KLEOS - sabato, 12 Aprile 13:25

Mens sana in corpore sano

Un problema molto comune oggi, anche se a volte sottovalutato dalla nostra generazione,  è quello riguardante l’alimentazione.  Negli ultimi anni il tema è ritornato alla ribalta perché i problemi legati ad uno scorretto stile di vita hanno determinato nei giovani conseguenze come l’obesità, problemi cardiovascolari e così via.  Un’ equilibrata alimentazione, infatti, ha la finalità […]

Un problema molto comune oggi, anche se a volte sottovalutato dalla nostra generazione,  è quello riguardante l’alimentazione.  Negli ultimi anni il tema è ritornato alla ribalta perché i problemi legati ad uno scorretto stile di vita hanno determinato nei giovani conseguenze come l’obesità, problemi cardiovascolari e così via.  Un’ equilibrata alimentazione, infatti, ha la finalità di garantire un apporto di energia e di nutrimenti,che contribuiscono a migliorare lo stile di vita.  In prossimità dell’ evento internazionale , Expo 2015 a Milano, che avrà come tema centrale quello dell’alimentazione, tutti i Paesi del mondo avranno la possibilità, di esporre i propri prodotti alimentari di eccellenza e di trattarre le problematiche alimentari nel mondo. I Ministeri dell’Istruzione e dell’Agricoltura, a tal proposito, hanno avviato un progetto sperimentale in tutte le scuole con uno specifico programma di educazione alimentare. Esso include visite didattiche e percorsi dedicati agli studenti all’interno dell’area che ospiterà l’Esposizione Universale. Il Progetto Scuola prevede  piani didattici innovativi e concorsi di idee sui temi di Expo, Piattaforma web “Progetto Scuola”, coinvolgimento e partecipazione delle scuole a Expo 2015, percorsi dedicati nel sito e presenza nel Padiglione Italia, scambi e gemellaggi.  La nostra scuola da tempo si occupa di dieta mediterranea, infatti, già da due anni partecipa alla settimana dello sviluppo sostenibile, organizzata dal Club Unesco Castelvetrano-Selinunte sotto l’egida dell’UNESCO, e crediamo di avere buone possibilità di entrare a far parte di questo programma molto interessante proposto dal Ministero che ci permetterà di approfondire la conoscenza e l’utilizzo dei nostri prodotti agro-alimentari di eccellenza (inseriti peraltro, nella dieta mediterranea riconosciuta dall’UNESCO nel 2010 come patrimonio immateriale dell’umanità), considerandoli come volano di sviluppo del nostro territorio.

Antonella Pizzolato – Roberta Palminteri  VT  Sofia Pollina IV T


Torna alla Home