KLEOS - domenica, 30 Giugno 9:52

Comitato per il piano regolatore

CAMPOBELLO DI MAZARA – Si è costituito a Campobello di Mazara un comitato cittadino per il piano regolatore generale che ha emanato un comunicato in cui si sottolinea ai tre commissari prefettizi che reggono la città “la necessità urgente” che il comune sia dotato di uno strumento di pianificazione e programmazione, importante anche per lo […]

CAMPOBELLO DI MAZARA – Si è costituito a Campobello di Mazara un comitato cittadino per il piano regolatore generale che ha emanato un comunicato in cui si sottolinea ai tre commissari prefettizi che reggono la città “la necessità urgente” che il comune sia dotato di uno strumento di pianificazione e programmazione, importante anche per lo sviluppo turistico del territorio.

Si preannuncia inoltre “una petizione cittadina” che sarà presentata alla commissione prefettizia.

Ecco il testo prodotto dal Comitato cittadino appena costituito.

 

COMITATO CITTADINO

“Diamo a Campobello di Mazara il Piano Regolatore Generale”

I sottoscritti cittadini di Campobello di Mazara, riuniti in libera assemblea hanno costituito il Comitato Cittadino “Diamo a Campobello di Mazara il Piano Regolatore Generale”.

Approvato con decreto dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente n. 48 del 13/10/2006, con delle prescrizioni per la definizione di zone omogenee in tutta la fascia costiera della frazione di Tre Fontane, in tutti questi anni le amministrazioni che si sono succedute, non hanno avuto la reale volontà di portare a compimento lo strumento urbanistico e di sviluppare turisticamente il nostro territorio.

Adesso il comune è retto da una terna commissariale a seguito dello scioglimento dell’Ente, susseguente alla nota vicenda dell’arresto del sindaco.

I cittadini di Campobello di Mazara che si sono costituiti in questo comitato chiedono apertamente a questa commissione di farsi carico dell’approvazione del Piano Regolatore Generale.

Il nostro comune ha necessità urgente che venga dotato dello strumento di pianificazione e programmazione del territorio e, per l’importanza che riveste, noi cittadini pensiamo che la classe politica sia incapace a trovare una soluzione alla definizione del piano.

L’esperienza passata lo ha ampiamente dimostrato per cui è nostra convinzione che adesso lo Stato, rappresentato dai tre commissari prefettizi, estraneo ai tatticismi elettorali e ai tornaconti politici, debba assumere su di sé l’onere e la volontà dell’approvazione del piano.

E’ necessario che, le cause che hanno portato allo scioglimento del comune, vengano rimosse e in questo percorso di legalità e trasparenza si inserisce, per la sua importanza, l’approvazione del piano regolatore generale.

Su questo punto pensiamo di avere maturato una significativa convergenza tra liberi cittadini fuori dagli schieramenti politici, che riteniamo incapaci.

Sarà nostro intendimento proseguire in questa battaglia per il piano regolatore generale per cui a breve sarà indetta una petizione cittadina che porteremo alla commissione prefettizia alla quale chiederemo uno specifico confronto.

Il futuro della nostra cittadina passa per l’approvazione definitiva del piano regolatore generale.

La classe politica e i suoi rappresentanti finora hanno fallito questo importante traguardo e adesso le speranze di questa comunità sono legate all’impegno e al senso di responsabilità che questa commissione, oggi rappresentante lo Stato nella sua piena accezione, ha il dovere di compiere.

Campobello di Mazara, 26 giugno 2013.

Firmato ACCARDO Giovanni, BARBERA Giuseppe, BUFFA Paolo, DI MARIA Tommaso, GENTILE Francesco, GUARINO Vito, GULOTTA Giovanni, LEONE Calogero, LICATA Francesco, PASSANANTE Giovanni, RIZZO Giacomo, ROBERTI Ignazio


Torna alla Home