KLEOS - sabato, 14 Settembre 16:36

La “vendemmia della legalità” sul vigneto confiscato alla mafia

SALEMI – Domani mattina (15 settembre), con inizio alle ore 8,30, presso il fondo agricolo del turismo rurale “Al Ciliegio” di contrada Fiumelungo, 179/A a Salemi, si rinnova il consueto appuntamento annuale con la “vendemmia della legalità”: sarà raccolta l’uva biologica che viene coltivata con gli operai ma la partecipazione è aperta a tutti coloro […]

SALEMI – Domani mattina (15 settembre), con inizio alle ore 8,30, presso il fondo agricolo del turismo rurale “Al Ciliegio” di contrada Fiumelungo, 179/A a Salemi, si rinnova il consueto appuntamento annuale con la “vendemmia della legalità”: sarà raccolta l’uva biologica che viene coltivata con gli operai ma la partecipazione è aperta a tutti coloro che vogliono dare una mano, comprese associazioni del territorio. «Partecipare alla mattinata d’impegno sociale è un’occasione di condivisione» spiega il Presidente della Fondazione San Vito Onlus, Vito Puccio. A chi vorrà partecipare è consigliato indossare abbigliamento comodo. La Fondazione, da qualche mese, è tornata a gestire il bene confiscato alla mafia e acquisito al patrimonio del Comune di Salemi. Da quasi due anni il periodo di gestione era scaduto e, il nuovo bando pubblicato dal Comune, è stato nuovamente aggiudicato dalla Fondazione. In mezzo al vigneto, nell’ex casolare, sorge il ristorante con cucina tipica siciliana. La “vendemmia della legalità” si concluderà con la condivisione di una colazione rustica tra operai e volontari.


Torna alla Home