KLEOS - lunedì, 2 Marzo 10:59

Avviata la seconda edizione di “Green Learning”, un progetto di educazione ambientale per la Valle del Belice

SANTA NINFA-Nelle scorse settimane è stata avviata la seconda edizione del progetto “Green Learning” che vede coinvolti alcuni istituti scolastici, di diverso ordine e grado, della Valle del BelIce. Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare le giovani generazioni sulle problematiche ambientali e sulla necessità di cambiare comportamenti e stili di vita. L’approccio didattico ai laboratori è incentrato sul coinvolgimento e sull’interattività, […]

SANTA NINFA-Nelle scorse settimane è stata avviata la seconda edizione del progetto “Green Learning” che vede coinvolti alcuni istituti scolastici, di diverso ordine e grado, della Valle del BelIce.

Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare le giovani generazioni sulle problematiche ambientali e sulla necessità di cambiare comportamenti e stili di vita. L’approccio didattico ai laboratori è incentrato sul coinvolgimento e sull’interattività, cercando costantemente di suscitare curiosità attraverso il confronto e la pratica sperimentale.

Il progetto Green Learning è promosso dalla Fondazione Angelo Pirrello nell’ambito del programma Land of Future, in collaborazione con la Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa” gestita da Legambiente Sicilia e con il supporto didattico del MAcA – Museo A come Ambiente – di Torino.

Sono previsti 5 diversi laboratori didattici da realizzare insieme a circa 700 alunni dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” (plessi Collodi, Capuana e Santa Lucia – classi IV e V elementari) e dell’Istituto Comprensivo “Luigi Capuana” (sedi di Santa Ninfa, Salaparuta e Poggioreale – classi IV e V elementari, I,II e II media). Nel dettaglio i 5 percorsi didattici sono:

  • “Il teatro dell’acqua” pensato per scoprire le principali proprietà dell’acqua, affascinante elemento indispensabile per la vita nel nostro pianeta;
  • “Plastlab”  che affronta il tema della plastica e dei connessi inquinamenti;
  • “Energia e così sia” che introduce al tema delle energie rinnovabili;
  • “C’è ma non si vede” focalizzato sul tema della risorsa acqua nei processi produttivi;
  • Biodiversità a 360°” incentrato sullo straordinario mondo del nostro patrimonio naturale.

I laboratori saranno condotti dagli operatori e dai collaboratori della Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa” con il supporto dei volontari di servizio civile.

I temi ambientali sono sempre più pressanti e incidono maggiormente nella nostra vita, diventa quindi sempre più necessario proporre attività di educazione ambientale che aumentino la consapevolezza dei giovani – afferma Giulia Casamento direttore della Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa” – “per questo motivo abbiamo aderito con entusiasmo alla proposta della Fondazione Angelo Pirrello, che ci consente di potenziare le nostre attività rivolte alle scuole e di poter costruire insieme un futuro più verde con la partecipazione di giovani cittadini consapevoli e attivi“.

Un particolare ringraziamento va alle dirigenti scolastici degli Istituti coinvolti, che hanno condiviso insieme agli insegnanti e agli operatori questo importante percorso didattico.

La Fondazione Angelo Pirrello, istituita nell’aprile 2018, ha tra le sue finalità la promozione di azioni di sensibilizzazione ambientale e di valorizzazione del territorio e ha già promosso ed organizzato nel territorio della Valle del Belice alcune iniziative di cittadinanza attiva coinvolgendo le scuole e l’Amministrazione Comunale.

La Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa”, istituita dalla Regione Siciliana ed affidata in gestione a Legambiente Sicilia, ha tra le sue finalità la tutela degli ambienti naturali e la divulgazione e sensibilizzazione ambientale. Gestisce al Castello di Rampinzeri il Centro Esplora Ambiente, un museo naturalistico interattivo e coinvolgente.

Il Museo A come Ambiente (Torino) è il primo museo in Europa interamente dedicato ai temi ambientali ed alla sostenibilità. Da oltre 10 anni offre spazi creativi, exhibit, laboratori, percorsi didattici ed esperienze che incoraggiano l’esplorazione e diffondono la cultura ambientale. La sua parola d’ordine è curiosità.


Torna alla Home