KLEOS - lunedì, 13 Gennaio 15:23

Due appuntamenti a gennaio per conoscere l’arte, i costumi, le tradizioni della cultura Arbëreshë in Sicilia

PALERMO – Sabato 18 gennaio, alle ore 17:00 presso l’Archivio Storico, in Via Maqueda, 157 a Palermo, si svolgerà il Convegno «Arte, Cultura, Musica Bizantina e Arbëreshë in Memoria di Sua Eccellenza Papàs Sotir Ferrara», promosso dall’Associazione Culturale Brancaccio e Musica in collaborazione con il Comune di Palermo Sistema Bibliotecario Spazi Etnoantropologici e Archivio Cittadino, e gli […]

PALERMOSabato 18 gennaio, alle ore 17:00 presso l’Archivio Storico, in Via Maqueda, 157 a Palermo, si svolgerà il Convegno «Arte, Cultura, Musica Bizantina e Arbëreshë in Memoria di Sua Eccellenza Papàs Sotir Ferrara», promosso dall’Associazione Culturale Brancaccio e Musica in collaborazione con il Comune di Palermo Sistema Bibliotecario Spazi Etnoantropologici e Archivio Cittadino, e gli Stati Generali delle Donne. Al convegno, che ospiterà gli interventi di musicologi, iconografi, registi, musicisti, esperti in arte, letteratura e musica bizantina, nonché uno spazio dedicato a poesie Arbëreshë e costumi tradizionali, seguirà la settimana successiva un tour a Piana degli Albanesi organizzato dalla cooperativa Korai – Territorio, Sviluppo e Cultura: un’opportunità per approfondire i contenuti del convegno vivendo un’esperienza a contatto con la comunità Arbëreshë, le loro tradizioni culturali ed enogastronomiche.

Sabato 25 gennaio sarà dunque la volta di “Icone e cannoli – Winter Tour”: un itinerario culturale esperienziale post evento, in cui la cooperativa Kòrai condurrà i partecipanti alla scoperta dell’arte, della cultura e delle tradizioni di Piana degli Albanesi e dello straordinario paesaggio naturalistico del suo territorio. Guide locali sveleranno tutte le sfaccettature di questo luogo denso di storia, in cui sono ancora vive le tradizioni del rito greco-bizantino e la memoria storica dell’Antica Albania. Sarà possibile visitare chiese, musei, laboratori artigianali e luoghi esclusivi, aperti per l’occasione al pubblico, depositari della memoria storico-artistica della comunità albanese.

I visitatori avranno il privilegio di incontrare, intenti nel loro lavoro, maestri iconografi, orafi e pasticceri presso i loro laboratori, e di ascoltarne i racconti sulle tecniche e le origini del proprio mestiere. Non mancheranno degustazioni di prodotti enogastronomici locali e piacevoli momenti di relax all’interno di in un casolare settecentesco immerso nella Riserva naturale della Serra della Pizzuta, assaporando una cucina tradizionale a base di prodotti del territorio e biologici.

La partecipazione al convegno è libera.

La prenotazione al tour di sabato 25 gennaio è obbligatoria.


Torna alla Home