KLEOS - sabato, 24 Luglio 8:43

Ritorna l’appuntamento del “Museo sotto le stelle” al Museo diocesano

MAZARA DEL VALLO – Quest’anno le attività del “Museo sotto le stelle” si aprono con la presentazione del volume “Persistenze” di Stefania La Via, insegnante, letterata e Direttore dell’Archivio Storico Diocesano di Trapani. L’evento del 31 luglio, curato in collaborazione con “Zona blu – Estate 2021” – Città di Mazara del Vallo, ben si inserisce, […]

MAZARA DEL VALLO – Quest’anno le attività del “Museo sotto le stelle” si aprono con la presentazione del volume “Persistenze” di Stefania La Via, insegnante, letterata e Direttore dell’Archivio Storico Diocesano di Trapani. L’evento del 31 luglio, curato in collaborazione con “Zona blu – Estate 2021” – Città di Mazara del Vallo, ben si inserisce, con i suoi frammenti poetici, nel clima del nostro tempo estivo, dedicato alla cultura artistica e letteraria, per una riflessione sulla memoria, le emozioni, il senso della storia.
In seguito sarà possibile visitare il Museo Diocesano “in notturna” fino alle ore 24.00.
Il 1 agosto la serata sarà dedicata alla presentazione del restauro di un importante e significativo dipinto raffigurante “il Battesimo di Ruggero”. La grande tela, realizzata dal pittore Vincenzo Blandina nel 1712, mostra il battesimo del piccolo Ruggero, quarto figlio del re Federico II d’Aragona, avvenuto nella Cattedrale di Mazara nel 1318. Lo storico evento, che tanti benefici portò alla città di Mazara, è ricordato attraverso una sontuosa processione che vede snodarsi i notabili della città in gran pompa, mentre il bambino viene trasportato in braccio, sotto un baldacchino rosso. In alto, un angelo suona una tromba da cui pende lo stendardo che recita il titolo di Mazara: “Prima sedes et regni caput”.
Il restauro è stato operato dal M.o Gaetano Edoardo Alagna, che parteciperà alla presentazione dell’intervento, spiegandone con perizia i dettagli. “L’opera, già celebre per il suo valore storico, prima ancora che artistico, racconta un episodio che lo stesso sovrano volle festeggiare, concedendo alla città una serie di privilegi, tra cui la nota ‘fiera franca’, e disponendo che ne restasse memoria con un dipinto da collocare presso il battistero della Cattedrale. – dichiara Francesca Paola Massara, direttore del Museo – Inoltre, la tela riproduce sullo sfondo una veduta architettonica della città di grande suggestione che racconta, sebbene idealizzata, la topografia della città agli inizi del Settecento. Dopo la lunga e sofferta pausa dell’ultimo anno, la serie di eventi ed aperture serali del Museo Diocesano vuole riprendere il dialogo con chi ama la storia, l’arte, la fede, la bellezza”.
In contemporanea e in sintonia con le vedute topografiche offerte dalla tela, il Museo dedica una sezione della Sala degli Argenti all’esposizione di miniature architettoniche della Mazara monumentale, magistralmente eseguite dalla perizia del M. Ignazio Auguanno, premiata da diversi riconoscimenti.
Dalle 21.30 alle 23.30 sarà offerta la possibilità di visite gratuite, guidate dal qualificato staff del Museo.
L’ apertura serale straordinaria si ripeterà tutti i venerdì e sabato di agosto, dalle ore 21.30 alle 23.30.


Torna alla Home