 19 gennaio 2022.

I casi attuali positivi sono 12835 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 1008; Buseto Palizzolo 50; Calatafimi-Segesta 188; Campobello di Mazara 412; Castellammare del Golfo 464; Castelvetrano 937; Custonaci 273; Erice 1023; Favignana 102; Gibellina 91; Marsala 2217; Mazara del Vallo 1276; Paceco 432; Pantelleria 167; Partanna 304; Petrosino 132; Poggioreale 40; Salaparuta 60; Salemi 241; Santa Ninfa 160; San Vito Lo Capo 190; Trapani 2631; Valderice 439; Vita 18.

deceduti 481.

guariti   26722.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 9.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 16.

Ricoverati in degenza ordinaria: 93.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 27.

Tamponi molecolari effettuati: 215.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 1795.

Denunce e sanzioni per mancato uso di mascherine

MARSALA – Nei due giorni appena trascorsi i Carabinieri della Compagnia di Marsala con il supporto dei colleghi del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia hanno messo in atto dei servizi coordinati, concentrati prevalentemente durante le ore notturne nel centro storico della città.
All’esito del servizio sono stati denunciati 2 giovani di 23 e 19 anni poiché, a seguito di un controllo, venivano trovati in possesso di due coltelli a serramanico della lunghezza di cm 17 circa; un uomo classe 70 poiché, a seguito di un controllo alla circolazione stradale, veniva sorpreso alla guida senza patente (violazione reiterata nel biennio).
Nel medesimo contesto venivano segnalati alla Prefettura di Trapani, quali assuntori di sostanze stupefacenti, 6 soggetti, con relativo sequestro di varie sostanze stupefacenti (marijuana, eroina, cocaina e hashish).
I controlli dei Carabinieri hanno riguardato anche il rispetto delle normative anti covid-19 vigenti e in tal senso sono stati sanzionati il titolare di un bar tabacchi per aver esercitato attività lavorativa senza il previsto green pass e 2 soggetti per mancato uso della mascherina all’interno di un locale pubblico.
Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.

Coronavirus, riattivato il servizio a domicilio per la spesa e/o l’acquisto di farmaci

PETROSINO – E’ stato riattivato a Petrosino il servizio a domicilio per la spesa e/o l’acquisto di farmaci rivolto esclusivamente a coloro che si trovano in situazioni di provata impossibilità agli spostamenti da casa per l’approvvigionamento, in particolare coloro che si trovano in quarantena e/o isolamento, anziani e disabili soli o a chi si è sottoposto a isolamento volontario e non ha nessuno che possa assisterlo. L’iniziativa è stata avviata dall’Assessorato alle Politiche Sociali, con la collaborazione dell’Organizzazione di Volontariato “S.T.T. – Squadre di Soccorso Tecnico” – Delegazione di Petrosino, a seguito della nuova ondata di contagi da Coronavirus tuttora in corso sul territorio comunale.

Per usufruire del servizio occorre chiamare al seguente numero di telefono: 393.99.08.758. Dalle ore 9:00 alle ore 12:30, dal lunedì al venerdì, sarà possibile chiamare per registrarsi nei nostri elenchi di soggetti da assistere o per richiedere un intervento. Dalle 16:00 alle 19:00 i volontari verranno a casa dei soggetti richiedenti per lasciare la spesa o i farmaci richiesti.

Vaccini anti Covid nelle strutture FAMI di Salinagrande e Trapani gestiti dalla cooperativa sociale Badia Grande

TRAPANI – Nella struttura FAMI di Salinagrande, centro di primissima accoglienza per immigrati gestito dalla cooperativa sociale Badia Grande si è svolta ieri (18 gennaio) la vaccinazione anti Covid-19 dei minori stranieri non accompagnati. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con l’Asp di Trapani ed il progetto europeo I CARE. I sanitari dell’Asp hanno  somministrato la prima dose di vaccino pfizer a 19 MSNA all’interno dell’unità mobile attrezzata, che si  è poi spostata a Trapani, davanti la sede  del FAMI di via Bellini, dove sono state somministrate 20 dosi ad altrettanti ospiti.

“Il  FAMI di Salinagrande è il secondo in Sicilia ad avere avviato la vaccinazione dei minori – dice Francesca Strippoli, coordinatrice area MSNA della Cooperativa sociale Badia Grande – Siamo lieti di aver raggiunto questo risultato, che non era affatto scontato dal momento che il progetto prevede un’accoglienza ad alta specializzazione per un periodo di tempo limitato: significa che i ragazzi arrivano e dopo poco tempo vanno via; eppure siamo riusciti ad ottenere per ciascuno di loro l’STP, il codice sanitario temporaneo per gli stranieri, che ha permesso l’accesso alla vaccinazione. I ragazzi sono contenti e consapevoli dell’importanza del vaccino che consentirà loro di tornare a scuola in sicurezza e di usufruire di servizi fondamentali, quali i mezzi di trasporto”.

Ad affiancare i minori nelle operazioni di vaccinazione, c’erano anche i mediatori culturali, le assistenti sociali ed un operatore legale.