KLEOS - martedì, 9 Febbraio 16:08

Sono due i giovani trapanesi selezionati per la scuola di formazione politica del PD

SALEMI – BUSETO – Sono Elena Vultaggio e Giuseppe Vultaggio i giovani selezionati per andare a comporre “Classe Democratica” la scuola di formazione politica del PD.

SALEMI – BUSETO – Pubblichiamo qui di seguito la nota firmata e diffusa dai due giovani segretari di partito (di Salemi e di Buseto Palizzolo) scelti per andare a comporre “Classe Democratica”, la scuola di formazione politica del Pd.

“Siamo orgogliosi di rappresentare il Partito Democratico della Provincia di Trapani alla Scuola di Formazione nazionale “Classe Democratica”. È la continuazione di un percorso di crescita all’interno del Partito che ha preso avvio con la sua nascita, nel 2007. Un percorso portato avanti con l’impegno nei territori, la passione giovanile che conserviamo e custodiamo come la cosa più preziosa, lo strumento indispensabile per chi fa politica, per chi vuole contribuire a cambiare il mondo.

Ritorniamo da questo primo weekend di formazione, al quale ne seguiranno altri quattro, carichi di energia e di fiducia. Affascinati dalle parole di Walter Veltroni, colpiti da quelle di Gianni Cuperlo, commossi da quelle di Livia Turco, entusiasmati da quelle del Segretario Matteo Renzi.

Ritorniamo anche con una consapevolezza e una responsabilità maggiore. Se la politica è vocazione e missione civile, nostro compito, della mia generazione, la generazione dei “nativi democratici” è incarnare lo sforzo e l’ambizione del centro-sinistra di adattarsi ma senza trasformarsi al nuovo modello della società odierna, di farci portatori della cultura democratica europea sfuggendo al “presentismo” ma avendo ben chiara la nostra storia e la strada che vogliamo percorrere in futuro.

Ci è stato chiesto in queste giornate di avere il coraggio di essere liberi, di portare avanti le nostre idee in autonomia, di non temere il confronto perché, come ben espresso da Cuperlo, un partito, se comunità di senso, non si spegne quando si discute ma quando c’è omologazione di pensiero.

Ci è stato chiesto di metterci in gioco, di uscire dalle vecchie logiche e sfidare il mondo, di non cadere preda dei qualunquismi e del populismo. La storia ci ha insegnato che il cambiamento è possibile, e che tutto passa dagli uomini e da quell’idea contro corrente.

Noi abbiamo la nostra idea contro corrente: sarà la buona politica a ridare dignità alla nostra terra e il contributo verrà principalmente dalle nuove generazioni. Per tale ragione prosegue il nostro impegno anche nel rafforzamento della giovanile del nostro Partito, nella formazione politica al livello locale, nelle battaglie quotidiane accanto ai più deboli.

Come ci ha ricordato Veltroni, citando Weber, un uomo politico deve principalmente avere tre qualità decisive: passione, senso di responsabilità, lungimiranza, tutte e tre illuminate dall’etica, dalla coscienza del proprio dovere. Ai nostri coetanei, impegnati nel Partito Democratico, non mancano affatto queste doti, le abbiamo ereditate dagli uomini e dalle donne che prima di noi e con noi fanno parte di questo Partito e che, con quella lungimiranza di cui prima, hanno saputo dare spazio e fiducia alla nuova generazione democratica. Non è un caso se la nostra federazione è tra le poche in Sicilia ad avere una preponderante componente giovanile e femminile in tutti gli organismi dirigenti, anche questo è il segno di un cambiamento non annunciato ma compiuto”.

Elena Vultaggio, segretario di circolo di Buseto Palizzolo

Giuseppe Vultaggio, segretario di circolo di Salemi

 


Torna alla Home