Monthly Archives: Agosto 2019

Partanna, domani sera (1 settembre) alle 21,30 “Crazy for Sicily” in scena al Castello Grifeo

PARTANNA – Si terrà domani sera (1 settembre) alle 21,30 al Castello Grifeo “Crazy for Sicily – Le corde siciliane”, spettacolo scritto e diretto da Giuseppe Moschella con Emanuela Mulè ed Enzarita Prisinzano. L’evento ad ingresso libero rientra nella rassegna “Artemusicultura”, organizzata dal Comune, che proseguirà con numerosi appuntamenti in programma fino al 28 settembre. Attraverso la lettura-interpretazione coinvolgente di scritti, testi teatrali, racconti e novelle di autori siciliani come Pirandello, Bufalino, Sciascia, Brancati e Pippo Fava “Crazy for Sicily” racconta il grande mistero della Sicilia, terra bella e affascinante. Dalle voci di Moschella, Mulè e Prisinzano emergono con ironia pungente le contraddizioni dell’Isola: simulazioni e dissimulazioni, eroico e nefando, luci e tenebre, metafore fantasiose e storie reali, miti e mafiosi, palazzi nobiliari e catapecchie, lo stile barocco e quello moderno, l’Etna e l’azzurro mare, una Palermo in superficie e una sottoterra, la diffidenza e l’ingenuità dei siciliani, il culto del rispetto e l’attitudine alla strafottenza, la generosità e la tirchieria, i profumi e l’olezzo, i colori e il buio. Il sottotitolo prende spunto dalle “corde” più volte evocate da Luigi Pirandello e successivamente da Leonardo Sciascia: quella seria, quella civile e quella pazza a rappresentare le varie sfaccettature dell’animo siciliano. Gli attori in scena, accompagnati da suggestive canzoni dal vivo, sapranno raccontare con il sorriso, così come nel loro stile, i drammi sociali e umani accompagnando lo spettatore in un vortice di emozioni e consapevoli riflessioni.

Giuseppe Moschella ed Emanuela Mulè sono due versatili attori siciliani da anni impegnati in progetti di teatro (Teatro Zelig di Milano, Teatro del Sale di Firenze, Teatro dei Satiri di Roma, Taorminaarte solo per citarne alcuni) e cinema (premiati al Chicago International Film Festival, Premio Rocco Chinnici) che hanno riscosso largo consenso di critica e di pubblico. Tra i riconoscimenti l’importante Efebo d’oro, il Premio Pergamene Pirandello, Premio Rocco Chinnici, Premio Solunto-Filangeri. Nel 2005 nasce il duo Moschella&Mulé caratterizzato da una fondamentale dimensione ironica che contraddistingue lo stile interpretativo e scenico dei dei due artisti.

La Sagra delle sarde a Marinella

MARINELLA DI SELINUNTE – Un po’ di movimento di visitatori è stato creato dall’occasione della Sagra della sardina di Selinunte che si è tenuta ieri sera (30 agosto) allo Scalo di Bruca di Marinella di Selinunte e che ha ricalcato le orme di precedenti manifestazioni lontane ormai negli anni. Organizzata dall’Associazione “Pensiamoci Noi” composta soprattutto da pescatori e commercianti locali, la manifestazione, che ha visto protagonista la sardina, pesce azzurro ricco di Omega 3, ha registrato un suo ordine: da un lato, relativamente lontano dalla gente, il fuoco e la cottura delle sardine tenute tra loro dai tradizionali spiedini e collocate in appositi binari, dall’altro i gazebo in cui volontari dell’organizzazione distribuivano i piatti di sardine con una fetta di pane e un bicchiere di vino. Non è mancato anche un intrattenimento musicale. L’augurio è che tale iniziativa si possa di nuovo ripetere negli anni e che possa richiamare un maggiore numero di visitatori.

Ad Erice ultimi giorni per visitare le mostre

ERICE – Ultimi giorni per visitare la mostra “Sagome alla ribalta” di Francesco Impellizzeri, al Polo Museale “Antonio Cordici”, ad Erice (sala ultimo piano). Un’installazione di sette particolarissimi tappeti/arazzi, ispirati alla tradizione artigiana ericina. Luci colorate, musiche, silhouette di alcuni personaggi del mondo dell’arte contemporanea, del costume o della politica, oggetto di performances realizzate nel corso del percorso trentennale dell’artista: questi alcuni elementi della mostra che sarà visitabile fino al 31 agosto, dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Francesco Impellizzeri, è un artista completo e complesso: è pittore, realizza performance, lavora con il video e la fotografia. Da anni vive e lavora a Roma – torna nel suo territorio d’origine con un progetto che ha preso il via a giugno, con una residenza artistica ed un’installazione presso il Museo delle Trame Mediterranee a Gibellina, e che terminerà a settembre con una mostra al Museo San Rocco di Trapani.

Altra esposizione da visitare sempre al Polo Museale “Antonio Cordici” di Erice. Si tratta della mostra “Ritorno al Monte” del medico e artista Giorgio Geraci, palermitano ma trapanese d’adozione. Trenta opere caratterizzate da un espressionismo astratto. In esposizione tele dai colori che esplodono di vita e rimandano alla natura e piccole opere realizzate con materiale di riciclo. La mostra sarà visitabile fino al 31 agosto, dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Per finire, lungo la Via Notar Salerno è visitabile la mostra fotografica “La processione di Maria SS. di Custonaci a Erice: tradizione e spiritualità”, fino a domenica 1 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 23.00.

La mostra è curata da Giovanna Vacirca, che ha selezionato dieci scatti che ritraggono la Madonna di Custonaci durante la processione per le vie del borgo medievale della vetta. Foto di Giuseppe D’Alì, Baldo Giurlanda, Piergiuseppe Salerno e Mario Torrente.

Il Balletto del Sud si esibirà in “La Bella Addormentata”

TRAPANI – Prosegue la danza al Luglio Musicale Trapanese: domenica 1 settembre, al Teatro “Giuseppe Di Stefano”, alle ore 21.00, il Balletto del Sud si esibirà con uno dei titoli di maggior successo del suo repertorio: La Bella Addormentata, balletto in due atti con le coreografie di Fredy Franzutti sulle note di Pëtr Il´ič Čajkovskij.

Per la leggibilità della drammaturgia, per l’efficacia dell’ambientazione e per la viva caratterizzazione dei personaggi, lo spettacolo ha raccolto, sin dalle prime rappresentazioni, la piena adesione di pubblico, ed è stato ampiamente lodato dalla critica, replicando con successo in prestigiosi festival e teatri in Italia e all’estero.

Franzutti si ispira al prototesto di Gian Battista Basile e riporta la trama nel luogo d’origine: il Sud dell’Italia. Ciò ha permesso la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina. Sarà la magia della zingarella Lilla e il bacio d’amore di un principe-antropologo, sulle orme della leggenda, a destare la principessa Aurora dal suo sonno centenario.

XV edizione del Premio Pino Veneziano

SELINUNTE – Il Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria ospiterà per due giorni, il prossimo 29 e 30 agosto, la XV edizione del Premio Pino Veneziano. L’iniziativa è promossa dall’associazione “Selinunte Cunta e Canta” che attraverso questo riconoscimento conferito a personalità del mondo della cultura, ricorda la figura di Pino Veneziano. Musicista, e poeta popolare, personaggio singolare e schivo, restio alle luci della ribalta, possedeva una voce particolarissima, notata negli anni ’70 e ’80 da Lucio Dalla e da Fabrizio De Andrè, che lo volle come spalla al suo primo concerto in Sicilia. La sua personalità ha incantato Ignazio Buttitta che scrisse la presentazione al suo unico disco pubblicato nel 1975 e anche Jorge Luis Borges. Direttore artistico della manifestazione è il giornalista e scrittore Gaetano Savatteri. Il 29 agosto tra le rovine dell’Acropoli del Parco Archeologico, davanti alla “Casa del Viaggiatore”, dopo la presentazione del Premio alle 19:30, l’attore Fabrizio Ferracane leggerà “Intervista impossibile a Leonardo Sciascia”, testo di Gaetano Savatteri. A seguire alle 20:30 ci sarà l’incontro con l’autrice trapanese Stefania Auci che ha firmato il best-seller “I leoni di Sicilia. La saga dei Florio”, romanzo rivelazione dell’anno sulla storica famiglia di Palermo, che sta scalando velocemente le classifiche internazionali. La serata sarà accompagnata da interventi musicali del quartetto siciliano “Toscanini Jazz”.

La kermesse continuerà il 30 agosto alle Cave di Cusa, sito di grandissimo interesse culturale e paesaggistico, che ricade nel territorio di Campobello di Mazara. “E’ importante valorizzare adeguatamente, anche con iniziative come queste, le Cave di Cusa – dichiara il sindaco Giuseppe Castiglione -, un sito davvero unico che merita l’attenzione di studiosi di archeologia ma anche di un pubblico più vasto, nell’ottica di un Parco che costituisce un tutt’uno con Selinunte, di cui le Cave non sono solo un’appendice”. Alle ore 20:00 l’incontro con Nadia Terranova, l’autrice messinese finalista al Premio Strega 2019 con il libro “Addio fantasmi” che racconta l’ossessione di una perdita, la storia di una donna che, tornata nella casa d’infanzia, dovrà affrontare i fantasmi che hanno condizionato la sua esistenza. Alle 21:30 il conferimento del Premio Pino Veneziano a Mario Incudine, attore, cantante e polistrumentista ennese, e all’etno-musicologo messinese Sergio Bonanzinga, docente presso l’Università di Palermo. La serata si concluderà con il concerto di Mario Incudine che inizierà alle ore 22:00 tra i rocchi delle colonne rimaste in fase di estrazione. “La genesi dell’Architettura e dell’Arte antica – dichiara l’architetto Bernardo Agrò, nuovo direttore del Parco – è rappresentata qui alle Cave di Cusa dal banco antico di calcarenite, scelto dai Selinuntini, che desta meraviglia ancora oggi – al pari di Houel e di altri viaggiatori e studiosi, luoghi dove si riesce ancora a cogliere il suono armonico del fare degli scalpellini”.

La Nebrosport conclude la 3ª edizione dello slalom Altofonte–Rebuttone con due secondi posti di classe

ALTOFONTE – Incamera un altro weekend assolutamente positivo la Nebrosport, che conferma una stagione sin qui ad altissimi livelli. Nel caldo infernale dello Slalom Altofonte-Rebuttone, nel fine settimana del 24 e 25 agosto 2019, ancora una volta gli alfieri del team santangiolese si fanno notare con una prova importante in una gara particolarmente difficile.

Alla seconda esperienza assoluta in una competizione per il giovanissimo pilota, Luca Radici posiziona la sua Clio RS al secondo posto della classe N2000, chiudendo al quinto della categoria U23 e 44esimo assoluto.

Stesso risultato in classe S2 con un secondo posto conquistato per il driver valdinese Benito Costa, che nella classifica generale con un’ottima condotta della sua A112 Abarth agguanta il 24esimo assoluto.

La “Monterice”, valida per il Campionato italiano velocità montagna, si correrà il 14 e 15 settembre

TRAPANI – La 61a edizione della “Monterice” è entrata nel vivo. Dopo la notizia dei lavori di consolidamento completati sulla strada Immacolatella Valderice-Erice, la storica cronoscalata si farà. L’annuncio ufficiale del Presidente dell’Automobil Club di Trapani, Giovanni Pellegrino, ha raggiunto anche gli ambienti sportivi e gli stessi piloti che quest’anno partecipano al Campionato italiano velocità montagna. La “Monterice” è, infatti, la terz’ultima gara del calendario e, per il suo tracciato, performante e spettacolare, è una tappa molto ambita dai piloti provenienti da tutta Italia.

Concluso il 54° Trofeo “Luigi Fagioli” a Gubbio con Christian Merli su Osella FA 30 Zytek, che ha vinto e firmato il nuovo record in 1’32”31 nel duello al fotofinish con Simone Faggioli su Norma M20FC Zytek (2° al traguardo), ora i riflettori sono puntati alla “Monterice” che si correrà sabato 14 e domenica 15 settembre. La gara organizzata dall’Aci Trapani sarà certamente decisiva per i giochi nella classifica assoluta del Campionato. Attualmente a guidarla è Omar Magliona con 80,5 punti, seguito da vicino da Denny Zardo a 76, poi Simone Faggioli a 65 e Christian Merli a 64. Faggioli e Merli si giocano anche l’Europeo, che potrebbe chiudersi ex aequo domenica prossima a Bistrika in Slovenia. Sui tornanti di Erice, Omar Magliona arriverà per fare un ottimo risultato per non mollare la testa della classifica. La “Monterice” sarà terreno di sfida anche tra i big della Sportscar Motori Moto, la cui assoluta in Campionato è guidata dal veneto Federico Liber su Gloria C8P. A Erice arriverà il giovane Rookie siracusano, Luigi Fazzino su Osella PA 21 Jrb Suzuki, il 20enne in arrivo dal kart, vera rivelazione del Campionato italiano.

«Lo svolgimento della gara è il risultato di un anno di lavoro – spiega il Presidente dell’Aci Trapani, Giovanni Pellegrino – perché la problematica legata alle condizioni della sede stradale del tracciato ci ha fatto preoccupare, e non poco. Grazie alla collaborazione istituzionale tra Regione, Provincia, Comuni e Genio Civile si è riusciti, in tempo, a completare i lavori di consolidamento di un tratto della strada. La “Monterice” può definirsi patrimonio dell’intero mondo automobilistico italiano, una gara molto ambita dai piloti proprio per il tracciato: 5.730 km dove si potrà assistere a uno spettacolo unico tra vetture in corsa e paesaggio».

Fondazione Fs, Sicilia: nel week end quattro treni storici alla scoperta delle bellezze e delle tradizioni dell’isola

PALERMO – In Sicilia un week end particolarmente ricco di appuntamenti con i treni storici del gusto. Fra sabato 31 agosto e domenica 1 settembre ben quattro viaggi in altrettante aree fra le più suggestive dell’Isola: dalla Valle dei Templi di Agrigento, alle città barocche, fino alla Valle del Platani.

  • Sabato 31 agosto, con partenza alle ore 16 dalla stazione di Agrigento, è in programma Il Treno dei Templi diretto a Tempio di Vulcano. Il convoglio fermerà anche nella stazione di Agrigento Bassa (16.10). Il programma turistico prevede la possibilità di effettuare una visita guidata all’interno del Giardino della Kolymbethra – gestito dal Fondo Ambiente Italiano – e di esplorare i magnifici tesori custoditi nel cuore del leggendario Parco Archeologico di Agrigento. Alle 18.10, in prossimità della Fermata di Tempio Vulcano, sarà offerto un caratteristico aperitivo a tutti i viaggiatori. Il treno di ritorno partirà da Tempio Vulcano alle 19.00, con arrivo previsto ad Agrigento Bassa alle 19.20 e ad Agrigento Centrale alle 19.30. Il costo del biglietto è di 8 euro per gli adulti e 4 euro per i ragazzi.

 

  • Domenica 1 settembre torna Il Treno del Barocco, con partenza dalla stazione di Siracusa alle ore 8.50. La prima tappa del viaggio sarà Ispica dove i viaggiatori verranno accompagnati in una escursione nel cuore antico della città. Alle 12 il treno storico ripartirà alla volta di Ragusa con arrivo previsto per le 13.20. Qui sono previsti il laboratorio del gusto a cura della locale Condotta Slow Food ed escursioni guidate nei quartieri storici della città. Il treno di ritorno partirà dalla stazione di Ragusa alle 17.30 con arrivo a Siracusa alle 19.30. Il costo del biglietto è di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi.

 

  • Ancora domenica 1 settembre da Palermo a Cammarata e Mussomeli viaggerà Il treno della frutta e conserve d’autunno nei Monti Sicani. La partenza dalla stazione di Palermo Centrale alle 8.48: previste fermate intermedie a Bagheria (9.02), Termini Imerese (9.20), Roccapalumba/Alia (10.18) e arrivo a Cammarata per le 10.37. Da qui un bus condurrà i viaggiatori all’antico Castello di Mussomeli dove è in corso la tradizionale fiera. Il laboratorio del gusto, organizzato dalla Condotta Slow Food di Caltanissetta prevede degustazioni di lenticchie di Villalba accompagnate da pane di grani antichi “cunsatu” a cura del Comune di Mussomeli. Il treno di ritorno partirà dalla stazione di Cammarata alle 18.10 con arrivo a Palermo Centrale alle 19.34. Il costo del biglietto è di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi.

 

  • Infine, sempre domenica 1 settembre da Trapani a Marsala e alle isole dello Stagnone viaggerà Il treno dei sapori del sale e del mare. Si parte dalla stazione di Trapani alle 8.52 con arrivo a Marsala alle 11.30: da qui il viaggio proseguirà a bordo di un battello diretto all’Isola di Mozia. Non mancheranno, come di consueto, i laboratori del gusto a cura della locale Condotta di Slow Food. Il rientro a Trapani è programmato per le 21.07. Il costo del biglietto è di 20 euro per gli adul nti e 10 euro per i ragazzi.

 

I biglietti sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate consultando la sezione “viaggi ed eventi” del sito web fondazionefs.it o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram.

I Treni storici del gusto sono promossi dall’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo: il programma è realizzato con la collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato e Slow Food Sicilia, utilizzando i finanziamenti del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020.

16° Slalom “Città Internazionale dei Marmi – Custonaci”

TRAPANI – Sono cento i piloti iscritti alla sedicesima edizione dello slalom “Città Internazionale dei Marmi – Custonaci”.

La gara, organizzata dal Promoter Kinisia con il patrocinio del Comune di Custonaci, si svolgerà domenica 1 settembre ed è valida per l’ assegnazione della Coppa Aci Sport 5^ Zona e per il campionato siciliano slalom. I gruppi più numerosi sono il gruppo N e il gruppo speciale slalom. Quindici invece le vetture sport, nove nel gruppo E2SS, vale a dire le Formule, e sei nel gruppo E2 SC. Direttore di gara sarà il palermitano Marco Cascino. La prova si svolgerà in tre manche, su un percorso di 2500 metri che, dalla spiaggia di Cornino, conduce fino a Custonaci, con un dislivello di 186 metri, percorso su cui insistono undici barriere di rallentamento.

Sabato 31 agosto, dalle ore 15.30 alle ore 20.00, si svolgeranno a Cornino le verifiche tecniche e sportive, domenica 1 settembre, alle ore 9.00, al via la prima vettura. Nell’albo d’oro spiccano le cinque vittorie di Andrea Raiti di Buseto Palizzolo, del compaesano Giuseppe Castiglione, mentre più staccati il custonacese Alberto Santoro con tre vittorie, il busetano Giuseppe Gulotta con due e quindi il mazarese Girolamo Arresta, vincitore della prima edizione nel 2004. Il record della prova, 107.32, appartiene a Giuseppe Castiglione che lo ha stabilito nella scorsa edizione.

Prossimo appuntamento il 27 ottobre con lo slalom di Monte Bonifato ad Alcamo, valevole per il campionato regionale.

Arriva Castellammare Fashion Night

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Le collezioni moda ispirate alle Sicilia più folk e più chic saranno presentate domenica 1 settembre dalle ore 21,00, in occasione della Castellammare Fashion Night, in piazzale Stenditoio alla Cala Marina. L’evento organizzato dalla Rosi De Simone Eventi con l’associazione Sicilia In, vedrà come testimonial l’attrice e volto tv Milena Miconi, la conduzione di Cinzia Gizzi e lo spettacolo, affidato al duo Calandra & Calandra, composto dai fratelli Maurizio e Giuseppe Calandra di Alcamo, e alla sfilata di abiti folkloristici e scenografici di Ciancianedda Sona Sona dell’Associazione turistica trappetese. Musica di Mauriziotto dj. Presenti il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore Maria Tesè. Ingresso libero.