KLEOS - martedì, 10 Gennaio 11:38

Route invernale del “Clan del Grifo” del gruppo scout Partanna 1

PARTANNA – Anche quest’anno si è concluso l’ormai consueto appuntamento della route invernale del “Clan del Grifo” del gruppo scout Partanna 1. Dal 3 al 5 Gennaio, 11 tra novizi, rover e scolte, accompagnati dai capi Giuseppe Catania, Betty Ciaravolo e dalla maestra dei novizi Daniela Marchese, abbiamo raggiunto l’Oasi Bartolomea, gestita dalle suore di […]

PARTANNA – Anche quest’anno si è concluso l’ormai consueto appuntamento della route invernale del “Clan del Grifo” del gruppo scout Partanna 1. Dal 3 al 5 Gennaio, 11 tra novizi, rover e scolte, accompagnati dai capi Giuseppe Catania, Betty Ciaravolo e dalla maestra dei novizi Daniela Marchese, abbiamo raggiunto l’Oasi Bartolomea, gestita dalle suore di Maria Bambina, attraversando il Demanio Sinapa; un percorso immerso nella natura tra discese e salite impervie. La sera siamo stati raggiunti dall’assistente ecclesiastico don Antonino Gucciardi e dal seminarista Daniele Stassi con i quali abbiamo pregato e cantato. Giovedi 4 la strada è stata caratterizzata dalla pioggia, ma come diceva il fondatore dello scoutismo scout-web-20170104_165222Baden Powell “Non esiste buono o cattivo tempo, ma buono o cattivo equipaggiamento“, infatti non ci siamo arresi ed abbiamo raggiunto anche il demanio Finestrelle dove ci siamo fermati per un pranzo caldo fatto con i caratteristici fornellini. Nel pomeriggio, con un percorso prevalentemente in discesa abbiamo raggiunto la sede scout di Gibellina, dove abbiamo trovato riparo per la seconda notte di attività.

Tante sono state le difficoltà incontrate per la strada, salite ripide, discese impervie e soprattutto il pesante zaino portato sulle spalle per tutto il tragitto; ma strada non è solo fatica e camminare, ma anche saper usare i mezzi che si incontrano lungo il percorso, infatti per fare ritorno nelle nostre case abbiamo usato in un primo momento il treno verso Castelvetrano e poi in autobus che ha lasciato 2 ragazze a Santa Ninfa e poi tutti gli altri a Partanna.

Naturalmente non sono mancati i momenti di gioia e di svago, dove il gruppo ha avuto modo di cantare e sorridere, che si sono chiaramente alternati ad attività inerenti il tema della route, che si è incentrata sulla parola “COMUNITÀ”. Proprio da queste attività, abbiamo appreso due dei concetti fondamentali della vita di clan: l’importanza della comunità e il fare strada insieme sostenendosi l’un l’altro, camminando non al proprio passo, ma al passo di chi fa più fatica.

Giuseppe Catania


Torna alla Home