KLEOS - lunedì, 10 Febbraio 21:02

Note nella Notte al Museo Diocesano. Grande successo della VI edizione della “Notte Nazionale dei Licei”

MAZARA DEL VALLO – Il pomeriggio del Venerdì 17 Gennaio, il Museo ha spalancato le sue porte ad un gruppo di guide d’eccezione: per la “Notte Nazionale del Liceo Classico”, il liceo Adria-Ballatore di Mazara, presieduto dalla Dirigente prof.ssa Silvana Rosa Maria Lentini, ha organizzato un evento di musica ed arte sacra dal titolo, appunto, […]

MAZARA DEL VALLO – Il pomeriggio del Venerdì 17 Gennaio, il Museo ha spalancato le sue porte ad un gruppo di guide d’eccezione: per la “Notte Nazionale del Liceo Classico”, il liceo Adria-Ballatore di Mazara, presieduto dalla Dirigente prof.ssa Silvana Rosa Maria Lentini, ha organizzato un evento di musica ed arte sacra dal titolo, appunto, “note nella notte”, che ha avuto come protagonisti 19 studenti del liceo Adria-Ballatore, appartenenti alle classi III C del Liceo Scientifico e IV e V C del Liceo Linguistico.

Gli studenti si sono distinti nel ruolo di guide storico-artistiche, nell’accoglienza dei numerosi visitatori, nelle riprese foto, video e audio, e nella promozione dell’evento, il tutto accompagnato dalle meravigliose note di un concerto per arpa eseguito dalla studentessa Juliette Jacques della IVB del liceo scientifico. Gli studenti sono stati guidati dai docenti di Storia dell’Arte Giovanna Sciortino, Davide Ciotta e dalla prof.ssa Beatrice M. A. Cunsolo, Referente del progetto. Hanno sostenuto l’evento con il loro prezioso supporto didattico e logistico il prof. Paolo Marino e la sig.ra Pina Cucchiara, dello staff Museo.

“Il grande riscontro di pubblico e l’entusiasmo delle giovanissime guide hanno ancora una volta confermato la suggestione del percorso di arte, fede e storia che il Museo propone al territorio. – dichiara Francesca Paola Massara, direttore del Museo – La dialettica Scuola-Museo, attraverso un coinvolgente percorso formativo, è una fondamentale risorsa per la conoscenza e la valorizzazione dell’eccezionale patrimonio della nostra Diocesi “.


Torna alla Home