KLEOS - sabato, 24 Settembre 12:32

Giornate europee del patrimonio: La Valle dei Templi di Agrigento apre l’ipogeo Giacatello. A Selinunte si scoprono i “cantieri” dell’antichità

PALERMO – Dal 1991 le Giornate Europee del Patrimonio sono un appuntamento fisso con l’arte e la cultura. Si svolgono da sempre nell’ultimo weekend di settembre e quest’anno sono srotolate sul tema della biodiversità e della conservazione. Dalla Valle dei Templi di Agrigento a Selinunte e Segesta, al museo archeologico Salinas a Palermo, i siti […]

PALERMO – Dal 1991 le Giornate Europee del Patrimonio sono un appuntamento fisso con l’arte e la cultura. Si svolgono da sempre nell’ultimo weekend di settembre e quest’anno sono srotolate sul tema della biodiversità e della conservazione. Dalla Valle dei Templi di Agrigento a Selinunte e Segesta, al museo archeologico Salinas a Palermo, i siti aprono in notturna e al prezzo politico di un euro. CoopCulture ha organizzato visite guidate per le famiglie e laboratori per i bambini.

AGRIGENTO

L’acqua, i suoi metodi di conservazione, la sua straordinaria capacità di preservare la vita e la biodiversità sono il filo conduttore di questa esperienza. Oggi (sabato 24 settembre) alle 17 al Museo archeologico Pietro Griffo. Qui sarà possibile prendere parte alla visita dello straordinario ipogeo Giacatello, cavità-cisterna scavata nella roccia, sostenuta da 49 pilastri. La visita guidata sarà condotta dagli archeologi di CoopCulture e dagli speleologi dell’associazione Agrigento Sotterranea, mentre a seguire i partecipanti avranno l’opportunità di degustare i prodotti a marchio Diodoros dopo aver visitato il vicino Agrumeto curato dall’associazione Filì, vero scrigno di biodiversità all’interno della Valle dei Templi.

SELINUNTE

Il Parco archeologico di Selinunte aderisce alle Giornate europee del Patrimonio, aprendo stasera (24 settembre, dalle 20 a mezzanotte) il sito a prezzo simbolico. CoopCulture ha organizzato due esperienze didattiche per le famiglie e i bambini, tra racconti di archeologi e giochi che hanno come tema il rispetto dell’ambiente. Stasera (sabato 24 settembre) alle 20,30 e alle 21,30 sono state programmate visite guidate alla mostra Ars Aedificandi organizzata da MondoMostre, che racconta i cantieri dell’antichità. I templi erano progettati senza lasciare nulla al caso: un archeologo svelerà le tecniche utilizzate per la costruzione dei templi e le macchine impiegate per sollevare e trasportare gli elementi architettonici. Per i bambini domani (domenica 25 settembre) alle 11,30, è stato pensato un laboratorio sul riciclo a partire dalle antiche anfore recuperate in mare. Al tramonto sulla collina orientale, una lezione di yoga di Sicani Outdoor e Bindu Yoga & Ayuverda Studio di Agata Romeo.

SEGESTA

Il Parco archeologico di Segesta apre gratuitamente il sito in notturna. CoopCulture ha organizzato speciali percorsi guidati: stamattina alle 10 Vivere da Segestani come Eraclio; si salirà a piedi dalla biglietteria alla casa del Navarca, la lussuosa abitazione romana del I sec. a.C. appartenuta al Navarca Eraclio, personaggio storico del quale parla Cicerone nelle Verrine. Un’esperienza che permetterà di apprezzare il sito archeologico anche da un’inedita prospettiva paesaggistica, immerso com’è in un paesaggio naturale ancora intonso.

Stasera e domani sia alle 21 che alle 22.15, Segesta sotto le stelle, visita notturna guidata al Tempio di Segesta accompagnati da un archeologo. Sarà possibile osservare stelle e costellazioni.

PALERMO

Anche il Museo archeologico Salinas di Palermo stasera sarà aperto dalle 20 a mezzanotte con un biglietto di un euro. CoopCulture propone un ciclo di visite e attività didattiche per tutta la famiglia. Stasera alle 19.30, Un museo sostenibile!, visita gioco per bimbi dai 5 ai 10 anni che si concluderà con un laboratorio didattico creativo, alla scoperta del museo più antico della Sicilia. Un’opportunità per apprendere in maniera divertente la ricca storia del Salinas e delle sue collezioni. Alle 21.15 e alle 22.15, la visita per adulti, Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro, un percorso didattico che affronta il tema dell’importanza delle operazioni di conservazione, restauro, riuso e recupero di materiali. Alla fine del percorso, sarà offerto un calice di vino siciliano nel chiostro del museo.


Torna alla Home