Monthly Archives: Settembre 2022

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 28 settembre 2022

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 28 settembre 2022.‍‌

I casi attuali positivi sono 1120 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 98; Buseto Palizzolo 13; Calatafimi-Segesta 29; Campobello di Mazara 35; Castellammare del Golfo 25; Castelvetrano 49; Custonaci 10; Erice 79; Favignana 11; Gibellina 5; Marsala 204; Mazara del Vallo 126; Misiliscemi: 20; Paceco 59; Pantelleria 12; Partanna 26; Petrosino 14; Poggioreale 3; Salaparuta 6; Salemi 18; San Vito Lo Capo 5; Santa Ninfa 6; Trapani 228; Valderice 36; Vita 3.

deceduti 762.

guariti 142879.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 0.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 2.

Ricoverati in degenza ordinaria: 19.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 5.

Tamponi molecolari effettuati: 143.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 216.

Il dott. Luigi Calamia nominato Assessore al Bilancio, ai Tributi e al Patrimonio

CASTELVETRANO – Con apposito decreto, nei giorni scorsi il Sindaco Enzo Alfano, ha nominato il dott. Luigi Calamia nuovo assessore al Bilancio, ai Tributi e al patrimonio del Comune di Castelvetrano.

Il neo assessore è laureato in Economia aziendale ed ha perfezionato la sua formazione sulla contabilità degli enti pubblici, avendo conseguito un master in Revisione dei conti negli enti locali. Dopo una breve parentesi nel privato, ha ricoperto il ruolo di istruttore direttivo nei comuni di Gibellina e Vita ed è stato vice segretario comunale a Salemi. Sposato, vive a Castelvetrano.

“Una scelta importante, dettata dall’esigenza prioritaria del nostro comune, di un esperto di bilancio e tributi, visto il dissesto finanziario. – commenta il sindaco Alfano – Al dott. Calamia, il compito, che saprà assolvere al meglio in virtù della sua alta professionalità”.

Le Vie dei Tesori: Superate le 40 mila presenze nelle prime otto città. Trapani la città più visitata

PALERMO – Sono state oltre quarantamila le presenze al festival delle Vie dei Tesori: Otto città che hanno aperto i loro tesori, costruito esperienze inedite e accolto cittadini e turisti. Trapani – come negli anni scorsi – è la città più visitata di questa prima tranche delle Vie dei Tesori.

Complessivamente il festival in queste prime otto città ha raccolto 40127 visitatori, con Trapani che da sola mette insieme 8118 presenze (ma con Marsala e Mazara supera i 14.500 visitatori in tutto il Trapanese) mentre Messina la tallona con 7362 e Termini Imerese, di poco distanziata, con 6544. Seguono Enna, Bagheria  e Caltanissetta.

Le richieste del pubblico sono state talmente tante che il festival aggiunge un altro fine settimana di visite a Trapani e Termini Imerese, già prenotabili sul sito. A Trapani sarà possibile raggiungere il Castello della Colombaia che, per il forte vento, aveva dovuto sospendere le visite: si va su una barca d’epoca dalle 10 alle 17. Visitabili anche la chiesa delle Anime Sante del Purgatorio (dalle 10 alle 17,40) che nei tre weekend del festival aveva già raccolto 1300 presenze, poi Palazzo D’Alì, Tonnara di Bonagia e Torre di Ligny (dalle 10 alle 17.30).

Da venerdì (30 settembre) ecco la seconda parte delle Vie dei Tesori: la prima a partire è Palermo. Da sabato toccherà alle altre città: Catania, Acireale, Carini e Cefalù; nel festival debutta Alcamo con una prima edizione straordinaria che porterà ad arrampicarsi sulle rocce per raggiungere il Castello di Calatubo e infine Ragusa e Scicli.

Nudo sul balcone minaccia il suicidio. Salvato dai Carabinieri

TRAPANI – Durante il fine settimana appena trascorso i Carabinieri del Reparto Operativo e della Compagnia di Trapani sono intervenuti presso una via del territorio trapanese dove era stata poco prima segnalata la presenza di un uomo in forte stato di agitazione psicomotoria che manifestava evidenti intenzioni suicidarie affacciandosi nudo dal balcone posto al secondo piano nella palazzina dove risiede.
Giunti sul posto i Carabinieri, coadiuvati da personale dei vigili del fuoco e del 118, attuavano tutte le procedure previste per queste situazioni facendo intervenire il militare negoziatore per cercare di stabilire un dialogo con il 41enne che, nel mentre, inveiva contro tutti lanciando oggetti dal balcone, mettendo a rischio l’incolumità delle persone che transitavano in strada.
Proprio grazie alla preparazione professionale del militare specializzato, che riusciva a catturare l’attenzione del soggetto istaurando un dialogo, i Carabinieri riuscivano a bloccarlo rendendolo inoffensivo per sé e per gli altri.
Messo in sicurezza l’uomo veniva accompagnato presso il locale nosocomio per le cure del caso.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di martedì 27 settembre 2022

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di martedì 27 settembre 2022.‍‌

I casi attuali positivi sono 1042 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 94; Buseto Palizzolo 10; Calatafimi-Segesta 29; Campobello di Mazara 33; Castellammare del Golfo 23; Castelvetrano 48; Custonaci 10; Erice 63; Favignana 11; Gibellina 5; Marsala 193; Mazara del Vallo 117; Misiliscemi: 15; Paceco 53; Pantelleria 10; Partanna 23; Petrosino 14; Poggioreale 3; Salaparuta 7; Salemi 17; San Vito Lo Capo 5; Santa Ninfa 6; Trapani 219; Valderice 31; Vita 3.

deceduti 762.

guariti 142848.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 0.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 3.

Ricoverati in degenza ordinaria: 17.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 4.

Tamponi molecolari effettuati: 437.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 627.

Conclusa la seconda edizione della Rassegna “Loft Cultura, Parole e Libri”

MARSALA – Si è conclusa il 25 settembre con un importante appuntamento dedicato alla musica, come da programma, a Marsala, la seconda edizione della Rassegna “Loft Cultura, Parole e Libri” organizzata dall’Associazione culturale ‘Ciuri’, e dalla rivista on line Loft Cultura, in collaborazione con la Libreria Mondadori di Marsala e il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, del Comune di Marsala e del Parco Archeologico Lilibeo Marsala, e condotta dalla giornalista Jana Cardinale. Ospiti dell’evento, intitolato “Violini parlanti”, sono stati i fratelli violinisti Gianni e Manuel Burriesci, che si sono esibiti in concerto che era un viaggio musicale attraverso la musica di Paganini, Morricone, Piazzolla ed altri. Una grande partecipazione di pubblico ha caratterizzato l’iniziativa: la Sala delle Navi del Parco Archeologico Lilibeo, allestita in modo accogliente e suggestivo, ha fatto da sfondo all’attenzione e allo stupore con cui i presenti hanno assistito e partecipato alla performance.

La rassegna ha preso il via il 23 agosto nel Giardino storico dei Musei di Baglio Anselmi con Francesco Bozzi, che ha presentato il suo nuovo lavoro dal titolo “Filosofia del suca” (Solferino editore); è proseguita il 28 agosto con i giornalisti Max Firreri e Francesco Mezzapelle che hanno presentato il saggio giornalistico “Mazara rapita” (Uila pesca), e il 2 settembre con Luciano Ricifari che ha presentato il suo libro “E se fosse vero. La vita come mi è capitata” (Serra Tarantola editore).

“Ringraziamo in modo particolare l’Assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà per aver sostenuto la rassegna – dice Filippo Peralta – e il Direttore del Parco, architetto Bernardo Agrò, per l’ospitalità e la condivisione del programma. Siamo soddisfatti di una proposta culturale che ha riscosso il successo che speravamo”.

“Le rinnovate esposizioni museali, lo spazio della città antica e le domus – dice il Direttore Agrò – costituiscono una scena naturale per gli artisti e gli autori, un laboratorio delle arti e delle scienze dove anche due giovani violinisti sono stati protagonisti della serata conclusiva dell’evento”.

Omicidio di Antonino Titone: arrestato il presunto autore

MARSALA – Nella serata di ieri (26 settembre) i Carabinieri del Nucleo Operativo di Marsala, gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Trapani e del Commissariato di P.S. Marsala, hanno tratto in arresto un trentanovenne marsalese con precedenti penali e sorvegliato speciale, in relazione all’omicidio di Antonino Titone avvenuto all’interno della sua abitazione in mattinata.
Intorno alle 11.30 del mattino, gli agenti del Commissariato di P.S. Marsala, giunti sul posto a seguito di una segnalazione di probabile furto in casa, avevano trovato il cadavere riverso a terra con vistose lesioni al capo prodotte evidentemente da un oggetto contundente.
Attraverso un immediato raccordo investigativo tra il personale della Polizia di Stato presente sulla scena del crimine e i militari dell’Arma dei Carabinieri, si diramavano le ricerche di un uomo e una donna visti fuggire da alcuni testimoni dal luogo del delitto.
Grazie alla descrizione, i due venivano rintracciati dai Carabinieri della Sezione Operativa di Marsala e condotti presso la Caserma della locale Compagnia. I successivi accertamenti degli investigatori dell’Arma e della Polizia, coordinati dalla Procura della Repubblica di Marsala, consentivano così di ritrovare, a circa due km dal luogo dell’omicidio, in campagna, i vestiti verosimilmente utilizzati dai due, ancora sporchi di quelle che sembrano tracce ematiche, nonché, nascosto in un vaso nel pianerottolo di casa del soggetto fermato, la presunta arma del delitto, un piede di porco lungo circa 30 centimetri, anch’esso sporco di sangue. Visti gli elementi raccolti, in serata, gli operanti procedevano alla misura precautelare dell’arresto nei confronti dell’uomo.
Alla base del delitto un presunto debito non onorato, che avrebbe indotto il trentanovenne a colpire ripetutamente la vittima. Il presunto autore dell’aggressione sarebbe poi stato raggiunto successivamente dalla donna, con la quale avrebbe sottratto del denaro dall’abitazione del malcapitato.

Cordoglio per la scomparsa di Piero Pirri

CASTELVETRANO – L’Istituto Superiore “I. e V. Florio” di Erice si unisce al cordoglio per la scomparsa di Piero Pirri, già vicesindaco di Castelvetrano e assessore alla pubblica istruzione e Dirigente Scolastico del ‘Florio’ all’inizio degli anni duemila. “Ci uniamo al dolore dei familiari – dice la Dirigente Pina Mandina -. La scuola riconosce il grande valore morale e professionale del preside Pirri. Una figura di spicco che sentiamo il dovere di ricordare per l’impegno profuso a favore della crescita culturale dell’Istituto”.

Catania è uno dei 70 deputati dell’Ars. I voti a Partanna sezione per sezione

PARTANNANicolò Catania è ormai uno dei 70 deputati eletti all’Ars. Primo nella sua lista (Fratelli d’Italia), ha ottenuto 6276 voti complessivi di preferenza (ma mancano i risultati di una sezione) ed una grande messe di voti di preferenza nella sua Partanna (2355 su 5136 votanti), oltre che ovviamente tanti voti in Provincia (1135 a Castelvetrano, 323 a Campobello di Mazara, 204 a Mazara del Vallo). Pubblichiamo qui di seguito i dati definitivi (non ufficiali) sui voti ottenuti a Partanna dai candidati di Fratelli d’Italia, sezione per sezione.

REGIONALI 25 SETTEMBRE 2022 catania- scrutinio

 

Catania ce l’ha fatta a diventare deputato regionale anche se manca la totale certezza e l’ufficialità

PARTANNA – Alle elezioni regionali il candidato Nicolò Catania (sindaco della città) ha riportato 2362 voti di preferenza. A questi, numerosi altri voti si sono aggiunti ottenuti a Castelvetrano e nei paesi della provincia di Trapani. La sua elezione a deputato regionale appare certa anche se non c’è ancora nulla di ufficiale ed è necessario aspettare che arrivino tutti i risultati definitivi. Intanto nella sezione elettorale aperta a Partanna per l’occasione numerosi cittadini, molti provenienti da fuori città, si sono raccolti per festeggiare in attesa della totale certezza dell’elezione.