KLEOS - sabato, 22 Giugno 17:32

Protocollo d’intesa fra la Costa D’Avorio ed il Distretto della Pesca

MAZARA DEL VALLO – Nella Sala Giunta del Comune di Mazara del Vallo è stato firmato un protocollo d’intesa fra la Costa D’Avorio ed il Distretto della Pesca. L’accordo è stato firmato dal Ministro delle Risorse Alieutiche e Zootecnica della Costa D’Avorio,  S.E. Kobena Kouassi Adjoumani, e dal Presidente del Distretto Produttivo della Pesca-Cosvap, Giovanni […]

MAZARA DEL VALLO – Nella Sala Giunta del Comune di Mazara del Vallo è stato firmato un protocollo d’intesa fra la Costa D’Avorio ed il Distretto della Pesca.

L’accordo è stato firmato dal Ministro delle Risorse Alieutiche e Zootecnica della Costa D’Avorio,  S.E. Kobena Kouassi Adjoumani, e dal Presidente del Distretto Produttivo della Pesca-Cosvap, Giovanni Tumbiolo; a far da “notaio” il Sindaco on. Nicola Cristaldi.

L’accordo prevede la creazione di un distretto della pesca in Costa D’Avorio e la cooperazione nel campo della filiera ittica: della cantieristica, della pesca industriale, dell’acquacoltura e della trasformazione del pescato; esso contempla inoltre l’avvio, nei suddetti ambiti, di progetti condivisi nei settori della ricerca, innovazione e formazione professionale.

Nel protocollo è prevista, altresì, la creazione di nuove strutture in Costa D’Avorio, grazie al know-how sviluppato dal Distretto della Pesca Siciliano e secondo le tecnologie più avanzate in materia di monitoraggio dei natanti e di sicurezza della navigazione.

Accompagnati dal Presidente Tumbiolo, nella stessa mattina, il Ministro della Pesca della Costa d’Avorio (dove convivono cattolici e musulmani) e la delegazione ivoriana, composta dall’Ambasciatrice Janine Tagliante-Saracino, dal Console Ferdinando Veneziani, da funzionari e da imprenditori del settore ittico, hanno fatto visita a mons. Domenico Mogavero, Vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo.

Mons. Mogavero ha così dichiarato: “La diversità religiosa, etnica e culturale non rappresenta la straordinarietà bensì la regola, l’unico cammino per la pace e la collaborazione e l’integrazione dei popoli. Bisogna partire dagli accordi economici per incontrarci su altre grandi questioni, dobbiamo ripartire dal mare per creare un nuovo umanesimo”.

Il ministro Adjoumani ha chiesto al Vescovo di far da “accompagnatore spirituale” dell’accordo di cooperazione con il Distretto della Pesca.


Torna alla Home