KLEOS - sabato, 17 Novembre 9:45

Il cammino di Garibaldi nella strada dei Prefetti Amari

Importante manifestazione tenutasi martedì 13 novembre a Castelvetrano e a Partanna e denominata “la Primavera dei Comuni di Sicilia”. Il progetto è stato ideato dal dott. Emerico Amari che, adoperandosi per fare ottenere ai comuni di Castelvetrano e Partanna l’affidamento e l’utilizzo in comodato d’uso pluriennale di alcuni pezzi rappresentativi del Risorgimento siciliano appartenenti alla prestigiosa […]

Importante manifestazione tenutasi martedì 13 novembre a Castelvetrano e a Partanna e denominata “la Primavera dei Comuni di Sicilia”. Il progetto è stato ideato dal dott. Emerico Amari che, adoperandosi per fare ottenere ai comuni di Castelvetrano e Partanna l’affidamento e l’utilizzo in comodato d’uso pluriennale di alcuni pezzi rappresentativi del Risorgimento siciliano appartenenti alla prestigiosa collezione “Tronca”, ha sostenuto e poi coordinato l’importante iniziativa con i due Comuni in collaborazione, per l’aspetto storico scientifico, con il prof. Francesco Saverio Calcara a Castelvetrano e con il dott. Mimmo de Gennaro a Partanna, con l’arch. Valerio Bandiera a Castelvetrano e a Partanna per la parte tecnica, grafica e progettuale dell’intero allestimento, infine con la dott.ssa Laura Donati Direttrice del Museo Garibaldino a Caprera, in qualità di curatrice della collezione “Tronca”. Nella mattinata di martedì è stata inaugurata la mostra dal titolo “Il cammino di Garibaldi: Castelvetrano e Partanna percorrendo la strada provinciale Zangara dei Prefetti Amari”. La Manifestazione ha inteso rivalutare, con le Mostre nei due Comuni, il ruolo fondamentale che Castelvetrano, Partanna ed altri Comuni di Sicilia presenti nei documenti individuati, hanno esercitato a sostegno della spedizione dei Mille. Nella mattinata sono stati consegnati due inediti, in copia anastatica, al rappresentante del Ministro dell’Interno prefetto Francesco Paolo Tronca ed al Prefetto di Trapani Marilisa Magno: uno si riferisce al 1860 ed è indirizzato al Ministro Segretario di Stato Francesco Crispi, l’altro del 1861 è scritto dal primo Prefetto di Trapani, Bartolomeo Amari Cusa, già Sindaco di Castelvetrano. E’ stata inoltre collocata una pietra commemorativa, che il dott. Emerico Amari ha donato alla Città di Castelvetrano, simboleggiante il pensiero liberale espresso dalla primavera dei Comuni di Sicilia. I documenti si riferiscono alle vicende che vedono impegnati, in quella determinata fase storica, i Comuni di Sicilia e in particolare Castelvetrano, ed evidenziano il ruolo che quest’ultima ebbe nel corso della Spedizione dei Mille. A Partanna è stata inaugurata nel Castello medioevale la sala Tronca.


Torna alla Home