KLEOS - venerdì, 4 Ottobre 19:07

Salute mentale e assistenza psichiatrica in carcere

MILANO – In Italia il 50% dei detenuti presenta una malattia o un disturbo mentale: il 23,6% ha una dipendenza da sostanza psicoattiva. Secondo il rapporto del 2019 “Salute mentale e assistenza psichiatrica in carcere” del Comitato Nazionale per la Bioetica, osservando le tipologie di disturbo prevalenti sul totale dei detenuti presenti, al primo posto […]

MILANO – In Italia il 50% dei detenuti presenta una malattia o un disturbo mentale: il 23,6% ha una dipendenza da sostanza psicoattiva. Secondo il rapporto del 2019 “Salute mentale e assistenza psichiatrica in carcere” del Comitato Nazionale per la Bioetica, osservando le tipologie di disturbo prevalenti sul totale dei detenuti presenti, al primo posto troviamo la dipendenza da sostanze psicoattive (23,6), disturbi nevrotici e reazioni di adattamento (17,3%), disturbi alcol correlati (5,6%). A seguire piccole percentuali per i disturbi affettivi psicotici (2,7%), disturbi della personalità e del comportamento (1,6%), disturbi depressivi non psicotici (0,9%), disturbi mentali organici senili e presenili (0,7%), disturbi da spettro schizofrenico (0,6%).


Torna alla Home