All posts by Dino

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 17 agosto 2022

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 17 agosto 2022.‍‌

I casi attuali positivi sono 2963 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 204; Buseto Palizzolo 15; Calatafimi-Segesta 49; Campobello di Mazara 128; Castellammare del Golfo 84; Castelvetrano 170; Custonaci 41; Erice 111; Favignana 54; Gibellina 15; Marsala 814; Mazara del Vallo 480; Misiliscemi: 21; Paceco 61; Pantelleria 44; Partanna 70; Petrosino 66; Poggioreale 12; Salaparuta 7; Salemi 38; San Vito Lo Capo 21; Santa Ninfa 17; Trapani 387; Valderice 47; Vita 7.

deceduti 744.

guariti 136432.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 0.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 8.

Ricoverati in degenza ordinaria: 48.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 7.

Tamponi molecolari effettuati: 356.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 2254.

Oggi prima “alba lirica” al Parco si Selinunte che ha aperto alle 4,30 di mattina

SELINUNTE – “Nessun dorma” è risuonato accompagnando l’alba che cresceva e rendeva i templi rosati. Dinanzi ai cantanti che affrontavano la romanza di Calaf da Turandot, un pubblico affascinato, quasi trecento spettatori che sono entrati nel parco archeologico quando era ancora immerso nella notte. Stamattina (17 agosto) la prima “alba lirica” a Selinunte (la prossima sarà domenica 21 agosto), un esperimento riuscito di una visita inconsueta per orario, metodo e fascinazione. Il format è quello di CoopCulture già sperimentato, ma che per la prima volta tenta l’approccio con le voci liriche. Suddivisi in gruppi, hanno seguito la guida che si inoltrava tra i templi: ed ecco le prime arie, i fiati, le percussioni.

“Un successo che non ci aspettavamo ma che ci spinge a tentare nuovi approcci di visita: il parco all’alba è stato una sorpresa anche per me, non ne immaginavo la potenza, è stato persino possibile vedere la costellazione di Orione” dice il direttore del Parco archeologico, Felice Crescente. Il pubblico è entusiasta: tantissimi giovani che non sono andati a dormire e si sono presentati all’ingresso alle 4; turisti affascinati, ma soprattutto tanti residenti che, hanno confessato, non sono mai entrati a Selinunte a quest’ora. “Una visita inconsueta e affascinante che permette di scoprire il parco sotto una luce nuova, ma che soprattutto attira il pubblico più giovane” dice Letizia Casuccio, direttore generale di CoopCulture.

Un tappeto sonoro che andava di pari passo con la visita, abbracciando i templi che emergevano pian piano dal buio. Entrare in un parco archeologico addormentato, dove un semplice sospiro rimbomba, è un’esperienza che difficilmente si dimentica: sembra tutto ovattato e nello stesso tempo, grandioso. E ascoltare la voce lirica che si alza, si trasforma, accompagna le morbide carezze della luce che nasce, diventa quasi di latte, e poi inonda i templi dorici che appaiono come se nascessero dalla terra. Le “stazioni” hanno impegnato tre cantanti – i soprani Federica Maggì e Emanuela Sala, il tenore Luciano Giambra – accompagnati da Maurizio Maiorana (fiati percussione e voce), Manuel Scarano (chitarra e voce) e Marcello Iozzia al pianoforte, seguendo la drammaturgia musicale di Giovanni Mazzara. Le arie e le romanze sono tra le più conosciute, unite a brani pop: Tacea la notte placida da Il Trovatore; Quando m’en vo (Il Valzer di Musetta) da La Boheme; Nessun dorma da Turandot; Libiam ne’ lieti calici da La Traviata; le canzoni popolari che rendono omaggio all’alba, O sole mio, la serenata E vui durmite ancora a Mattinata di Leoncavallo, la ninna nanna Durme Durme. E le scorribande pop anni ’60 e ’70, ma anche un medley da Hair, ovvero Aquarius e Let the sunshine.

Brutale aggressione di un detenuto a poliziotto nel carcere palermitano di Pagliarelli

PALERMO – Prosegue inarrestabile la spirale di violenza nelle carceri siciliane, dove non passa giorno nel quale non si registrino da un lato gli episodi violenti ed eventi critici e dall’altro le richieste di urgenti provvedimenti da parte dei rappresentati sindacali SAPPE dei poliziotti penitenziari. L’ultimo grave evento è accaduto, come riporta il segretario nazionale per la Sicilia del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Calogero Navarra, nella Casa circondariale Pagliarelli di Palermo: “Continuano le aggressioni da parte dei detenuti nei confronti della Polizia Penitenziaria in Sicilia. Dopo l’aggressione avvenuta nel carcere di Noto, lo scorso 26 luglio, dove quattro poliziotti, tra i quali un Ispettore, hanno avuto la peggio, ieri (16 agosto) nella Casa Circondariale” “Antonio Lorusso” Pagliarelli di Palermo, un altro Ispettore di Polizia Penitenziaria è stato aggredito con un pugno da parte di un detenuto, condannato per reati contro la persona, al termine di un colloquio con i proprio familiari”.

“La brutale aggressione è sintomatica della diffusa insofferenza di una buona parte dei detenuti al rispetto delle regole”, denuncia Navarra. “”Oggi in carcere i detenuti sono convinti di fare quel che vogliono e di aggredire i poliziotti soprattutto perché non ci sono regole certe che stroncano queste inaccettabili violenze. A Pagliarelli il detenuto si è adirato perché il tempo del colloquio era finito ed ha pensato bene di colpire brutalmente il collega, forse perché sa che non gli sarà fatto nulla a livello disciplinare e penale. E questo è inaccettabile e vergognoso! Basta!”.

“Fino a quando i vertici del Ministero della Giustizia e del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria pensano di continuare a restare a guardare questi gravi fatti con apatia ed indifferenza? Fino a quando assisteranno a questo sfascio dell’ordine e della sicurezza interna provocato dal lassismo di decisione assurde e illogiche, come la vigilanza dinamica e soprattutto l’assenza di adeguati provvedimenti disciplinare e penali per chi aggredisce gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria?”, si chiede il segretario generale del SAPPE, Donato Capece, che nell’esprimere vicinanza e solidarietà ai colleghi di Pagliarelli ricorda che proprio il SAPPE, qualche settimana fa, aveva dato notizia che scenderà in piazza a Roma, a settembre, per sottolineare quanto e come sia importante e urgente prevedere un nuovo modello custodiale. “Le donne e gli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria non possono continuare ad essere aggrediti senza che il Ministero della Giustizia ed il DAP adottino provvedimenti urgenti. Siamo al collasso! Serve una stretta normativa che argini la violenza dei pochi, anche a tutela degli altri detenuti. Il personale di Polizia Penitenziaria è stremato dai logoranti ritmi di lavoro a causa delle violente e continue aggressioni. Ed è indignato che coloro i quali sono ai vertici della istituzione che rappresentano non assumano provvedimenti a tutela dei Baschi Azzurri. Altro che le passarelle ipocrite delle visite in carcere a Ferragosto. Il Capo del DAP Renoldi e C sappiano che il carcere si vive 24 ore su 24, 365 giorni, tra le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria, per cui il Capo DAP prende una corposa indennità stipendiale. Corpo di Polizia a cui appartengono donne e uomini che pressoché quotidianamente hanno a che fare con detenuti che mettono a repentaglio l’ordine e la sicurezza della sezione detentiva, che si confrontano a detenuti con in mano una o più lamette intrise di sangue, o con una padella piena di olio bollente tra le mani pronta per essere buttata in faccia all’operatore, o con un piede di tavolino in mano pronto ad essere scagliato contro un poliziotto. Dovrebbe sentire anche lui, sul suo viso, i pugni, le sberle, gli sputi che prendono i nostri Agenti in servizio dai detenuti più violenti. E allora ci si aspetta altro da chi è Capo di un Corpo di Polizia: il Ferragosto in carcere era un cavallo di battaglia dell’amico Pannella. Davvero Renoldi non ha altre soluzioni per la crisi delle carceri? Basta!”

Controlli di Ferragosto. tre denunciati e tre segnalati dai Carabinieri

MARSALA – I Carabinieri della Compagnia di Marsala, durante i controlli straordinari di Ferragosto eseguiti nei giorni 15 e 16 appena trascorsi, hanno denunciato 3 soggetti e segnalato altrettante persone alla Prefettura di Trapani quali assuntori non terapeutici di sostanze stupefacenti.
Già dalla notte di ferragosto i militari dell’Arma di Marsala con il supporto dei colleghi del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia hanno messo in atto una serie di servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto di turbative all’ordine ed alla sicurezza pubblica su tutto il territorio lilibetano terminati nella giornata di ieri (16 agosto).
All’esito di predetti servizi sono stati denunciati tre soggetti tra cui un marsalese classe 70 sorpreso alla guida in possesso di tre dosi di sostanza stupefacente tipo hashish, la successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire ulteriori 12 grammi della medesima sostanza suddivisa in dosi.
Una donna classe 77 nata a Ferrara ma residente da tempo a Marsala è stata invece deferita all’A.G. in quanto, sottoposta a controllo dai militari operanti, avrebbe celato all’interno dello zainetto una balestra di genere vietato da 80 libbre con dardo in alluminio.
Un 40enne marsalese invece, sottoposto tempo addietro al divieto di accesso alle aree urbane (DACUR), è stato sorpreso in pieno centro mentre avrebbe esercitato l’attività di parcheggiatore abusivo.
Ai tre soggetti segnalati alla locale Prefettura sono stati sequestrati invece circa 1 grammo di cocaina e 4 grammi di marijuana.

Rinviata al 18 settembre la I edizione del ‘Premio 91028 – il Premio della Città di Partanna’

PARTANNA – Rinviata, per motivi tecnici, la I edizione del ‘Premio 91028 – il Premio della Città di Partanna’, in programma venerdì 19 agosto alle ore 21.30 al Castello Grifeo. La manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale ‘Ciuri’, presieduta da Filippo Peralta, in collaborazione con la rivista culturale on line Loft Cultura, con il patrocinio del Comune di Partanna, dell’Assessorato regionale al Turismo e dell’Unione dei Comuni del Belice, si svolgerà domenica 18 settembre alle ore 21 sempre al Castello Grifeo. Si tratta dell’evento dedicato a tutte quelle “Eccellenze” che attraverso il proprio lavoro e la propria attività artistica, culturale, imprenditoriale, associativa, hanno contribuito in maniera significativa a portare in auge il nome di Partanna.

“Furbetti” del reddito di cittadinanza denunciati dai Carabinieri

CASTELVETRANO – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Castelvetrano, all’esito di accertamenti esperiti con l’ausilio di personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno denunciato 5 soggetti che avrebbero indebitamente usufruito del beneficio del reddito di cittadinanza.
I presunti “furbetti”, un 38enne castelvetranese, in atto sottoposto alla detenzione domiciliare con braccialetto elettronico, e 4 stranieri tutti disoccupati, sono presunti responsabili di aver richiesto e percepito indebitamente il “reddito di cittadinanza” omettendo di comunicare la sussistenza di preesistenti cause impeditive come misure cautelari in atto, stati detentivi o periodo di residenza in Italia inferiore a 10 anni.
La cifra dei sostegni economici indebitamente percepiti, calcolata dai Carabinieri, è di circa 25 mila euro.

Marsala, V Rassegna ‘a Scurata: la compagnia Sipario in scena con “Marenmostro”

MARSALAVito Scarpitta, autore, regista e interprete presenterà il suo spettacolo dal titolo: “MareNMostro” venerdì 19 agosto alle 19,30 nella Salina Genna, nella riserva naturale dello Stagnone, all’interno della rassegna “’a Scurata Cunti e canti al calar del Sole – Memorial Enrico Russo”.

“Nel suggestivo Teatro a Mare Pellegrino 1880, unico al mondo ad essere realizzato in una vasca di salina – spiega Scarpitta – intendiamo offrire un evento che vuole essere più di uno spettacolo. Ma un momento di riflessione e consapevolezza, un invito all’empatia nei confronti di chi lascia la propria terra. Nessuno lascia la propria casa a meno che casa sua non siano le mandibole di uno squalo”.  Testo e musica si fondono per immergere il pubblico in una coscienza collettiva del fenomeno della migrazione: dodici canzoni eseguite da tre musicisti – alla Fisarmonica Natale Montalto, alla Chitarra Salvo Lo Grasso e alle percussioni il Nino Errera – e due cantanti – Silvia Cialona e Francesco Di Bernardo; si alterneranno alla performance degli attori Vito Scarpitta, Enza Giacalone e Maria Teresa Maggio, con la direzione artistica di Enza Giacalone e la direzione musicale di Eugenia Sciacca. L’appuntamento è per venerdì 19 agosto alle ore 19,30 (biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B).

Di seguito tutti gli altri spettacoli in cartellone:

23.08.22 “L’assedio di Ilio – Tragiche prove di una tragedia” – h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B

Replica h. 21,45

Ass. culturale ARCO – Scritto e diretto da Giacomo Frazzitta

26.08.22 “…Ed io l’amavo” di Chiara Putaggio con Adriana Parrinello – regia Francesco Stella – h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B

30.08.22 Mario Venuti “SOLO” h. 19,30 – biglietto 25 euro

Luglio Musicale Trapanese: la lirica arriva a Porta Ossuna di Trapani

TRAPANI – “Lirica al Tramonto” è il titolo di un altro format innovativo promosso dall’Ente Luglio Musicale Trapanese. Giovedì 18 agosto, alle ore 19.00, nello splendido scenario di Porta Ossuna, a Trapani, con Mirco Reina al pianoforte, il soprano Leonora Tess, il baritono Giuseppe Toia, la mezzosoprano Marta Di Stefano, il tenore Riccardo Benlodi, i bassi Matteo D’Apolito e Christian Barone, sarà possibile ascoltare le celeberrime arie tratte dal repertorio operistico, ammirando il tramonto. Musiche di Verdi, Puccini, Mozart.

Visto il sold out di questo appuntamento, il Luglio Musicale Trapanese sta lavorando ad altri eventi fuori programma che saranno promossi nei prossimi giorni. Ecco qualche anticipazione: sempre a Porta Ossuna Jazz al tramonto, con le voci di Annamaria Sotgiu e Grazia Buffa e i loro gruppi musicali, rispettivamente il 24 e il 30 agosto, alle ore 19.00. Ed ancora si spazierà dalla danza il 6 settembre, alle ore 21.30 al Teatro Giuseppe Di Stefano, con la MoNo Dance Company con lo spettacolo Elements, per giungere alla tradizione popolare siciliana con Laura Mollica e Giuseppe Greco il 7 settembre, alle ore 19.30 a Torre di Ligny. Questo concerto è organizzato dal Luglio Musicale Trapanese in collaborazione con l’evento Tuna Fish Fest dell’Associazione “Bonagia Eventi e Promotion”.

Il barbiere di Siviglia in un’ora, andrà nuovamente in scena il 17 e 19 agosto con una doppia recita: alle 21.00 e alle 22.30 al Chiostro di San Domenico. Il capolavoro rossiniano, seppure fedele alla trama ed alla partitura, è stato reinterpretato mettendo a punto un format snello e leggero, con allestimenti, costumi e scenografie attuali, adatto a tutti i pubblici.
DOVE ACQUISTARE I BIGLIETTI
Sarà possibile acquistare i biglietti presso il botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, sito in Viale Regina Margherita 1, a Trapani (all’interno della Villa Margherita), dal lunedì al sabato, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 21.00, presso la sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo oppure on line su www.lugliomusicale.it.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.lugliomusicale.it e le pagine social Facebook e Instagram del Luglio Musicale Trapanese.

Partanna: rigenerazione urbana, illuminazione artistica e colonnine per ricarica auto elettriche per 306 mila euro

PARTANNA – E’ in atto a Partanna un intervento di risoluzione delle problematiche inerenti la pubblica illuminazione, preventivo all’attuazione di un progetto di rigenerazione e illuminazione artistica che prenderà corpo grazie all’approvazione di uno schema di convenzione tra il Comune e la società AERO-TANNA s.r.l. La suddetta Società realizzerà in città delle misure compensative per un importo di 306 mila euro, riassumibili nella realizzazione dell’illuminazione artistica della parte esterna dei seguenti beni architettonici del Comune: Castello Grifeo; Chiesa Madre, facciata principale; Palazzo Comunale; Chiesa del Purgatorio; Fontana settecentesca in via Fontana; Palazzo storico (ex Cinema Astro); Area Archeologica di Contrada Stretto (parcheggio ed edificio); Fontana di piazza Falcone Borsellino; Palazzo Molinari; Palazzo Lo Bue. In programma anche la manutenzione delle opere di illuminazione artistica per un periodo di cinque anni; tale attività comprende: 261 punti luce da gestire relativi alle suddette opere di illuminazione artistica; manutenzione ordinaria in caso di guasto e pronto intervento su segnalazione attraverso contact center H24; ispezione delle opere di illuminazione artistica e manutenzione con cadenza annuale; manutenzione straordinaria. I lavori in programma, con la direzione e il coordinamento di Enel S.p.A. per la posa dei sostegni provvisori e/o per la realizzazione di eventuali altri manufatti previsti, prevedono anche la messa a disposizione di due infrastrutture di ricarica per auto elettriche aventi un valore complessivo di 21 mila euro, modello JuicePole 22 KW, a uso della collettività.

A Marsala riparte Drop-In con le attività estive di utilità sociale per ragazzi dai 14 ai 17 anni

MARSALA – Grazie al Consorzio Solidalia le attività del progetto Drop-In, rivolte ai giovani dal 14 ai 17 anni, si svolgeranno a Marsala dal 22 agosto al 9 settembre 2022 in collaborazione con due importanti realtà del territorio: l’Associazione Archè Onlus e l’Asd “I Fenici Rugby Marsala”.

I partecipanti, in gruppo, saranno impegnati nella riqualifica/manutenzione di alcune aree pubbliche e in attività di utilità sociale nel territorio: in azioni di accoglienza e volontariato sociale. Avranno quindi la possibilità di dare un contributo concreto alla comunità, migliorando gli spazi, rendendoli più funzionali e più belli, riscoprendo i valori e l’importanza del bene comune. Il gruppo sarà coordinato da educatori esperti.

Per partecipare è possibile inviare una mail di richiesta a solidaliadropin@gmail.com indicando nell’oggetto “Restate attivi Marsala” entro e non oltre il 19 agosto 2022.

Sono ammessi i ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni residenti nel comune di Marsala.

Per avere maggiori informazioni: ASD FENICI RUGBY MARSALA (Moreno): 338 686 2835;

ASSOCIAZIONE ARCHE’ (Anna Maria): 348 331 1016.

Drop-in è un progetto, selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che si rivolge agli adolescenti residenti nei territori delle province di Lecco, Trapani e Agrigento. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org