KLEOS - martedì, 10 Settembre 9:37

Si avvicina l’udienza per la morte della cagnolina Chicca

CASTELVETRANO – L’11 settembre si terrà la nuova udienza per il caso della cagnolina Chicca, investita da un’auto in un vicolo senza vie di fuga. Dopo essersi opposta a due richieste di archiviazione, LNDC auspica “che sia fatta giustizia per questo atto di violenza”. I fatti risalgono al maggio 2017, quando Chicca – cagnolina di strada accudita […]

CASTELVETRANO – L’11 settembre si terrà la nuova udienza per il caso della cagnolina Chicca, investita da un’auto in un vicolo senza vie di fuga. Dopo essersi opposta a due richieste di archiviazione, LNDC auspica “che sia fatta giustizia per questo atto di violenza”.

I fatti risalgono al maggio 2017, quando Chicca – cagnolina di strada accudita da alcune persone del posto – venne investita da un’auto che procedeva a velocità nella stradina senza vie di fuga per la cagnolina. Grazie a delle telecamere di sorveglianza e alla testimonianza di un soccorritore, le indagini permisero di risalire all’autore.

“Restiamo convinti – afferma Michele Pezone, Responsabile Diritti Animali e Legale di LNDC Animal Protection – che l’indagato abbia agito coscientemente, tanto più che non ha rallentato né si è fermato dopo l’urto. Un gesto normale che farebbe chiunque sentisse di aver urtato qualcosa durante la guida, anche solo per valutare eventuali danni alla vettura”.

“Faremo di tutto per ottenere giustizia per Chicca, ennesima creatura innocente e senza voce vittima della crudeltà e dell’indifferenza umana. Non lasceremo che un gesto violento e atroce come questo venga derubricato a semplice incidente stradale”, conclude Piera Rosati, presidente nazionale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.


Torna alla Home