Monthly Archives: Giugno 2019

Gioacchino Cataldo, l’ultimo rais di Favignana, rivive attraverso la penna di Massimiliano Scudeletti

TRAPANI – Mentre è ancora accesa la polemica in merito alla storica tonnara di Favignana, costretta a chiudere dopo che le speranze degli scorsi mesi si sono infrante contro le misere quote assegnate (14 tonnellate di pescato di tonno, a fronte delle 100 richieste, il minimo necessario per la sostenibilità economica del progetto) è in uscita il 5 luglio per Bonfirraro editore il nuovo romanzo di Massimiliano Scudeletti, dal titolo L’ultimo rais di Favignana, Aiace alla spiaggia.

Sembra un caso che il protagonista del libro, Gioacchino Cataldo, scomparso il 21 luglio 2018, torni a far parlare di sé proprio in questo periodo d’incertezza per la sua Favignana di cui è stato memoria e ambasciatore mediatico.

Non è un caso, eppure è come se fosse arrivato nel momento giusto per ricordare a tutta Favignana, la Sicilia e l’Italia, che la tonnara non può inabissarsi nel nulla con la sua storia ancestrale, che c’è ancora bisogno di un rais che ne cali le reti assieme alla sua ciurma com’è stato per secoli.

Gioacchino Cataldo è una di quelle personalità difficili da raccontare: cerchi l’uomo e trovi il mito, affronti il mito e t’imbatti nel bambino e poi nel ragazzo che si allontana da Favignana per farvi ritorno dopo anni di emigrazione.

«A noi il ritratto di rais che ci piace è quello che emerge dalle pagine di Massimiliano Scudeletti – afferma il giornalista Carlo Ottaviano nel mémoire dedicato proprio a Cataldo – che narra la storia di un uomo, di un eroe di vita, non di una macchietta o di una finzione. Impariamo quindi a coltivare la memoria (e proteggere il mare) evitando che tutto diventi un circo e perfino un monumento umano come l’ultimo rais venga trasformato in statua utile solo come sosta per gli uccelli migranti».

È questa la percezione di chi ha vissuto e prova ancora a vivere gli anni della mattanza, che non solo era ed è un lavoro per tanti favignanesi, ma è storia, è tradizione. E il raissato è mito, proprio come lo è Gioacchino Cataldo.

Massimiliano Scudeletti non ha voluto scrivere una biografia. Ha voluto fare di più: dare a Gioacchino Cataldo la possibilità di essere ancora un simbolo per quanti credevano e credono che la tonnara possa continuare a vivere. Parallelamente, e quasi come se fosse ancora una volta un segno del destino, Cataldo sembra voler tornare oggi a opporsi (così come fece nel 1997 quando tornò dopo un periodo di assenza da Favignana per assumersi l’onere e l’onore di essere rais) attraverso la penna di Scudeletti, per raccontare quanto la tonnara vive di tradizione e si fa tradizione, per raccontare quanta storia c’è in mezzo, per ricordare quanto valore ci sia nell’essere rais.

Questa di Scudeletti, quindi, non vuole essere una biografia, ma il racconto di un inseguimento tra l’autore (voce e io narrante) e il protagonista amareggiato e deluso, che termina tra luci e ombre in una spiaggia siciliana dove si aggira un moderno Aiace.

Ed è proprio tra queste luci e ombre che l’editore Salvo Bonfirraro dichiara «Abbiamo scommesso su un autore toscano che ha scritto della Sicilia, di Favignana e del rais Gioacchino Cataldo, e con questa pubblicazione vogliamo ancora una volta esprimere il forte legame alla nostra terra, e vogliamo che le nostre tradizioni e attrazioni culturali come le tonnare, la mattanza di Favignana e le figure eroiche come quella di Gioacchino Cataldo possano essere un grande volano per l’economia, la cultura e la storia siciliana. Il nostro pensiero va, oltre che al grande Gioacchino Cataldo, a Sebastiano Tusa, un altro eroe che aveva a cuore l’isola e lo stabilimento Florio di Favignana, ammiratore delle gesta dell’ultimo rais e della tradizionale tonnara. A tal proposito voglio ricordare le sue parole, che dovrebbero arrivare ai principali attori culturali della nostra regione: “Gioacchino Cataldo, ultimo rais della tonnara di Favignana e grande affabulatore, ci ha allietato con i suoi affascinanti racconti di un’epopea siciliana ormai scomparsa. Un testimone di una delle attività marinare che oltre ad avere costituito il volano di una grande economia, ha prodotto una pagina indimenticabile di storia e cultura”».

Il libro verrà presentato per la prima volta in occasione della rassegna letteraria organizzata dal Centro studi Dino Grammatico a Custonaci il 10 luglio alle ore 21.30 presso la sede dell’Associazione culturale Museo Vivente di Custonaci. È previsto un tour di presentazioni che vedranno l’autore impegnato in giro per la costa occidentale della Sicilia fra Trapani, Marsala, Favignana, Marettimo e Palermo.

Di seguito tutti gli appuntamenti con l’autore:

11 luglio – Trapani: alle ore 19.00 presso la Lega Navale, dialogheranno con l’autore Noemi Genovese e il giornalista de La Repubblica Roberto Leone;

12 luglio – Marsala: alle ore 21.00 presso il Circolo Velico, dialogherà con l’autore il giornalista Giacomo Di Girolamo;

13 luglio – Favignana: alle ore 17.30 presso il Palazzo Florio, dialogherà con l’autore la giornalista Jana Cardinale;

14 luglio – Marettimo: alle ore 18.00 presso il Museo del Mare in occasione della rassegna letteraria “Marettimo al di qua e al di là del mare”, dialogheranno con l’autore Laura LoDico e lo scrittore Antonino Rallo;

16 luglio – Palermo: alle ore 18.00 presso la Libreria Zacco.

 

Professioni altamente qualificate, dal 2014 al 2018, i professionisti dell’economia digitale: analisti e progettisti software

ROMA – In cima alla classifica delle professioni altamente qualificate, dal 2014 al 2018, i professionisti dell’economia digitale: analisti e progettisti software. Nel periodo preso in considerazione questo profilo è cresciuto di 33,7 mila unità, di queste oltre 10 mila solo nel 2018. Strettamente legate alla quarta rivoluzione industriale anche altre tre professioni: al 3° posto i disegnatori industriali (+21,7 mila), al 5° posto i tecnici esperti in applicazioni (+20 mila) e all’8° posto i programmatori (+13,5 mila). I contabili e professioni assimilate (+24,8 mila) occupano il 2° posto, mentre al 4° posto troviamo le professioni sanitarie riabilitative (+21,2%). È la fotografia scattata dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro nell’indagine “I fabbisogni professionali delle imprese. L’analisi della domanda di professioni del futuro: hard e soft skill”.

Si è svolto a Palermo l’evento “Aspettando il…2° Meeting sulla Comunicazione”

EPALERMO – Si è svolto il 28 giugno a Palermo, presso il Circolo Unificato di Presidio, l’evento “Aspettando il…2° Meeting sulla Comunicazione”, organizzato dallo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano come fase di avvicinamento al meeting nazionale sulla comunicazione che si terrà a Milano nel mese di dicembre.

Il meeting, moderato dalla dott.ssa Elvira Terranova giornalista di AdnKronos, ha avuto come tema principale “L’Empatia nella comunicazione” e si è articolato in conferenze tematiche e attività culturali in cui militari e civili hanno affrontato insieme il tema dell’empatia e le sue implicazioni nell’attuale scenario comunicativo, con specifica attenzione al mondo mediatico e ai settori dell’editoria, stampa, TV, radio e social media. Sono stati discussi con esperti del settore, aspetti relativi al cambiamento nei messaggi e nei simboli della comunicazione anche con risvolti psicologici e pedagogici.

All’evento, organizzato in sinergia con l’Università degli Studi di Palermo, l’Ordine dei Giornalisti della Sicilia ed in collaborazione con il Centro Siciliano Sturzo e il Palermo University Press, hanno partecipato numerosi giornalisti e operatori del settore della comunicazione dell’Esercito provenienti da tutta Italia, che si sono confrontati sull’evoluzione della comunicazione e il cambiamento del rapporto tra Esercito e mondo dell’informazione, alla presenza di numerose autorità locali e molti studenti universitari.

Il meeting è stato aperto dagli interventi del Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano e del Generale di Divisione Claudio Minghetti Comandante Militare dell’Esercito in Sicilia e il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo prof. Fabrizio Micari.

Nei giardini del Circolo di Presidio è stato allestito, a cura del 6° Reggimento Bersaglieri, un percorso di animazione per bambini, con giochi interattivi e attrazioni varie tra le quali la mascotte dell’Esercito “Lupetto Vittorio” presentato dalla Caporal Maggiore Scelto dei bersaglieri Valeria Galizzi in un momento della conferenza. Infine la fanfara dei fanti piumati trapanesi si è esibita nelle tradizionali musiche del Corpo, mentre nelle sale interne è stato dedicato un angolo alla pubblicistica militare, con l’esposizione in particolare della “Rivista Militare”, e una mostra di cimeli e volumi storici della Grande Guerra.

L’Esercito alla 30^ Summer Universiade Napoli. Il 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani alla guida della Task Force

NAPOLI – Da ieri (26 giugno) l’Esercito, al fine di incrementare le misure di sicurezza a tutela della 30^ Summer Universiade di Napoli, ha schierato una task force di circa 500 soldati da impiegare per la sorveglianza dei siti competitivi ed obiettivi sensibili interessati all’evento sportivo, dislocati nelle cinque province campane.

Tale dispositivo, che ha avuto come base il 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani, si aggiunge a quello già in atto per l’Operazione “Strade Sicure” e servirà a garantire la sicurezza, in concorso alle Forze di Polizia, durante la manifestazione sportiva che si svolgerà dal 3 al 14 luglio e che vedrà la partecipazione di circa 8.000 atleti e rappresentanti delle delegazioni dei paesi partecipanti.

L’Universiade, manifestazione sportiva multidisciplinare, è rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo.

Roby Facchinetti ed Ezio Greggio tra le star di Marefestival Salina

MESSINA – Si arricchisce il parterre dell’ottava edizione dell’appuntamento più atteso del calendario eoliano: tra i protagonisti sul palco di Marefestival, dall’11 al 14 luglio a Salina, Roby Facchinetti ed Ezio Greggio, che torna per la terza volta nell’evento organizzato dai giornalisti Massimiliano Cavaleri e Patrizia Casale pronti a ospitare sull’isola numerosi artisti come quelli già annunciati nei giorni scorsi, Giorgio Tirabassi e Miriam Leone.

Facchinetti, che ha firmato alcuni tra i più grandi successi della storia della musica italiana, cantautore, compositore e tastierista, volto storico dei Pooh con oltre 50 anni di carriera, sarà presente giovedì 11 nella conferenza stampa di apertura del Festival al Porto Bello Lounge Bar e venerdì 12 nel talk show pomeridiano all’Hotel L’Ariana Borgo di Rinella e la sera, in piazza Santa Marina dove racconterà la sua vita e ritirerà il Premio Troisi per la sezione Musica, l’anno scorso assegnato a Gigliola Cinquetti.

Sabato 14, Greggio, uno degli attori comici e conduttori televisivi più amati di sempre, presidente del Monte-Carlo Film Festival de la Comédie, incontrerà pubblico e giornalisti al Rapanui insieme con la madrina della kermesse Maria Grazia Cucinotta, e riceverà il Premio Marefestival Salina, realizzato dallo scultore Sergio Santamarina. La statuetta è stata assegnata anche alla soubrette e modella Romina Pierdomenico al fianco di Greggio nella conduzione de “La Sai l’Ultima”, in queste settimane in onda su Canale 5 per il “miglior debutto in tv”, dato il notevole successo del programma che già nella prima puntata ha sbaragliato la concorrenza persino de “La Traviata” di RaiUno. Premio Troisi 2019 ad Attilio Fontana, cantante (ex leader dei Ragazzi Italiani e vincitore di Tale&Quale Show nel 2013), attore di numerose fiction, spettacoli teatrali e musical: proporrà alcune canzoni del suo ultimo album nella prima serata e sarà intervistato all’Hotel I Cinque Balconi domenica 14. Il riconoscimento in ricordo del grande attore napoletano andrà anche alla cantante e attrice Clizia Fornasier, che presenterà il suo romanzo “È il suono delle onde che resta” (edizioni Harper Collins Italia 2019).

Marefestival è promosso dall’associazione Prima Sicilia, di cui è segretario Francesco Cappello, e patrocinato dal Comune di Santa Marina Salina, Comune di Malfa, ARS, CRAL Provincia Messina, Club Panathlon, SportFilmFestival di Palermo (giunto alla 40esima edizione) e si svolge in collaborazione con numerosi esercizi commerciali.  Le serate in piazza Santa Marina e l’ultima a Malfa, saranno presentate dalle giornaliste Nadia La Malfa e Marika Micalizzi.

Società Canottieri Marsala: Lorenzo Caputo in testa alla classifica del Campionato Siciliano della classe Laser 4.7

MARSALA – Lorenzo Caputo trionfa a Favignana, nella classe Laser 4.7, in occasione della 5^ tappa del Campionato zonale. Un percorso ricco di soddisfazioni che sta facendo registrare un’escalation di belle prove sui campi di regata e di vittorie. Il giovane laserista della Società Canottieri Marsala è uno dei candidati alla vittoria dell’intero Campionato Siciliano. Attualmente è proprio in testa alla classifica generale provvisoria con 31 punti. Continuano a pieno ritmo gli allenamenti in acqua e a terra con il suo coach Enrico Tortorici, in previsione delle ultime tre regate che si terranno nei mesi di luglio, agosto e ottobre e che decreteranno il campione siciliano della Classe Laser 4.7.

A Favignana, nella classe Laser Radial anche una splendida performance di Giulia Schio, che si classifica 1^ femminile e 3^ assoluta, confermandosi tra le migliori atlete di tutta la Sicilia. Attualmente è in seconda posizione nella classifica Generale provvisoria. In gara, tra i Laser 4.7, anche i velisti Leandro Baiata 6°; Ettore Matembera 12°; Ludovica Giacalone 20^; Francesco Genco 21°; Aurora di Benedetto 23^.

I velisti della Società Canottieri Marsala, inoltre, sono stati impegnati nel Raduno tecnico zonale Laser, organizzato dalla VII Zona FIV a Favignana a cura dell’istruttore federale italiano della squadra olimpica Laser Standard, Alp Alpagut.

Infine tutta la Sicilia sta facendo il tifo per Michele Adorni, che in questi giorni sta partecipando con la squadra Azzurra ai Campionati Europei 2019 in Francia.

La danza è di scena al Teatro Vito Zappalà sabato 29 giugno, 8° saggio della Stardust

MONDELLO – Sabato 29 giugno a partire dalle ore 20:30 presso il teatro Vito Zappalà di Mondello (in via Galatea, 6) si terrà l’8° saggio della scuola di danza “Stardust” di Ornella Di Miceli. Sul prestigioso palcoscenico teatrale gli allievi della scuola di danza si esibiranno in diverse coreografie e daranno prova del loro talento, della preparazione tecnica e dei risultati raggiunti. Sarà l’epilogo di un anno di lavoro, di impegni e sforzi per docenti e allievi ma anche un momento di crescita e motivo di orgoglio per tutti. La serata, che sarà presentata da Anna Cane, avrà la direzione artistica della maestra Ornella Di Miceli con la collaborazione di Alessandro Orefice trainer di danze caraibiche e Roberta Basile trainer di danza moderna e videodance. La ricercatezza dei costumi, la creatività nei balletti, la capacità interpretativa degli allievi faranno della serata un evento unico ed imperdibile. Ingresso gratuito

Orari estivi dell’Iacp

TRAPANI – Dal prossimo 3 Luglio l’Iacp di Trapani osserverà un nuovo orario di apertura degli uffici. Non ci sarà più l’apertura pomeridiana nelle giornate di mercoledì e questo sino a mercoledì 28 agosto. Restano invariati gli altri orari di ricevimento e cioè: apertura uffici al pubblico nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12; apertura Ufficio Relazione con il Pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12

Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Open day Screening mammografico

TRAPANI – L’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, domenica 30 giugno 2019, ha previsto un “Open day” dedicato allo Screening mammografico.

L’iniziativa è rivolta a tutte le donne d’età compresa fra 45 e 69 anni, che non hanno effettuato gratuitamente esami mammografici negli ultimi due anni.

L’evento si svolgerà dalle ore 10 alle ore 18 nei seguenti ospedali:

S.Antonio Abate, Trapani; San Vito e S.Spirito, Alcamo; Vittorio Emanuele II, Castelvetrano; Paolo Borsellino, Marsala; Abele Ajello, Mazara del Vallo. In ciascun presidio ospedaliero è presente un team di specialisti dedicato agli esami di screening senologico.

Per informazioni è possibile telefonare al numero 0923.472427 dal lunedì al sabato dalle 8.30/ 13.30, e domenica 30giugno dalle 8/18.

L’obiettivo dello screening è aumentare al massimo le probabilità di individuare la malattia in fase precoce riducendo quanto più possibile il numero di casi in fase avanzata e i rischi dell’evoluzione della patologia. L’individuazione della malattia al suo esordio, nella maggioranza dei casi, infatti, permette di intervenire rapidamente con le cure più appropriate, facilitando la guarigione e riducendo la mortalità.

“Con quest’iniziativa l’Asp di Trapani intende avviare un percorso virtuoso che punti alla prevenzione delle patologie più frequenti – ha detto il direttore generale, Fabio Damiani – E’ fondamentale comprendere l’importanza della diagnosi precoce per prevenire neoplasie o coglierle all’inizio e poter aumentare le possibilità di guarigione. Purtroppo, però, ancora oggi, una percentuale molto contenuta di soggetti coinvolti usufruisce di queste opportunità. A settembre – ha continuato Damiani – partirà una campagna di Screening mammografico, dell’Hiv e del colon retto, ogni domenica in tutti gli ospedali del comprensorio trapanese”.

Incontinenza urinaria, venerdì 28 giugno Open day al S. Antonio Abate

TRAPANI – In occasione della giornata nazionale dedicata all’incontinenza urinaria, venerdì 28 giugno 2019, l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani ha previsto un “Open day” sul complesso fenomeno che interessa oltre sei milioni di italiani con percentuali di incidenza nettamente superiori nelle donne, stando alle più recenti indagini epidemiologiche.
L’evento si svolgerà dalle 9 alle 14 nell’UOC di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale S.Antonio Abate di Trapani, dove sarà possibile usufruire di uno sportello d’ascolto, visite uroginecologiche ed esercitazioni pratiche per il rinforzo della muscolatura del pavimento pelvico. Sono previsti incontri con gli specialisti Laura Giambanco e Vito Iannone, e con il team di ostetriche specializzate in riabilitazione del pavimento pelvico, Rugiada Celano, Valentina Galia, Anna Maria Pianelli.
“La scarsa conoscenza del problema – ha detto Laura Giambanco – pone spesso la donna in una condizione di grande disagio nei vari settori della vita, da quello lavorativo sino alla sfera sessuale. La conoscenza del disturbo e dei suoi possibili rimedi aiuta l’autostima e la sicurezza personale”.

—