KLEOS - mercoledì, 4 Dicembre 16:38

I lavoratori dell’Anfe chiedono il pagamento delle loro retribuzioni

MAZARA DEL VALLO – I dipendenti occuperanno da oggi (4 dicembre) la sede formativa ma continueranno a svolgere la loro attività lavorativa.

MAZARA DEL VALLO – I lavoratori del Centro Formativo dell’Anfe di Mazara del Vallo a partire da oggi 04/12/2013 si riiuniranno in assemblea permanente presso la sede di via Toniolo,52/54, unendosi in rete, ai colleghi delle sedi di Alcamo, Enna ed Agrigento, nelle vitali rivendicazioni da loro formalizzate  “fino a quando – dicono – non si otterranno risposte concrete dal governo regionale”.

Segnatamente, chiedono “il pagamento immediato delle retribuzioni pregresse per tutti i lavoratori delle tre filiere, interventi, sportelli, OIF, svincolando la quota relativa al personale dalle rendicontazioni;  il pagamento delle retribuzioni pregresse e degli arretrati contrattuali; lo blocco immediato (prima di Natale) dei mandati di pagamento relativi alla seconda annualità dell’Avviso 20; il reperimento delle risorse, per la totale copertura dell’integrazione, a carico della Regione, dell’indennità di CIG 2012 che si è fermata al 7,7%; la restituzione delle somme che erano state erogate come integrazioni nelle passate annualità, e trattenute dall’Amministrazione Regionale in maniera coatta, prelevandole dal finanziamento a valere sui fondi comunitari”.

Solidarietà è stata loro espressa dal consigliere comunale Francesco Foggia che ha ribadito:

“auspico che i problemi sul mondo della formazione sollevati dal governo regionale non ricadano sui lavoratori e sulle l’oro famiglie. Mi auguro per tanto visto il periodo natalizio che in tempi brevi i lavoratori vengano retribuiti come meritano nell’interesse di dare serenità alle l’oro famiglie”.


Torna alla Home