[adrotate group=”1″]

Termini Imerese, corsi dell’Università popolare: Preistoria della Sicilia, Paranormale e i Ventimiglia signori delle Madonie

TERMINI IMERESE – Al via i corsi dell’Università Popolare Termini Imerese in collaborazione con BCsicilia per i mesi di maggio – giugno 2023. Tre i percorsi di studio attivati “La preistoria della Sicilia nel contesto del Mediterraneo e dell’Africa”, corso tenuto da Angelo Vintaloro; “Il paranormale e la parapsicologia”, che avrà come docente Giovanni Iannuzzo e “I Ventimiglia signori delle Madonie” con lezioni di Salvatore Farinella. La presentazione è a cura di Alfonso Lo Cascio. Le lezioni, avranno la durata di un’ora, e si terranno in via Bevuto, 29 a Termini Imerese, in presenza e online, i venerdì 12, 19 e 26 maggio e 9 e 16 giugno dalle 16,30 alle 19,30. E’ possibile iscriversi anche al singolo corso. Alla fine del ciclo di lezioni verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Per informazioni tel. 346.8241076 – Email: segreteria@unipoti.it.

In dettaglio i tre corsi.
La preistoria della Sicilia nel contesto del Mediterraneo e dell’Africa. Lezione 1: Venerdì 12 maggio ore 16,30 – 17,30 “Rotte migratorie dell’uomo dall’Africa verso l’Europa e l’Asia”; Lezione 2: Venerdì 19 maggio ore 16,30 – 17,30 Presenza dell’uomo in Sicilia. La ricerca archeologica in Sicilia. Elementi di contatto tra la Sicilia e l’Africa”;  Lezione 3: Venerdì 26 maggio ore 16,30 – 17,30 Lo sviluppo delle comunità in Sicilia dal Paleolitico Superiore al Neolitico”Lezione 4: Venerdì 9 giugno ore 16,30 – 17,30 Il secondo millennio a.C.: dal clan parentale alle tribù territoriali” Lezione 5: Venerdì 16 giugno ore 16,30 – 17,30 L’età del ferro e la religiosità dei popoli primitivi della Sicilia”Angelo Vintaloro è fondatore e Direttore del Museo Civico Comprensoriale “Pippo Rizzo” di Corleone. Ha effettuato le prime ricerche archeologiche nel territorio dell’Alto e Medio Belice-Corleonese con la stesura della I^ e 2^ Cartografia Archeologica dell’area. Ha ritrovato oltre 80 siti archeologici ed ha valorizzato il sito di Montagna Vecchia di Corleone. Ha Collaborato in scavi archeologici con le Università di Bologna, Goteborg (Svezia), Oslo (Norvegia), Illinois (USA), Kinshasa (Congo). Coordinatore del progetto “ArcheoAfrica” che prevede la costruzione del più grande Museo di Storia Africana e le ricerche archeologiche in Centro-Africa. Ha effettuato scavi archeologici in Sicilia, Romania, Tunisia, Oman e Congo. Ha relazionato in tre Congressi Mondiali di Preistoria e Protostoria, Forlì 1996, Lisbona 2006 e Parigi 2018, in quest’ultimo ha esposto i primi dati sull’evoluzione umana nel Centro-Ovest dell’Africa Centrale. Ha organizzato numerosi Convegni Internazionali tra cui i primi due di Preistoria e Protostoria Siciliane, Corleone 1997 e San Cipirello 2006. Ha al suo attivo oltre 50 pubblicazioni scientifiche.

Il paranormale e la parapsicologia. Lezione 1: Venerdì 12 maggio ore 17,30 – 18,30 “Storia della parapsicologia”;Lezione 2: Venerdì 19 maggio ore 17,30 – 18,30 Strane percezioni”; Lezione 3: Venerdì 26 maggio ore 17,30 – 18,30; “Oltre la fisica: l’azione della mente sulla materia”; Lezione 4: Venerdì 9 giugno ore 17,30 – 18,30 “Alla ricerca dell’anima: una scienza improbabile”; Lezione 5: Venerdì 16 giugno  ore 17,30 – 18,30 Il paranormale e la natura dell’uomo”. Giovanni Iannuzzo è medico. Psichiatra, specialista in Igiene mentale, medicina psicosomatica e sessuologia clinica, si è poi perfezionato in medicina evoluzionistica e transculturale. Fra i suoi interessi fondamentali, da decenni, lo studio delle medicine tradizionali, e dei sistemi di diagnosi e terapie non convenzionali, argomenti sui quali ha condotto numerose ricerche sul campo. Esperto di etnopsichiatria e psichiatria trans-culturale, ha condotto ricerche e lavorato in ambito accademico all’Università degli Studi di Messina, nella quale è collaboratore della Scuola di Specializzazione in Psichiatria. E’ stato per anni Dirigente Responsabile di servizi pubblici di psichiatria. Attualmente svolge attività privata. E’ autore di diciassette volumi e di un migliaio di saggi e pubblicazione scientifiche.

I Ventimiglia signori delle Madonie. Lezione 1: Venerdì 12 maggio ore 18,30 – 19,30 Dalla Liguria alla Sicilia. I conti di Ventimiglia signori del Maro, progenitori dei conti di Geraci: Enrico I”; Lezione 2: Venerdì 19 maggio ore 18,30 – 19,30 I Ventimiglia signori delle Madonie. L’espansione della signoria ventimigliana: Francesco I e Francesco II”; Lezione 3: Venerdì 26 maggio ore 18,30 – 19,30 Sfaldamento dello stato feudale e nascita del marchesato di Geraci: da Giovanni I a Giovanni III”; Lezione 4: Venerdì 9 giugno ore 18,30 – 19,30 ; “I Ventimiglia di Geraci, il nuovo marchesato e i rami cadetti in Sicilia”; Lezione 5: Venerdì 16 giugno ore 18,30 – 19,30; “Architetture e produzioni artistiche dei Ventimiglia”. Salvatore Farinella (Dumfries, Scozia, 1960), architetto, storico e saggista, vive a Gangi e lavora a Nicosia dove dirige l’Ufficio del Piano. È impegnato nella ricerca storico-archivistica e nell’approfondimento di temi di storia urbana, architettura e arti figurative di Gangi, delle Madonie e di Nicosia. Ha ideato e organizzato la mostra Vulgo dicto lu Zoppo di Gangi (1997) e la mostra Filippo Quattrocchi “gangitanus sculptor” (2004). Ha ideato e realizzato, da Assessore ai Beni Culturali di Gangi, i Musei nel Palazzo della Cultura. Ha pubblicato diversi studi storici tra cui Storia delle Madonie. Dalla Preistoria al Novecento; I Ventimiglia. Castelli e dimore di Sicilia; I Frati Minori Cappuccini a Gangi. Storia della comunità e dei quattro conventi; Atlante dei Beni Culturali urbani in pericolo delle Madonie; Gandolfo Felice Bongiorno Architetto nelle Madonie.


Pubblicato

in

da