KLEOS - lunedì, 26 Luglio 9:07

“E’ fortemente inquinato il tratto di costa in prossimita’ del depuratore di Selinunte e la foce del fiume Modione?”

SELINUNTE – Legambiente Circolo Crimiso Castelvetrano ha inviato una lettera al sindaco di Castelvetrano ed ai rappresentanti di numerosi enti e istituzioni sul tema dell’inquinamento del tratto di costa tra il depuratore di Selinunte e la foce del fiume Modione. Questo il testo della lettera: “Al Sindaco del Comune di Castelvetrano All’ARPA Regione Sicilia Al […]

SELINUNTE – Legambiente Circolo Crimiso Castelvetrano ha inviato una lettera al sindaco di Castelvetrano ed ai rappresentanti di numerosi enti e istituzioni sul tema dell’inquinamento del tratto di costa tra il depuratore di Selinunte e la foce del fiume Modione. Questo il testo della lettera:

“Al Sindaco del Comune di Castelvetrano

All’ARPA Regione Sicilia
Al Presidente della Regione Sicilia

All’Assessorato Regionale BB.CC.AA. Regione Sicilia

Al Direttore del Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria

p.c. Legambiente Regionale Sicilia

p.c. Al Presidente del Consiglio Comunale di Castelvetrano
(con preghiera di informarne i consiglieri comunali).

Su 24 tratti di mare e fiumi analizzati, sei sono risultati “fortemente inquinati” e tre “inquinati”: si tratta di punti potenzialmente frequentati dai bagnanti ignari delle acque con parametri non a norma. E’ quanto emerge dall’analisi sulla qualità delle acque realizzata da Goletta Verde, la storica campagna estiva di Legambiente, presentata oggi a Palermo. I 6 punti giudicati “fortemente inquinati” sono la foce del fiume Delia a Mazara del Vallo (Trapani), la foce del torrente Cansalamone nel comune di Sciacca (Agrigento), la foce del fiume Palma nel Comune di Palma di Montechiaro (Agrigento), lo scarico dei reflui fognari sul lungomare Galatea ad Aci Trezza nel comune di Aci Castello (Catania), la foce del fiume Alcantara tra i comuni di Calatabiano e Giardini Naxos (Catania/Messina) e la spiaggia presso lo scarico del depuratore a Castelvetrano (Trapani).

Gli esami dello stato delle acque costiere in Sicilia presentate da Goletta Verde pochi giorni fa, la storica campagna che fa il punto sullo stato delle  depurazioni in prossimità delle coste. Il punto di prelevamento da diversi anni è lo sbocco del depuratore a Marinella di Selinunte, situazione che da decenni soffre (pennello a mare rotto), ma anche di una gestione poco attenta verso il miglioramento di tale situazione. Si sono susseguite amministrazioni varie ad eccezione di qualche prelievo i risultati più o meno danno sempre un mare inquinato.

Allo stesso modo il fiume Modione sembra essere inquinato, vedi precedenti segnalazioni  <<Possibile inquinamento acque foce fiume Modione in territorio di Castelvetrano >>  del  29/6/2021 e dello scorso anno del  25/5/2020 e del  28/11/2020,  in cui si chiede di accertare l’effettivo inquinamento, richieste alle quali ad oggi non abbiamo ottenuto risposte.

Chiediamo alla S.V. di comunicare a noi, ma soprattuto alla collettività, ai bagnanti quali azioni l’amministrazione ha intrapreso per la riparazione e gestione del depuratore a Marinella di Selinunte e per il tratto di costa che comprende la foce del fiume Modione.

Il Circolo Crimiso


Torna alla Home