KLEOS - martedì, 20 Luglio 14:22

Terna presenta gli esiti della consultazione pubblica sul nuovo collegamento Italia-Tunisia

PARTANNA – Il 27 luglio un “Terna Incontra” digitale con i cittadini di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, sul ponte energetico invisibile tra Italia e Tunisia. L’opera collegherà la stazione elettrica di Partanna con una stazione corrispondente nella penisola di Capo Bon, in Tunisia Il prossimo 27 luglio alle ore 17 Terna presenterà ai […]

PARTANNA – Il 27 luglio un “Terna Incontra” digitale con i cittadini di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, sul ponte energetico invisibile tra Italia e Tunisia.

L’opera collegherà la stazione elettrica di Partanna con una stazione corrispondente nella penisola di Capo Bon, in Tunisia

Il prossimo 27 luglio alle ore 17 Terna presenterà ai cittadini di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna gli esiti della consultazione pubblica sul nuovo collegamento Italia – Tunisia, il ponte energetico invisibile che collegherà i due grandi sistemi elettrici di Europa e Africa.

A causa delle limitazioni imposte dal Covid-19, l’azienda organizzerà un “Terna Incontra” in modalità digitale.

Terna, attraverso il dialogo e il confronto diretto con le comunità locali interessate dai possibili tracciati del nuovo collegamento, ha ascoltato le opinioni e le proposte dei cittadini dei Comuni di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, che hanno potuto confrontarsi con progettisti e tecnici di Terna.

Il nuovo collegamento elettrico in cavo terrestre e sottomarino tra Italia e Tunisia è un progetto di interesse comunitario (PCI) che contribuirà a rendere la Sicilia un hub energetico europeo per la gestione dei flussi energia, specialmente da fonti rinnovabili.

L’infrastruttura metterà in comunicazione la stazione elettrica di Partanna con una corrispondente stazione in Tunisia, nella penisola di Capo Bon.

L’elettrodotto avrà una potenza di 600 MW in corrente continua e sarà collegato alla rete elettrica nazionale con una stazione di conversione che sorgerà a fianco dell’attuale stazione elettrica di Partanna. Si arriverà alla costa con un cavo interrato che percorrerà strade esistenti, non alterando il paesaggio e le zone costiere di approdo. La nuova stazione, inoltre, sarà realizzata con architetture e colori in sintonia col paesaggio e opportunamente mascherata da vegetazione arborea.

Tutte le indicazioni per partecipare al web meeting e la documentazione del progetto sono disponibili sul sito di Terna alla pagina https://www.terna.it/it/progetti-territorio/progetti-interesse-comune/interconnessione-italia-tunisia.


Torna alla Home