[adrotate group=”1″]

Le Vie dei Tesori. Festival di primavera a Sciacca. Dalla pesca di notte con le lampare, al giro in apecar, ai laboratori di ceramisti e dei corallari

SCIACCA – Una terra che emerge improvvisa e si inabissa per non essere causa di nessuna guerra. E’ bello pensare all’Isola Ferdinandea come un essere pensante che non ammette di essere controllata: è lo spunto su cui ha lavorato Odd Agency per costruire Era Ferdinandea, il videomapping che già da domani (venerdì 1 aprile) alle 19.30, e per dieci giorni, sarà proiettato sul prospetto del Museo del Mare, a Sciacca, appena intitolato a Vincenzo e Sebastiano Tusa. Sarà questo l’evento che aprirà il secondo weekend di FerdinanDea, rassegna delle Vie dei Tesori che ha trovato proprio nella leggenda dell’isola emersa nel 1831 al largo di Sciacca, il fil rouge di questa edizione di primavera, realizzata con il Comune e le associazioni sul territorio.

Era Ferdinandea sarà visitabile ogni giorno fino al 10 aprile (non solo nel weekend), dalle 19.30 a mezzanotte (da lunedì a giovedì, fino alle 22,45).

E’ il secondo weekend alla scoperta della città: sabato e domenica (2 e 3 aprile, poi anche il 9 e il 10) tra visite ai luoghi, narrazioni, tour, pesca notturna, mostre, laboratori del corallo.

Oltre alla chiesa dello Spasimo, ci sono torri campanarie, collezioni private, case d’artista, giardini segreti, chiese dimenticate. Gli orari si adeguano all’ora legale: i luoghi saranno aperti dalle 10 alle 13, poi dalle 16 alle 20. La formula resta sempre quella del festival: basta programmare le proprie visite, sempre in modalità 4.0, acquistare i coupon on line e recarsi sul posto dove si verrà guidati alla scoperta dei luoghi. È consigliata la prenotazione. Tutto sul sito www.leviedeitesori.com

E sono veramente tantissime le esperienze e passeggiate: sperando in condizioni meteo favorevoli, su un aereo biposto si volerà sulla città, si potrà sfrecciare nei vicoli stretti su una coloratissima apecar, visitare le botteghe degli orafi e assistere al lavoro dei ceramisti, partecipare alla pesca in notturna di alici e sardine o andare a lezione di uncinetto. E tanto altro.

Per partecipare a FerdinanDea basta acquisire il coupon per l’ingresso con visita guidata sul www.leviedeitesori.it. Un coupon da 18 euro è valido per 10 visite, da 10 euro per 4 visite e da 3 euro è valido per un singolo ingresso. Per le passeggiate, gli eventi e le esperienze, i coupon sono di valore variabile. Consigliata la prenotazione on line su www.leviedeitesori.com. A chi prenoterà verrà inviata per mail una pagina con un codice QR con giorno/orario di prenotazione da mostrare all’ingresso dei luoghi sul proprio smartphone o stampata. In alternativa, ci si può presentare direttamente all’ingresso dei luoghi mostrando la pagina con il codice QR ricevuta via mail al momento dell’acquisto, ma si entrerà soltanto se ci sono posti disponibili. I coupon non sono personali e possono essere utilizzati da più visitatori, anche simultaneamente e in posti diversi, fino a esaurimento del loro valore. Info point all’Ufficio turistico – corso Vittorio Emanuele, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13. tel. 0925.20478.


Pubblicato

in

,

da