KLEOS - mercoledì, 3 Luglio 10:27

La vicenda del peschereccio mazarese “Daniela L”, discussa a Montecitorio, è nell’agenda di Napolitano

ROMA – Su invito del Presidente, on. Laura Boldrini, il Vice Presidente del Parlamento libico Juma Ahmad Atigha ha partecipato ai lavori svoltisi alla Camera dei Deputati sul tema “La verità necessaria: i processi di riconciliazione nei Paesi delle primavere arabe”. Il Presidente del Distretto Giovanni Tumbiolo è intervenuto per ribadire con forza la necessità […]

da dx Juma Ahmad Athiga e Giovanni Tumbiolo

ROMA – Su invito del Presidente, on. Laura Boldrini, il Vice Presidente del Parlamento libico Juma Ahmad Atigha ha partecipato ai lavori svoltisi alla Camera dei Deputati sul tema “La verità necessaria: i processi di riconciliazione nei Paesi delle primavere arabe”.

Il Presidente del Distretto Giovanni Tumbiolo è intervenuto per ribadire con forza la necessità di risolvere la controversa faccenda dei continui sequestri dei pescherecci in acque internazionali antistanti alla Libia.

Tumbiolo ha pregato la Presidente Boldrini e il Vice Presidente Aticha di intervenire nella complessa questione del motopesca “Daniela L.” ancora fermo in Libia dopo il sequestro effettuato a 32 miglia a nord di Bengasi il 7 ottobre 2012.

Sulla questione il Presidente del Distretto aveva, nei giorni scorsi, interessato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha risposto attraverso il suo Consigliere Diplomatico.

L’Ambasciatore Stefano Stefanini, pur rappresentando la difficile fase di transizione in atto in Libia, ha però  rassicurato lo stesso Tumbiolo dell’interessamento del Capo dello Stato della vicenda del “Daniela L.” che sarà affrontata anche nell’incontro, previsto domani, con il Primo Ministro Libico Alì Zidan.


Torna alla Home